La Rivoluzione delle Mascherine

Israel Shamir
unz.com

Chi avrebbe potuto immaginare che le manifestazioni a favore di Floyd fossero il miglior vaccino contro il coronavirus? Le stesse persone che ci avevano avvertito che il virus era la peste più mortale e che rimanere a casa era l’unica possibilità di salvezza, ora ci ordinano di marciare tra la folla, spalla a spalla contro la polizia! Sembra che abbiano un perfetto controllo della terribile pandemia, come un rubinetto: ora aperto, ora chiuso. Non ogni dimostrazione ha lo stesso potenziale curativo: è molto pericoloso manifestare contro il lockdown, ma è perfettamente sicuro manifestare contro la polizia, così dicono.

Raramente un cambio di marcia è stato così fluido. Ieri c’era il lockdown, oggi, che vada alla malora. Anche le mascherine che insistevano a farci indossare hanno cambiato significato. Non sono più un amuleto contro la peste, un pezzo di stoffa che miracolosamente terrorizza il virus; ora sono l’insegna della rivoluzione. Dopo le rivoluzioni arancioni, viola, verdi; dopo le rivoluzioni delle rose e dei tulipani, benvenuti nella Rivoluzione delle Mascherine!

La mascherina è il segno che si prende per vera la storia ufficiale del Covid, proprio come portare addosso dell’aglio implica credere che sia imminente un attacco di vampiri. Il Covid è la nuova normalità, ora è integrato nella narrativa del Risveglio. Le belle facce bianche che si vedono nelle dimostrazioni sono protette dalle mascherine, i bei volti neri non hanno bisogno di mascherine, perché è ovvio che si trovano dalla parte della ragione.

Le mascherine sono necessarie per coprire la sconfitta. Il coronavirus non ha funzionato. Il virus ha deluso i suoi ammiratori. Il nostro collega Anatoly Karlin aveva promesso che il Corona avrebbe ucciso a milioni e affossato l’economia mondiale. Oops! Non solo il suo amato Corona-chan non ha ucciso milioni di persone, ma, in molti paesi, non ha neanche potuto fornire il giusto contributo per migliorare il numero di morti dell’anno scorso. Guardate, ad esempio, il bilancio delle vittime della Norvegia. Con il Corona (nel 2020), sono morte meno persone che senza il Corona in ciascuno dei cinque anni precedenti. E il Corona non ha contribuito molto al totale, l’impudente scroccone!

La Norvegia ha dovuto subire un lockdown molto oneroso per ottenere questo bilancio da record inutilmente basso. La vicina Svezia non ha avuto alcun blocco. Gli Svedesi erano e sono liberi di muoversi, di andare al bar, di lavorare, di giocare. Gli Svedesi non hanno fermato il normale corso della loro vita. E il risultato è comunque buono. Con il Corona gli Svedesi quest’anno sono morti proprio come senza il Corona nel 2018, ad esempio.

Il Corona ha aggiunto, non milioni, non migliaia, ma solo 400 morti al bilancio del 2018. E, vedendo questo risultato, il Primo Ministro norvegese ha dichiarato: avremmo dovuto fare come la Svezia. Un’ammissione del genere è difficile per un Norvegese, poiché esiste una vecchia rivalità tra vicini; ma lo ha fatto comunque.

In tutto il mondo cresce fra la gente la consapevolezza di “essere stati ingannati.” Nella sobria Germania, un comitato speciale di esperti ha stabilito che, a causa delle misure del governo, milioni di persone non sono state curate come dovuto. 125.000 pazienti moriranno o sono già deceduti a causa di interventi chirurgici posticipati. Migliaia si sono suicidati, l’aspettativa di vita si è ridotta, milioni soffrono di gravi problemi psichiatrici, ha concluso il comitato, a causa del blocco. (Il governo tedesco ha cercato di nascondere il rapporto e i media tedeschi hanno rispettato il muro del silenzio).

Il Lockdown non ha salvato vite e potrebbe aver avuto un effetto controproducente, ha dichiarato il professor Michael Levitt della Stanford University, vincitore di un Premio Nobel. Aveva previsto che il Regno Unito si sarebbe sbarazzato del Covid entro poche settimane e la sua previsione è diventata realtà in quindici giorni.

In Gran Bretagna il coronavirus sta svanendo così rapidamente che non si riescono a trovare abbastanza infetti per effettuare test affidabili di vaccinazione su volontari sani, ha dichiarato un ricercatore di Oxford, e alcuni scienziati stanno prendendo in considerazione la possibilità di infettare deliberatamente i volontari con il virus. Siamo ancora molto lontani dai sogni dei produttori di vaccini, di Bill Gates e dell’OMS, come nel film Contagion, di miliardi di persone che aspettano il vaccino salvifico. Non hanno abbastanza malati nemmeno per testare i loro prodotti.

La storia del coronavirus è finita. Vivrà in mezzo a noi come tanti altri virus, ma non sarà accompagnato dal suo gemello più cattivo, il virus della paura. Alcuni sono molto turbati. La fantasia dei “milioni di morti” da Coronavirus è collassata su sé stessa, ma la strategia del lockdown ha fatto crollare l’economia delle piccole imprese familiari e ha creato profitti inaspettati per le Tasche Profonde. Nel Regno Unito, migliaia di affittuari stanno per diventare senzatetto. Negli Stati Uniti, 40 milioni sono diventati disoccupati, ma le Tasche Profonde hanno aggiunto mezzo trilione di dollari alle loro ricchezze.

Ora devono giustificare le loro azioni, altrimenti la gente esigerà una risposta. Forse, Dio non voglia, potrebbe anche chiedere una Patrimoniale Pandemica Speciale del 105%.

Loro e i loro media hanno capito che la morte di George Floyd era una grande opportunità per cambiare l’agenda a giochi ancora aperti.

Sono anni che i Padroni del Discorso dettano l’agenda pubblica; ci sono persone formate da questa agenda. Pensano e fanno come gli viene detto. Marciano quando gli viene detto. Stanno a casa quando gli viene detto. Sono brave persone, vogliono essere giuste, a loro piace la virtù e lo fanno capire, sono facilmente influenzate da pretese di superiorità morale.

Prendono i loro ordini di marcia dai principali quotidiani liberali. Sono a corto di capacità critiche, basta dir loro cosa è giusto e buono e agiranno di conseguenza. Apparentemente, sono esseri umani migliori degli egoisti autocoscienti che disprezzano la virtù e abbracciano ogni tipo di pregiudizio. Purtroppo, la loro superiorità morale si basa su una bugia.

Sono membri devoti della Chiesa Alternativa del Risveglio Occidentale degli Ebrei per i Gentili. Alcuni di loro sono credenti fanatici, altri sono ipocriti o semplicemente normali fedeli. Tenete presente la caratteristica quasi religiosa di questo movimento, invano cercherete in esso la logica o il buon senso. Appartenendo ad una Chiesa, [i Risvegliati] delegittimano tutte le altre linee di pensiero e di comportamento. Se fossero guidati da pastori buoni e saggi, potrebbero costituire un’importante forza morale nel mondo. Ma non abbiamo questa fortuna.

La creazione di questo obbediente gregge “risvegliato” è il più grande successo dei Padroni del Discorso. Il panico del Coronavirus lo ha migliorato. Le persone sono diventate psicotiche, mentalmente deboli, malleabili. I Padroni hanno fornito la narrativa della superiorità morale: affermano che i loro adepti non si rinchiudono per proteggere sé stessi, ma per salvare da morte certa le persone fragili e gli anziani. Chi non è d’accordo con loro vuole che i deboli muoiano in nome del PIL. Chi non indossa una mascherina, vuole uccidere gli anziani, come in questo dialogo:

Paul Williams
@thepaulwilliams
·
9m
Io – Non vedo l’ora che tornino il rugby e il tennis.
Twitter – Stai dicendo di volere che tutti muoiano a causa del Covid e che sei felice di tossire sulla faccia dei pensionati, leccando contemporaneamente il bordo delle loro tazze da tè, Paul?

Questa è sicuramente una bugia. Non è stato solo il PIL a soffrire, come ha affermato il nostro collega Karlin invocando Dulce et Decorum Est Pro PIL Mori! nel suo tentativo di mantenere alto livello morale; sai, ci prendiamo cura dei vecchi, ma tu pensi solo al PIL senz’anima. Stiamo parlando di migliaia di vite perse a causa del lockdown e di una incommensurabile perdita di libertà.

Non che io disprezzi il PIL. L’economia è importante, soprattutto per i poveri e la classe media. Le Tasche Profonde se la sono cavata ancora meglio con il blocco. Quindi, se volete giocare a chi ha più moralità, potete rispondere con “sto in lockdown per Wall Street” o “rimango a casa per le Tasche Profonde.”

Dopo aver incoraggiato le dimostrazioni per Floyd, [i Padroni del Discorso] hanno smascherato il loro stesso bluff sul terribile contagio del coronavirus. E anche la loro prossima causa si basa su una bugia.

Chi non marcia per la memoria benedetta di George Floyd, è un fanatico. Chi non si mette in ginocchio è un assassino.”

Questa è un’affermazione stupida.

I Cristiani hanno risposte migliori. Non dobbiamo pentirci per i peccati di qualcun altro. Non dobbiamo pentirci per la schiavitù o per l’uccisione di Floyd perché noi non abbiamo schiavizzato nessuno e noi non abbiamo ucciso quell’uomo. L’idea stessa di colpa collettiva è estranea ai Cristiani. È un’idea ebraica, anche se gli Ebrei non sono così sciocchi da accettare una colpa collettiva. A loro piace attribuire la colpa collettiva ai goyim, colpevolizzando dell’Olocausto persino gli Americani, ma mai loro stessi. Se menzionate il ruolo di spicco che gli Ebrei avevano avuto nella tratta degli schiavi, verrete definiti antisemiti, espulsi dalla società civile e vi verrà chiesto: “TUTTI gli Ebrei commerciavano in schiavi negri? Sicuramente no!

In ogni caso, la Chiesa del Risveglio, come tutte la Chiese, fornisce l’importantissimo senso di comunione. Prima siamo in comunione standocene in casa e salviamo vite indossando le mascherine. Poi salviamo le vite marciando tutti insieme e indossando le mascherine. Gli esseri umani hanno bisogno di orientamento morale e di solidarietà, di un po’ di autoprivazione e della frustrazione sessuale e la Chiesa del Risveglio fornisce tutto questo.

È una nuova Internazionale, chiamatela l’Internazionale del Risveglio. Ci sono manifestazioni in tutto il mondo a sostegno della Rivoluzione Americana, altre che ricordano il sostegno universale alla Rivoluzione Russa del 1917. Vi è una differenza importante: nel 1917, gli operai di tutto mondo stavano dalla parte della Rivoluzione Sovietica; nel 2020, gli anticonformisti globali sostengono la Rivoluzione delle Mascherine.

La Rivoluzione delle Mascherine sta andando esattamente come prevede il manuale, il libro del dott. Gene Sharp. Questo testo classico parla di costruire una base rivoluzionaria, di avere un simbolo, di sfruttare appieno l’uccisione di un cittadino da parte della polizia. Era stato messo in pratica nella Primavera Araba ed anche nell’Europa Orientale. Bisogna avere una vittima, questa è una condizione sine qua non. In Egitto, la morte del giovane Khaled Mohamed Saeed aveva lanciato la Primavera Araba; in Tunisia, il giovane Bouazizi si era dato fuoco dopo aver subito un duro trattamento da parte della polizia; in Algeria, il suo esempio era stato seguito da Bouterfif. In Russia, nell’agosto 1991, tre giovani erano stati accidentalmente travolti da un carro armato e il loro sangue era stato il carburante per il colpo di stato di Eltsin. George Floyd è solo l’ultimo di questo lungo elenco di vittime portate sull’altare della rivoluzione.

Seguendo un altro monito di Sharp, i Padroni cercano di delegittimizzare l’attuale regime di Trump e di sabotare il sostegno che riceve dalla polizia e dalle forze armate. Nel giro di un giorno solo, tre giudici (nominati da Clinton e da Obama) hanno vietato alla Casa Bianca di proibire l’accesso alle sue stesse conferenze stampa ad un giornalista che si era comportato male. I lanciatori di bottiglie Molotov sono stati condannati agli arresti domiciliari da un giudice di Brooklyn.

Venerdi scorso, il sindaco di Washington ha invitato il presidente Trump a ritirare tutti gli agenti della polizia federale e le truppe della Guardia Nazionale; prima ancora aveva chiesto la rimozione delle truppe e l’aveva avuta vinta. Il presidente Trump vorrebbe schierare a Washington 10.000 uomini dell’esercito, ma il suo Segretario alla Difesa, Mark Esper non è d’accordo. Mad Dog Mattis ha attaccato Trump. Repubblicani di vecchia data, come Bush, Romney e Powell hanno ritirato il loro sostegno a Trump.

Il controllo dei media è la cosa più importante nella lista di Sharp delle cosa fare. I rivoluzionari hanno il pieno controllo dei giornali ed ora stanno lottando per il dominio dei social network. I dipendenti di Facebook organizzano scioperi virtuali per protestare contro i post di Trump. I messaggi di Trump su Twitter sono stati contrassegnati come “fake news.” Questa è stata una svolta. Twitter ha dato inizio alla valanga. Ha attaccato il Presidente, dimostrando che le conseguenze della scelta erano risibili. Le maggiori corporation hanno seguito a ruota. Sono i principali beneficiari della Rivoluzione delle Mascherine, che completerà lo smantellamento dello stato così come lo conosciamo.

Non si può fare una frittata senza rompere le uova. Il controllo dei media è bello, una polizia demoralizzata è eccellente, avere i giudici dalla propria parte è perfetto, un esercito neutralizzato è meraviglioso; ma c’è ancora bisogno di giovani pronti a sporcarsi le mani e a combattere davvero.

I Risvegliati sono sempre stati più bravi a parlare che a menare le mani. Questa carenza aveva fatto dissolvere nel nulla l’eccellente movimento Occupy Wall Street. Sembra che il cosiddetto Antifa sia un piccolo movimento che conta solo alcune decine di attivisti in tutti gli Stati Uniti. Questa è l’attrattiva del sottoproletariato nero: sono abbastanza combattivi e ogni volta possono essere indirizzati dove servono. Se alcuni dovessero seguire l’esempio di George Floyd, ancora meglio: la rivoluzione ha bisogno di martiri.

Il nostro collega The Saker pensa che non sia una rivoluzioneAffinché avvenga una rivoluzione, deve esserci una forza in grado di cambiare non solo la(e) persona(e) al potere, ma, in pratica, l’intero regime, la stessa politica e sostituirla con un’altra.” Saker è un inguaribile romantico. Le rivoluzioni colorate sono in grado di operare un cambio di regime, da un forte potere presidenziale al governo diretto delle multinazionali, come è accaduto in diversi paesi.

Ne abbiamo conferma direttamente dalla fonte. In The Atlantic, uno dei principali creatori del Russiagate, Franklin Foer, afferma: “Ciò che sta accadendo nelle strade, con gli agenti di polizia che si rifiutano di collaborare, è molto simile alle rivoluzioni che avevano rovesciato i dittatori in Serbia, Ucraina e Tunisia … Quello a cui stiamo assistendo negli Stati Uniti non è tanto il caos del 1968, che aveva profondamente diviso la nazione, è più simile ai movimenti non violenti [e interamente pagati da George Soros ed altri – nota dell’Autore] che avevano ottenuto un ampio sostegno popolare in paesi come Serbia, Ucraina e Tunisia e che avevano spazzato via le dittature di Milošević, Yanukovych e Ben Ali, anche se il mandato di Trump si concluderà con un’elezione.” [Se le elezioni non riusciranno ad estromettere Trump, ci saranno nuove elezioni con nuove regole migliorate, fino a quando non se ne sarà andato, come era successo in Serbia e in Ucraina – nota dell’Autore].

Naturalmente, negli Stati Uniti sarà diverso dalla Serbia o dalla Georgia. [La rivoluzione] passerà in modalità atlantica o globalista. Gli Stati Uniti diventeranno di nuovo il leader della NATO, le truppe americane rimarranno ovunque all’estero, indossare le mascherine verrà sancito da un emendamento costituzionale, le scuole passeranno in perpetuo all’educazione a distanza e le vaccinazioni saranno obbligatorie, a meno che non siate disposti a rimanere in casa per il resto della vostra vita naturale.

La fede cristiana sarà emarginata. È già successo quando la Cristianità (sia occidentale che orientale) è rimasta per mesi senza comunioni e liturgia. I vescovi anglicani hanno chiesto di rimandare l’apertura delle chiese, perché lo sanno: partecipare al servizio divino è molto più pericoloso che manifestare contro la polizia. Il vescovado episcopale di Washington DC si è schierato dalla parte dei rivoltosi che avevano bruciato la chiesa del presidente e contro il presidente che era andato nella stessa chiesa. “[Trump] non ha pregato“, ha detto Mariann E. Budde, vescovo episcopale di Washington. “Non ha menzionato George Floyd, non ha parlato dell’agonia delle persone che sono state soggette per centinaia di anni a questo tipo di orribile espressione di razzismo e di supremazia bianca.” Chiaramente, questa signora appartiene alla Chiesa del Risveglio cripto-giudaica, e la Chiesa Episcopale è morta e sepolta.

Forse la polizia scomparirà. Alcune città molto risvegliate già cercano di eliminare la polizia. “Le città si chiedono se è il momento di togliere i finanziamenti alla polizia e di ‘reinventare’ la sicurezza pubblica,” afferma il New York Times. “Sulla scia dell’omicidio di George Floyd, alcune città si domandano se alla polizia sia stato chiesto di fare lavori che non avrebbe mai dovuto fare. I bilanci verranno riesaminati.” Le multinazionali che stanno dietro alla rivoluzione non hanno bisogno della polizia: hanno la sicurezza interna, perfettamente in grado di far fronte ai loro problemi. E a loro non importa se il vostro quartiere sarà sorvegliato dalla polizia, o se di notte sarete costretti a pattugliare le strade con le vostre fedeli Colt. A loro non importa se rimanete chiusi in casa o se venite rapinati o saccheggiati, questo è il prezzo della libertà, il nuovo feudalesimo digitale.

La Rivoluzione delle Mascherine è attualmente nella sua fase iniziale: mantiene le truppe d’assalto preparate ed entusiaste. La fase successiva arriverà dopo le elezioni, quando una [eventuale] vittoria di Trump non verrà riconosciuta dagli avversari “Se il voto facesse la differenza, non ci farebbero votare,” aveva detto uno spirito americano. E, questa volta, le elezioni non saranno decise dal voto, cioè, a meno che gli Americani non votino per il candidato democratico.

Dopo quattro anni di preparazione passati a demonizzare e a calunniare Donald Trump, dopo sei mesi spesi a portare gli adepti al parossismo, i Democratici, guidati dalla Chiesa del Risveglio, prenderanno il potere, anche se non otterranno la maggioranza.

Forse Donald Trump e i suoi sostenitori farebbero bene a colpire prima che sia troppo tardi. Ci sono molti bei soggetti grassi che hanno bisogno di un saccheggio sistematico, prima di tutto Wall Street. Il sottoproletariato nero non è interessato a quelle banche; ma lo stato può benissimo saccheggiarle, senza rompere neanche una vetrina. Lo stato può assumere il controllo dei social network e di altre cose utili. La decisione di Trump di riportare a casa 10.000 uomini dalla Germania è quella giusta. Seguirà un rapido ritorno dei veterani dall’Afghanistan e dall’Iraq, dalle Filippine e dal Giappone. A loro piaceranno Washington DC e la Silicon Valley. Per Trump sarebbe meglio dimenticare Cina, Iran, Russia e concentrarsi sulla propria sopravvivenza. Dovrebbe sicuramente prepararsi per il 4 novembre ed essere pronto a rompere l’Unione, se le cose dovessero volgere al peggio.

Israel Shamir

Fonte: unz.com
Link: https://www.unz.com/ishamir/the-mask-revolution/
08.06.2020

Pubblicato da Markus

Un biologo, appassionato di montagna e di fotografia, che cerca, come può, di combattere contro i mulini a vento.
Precedente “Verso un nuovo ordine ? La crisi globale del debito e la privatizzazione dello Stato”
Prossimo L’ultima mossa Tedesca / Senza la firma del Mes l’Italia non avrà più aiuti dalla Bce