Home / ComeDonChisciotte / LAVORATORI DELL’EUROPA UNITEVI, AVETE DA PERDERE SOLO LE CATENE DELL’EURO

LAVORATORI DELL’EUROPA UNITEVI, AVETE DA PERDERE SOLO LE CATENE DELL’EURO

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD
Telegraph.co.uk

La sinistra europea ha sofferto
sei mesi calamitosi. I governi socialisti hanno avuto sconfitte storiche
in Portogallo e Spagna. Il Pasok greco è stato rovesciato da un Putsch tecnocratico dell’UE. In Irlanda la sinistra moderata del Fianna Foil ha perso quasi tutti i seggi a Dublino.

Quasi il 97% della popolazione dell’Unione Europea è ora governato da coalizioni tendenti a destra o ai conservatori, o ai mandarini imposti dell’UE. Ai socialdemocratici sono rimasti solo l’Austria (8,4m), la Danimarca (5,5m) e la Slovenia (2,1m).L’intera struttura dell’Unione Europea è ora sotto il controllo della Destra, con le varianti del corporativismo renano nel Consiglio e degli hayekiani pre-moderni alla Banca Centrale
Europea. Che questa ascendenza sia per voi positiva oppure no, ha certamente conseguenze profonde.

Sulla stessa falsa riga dell’ex
Primo Ministro Margaret Thatcher quando a Bruges disse che “non
abbiamo con successo riportato le frontiere sul suolo britannico solo per vedercele di nuovo imposte a livello europeo
”, la sinistra sembra ugualmente protestare dopo aver combattuto una lotta lunga e duratura a favore dei diritti dei lavoratori nelle proprie democrazie per vedere lo stato sociale distrutto da Bruxelles e Francoforte.

In Italia il viceré dell’UE Mario Monti ha grosso modo ordinato di riformare le leggi sul lavoro, di rompere l’unione sindacale spostando le contrattazioni a livello aziendale e riscrivendo l’Articolo 18 che protegge i lavoratori dal licenziamento per ragioni economiche, la questione che ha portato all’omicidio di due riformatori del lavoro da parte della Brigate Rosse dal 1998.

Non ci sono dubbi che l’Italia debba
prendere di petto i sindacati se spera di competere nel mondo, ma il mio
punto di vista è diverso. Chi decide su simili questioni? Perché la sinistra italiana pensa che sia auspicabile concentrare ulteriori poteri nelle mani dell’UE che verranno poi usati senza intralcio contro essa stessa? Potrebbe prendere il controllo dell’Italia. Ma non ha alcuna possibilità di prendere il controllo del timone in Europa nel futuro immediato, se non mai.

David Begg, presidente dell’Irish
Congress of Trade Unions
ha detto che il suo incontro con la Troika
(UE-BCE-FMI) che sta ora ristrutturando Irlanda è stata un’esperienza che gli ha dato da pensare.

L’inviato del FMI è stato molto disponibile, ma i funzionari dell’UE erano ideologhi neoliberisti. C’è stata una riunione testa, quasi un scontro urlato”, ha detto: “Sarebbe stato molto meglio se fossimo mai entrati nell’euro.”

Le conseguenze dell’ascendente della Destra Renana sulle istituzioni dell’UE – comunque, non la stessa
cosa del conservativismo anglosassone o del “piccolo plotone” di Burke – sono state dimostrate alla riunione dei Merkozy che si è tenuta a Bruxelles. Come descritto da Paul Mason della BBC, l’accordo ha messo “fuori legge le politiche fiscale espansive” mantenendo vicino allo zero i deficit strutturali nelle leggi internazionali, con freni costituzionali al debito, sanzioni obbligatorie e commissari al bilancio per le nazioni inadempienti.

Le ventisei nazioni che hanno seguito questo piano della Merkel non hanno più il diritto di introdurre gli stimoli contro-ciclici keynesiani e si sono accordate per farlo in modo perpetuo dato che è quasi impossibile abrogare l’acquis comunitario.

Personalmente, non sono un keynesiano – e neppure molti lettori del Daily Telegraph – ma tutto questo mi sembra un impegnativa folle. Per la sinistra è sicuramente un disastro assoluto. Non potrà mai più perseguire il propria programma economico. I Fabiani temevano già molto tempo che un simile esito era insito nell’UE. Definirono l’euro una “rampa d’accesso per i banchieri”, ma in qualche modo i loro allarmi furono sommersi dall’isteria di massa dell’unione monetaria.

Owen Jones al New Statesman ha detto che è sconcertante che i socialisti siano stati così lenti dal
riconoscere questa minaccia. “Il trattato dell’UE proposto è forse la peggiore catastrofe occorsa alla Sinistra Europea dalla Seconda Guerra Mondiale. Dopo questo accrocchio, la Sinistra ha davvero bisogno di pensare molto e a lungo riguardo il suo approccio verso l’UE per come è al momento strutturata. C’è ancora la sensazione che qualsiasi critica venga rivolta all’UE vi faccia inserire nello stesso recinto dei nazionalisti invasati. È una farsa che evidenzia come la palese mancanza di democrazia dell’UE sia diventata una questione della Destra.”

Bene, sì, ora siamo tutti invasati. Ma la cosa non dovrebbe avere niente a che fare con l’affiliazione alla Destra o alla Sinistra. Inoltre, se fate attenzione, i discorsi focosi stanno sobbollendo in tutt’Europa, nelle file del partito socialista francese, nella Linke tedesca, nella Rifondazione italiana e nell’appena emancipato Partito Socialista Operaio (PSOE).

Da notare l’uscita della scorsa settimana di Pedro Nuno Santos, vicepresidente socialista dell’Assembleia portoghese: “Abbiamo una bomba atomica da agitare in faccia a tedeschi e francesi: dire loro semplicemente che non paghiamo. Il debito è la nostra arma e dobbiamo usarla per imporre condizioni migliori. […] Dovremo far tremare le gambe ai tedeschi.”

In Portogallo la sacrosanta settimana lavorativa di 40 ore è stata porta a 42. Manuel Carvalho da Silva, presidente della Confederazione Generale dei Lavoratori Portoghesi, ha detto che i tagli allo stipendi dei lavoratori pubblici per i prossimi pacchetti di austerità raggiungerà il 27 per cento.

Si tratta di una “svalutazione
interna
” di epiche proporzioni.

In queste ultime settimane è stato scritto molto sul passaggio dell’Europa all’estrema destra, sull’ascesa di Geert Wilders nei Paesi Bassi o del Fronte Nazionale di Marie Le Pen in Francia o, in modo molto differente, su Garda Magyar del partito Jobbik ungherese con la sua camicia nera. Gli echi degli anni ’30 sono forti e lo diventeranno ancora di più se la combinazione di contrazione monetaria e fiscale metteranno radici alla recessione.

C’è poi un’altro parallelo di uguale
risonanza: l’elezione in Francia del Fronte Popolare con il sostegno dei Comunisti nel maggio del 1936, il rifiuto catartico delle politiche
deflattive. Che Leon Blum in privato volesse o meno uscire dal Gold
Standard – quella replica tra le guerre dell’unione europea della disoccupazione -, la logica delle sue politiche forzò comunque il suo esito. L’ortodossia fu rimossa.

La questione focale per la Sinistra
di oggi è se è nei suoi interessi continuare a difendere un regime monetario dell’UE che ha spinto il tasso di disoccupazione per i giovani
al 49% in Spagna, al 45% in Grecia, al 30% in Portogallo e Irlanda, al 29% in Italia e il 24% in Francia – oltre all’8,9% della sottovalutata Germania – e che non offre una via d’uscita credibile alla metà meridionale.

Compagni di tutt’Europa, passate
dalla parte degli euroscettici. Avete solo le vostre catene dell’euro da perdere.

**********************************************

Fonte: Workers of Europe unite, you’ve only euro chains to lose

18.12.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SUPERVICE

Pubblicato da supervice

  • Affus

    i comunisti o la sinistra toglie le tasse ad alcuni lavoratori ,aggiusta i contratti di lavoro,poi ammazza di tasse tutto il resto della società come nelle società socialiste ,con la scusa di togliere ai ricchi e dare ai poveri ……
    comunque un’ azione unita e coordinata contro i massoni banchieri e la finanza vaticana è necessaria in italia. Banca Intesa è la casciaforte della finaza massonica e clericale italiana .

  • AlbertoConti

    Vallo a dire a Bersani! “Ragassi, non siamo mica qui a … ” QI tendente a zero, questo è il problema…

  • Maxim

    In Inghilterra non c’ è l’ € eppure al governo non c’ è la ” sinistra ” .
    Peggio ancora ,secondo le statistiche ufficiali, in Gran Bretagna un bambino su cinque (2,6 milioni) vive in povertà, ma fonti non governative calcolano che siano in realtà moti di più: se si considerano infatti anche le spese per la casa, i poveri aumentano e i minori costretti a vivere in miseria sarebbero oltre 3,8 milioni (un bambino su tre).

  • aquilanera

    A QUANDO L’EVENTO,MOVIAMOCI HO MORIREMO

  • aquilanera

    SIAMO QUI TUTTI A CHIACCHIERARE,MA DI CONCRETO NON FACCIAMO UN CAZZO,SIAMO UN POPOLO DI PIAGNONI,NON SIAMO CAPACI DI FARCI RISPETTARE,E SAI PERCHE,MI SA CHE L’ITALIANO STA PROPIO BENE

  • Queequeg

    Il nobile Evans Pritchard chiama a raccolta i “compagni”. Ridicolo. L’ Inghilterra sta messa peggio di noi ( prego leggete qui http://www.zerohedge.com/news/psssst-france-here-why-you-may-want-cool-it-britain-bashing-uks-950-debt-gdp ). Appena Cameron ha sbattuto la porta subito gli scozzesi lo hanno avvertito che se le cose si mettono male loro passano all’ euro. Oggi 20 importanti uomini d’ affari inglesi fra cui Richard Branson hanno scritto che se l’ Inghilterra non torna sui suoi passi si perderanno 3 milioni di posti di lavoro e hanno sottolineato come se cade l’ euro l’ Inghilterra va giù come un castello di carte. E’ di oggi la notizia che l’ asta dei bonos spagnoli a tre mesi è andata benissimo e con rendimenti che sono scesi all’ 1,7% dal 5,1% ( non so se mi spiego, magari succedesse a noi ).

  • ilnatta
  • reio

    ho?

  • Affus

    Il Signore a Domenico Masselli : 12 MAGGIO 1972

    Ricordati,o figlio,il mio Dio invierà due castighi sulla terra: uno sotto forma di guerra ,rivoluzione e pericoli;l’altro, una oscurità immensa che durerà tre giorni e tre notti e nulla sarà visibile. L’aria sarà nociva,pestilenziale ed arrecherà molto danno.
    Durante questi tre giorni di tenebre , la luce artificiale sarà impossibile averla per cui arderanno solo le candele benedette.
    Durante tali giorni di sgomento i fedeli dovranno rimanere in casa a recitare il Santo Rosario e chiedere misericordia a Dio .
    Tutti i nemici della Chiesa,visibili e sconosciuti periranno sulla terra in questa universale oscurità.
    Nei tre giorni di tenebre , coloro che camminano per i loro sentieri di depravazione periranno di modo che sopravviverà soltanto la quarta parte dell’umanità.L’umanità si avvia verso un tormento spaventoso che dividerà i popoli,ridurrà le alleanze umane a nulla,ed Io mostrerò che nulla dura senza di Me e solo lo posso dirigere il destino dei popoli .
    Il Signore spanderà ovunque scintille e i popoli annegheranno nel fuoco e nel sangue . O figlio,l’umanità non ha ascoltato la tua parola ,cioè la Mia parola ed ora ti faccio scrivere l’ultimo avvertimento per ammonire il mondo.Sono molto vicini i pericoli , la terra tremerà e sarà ridotta all’estremo ,sarà un terribile giudizio in piccolo .
    Tutti quelli che sperano , avranno la Mia grazia e il Mio amore ma per tutti coloro che non saranno in grazia sarà spaventoso .
    Gli Angeli della giustizia sono già disseminati per il mondo .
    Si preparano cose grandiose e ciò che accadrà sarà terribile .
    Interverrò Io con tutti gli Angeli del Cielo e con un piccolo numero di eletti edificherò il Mio Regno .
    Questo Regno verrà prima di quanto si creda .
    pregate,pregate

  • Affus

    “Madonna, tu nel primo messaggio hai detto che verrà la guerra. A noi questo fa paura!”.

    “Se a voi questo fa paura” – rispose la Madre di Dio – “all’Eterno Genitore fanno paura i peccati dell’umanità. Perciò Egli alza la frusta!”.

    “Quando verrà questa guerra?”.

    “Quando per sei volte queste rose innanzi a me fioriranno”.

    “Allora fra sei anni?”.

    “Quando per 2195 volte il sole si abbasserà. All’alba del giorno dopo si scatenerà la bufera. L’Oriente andrà verso l’Occidente. Tutti e due si incontreranno, si cozzeranno, si fracasseranno. Pochi attimi di sosta, poi si alzeranno, si riprenderanno e volgeranno il passo verso mezzogiorno. Lì sarà la conclusione di una giornata tempestosa, figlia mia. Che orrore! Che orrore! I morti non si conteranno. Cadranno ammassati come cadde la manna, nel Vecchio Testamento. La storia, in venti secoli, non ha mai scritto una pagina così luttuosa”.

    “E quando durerà questa guerra?”.

    “Questa guerra durerà dalla mattina alla sera. Che devastazione! Che sconquasso vi sarà alla prima ondata! La parte più nobile e più bella rasa al suolo. Verrà la seconda, più spietata della prima. La fame, la cosa più terribile che può esistere, ingoierà tutto, anche le pietre. Verrà poi la terza ondata e farà il rastrellamento. Ogni casa diverrà un macello, ogni piazza un cimitero. Pregate, pregate affinché queste cose non avvengano di sera”.

  • Miky

    Chissà perchè tutto quello che scrivono a proposito dell’Euro e dell’Ue i giornali (sion)inglesi non mi fa ne caldo ne freddo…
    Sparano cassandre a destra e manca quando invece hanno la coda di paglia. O l’Europa si unisce,senza la GB in questo modo oppure divisi come sempre e come sempre non contando nulla in campo internazionale. Rienne va plus.

  • cardisem

    Mi trovo a Londra e vado alla Piazza di St. Paul occupata… Ho conosciuto qui un pensionato italiano che da tempo vive e lavora qui… Mi ha voluto far vedere il suo libretto di pensione… beh! Ma un dato più sorprendente che mi riferiti (e che però non mi sono annotato… ed un mio amico a cui l’ho raccontato non ci crede) è quello secondo il quale ci sarebbero tantissimi vecchietti che d’inverno muoiono di freddo nelle case perché non hanno di che pagarsi il riscaldamento… Prendete la cosa per quel che vale, ma penso vada detta… Se mi sarà possibile, cercherò ulteriori conferme.

  • Viator

    Quale sinistra? La sinistra europea ha smesso di esistere colla caduta del muro di Berlino e la rincorsa ad asservirsi al padrone statunitense e alla sua ideologia neoliberista dell’autodistruzione.

    I governi di sinistra sono stati ovunque i battistrada dell’integrazione nella dittatura europea dell’alta finanza.

    Fuori da qualche sparuto gruppuscolo, l’opposizione al regime plutocratico ormai esiste solo a destra.

  • Santos-Dumont

    Buon Natale, HO HO HO! 😀

  • Santos-Dumont
  • Santos-Dumont

    Allora possiamo metterci l’animo in pace, perché in tal caso l’opposizione non esiste più, semmai esiste la scelta tra la padella e la brace.