Home / ComeDonChisciotte / LA SVEZIA LIQUIDA I CONTANTI

LA SVEZIA LIQUIDA I CONTANTI

DI MALIN RISING
The Chronicle Herald-AP

La Svezia è stata il primo paese europeo ad introdurre le banconote nel 1661. Ora è quello più propenso a sbarazzarsene. “Non vedo perché dovremmo ancora stampare banconote”, dice Bjoern Ulvaeus, ex membro del gruppo anni ’70 ABBA, ed a favore di un mondo senza denaro contante.

Il profilo di una società di tal tipo si sta delineando in questa nazione ad alta tecnologia, creando frustrazione in chi preferisce monete e banconote al denaro digitale.

In molte città svedesi gli autobus pubblici non accettano denaro contante. I biglietti sono prepagati o ottenuti attraverso l’acquisto con un SMS. Un piccolo ma crescente numero di esercizi accetta solo carte di credito, ed alcune uffici bancari -che guadagnano dalle transazioni finanziarie- hanno smesso completamente di emettere denaro.“Ci sono città dove non è più possibile entrare in una banca ed utilizzare i contanti”, lamenta Curt Persson, presidente dell’Organizzazione Nazionale dei Pensionati Svedesi. Sostiene sia un problema per gli anziani che vivono in zone rurali e non posseggono una carta di credito o non sanno come usarla per ritirare i contanti.

Il declino del denaro cash è evidente anche nei luoghi di culto,come nella chiesa di Carl Gustaf a Karlshamn, nel sud della Svezia, dove il parroco Johan Tyrberg ha installato recentemente un lettore di carte di credito per facilitare ai credenti l’elargizione di offerte.

“La gente è venuta da me varie volte dicendo che non aveva denaro contante ma avrebbe comunque voluto donare qualcosa”, diceTyrberg.

Banconote e monete rappresentano solo il 3% dell’economia svedese, a fronte di una media del 9% nell’eurozona e del 7% negli USA,secondo la Bank for International Settlements,un’organizzazione che riunisce le banche centrali di tutto il mondo.

Il 3% è ancora troppo per Ulvaeus, una società senza contanti potrebbe sembrare una causa bizzarra per una persona che ha costruito la propria fortuna su “Money, Money, Money” ed altre hit degli ABBA, ma per Ulvaeus è una questione di sicurezza.

Dopo che suo figlio era stato rapinato tre volte ha iniziato ad invocare una transizione più rapida verso un’ economia completamente digitale, anche solo per rendere la vita più difficile ai ladri.

“Se non ci fossero contanti, cosa farebbero?”, dice Ulvaeus.

L’associazione dei banchieri svedesi sostiene che la recessione dell’economia contante stia già sortendo effetti sul tasso di criminalità.

Il numero di rapine in banca è precipitato da 110 nel 2008 a 16 nel 2011- il tasso più basso da 30 anni, quando si iniziò a tenerne traccia- inoltre pare che le rapine sui portavalori siano ugualmente in calo. 

“Meno liquidità in circolazione rende le cose più sicure sia per chi lavora maneggiando il contante, sia chiaramente, per il pubblico”, sostiene Par Karlsson,un esperto di sicurezza dell’organizzazione.

La prevalenza di transazioni elettroniche- e le tracce digitali che esse generano- aiuta a spiegare come mai gli svedesi abbiano meno problemi con la corruzione rispetto a paesi che hanno una cultura della liquidità più forte, come l’Italia o la Grecia, dice  Friedrich Schneider professore di economia alla Johannes Kepler University, in Austria.

“Se le persone usano più carte di credito sono meno coinvolte in attività economiche illecite”, sostiene Schneider, un esperto di economie sommerse.

In Italia- dove il denaro cash è stato un valido mezzo per evitare il pagamento dell’ IVA e nascondere i propri profitti al fisco- il Primo ministro Mario Monti, lo scorso Dicembre, ha varato delle misure per limitare le transazioni di denaro contante ai pagamenti sotto i 1000 euro (1300$) partendo dai precedenti 2.500.

L’altro lato della medaglia è il rischio del cybercrimine. Secondo il Servizio Nazionale Svedese per la Prevenzione del Crimine,il numero di casi di frodi telematiche, incluso lo skimming, è schizzato a 20,000 nel 2011 da 3,304 nel 2000.
Oscar Swartz, il fondatore del primo provider internet svedese, Banhof, sostiene che un’economia digitale sollevi anche questioni relative alla privacy a causa della traccia elettronica lasciata dalle transazioni. E’ a favore dell’idea di eliminare progressivamente il cash, ma ritiene che altri sistemi di pagamento anonimo debbano essere introdotti in alternativa.

Non c’è da sorprendersi che la Svezia ed altre nazioni del nord siano in prima linea in questo processo, data l’enfasi che pongono su tecnologia ed innovazione.

Per il secondo anno di fila, la Svezia si è posizionata prima nella classifica del Global Information Tecnology Report, pubblicata dal World Economic Forun a Gennaio. La Economist Intelligence Unit ha ugualmente posto la Svezia in vetta alla sua classifica relativa all’economia digitale, nel 2010.

Entrambe le qualificazioni ci danno la misura di quanto le nazioni stanno integrando le ICT nelle loro economie. Gli internet startup in Svezia, ed altrove, stanno lavorando duramente per sviluppare servizi bancari e di pagamento per gli smartphone.

La compagnia svedese iZettel ha sviluppato un servizio per piccoli commercianti, simile allo Square per gli USA,, che si installa nel retro dell’Iphone per farlo funzionare come un terminale per carte di credito.

Ci si aspetta che le più grandi banche svedesi lancino un servizio associato, alla fine di quest’ anno che permetta ai clienti di trasferire denaro fra i rispettivi account in tempo reale con i loro cellulari.

Molti esperti non credono che i contanti spariranno presto dalla circolazione, ma questa porzione di economia continuerà a subire un netto declino mentre tali opzioni di pagamento diventeranno disponibili. Prima di andare in pensione, in qualità di governatore della banca centrale di Svezia, Lars Nyeberg disse l’anno scorso che i contanti sarebbero sopravvissuti “come i coccodrilli, anche se saranno costretti a vedere gradualmente eroso il proprio habitat”. Andrea Wramfelt, la cui sala da bowling nella città meridionale di Landskorna ha smesso di accettare denaro cash dal 2010, fa una previsione azzardata, crede che banconote e monete smetteranno di esistere in Svezia entro 20 anni.

“Personalmente credo che sia questo che la gente dovrebbe aspettarsi per il futuro”, dice.

Ma ci sono sacche di resistenza. Hanna Celik, la cui famiglia possiede un’edicola in un centro commerciale a Stoccolma, dice che l’economia digitale riguarda solo le grandi banche in cerca di maggiori profitti. Celik dice che le vengono addebitate 5 corone svedesi (0,80$) per ogni transazione con carta di credito, ed una legge varata dal Parlamento svedese le vieta di scaricare questa tassa sui consumatori. “Fa schifo”, dice, “per loro (le banche) è un ottimo modo per guadagnare un sacco di soldi, questo è quanto. Faranno enormi profitti.”

Titolo originale: “Sweden cashing out on cash

Fonte: http://thechronicleherald.ca/
Link
18.03.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ALESSANDRA

 
 

Pubblicato da Das schloss

  • xcalibur

    Eh si…c’e stanno a prova’…In Italia ci abbiamo quella trota della Gabanelli…

  • gattocottero

    GABANELLI V E R G O G N A ! ! !

  • nuvolenelcielo

    a proposito di Abba, mi ricordo quando suonavo in un gruppo rock ci fu una specie di gemellaggio con dei gruppi svedesi, e quando vennero in Italia a suonare si ubriacarono senza limiti, e ogni singolo giorno. Perché dicevano che in Svezia avevano tipo un limite di alcol che potevano comprare, tipo avevano l’etilometro in casa, non in macchina… W l’evasione fiscale e il contante, e W l’italia delle mafiette. Questi governi mondiali socialisti con lo stato padrone che ti pulisce lui le mutande, per me se lo possono tenere. Anche se non so se riusciremo a fermare il governo Monti. (Magari adesso che l’opposizione è ufficialmente vietata qualcosa succederà…)

  • dana74

    i banchieri contro il contante per la legalità e contro la criminalità che ridere…..

    ps sul tema

    https://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=46614

  • Tonguessy

    Le carte di credito sono l’occhio del Grande Fratello. Sono uno strumento indispensabile per il marketing, oltre che (come sottolineato nelle ultime righe dell’articolo) una fonte inesauribile di guadagni veloci per le banche.
    Tramite le carte di credito le grandi distribuzioni possono valutare gli spostamenti di gusto dei consumatori e la spesa diveta così un exit poll dove l’ignaro intervistato consegna alle compagnie di marketing le proprie preferenze. Nei computer ci sono i cookies che delieano le preferenze dei frequentatori del web, ed è tutto uno spiare le nostre mosse.Un telefonino anche spento può essere usato per localizzare il proprietario. Siamo tutti tracciati e rintracciabili, una massa di consumatori costantemente tenuta d’occhio e pilotata. Un gregge ormai destinato ad impianti GPS sottocutanei, e l’evoluta Svezia farà da apripista in tal senso. Il partito dei pirati? Poca roba in confronto agli enormi guadagni che la tecnologia digitale sta portando alle elites.

  • Zret

    Ignominiosa la Gabba-nelli e pericolosissimo il passaggio al denaro elettronico, preludio di…

  • Andrea85

    Per di più un gregge che questo lo desidera se non addirittura pretende, basti vedere il successo dei vari faccialibro e gingilli tecnologici vari & eventuali.
    Vie di fuga? possibilità di salvezza?

  • melisva1

    Dominare il mondo è uno dei sogni più ambigui ed antichi, un sogno che spesso ha generato guerre, distruzioni e sofferenze.
    Se nel passato i tentativi avvenivano principalmente tramite la forza delle armi, oggi l’arma principale è la tecnica occulta.

    Nel 1976, un alto funzionario del Federal Reserve Board, fece una conferenza sulla “Cashless Society” (società senza denaro).
    La truffa del sistema bancario non consiste nell’accumulazione della ricchezza monetaria, ma nel controllo della società.
    Controllo che avviene tramite una tecnologia appropriata, tecnologia che rende possibile un sistema in cui il “potere” potrebbe estrarre dai popoli tutte le informazioni necessarie al controllo delle loro vite e trasmettere agli uomini solo quelle informazioni che aiutano questo stesso controllo.

    Oggi noi compriamo prodotti con il codice impresso sopra di essi ed è chiara l’intenzione di introdurre una carta che identifica il possessore.
    Carta che avrà numerose applicazioni………………………

    Ma si andrà oltre………Vern Taylor, uno scienziato del Colorado afferma la necessità di usare un microcircuito da impiantare all’interno stesso del corpo……… Non si tratta del
    pensiero di uno scienziato “folle” ma cosa piuttosto inquietante, del risultato di uno studio durato dieci anni da parte del centro di Los Alamos, centro tristemente famoso per altri studi…………………….Correva l’anno 1981.

    Spunti tratti da uno studio approfondito di Derek Holland
    dei primi anni 80 su ” Un segno dei tempi: elettronica, finanza e controllo sociale”.

  • spartan3000_it

    Paolo Franceschetti insieme ad altri vanno dicendo che si prepara un’epoca di black-outs estesi e prolungati… Come la mettiamo con l’economia digitale? Quelli di Rischio Calcolato poi sostengono le virtu’ dell’oro fisico contro la prossima apocalisse finanziaria, dicono “se non lo puoi possedere non e’ tuo…” riferendosi a qualsiasi altra forma di ricchezza tipo ETF legati all’oro. Parlano proprio di Sovrane e Krugerrand (l’ho scritto bene?). Andategli a parlare delle carte e della Svezia.

  • Tonguessy

    sicuramente prelevare denaro contante dalla banca ed effettuare i pagamenti in contante aiuta ad evitare la deriva svedese. Evitare di frequentare FB, usare anonimizzatori per evitare di lasciare tracce nel web. Insomma un po’ di resistenza attiva non guasta. Non è molto, purtroppo.

  • geopardy

    Evidentemente, solo la microcriminalità verrà colpita, la criminalità vera, che riempe le banche di danaro potrà continuare indisturbata ed “anonima” a rapinare il mondo insieme alle istituzioni ufficiali.

    Tralasciamo il problema del controllo dall’alto, il quale potrebbe assumere caratteristiche realmente orwelliane.

    Focalizziamoci su carattere socio-economico-

    Se oggi assistiamo a piccolissimi escamotage da parte di chi tira a campare, come potranno farlo in futuro se non si sviluppa un adeguato stato sociale?
    In Svezia può avere un senso, poichè, ha il miglior sistema di stato sociale al mondo, ma da noi?
    Dovremmo avere una fiducia realmente enorme nei confronti delle istituzioni, potrebbe essere realistico in Svezia, ma molto meno da noi, ad esempio.

    La società svedese, circa 6 milioni di abitanti, è estremamente meno complessa della nostra, anche storicamente, noi siamo un popolo complesso e di tutt’altra cultura, l’affrontare una questione del genere, secondo me, non può essere scorporata dalla cultura di un paese.

    A noi i controlli non ci piacciono per niente e la vivremmo come una costrizione in maniera molto più forte degli svedesi.

    La questione non affronta minimamente le cause sociali del furto.

    Come si rapporterebbe al lavoro nero, se non con una forte riduzione delle tasse od un aumento enorme dei servizi ad esse associate come in Svezia e ad uno stato sociale molto sviluppato, come detto sopra.

    Da noi si rischierebbe un tracollo di equilibri a livello nazionale e prima di giungere, eventualmente, a tanto, bisognerebbe adeguare l’Italia alla Svezia (non la vedo facile, ma assai coplicata).

    Ribadisco, le tematiche, secondo me e ne ho accennata qualcuna come sopra, sono innumerevoli, oltre alla evidente diminuzione dell’anonimato finanziario e la tangente alle banche.
    Ciao

    Geo

  • siletti86

    [[Dopo che suo figlio era stato rapinato tre volte ha iniziato ad invocare una transizione più rapida verso un’ economia completamente digitale, anche solo per rendere la vita più difficile ai ladri.”Se non ci fossero contanti, cosa farebbero?”, dice Ulvaeus.L’associazione dei banchieri svedesi sostiene che la recessione dell’economia contante stia già sortendo effetti sul tasso di criminalità.]] Una riflessione mi si impone su come il Vero Potere ci sta spingendo verso un Grande Fratello che tutto vede e controlla: nei decenni passati con le droghe ed il “pacifismo” hanno fomentato la criminalità da un lato e la vigliaccheria dall’altro; adesso che siamo inermi, ansichè pensare a sconfiggere materialmente la criminalità che hanno causato, ci dicono che è meglio farci impiantare un chip rfid nella mano grazie al quale possono controllarci in ogni momento (movimenti bancari inclusi).

  • Skorpio_B3

    certo che i popoli del nord (in particolare quelli di matrice protestante) avranno tanti meriti, ma un grosso difetto: SONO FESSI!!
    e purtroppo ci vogliono fare fessi anche noi italiani …
    poveri illusi

  • idea3online

    Un commento dice:

    La truffa del sistema bancario non consiste nell’accumulazione della ricchezza monetaria, ma nel controllo della società.

    Risposta:

    La verità è che Lucifero ha il suo seme in terra, l’obiettivo è proprio il controllo dell’umanità, in cambio Satana offre all’Elite i Regni del Mondo, denaro, e potere. Chi comanda veramente sui regni del mondo è Satana, lui delega e affida il controllo al suo seme.

    Però il Supremo è il Dio di Abramo che segue con attenzione la vita degli eletti che non si venderanno per 30 denari.

  • siletti86

    “alienati” è il termine esatto.

  • bstrnt

    Idea brillante questo denaro digitale … che ogni governo ti può bloccare senza tanti problemi, magari facendoti passare per pericoloso terrorista!
    Credo che il problema principale sia la pericolosità di una tale idea, è come consegnare il portafoglio a dei ladri patentati perché te lo costudiscano.
    I governi, per lo meno quelli occidentali, sono i ladri patentati al servizio di poteri che tutti più o meno conosciamo visto che ne portiamo le cicatrici sulla pelle!