Home / Attualità / La prossima Grecia siamo noi

La prossima Grecia siamo noi

DI FRANZ -CVM

comedonchisciotte.org

I lettori di Comedonchisciotte conoscono perfettamente Panagiotis Grigoriou. I suoi racconti dalla Grecia devastata dalla crisi sono pubblicati da più di due anni su queste pagine.

Come molti suoi compatrioti, Panagiotis sente un legame speciale con l’Italia e ne osserva attentamente gli eventi. Cinque anni fa, come ospite del professor Bagnai a Montesilvano, disse con stupore quasi infantile una cosa – a pensarci bene – terribile: “stare qui in Italia è per me fonte di grande piacere, perché posso vedere ancora delle cose che in Grecia non si trovano più. Voi siete noi quattro anni fa.”.

Mi onoro di essere il traduttore semi-ufficiale del suo blog ed ho avuto modo di cenare con lui al successivo invito a Montesilvano, nel 2017, e poi di trascorrere, un anno fa, una giornata in giro per Atene, accompagnato da lui nei luoghi meno conosciuti della città (l’altra sua fonte sostentamento è accompagnare, per lo più d’estate, i turisti sugli itinerari meno battuti della Grecia). In queste occasioni, Panagiotis mi ripeteva sempre un concetto molto chiaro: state attenti al Movimento 5 Stelle, vedo molte somiglianze con Syriza.

In questi giorni le sue parole mi tormentano: Syriza consumò il suo tradimento esattamente quattro anni fa (…) E adesso, quattro anni dopo, è il Movimento 5 stelle a fare il suo tradimento, passando nel giro di soli 29 giorni da un governo con la forza più euroscettica del panorama politico italiano, a quella più europeista, fiera sostenitrice dell’austerità e del “rispetto delle regole”

(Leggi l’articolo completo…)

Di FRANZ-CVM

Pubblicato da Franz-CVM

Parabancario, sindacalista di base, osservatore critico dei fenomeni socio-economici, con ambizioni di analisi sistemica. Traduttore della crisi greca per missione sociale perchè al tempo della "dittatura della narrazione" l'informazione è tutto. In cerca del tempo per diventare ciò che sono. @ferre_franz - https://cosivailmondo.wordpress.com

23 Commenti

  1. “la forza più euroscettica del panorama politico italiano”

    Solo negli slogan ed a Pontida. Grigoriu dovrebbe ricordarsi che a far cadere il governo è stato Selfini, servo di SION.

  2. Vincenzo Siesto da Pomigliano

    Hahahahaha! C.V.D.!
    Lo so, lo so! Ci sarebbe tutto da piangere. Il problema non sono solo i 5S: purtroppo, a motivo di un folle, insostenibile sistema capital-consumistico, tutto il mondo si trova in un distruttivo circolo vizioso a feed-back positivo! A un buon intenditore con un minimo di cultura bastano poche parole.

  3. L’ho letto tutto. Scrivere, che a differenza dei 5*, Salvini ci avrebbe portato fuori dall’euro mi sono cascate le braccia. In questo sito si dovrebbe rifuggire dalla propaganda e dalla tifoseria, attenendoci ad un’analisi rispettosa della realtà dovremmo aver tutti chiaro chevla Lega con Giorgetti e i caporioni del nord tutto avrebbero permesso a Salvini meno di uscire dall’euro. Chi dice il contrario non esprime un opinione , butta semplicente il cuore, e il cervello, oltre l’ostacolo scbiando i desideri con la realtà.

  4. A farci uscire dall’euro e non solo, sarà qualcuno che non l’ha mai detto.
    Non che m’interessi particolarmente ma immaginate quanti nanosecondi vivrebbe uno che lo dicesse chiaro e tondo? Riuscirebbe forse solo a dire EU, che è poi quello che mi interessa: uscire dall’EU. Il resto verrebbe da se.

  5. Non so se sará cosí semplice far fare la fine della Grecia all´Italia cosí velocemente. So per certo che ormai un certo tipo di sistema opera ai limiti della psicopatologia, e che con tutto il coro dei media silenti, l´unica cosa che potrá davvero svegliare il popolo italiano sará toccargli ancora di piú le tasche.

  6. Sono tutti d’accordo, perchè sono tutti infiltrati dalla Massoneria: ci prendono in giro perchè sanno che il popolo bue non reagisce.

  7. Concordo sul fatto che anche il Grande Fratello tiene famiglia.

  8. Quindi quale sarebbe la vostra soluzione?

  9. Ci avevo pensato anch’ io alla similitudine tra Syriza e il Movimento.

  10. Ho affiancato tzipras ai 5 stelle già in diversi post e ambedue a Masaniello! Alla fine entrambi hanno venduto il proprio popolo in cambio di qualche poltrona per qualche centinaio di militanti forse qualche migliaio se,come pare, l’alleanza pd 5s si trasformerà in una alleanza anche sul territorio. L’unico risultato pratico ottenuto dalla “rivoluzione dei 5 stelle” e aver fatto svoltare un po’ di gente! Così appunto come Masaniello che ottenne come unico risultato della sua rivolta onori e denaro per sè per poi diventare lui stesso oppressore del popolo. Adesso che sono diventati gli scagnozzi dell’Europa pensano di goderne la fiducia e di esserne sostenuti .certo qualcuno di loro andrà in qualche istituzione a 30.000euro al mese e girare il mondo in hotel a 5stelle (vere) e business class (avete presente il rivoluzionario ambientalista chicco testa)ma i più verranno ricacciati nella fogna dalla quale vengono e dalla quale non avrebbero dovuto mai essere usciti. Militanti ed elettori per inerzia credono ancora nel movimento e continueranno in parte a dar loro credito per un po’. Personalmente credo che conte e 5 s siano disprezzato anche in Europa oltretutto sanno che una parte del loro elettorato in libera uscita potrebbe dare a salvini un vantaggio non colmabile quindi occorre disinnescare anche salvini e qui forse è la principale differenza con la Grecia . però salvini ammesso che sia all’altezza non si troverà davanti conte e tanto meno di maio si troverà draghi che probabilmente avrà davvero un credito vero dall’europa perché ritenuto in grado di scardinare tutto l’elettorato trasversalmente e di rimescolare tutte le carte.

  11. Non c’è bisogno di eguagliare la Grecia per essere schifati di quello che abbiamo visto fino adesso. E comunque le differenze sono già molto poche. Se non nasce un partito veramente sovranista (non quei clown strappati all’agricoltura della lega) con gente come Marco Mori, Barnard, Fusaro, Conditi, è inutile anche star qui a parlare. Poi oh, la certezza che anche questi che ho citato non tradiscano tutto io non ce l’ho. O si distrugge l’euro e l’Europa oppure è la fine. E ci siamo già.

  12. sono almeno 10 anni che ci dicono il futuro e’ la Grecia… e invece…
    chi paragona l’Italia alla Grecia sa veramente poco dei sistemi produttivi dei 2 paesi

  13. A mio avviso, è fuorviante paragonare la Grecia all’Italia. L’UE, dopo Brexit, non potrebbe mai permettersi la fuoriuscita della seconda potenza industriale e terza economia della stessa Unione, a patto di correre il rischio d’implodere.
    Questo è un dato di fatto, non un’opinione di parte.
    Mi dispiace per Panagiotis Grigoriou, uno scrittore che mi piace e che stimo: purtroppo, osservare lo stato della sua Patria lo fa soffrire, e lo capisco, ma credo che la Grecia non potesse avere un futuro florido, sia che se ne andasse dall’UE e sia rimanendoci come ha scelto. Troppe furono le piccole frodi, i mille azzeccagarbugli che truccarono i bilanci, l’estrema debolezza dell’apparato produttivo per permettergli il “salto nel buio” dell’euro, che avvenne – lo ricordo – dopo l’ingresso degli altri Stati, perché i parametri di bilancio erano troppo deboli. Fu un azzardo, e dopo ci furono, da parte della Germania (e dell’UE), delle scelte dure, incomprensibili, che piegarono l’economia del Paese invece di aiutarla: in questo, la durezza dei tedeschi coi greci mi fa tornare alla mente storie che si dovrebbero dimenticare, da entrambe le parti. Ma, si sa, nei Balcani tutto torna inesorabilmente alle radici della Storia.
    Oggi, sembra che l’UE voglia cambiare passo: pare che l’abbiano finalmente compreso che continuare con le teorie iper-liberiste non conduce a niente, solo a ladronerie e sofferenze, che ci consegnano ad un mondo che non ammette errori.
    Per questa ragione, desidero vedere con i miei occhi se le promesse fatte dalla nuova commissione si tradurranno in fatti, oppure se l’andazzo continuerà come prima: ritengo che, prima di cassare le promesse, bisogna perlomeno osservare gli esiti.
    Poi, se vogliamo tornare alla solfa “è stata colpa di Salvini, no di di Maio, no, è stato Conte, no, è stato il PD” la cosa non m’interessa più: oggi c’è un governo, che andrà giudicato (ed, eventualmente, attaccato) per le scelte che farà. Un po’ di futuro, grazie.

    • “in questo, la durezza dei tedeschi coi greci mi fa tornare alla mente
      storie che si dovrebbero dimenticare, da entrambe le parti.”

      Perchè sempre sta storia dei tedeschi? Cosa c’entrano i tedeschi? Sono state banche tedesche, non i tedeschi che è una storia molto diversa.

    • Massimo Decio Meridio

      A mio avviso, è fuorviante paragonare la Grecia all’Italia. L’UE, dopo Brexit, non potrebbe mai permettersi la fuoriuscita della seconda potenza industriale e terza economia della stessa Unione, a patto di correre il rischio d’implodere.

      Ma infatti non ci fanno uscire, professore, ci fanno fare la fine della Grecia….

      Oggi, sembra che l’UE voglia cambiare passo: pare che l’abbiano finalmente compreso che continuare con le teorie iper-liberiste non conduce a niente, solo a ladronerie e sofferenze, che ci consegnano ad un mondo che non ammette errori

      Questo è quello che vogliono farci credere, per accendere la speranza e l’ottimismo e sbollire l’insofferenza e la voglia di reagire…
      E’ come il marito che dice alla moglie che cambierà, metterà la testa a posto, ma poi continua ad andare con le donnine allegre… la moglie ci casca e lo perdona, salvo poi pentirsene alla successiva scappatella…
      Non possono cambiare passo perchè questo sistema non consente di cambiare passo. Cambiare passo significherebbe rivoluzionare tutto l’assetto sia economico che politico dell’unione e a meno di stravolgimenti eclatanti – che non sembra siano all’orizzonte- tutto questo non avverrà, non potrà avvenire quantomeno pacificamente.
      Non si può in alcuna maniera dare credito nè alla UE nè agli euroburocrati che la costituiscono, e farlo è un grande errore che sopisce le coscienze; la fiamma deve restare viva e loro soffiano per spegnerla.

  14. Fossi uno che ha ricevuto il rdc sarei molto dubbioso nel proclamare “traditore” il movimento..
    In fin dei conti qualcosa di popolare lo hanno fatto..
    Una volta che Salvini ha tratto il dado cosa potevano fare i 5st..?
    Ritornare con Salvini ai suoi ordini ?
    Andare ad elezioni per essere distrutto e non governare mai più..?
    Oppure allearsi con PD per fare quello che ha fatto la lega nel passato governo..?

    Se abbiamo in mente una battaglia lunga ci può stare anche qualche manovra spregiudicata tattica..
    Ecco..
    L’atto stesso di partecipare al governo non significa nulla se i propositi sono ferrei..ma è qui che sono pessimista..
    Un partito senza un capo chiaro..un programma nebuloso..e militanti per lo più balordi..non farà molta strada..e la colpa non è l’accordo col PD..ma dei limiti invalicabili di una forza ambigua comandata da un soggetto ambiguo .. parolaio..e alla fine inaffidabile..

    La scatola di tonno è stata aperta..il popolo ha capito che la democrazia è una balla..ma il il tonno non lo mangeranno loro..lo faranno mangiare a noi ..e sarà pure avariato..

    • Massimo Decio Meridio

      Andare ad elezioni per essere distrutto e non governare mai più..?
      Oppure allearsi con PD per fare quello che ha fatto la lega nel passato governo..?
      Se abbiamo in mente una battaglia lunga ci può stare anche qualche manovra spregiudicata tattica..

      Alla faccia della spregiudicata tattica, un triplo avvitamento carpiato all’indietro con doppio salto mortale che manco un t(r)uffatore professionista sarebbe stato in grado di fare… Di quasi tutto quello che avevano propagandato sono riusciti a rimangiarsi gran parte in maniera così palese che chi ha normalmente la faccia come il cxlo si è vergognato per loro …
      Non è che dall’altra parte colorata di verde siano stati proprio grandi campioni di coerenza beninteso….

  15. io so soltanto una cosa , ho fatto una piccola indagine fra amici e conoscenti che hanno votato 5stalle e non ce ne’ uno che alle prossime elezioni sia nazionali o regionali o provinciali o comunali o di rione o di condominio o di famiglia che li rivota , me compreso…..

  16. hahahahahah che polli tutti quelli che credono ancora in questi personaggi ! dopo la DC é stata tutto un ORA SI CAMBIA
    ma non vi stancate mai?

  17. Ragazzi tenete duro che i nostri problemi stanno per finire… Renzi, dopo la benedizione ricevuta al Bilderberg, è in procinto di fondare il suo partito… Alleluja!

  18. Non c’e’ nulla da fare l’articolo parte bene eppoi… il Britannia. Quando capiranno che per fare un articolo credibile le teorie cospirazioniste debbono starne fuori?

  19. Ho il forte sospetto che il comportamento, segnatamente l’avidità e l’estraneità, di quelle che chiamiamo genericamente élite locali, e non mi riferisco ai politici, abbia pesantemente a che fare con la situazione in cui si trovano i greci e gli italiani.

Lascia un commento