L’attacco dei camionisti transfobici nazi-putiniani

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

CJ Hopkins
consentfactory.org

Sono arrivati sulla Collina del Parlamento di Ottawa come una delle piaghe del Libro dell’Apocalisse, suonando i loro infernali clacson, con le griglie delle motrici che ghignavano demoniache, le fiancate dei loro autoarticolati decorate con bestemmie come “LIBERTA’ DI SCELTA,” “LIBERTA’ DAI MANDATI”, “NO OBBLIGHI VACCINALI” e “UNITI CONTRO LA TIRANNIA.”

Sì, proprio così, il Canada Nuovo Normale è stato invaso ed ora è assediato da orde di camionisti transfobici, nazi-putiniani, omofobi, razzisti, islamofobici, antisemiti e da altri membri delle classi lavoratrici!

Secondo i media corporativi, questi razzisti sostenuti dalla Russia, questi furiosi rappresentanti della classe operaia stanno correndo come pazzi per le strade di Ottawa, sventolando gigantesche “bandiere con la svastica,” defecando sui memoriali di guerra, derubando “mense per i poveri” del valore di molti milioni di dollari e togliendo il cibo direttamente dalla bocca dei senzatetto. Si dice che una squadra di assassini si aggiri nei reparti maternità degli ospedali, alla ricerca di bambini kuwaitiani da strappare dalle incubatrici.

Lo so, siamo in Canada, quindi suona un po’ dubbio, ma tutto questo è stato accuratamente verificato dai fact checkers del Ministero della Verità della Nuova Normalità … sapete, quelli che avevano verificato il Russiagate, la tentata insurrezione nazista putiniana del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti e la sicurezza e l’efficacia dei “vaccini” Covid e le mascherine e le statistiche gonfiate della Covid e il resto della narrativa ufficiale Covid.

O, semplicemente, guardate cosa scrive il Primo Ministro Justin Trudeau …

Ora, questo è l’attuale primo ministro del Canada, non un qualsiasi fanatico woke che scrive su Twitter. Stava twittando dal suo Covid Bunker fortificato in una località segreta da qualche parte nello Yukon, o forse negli Stati Uniti, dove era fuggito quando i camionisti transfobici nazi-putiniani erano arrivati fuori dal suo ufficio a Ottawa. Trudeau aveva giurato di resistere e combattere, ma non aveva avuto altra scelta che fuggire dalla capitale, dopo essere risultato misteriosamente positivo alla Covid (che potrebbe anche essere stata opera dei Russi, forse addirittura della stessa squadra di killer professionisti fumatori d’erba e puttanieri del Novichok, quella che aveva cercato di far fuori gli Skripal nel 2018).

Il coinvolgimento russo non è stato ancora confermato dagli ex funzionari della CIA e della NSA che si atteggiano ad “analisti” sulla CNN, ma, secondo la CBC, “c’è la preoccupazione che, mentre la protesta cresce, gli attori russi possano continuare ad alimentarla e che possano anche averla istigata fin dall’inizio.”

E, alla luce della scoperta di un complotto di Putin nella produzione di un video false-flag “molto grafico,” “che comporterebbe l’uso di cadaveri” come pretesto per invadere l’Ucraina e scatenare l’Armageddon nucleare, o almeno una serie di sanzioni economiche e verbosità bellica di livello DEFCON 1, è anche possibile che l’intera “pandemia Covid” sia stata un elaborato stratagemma nazi-putiniano progettato per far cadere il governo Trudeau, sabotare l’attuazione del sistema di segregazione globale della Nuova Normalità, la “vaccinazione” mRNA obbligatoria di ogni uomo, donna e bambino sulla Terra, la “democrazia,” i diritti dei transgender … o qualsiasi altra cosa.

Ma, seriamente, questa è la situazione attuale. Siamo in quella pericolosa, assurda fase finale del collasso di un sistema o movimento totalitario dove regna il caos e tutto può accadere. La narrazione ufficiale sulla Covid sta rapidamente evaporando. Sempre più persone scendono in strada per chiedere la fine di tutta la farsa fascista … no, non i “suprematisti bianchi transfobici” o gli “estremisti no-vax” o i “nazisti sostenuti dalla Russia,” ma la classe operaia di tutti i colori e credi, famiglie, con i bambini, in tutto il mondo.

Il culto covidiano ha perso il controllo. Persino i membri più incalliti, quelli che indossano le mascherine, che osservano il distanziamento sociale, i triplo-dosati con doppio richiamo, stanno disertando. I fascisti della Nuova Normalità, un tempo fanatici, stanno cancellando in massa i loro tweet del 2020 e stanno cambiando uniforme il più velocemente possibile. No, non ne siamo completamente fuori, ma la festa è finita, e i GloboCap lo sanno. E lo sanno anche i loro funzionari al governo.

E qui attualmente sta il pericolo.

A disposizione dei governi c’è una finestra ristretta – un mese o due, forse – per dichiarare la “vittoria sul virus” e ritirare i loro sistemi di segregazione, l’imposizione di indossare la mascherina, la “vaccinazione” obbligatoria e il resto delle cosiddette “restrizioni Covid.” Molti governi lo stanno già facendo, Inghilterra, Norvegia, Danimarca, Svezia, Svizzera, Finlandia, Irlanda, ecc. Hanno visto da che parte soffia il vento e si stanno affrettando a smantellare la Nuova Normalità nei loro Paesi prima che… beh, sapete, prima che un convoglio di camionisti arrabbiati arrivi davanti alle loro porte.

Se dovessero permettere una cosa del genere, si troverebbero nella poco invidiabile posizione in cui si trova ora Trudeau. I camionisti canadesi sembrano essere seriamente intenzionati a non mollare finché le loro richieste non saranno soddisfatte, il che significa che Trudeau ha solo due opzioni: (1) cedere alle richieste dei camionisti o (2) tentare di rimuoverli con la forza. Si parla già di far intervenire l’esercito. Immaginate che casino infernale sarebbe. Probabilmente i militari disobbedirebbero ai suoi ordini e, in caso contrario, il mondo assisterebbe allo spettacolo del nuovo fascismo normale in azione.

In ogni caso, Trudeau è finito, almeno finché i camionisti resisteranno. Prego che non cedano di un centimetro e spero che i leader di altri Paesi della Nuova Normalità, come Australia, Germania, Austria, Italia e Francia, prestino molta attenzione.

Alcuni dei miei lettori probabilmente ricorderanno un mio precedente articolo in cui avevo scritto:

“Questa non è una discussione astratta sulla ‘scienza’. È una lotta… una lotta politica, ideologica. Da una parte c’è la democrazia, dall’altra il totalitarismo. Scegliete da che cazzo di parte volete stare e rimaneteci.”

Questo è quanto. Questa è quella lotta. Non è una protesta. È un gioco del pollo. Un gioco del pollo politico, con un’alta posta in gioco. Alla fine, la politica è sempre una questione di potere. Il potere di imporre la propria volontà all’avversario. Negli ultimi due anni i GloboCap hanno imposto la Nuova Normalità alla gente di tutto il mondo. Quello a cui stiamo assistendo in Canada è il potere del popolo, il potere che il popolo ha sempre avuto, e che avremo sempre, quando decideremo di usarlo … il potere di far chiudere l’intero spettacolo dei GloboCap, una città dopo l’altra, se sarà necessario.

Quindi, uscite di casa e sostenete i camionisti transfobici nazi-putiniani canadesi … o i vostri camionisti transfobici nazi-putiniani locali. Non preoccupatevi se non avete una bandiera con la svastica. Ci penseranno gli agenti provocatori e i propagandisti ufficiali dei media corporativi!

CJ Hopkins

Fonte: consentfactory.org
Link: https://consentfactory.org/2022/02/04/attack-of-the-transphobic-putin-nazi-truckers/
04.02.2022
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
59 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
59
0
È il momento di condividere le tue opinionix