Home / ComeDonChisciotte / LA PBS CONFERMA: LA NATIONAL SECURITY AGENCY POTEVA IMPEDIRE L'11 SETTEMBRE

LA PBS CONFERMA: LA NATIONAL SECURITY AGENCY POTEVA IMPEDIRE L'11 SETTEMBRE

DAL GEORGE WASHINGTON’S BLOG

La NSA intercettava le telefonate di Bin Laden e dei dirottatori ma non ha fatto nulla per impedire gli attentati. Dopo l’11 Settembre il direttore della NSA Michael Hayden, anziché essere allontanato dagli incarichi, è stato chiamato a dirigere la CIA.

Ho precedentemente mostrato che il governo aveva ascoltato i piani dei dirottatori dell’11 settembre dalle loro stesse bocche.

La PBS sta per confermare ciò.

Raw Story riassume le rivelazioni della PBS:

L’autore James Bamford ha analizzato le prestazioni della NSA nel suo libro del 2008 “The Shadow Factory” [La Fabbrica Ombra], e ha scoperto che essa stava monitorando da vicino i dirottatori dell’11-9 mentre si muovevano liberamente per gli Stati Uniti e comunicavano con il centro di operazioni di Osama Bin Laden in Yemen. La NSA intercettava persino il telefono satellitare di Bin Laden già dal 1996.

[…]

Nell’immagine: il quartier generale della NSA a Fort Meade nel Maryland.

La PBS ha anche scoperto che “la Commissione sull’11 settembre non ha mai guardato da vicino al ruolo della NSA nell’ampio fallimento dell’intelligence dietro gli attacchi allo World Trade Center e al Pentagono. Se lo avesse fatto avrebbe compreso sino a che punto l’agenzia aveva i pezzi più importanti del puzzle ma non li aveva messi assieme e non aveva mostrato tutto ciò che sapeva alla C.I.A. e all’FBI”.

In una recensione del libro di Bamford il senatore e membro della Commissione sull’11-9 Bob Kerrey ha scritto: “Come ha poi stabilito la Commissione, l’intelligence USA sapeva che al Qaeda aveva tenuto un incontro di pianificazione in Malaysia e aveva trovato i nomi di due reclute che erano presenti — Khalid al-Mihdhar e Nawaf al-Hazmi — e aveva sospettato che uno o forse entrambi si fossero diretti a Los Angeles. Bamford rivela che la NSA aveva intercettato per mesi le loro chiamate verso lo Yemen, eppure l’agenzia ‘non si era sforzata’ di rintracciare da dove provenissero le chiamate. In qualunque momento se l’FBI fosse stato notificato, avrebbero potuto trovare Hazmi in pochi secondi‘”.

L’ex analista della C.I.A. Michael Scheuer ha detto alla PBS: “Nessuna di queste informazioni di cui stiamo parlando questa sera appare nel rapporto della commissione sull’11 settembre. Le hanno semplicemente e completamente ignorate”.

Non solo l’allora direttore Michael Hayden non è mai stato chiamato a rispondere delle sue responsabilità per la presunta incapacità della NSA, ma è stato mandato a supervisionare l’enorme espansione della sorveglianza domestica voluta dall’amministrazione Bush. Nel 2006 egli è stato nominato direttore della C.I.A.


[Michael Hayden con George Bush]

E dato che la NSA riferisce direttamente alla Casa Bianca, l’intera accusa che “guerre intestine” tra le diverse agenzie di intelligence avrebbero causato l’11 settembre non ha alcun sostegno. In realtà la NSA e altri servizi di intelligence avevano comunicato sufficienti informazioni alla Casa Bianca per fermare l’11 settembre, ma la Casa Bianca li ha ignorati e ha insabbiato qualunque ulteriore indagine.

Titolo originale: ” PBS Confirms that NSA Could Have Prevented 9/11″

Fonte: http://georgewashington2.blogspot.com
Link
28.01.2009

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da ALCENERO

Pubblicato da Das schloss

  • nessuno

    L’ennesimo disinformatore in azione.
    Questo signore affermando che la cia la nsa “sapevano” vuole confermare l’ipotesi dell’attentato e sviare ancora una volta dalla verità.
    Le torri se le sono buttate giù da soli ci vorrano decenni ma il Lusitania docet.

  • Cornelia

    Cioè, la NSA intercettava mentre Osama dava ordine ai taglierini?
    Nun ce credo manco se lo sento co le orecchie mie.

  • Ale

    Bingo!

  • alcenero

    Il fatto che le torri se le siano buttate giù da soli e altro sia stato fatto palesemente non da mediorientali barbuti non vuol dire che gli attentatori non esistessero per niente. Gli attentatori erano i cosiddetti ‘patsies’, gente manipolata apposta perchè andasse sul luogo del delitto a prendersene la colpa. Come Lee Haervey Oswald per intenderci… Un argomentazione molto convincente a riguardo è data, tra i tanti, da Webster Tarpley in 9/11 Synthetic Terror: Made in USA [www.amazon.com]. E la NSA li controllava ovviamente: mica si fidano a lasciare gente così da sola, magari mandano tutto a monte…

  • Papaloukas

    Personalmente non ho mai avuto grossi dubbi che se lo siano fatti in casa.
    Società che vive se e solo se esiste un nemico da combattere fino alla morte, visto che nell’ordine sono finiti:
    -nativi
    -sudisti
    -nazisti
    -teorici della liberazione in sudamerica
    -comunisti

    Ora è il turno dei terroristi termine generico per dire coloro che praticano il terrore, attività percui sono i secondi al mondo.
    I primi sono stati recenemente a Gaza.

    Nel mio piccolo mi sono predetto che entro 100 li dovremo combattere e ne sono ancora convinto.

  • portoBF

    Sicuramente lo sapevano, per forza, lo hanno progettato loro…….
    E, mentre le 3 più importanti agenzie dell’intelligence usa litigavano tra loro, qualcuno ha riempito lo zaino di cappuccetto rosso di esplosivo, che ignaro se ne andava per la città etc. etc., va bene se le cose stanno così, allora pensano che siamo dei deficenti!

  • portoBF

    Sicuramente lo sapevano, per forza, lo hanno progettato loro…….
    E, mentre le 3 più importanti agenzie dell’intelligence usa litigavano tra loro, qualcuno ha riempito lo zaino di cappuccetto rosso di esplosivo, che ignaro se ne andava per la città etc. etc., va bene se le cose stanno così, allora pensano che siamo dei deficenti!

  • virgo_sine_macula

    E fai benissino,questa tesi e’ assolutamente ridicola

  • bstrnt

    Al Franken, una specie di Beppe Grillo a stelle e strisce, ebreo, nel suo libro edito in Italia col titolo : “Balle”, a pag 116 scrive onestamente e testualmente: ” qualche giorno prima del 11 settembre, ricevetti la telefonata ebrea da Ed Koch, ex sindaco di New York, che mi disse: Al il 23° giorno di elul non andare a lavorare”.
    Al Franken aveva un ufficio nel WTC …
    Guarda caso, il 23 di elul del 5671 (data ebraica) sembra sia proprio l’11 settembre 2009.
    Un caso? … Probabilmente come il WTC 7 …. l’edificio vicino alle torri gemelle crollato per opera dello Spirito Santo!
    Visti gli ultimi sviluppi a Gaza …. non sarebbe il caso di valutare una pista sionista?

  • myone

    Allora non erano missili camuffati. C’erano o non c’erano dirottatori, che quasi il giorno dopo si sapeva nome e cognome, quando si crede che alcuni sono vivi o inventati o clonati.

    Si parla di Bin Laden, come mandante e organizzatore, agente CIA assoldato per la guerra in Afganistan contro il governo che aveva fatto democraticamente progredire il paese, ma che con l’ insurrezione fondamentalista, ha abbattuto, e a combattuto contro i russi che volevano difendere questo governo. Prendendo il potere alla fine e facendo riportare l’ Afganistan a quello stato retrogado. E essendo poi i talebani, fatti oggetto di guerra dagli usa. Si e’ sempre fatta mensione di Bin Laden come istruito dagli usa e usato per l’ 11 settembre. Bin Laden non e’ direttamente manipolato dagli Usa sull 11 settembre, Questo e’ un dato di fatto.

    Se gli Usa sapevano e potevano e non hanno fatto, questo e’ a discrezione dei pro complottisti usa o chissa di che.

    Se sapevano, forse hanno fatto il gioco dell’ ultimo atto. Io so’ che hai intenzioni bellicose e violente. Ti faccio vedere come ti stai mangiando la casa. Viene verso di me con minacce. So’ che vuoi fare. Ti lascio scagliare il primo pugno. Questo ti costera’ un risarcimento danni che ti fara’ dormire sotto le stelle. Poi io mi difendo, e ti riduco in malo modo.

    Se e’ vero che gli americani sapevano, e sapevano che poi sarebbe stato un motivo valido per andare in Afganistan, non solo per estirpare…(…) ma per fare affari in sospeso, come si asserisce e si crede o fumenta, allora hanno lasciato libero arbitrio alla faccenda, per vedere fino a che punto sarebbero arrivati. Fatto o non fatto, ancora c’e’ stata una misurazione della cosa, che da’ ancora piu’ valore all’ azione iniziata, e che poi, con altri presupposti fatti o montati o come ora, come si vogliono vedere, continuare nell’ azione ( fondamentalismo, talebani, Ezbollah, Hammas, Siria, Iran, ecc,ecc.

    Ancora metto in risalto, che un’ indagine allo stesso modo dell’ indagine dati e fatti sul complotto e con tutte le caratteristiche tecniche
    e documentate, e’ parallelamente messo in internet a questo link, e batte colpo su colpo.

    http://undicisettembre.blogspot.com/2006_07_01_archive.html

  • myone

    C’e’ chi afferma che gli ebrei sapevano e nessun ebreo era presente nelle torri. C’e’ chi invece nella lista dei deceduti di ebrei ne risulta fra i deceduti. Forse anche il sionismo ha ebrei da salvare e no.

    Il crollo del terzo edificio ha del mistero. C’e’ chi dice che era la sede operativa del pilotamento in remoto degli arei finti con missili all’ interno e no, e che l’ hanno fatto saltare poi.

    Forse speravano che le torri gli si sarebbero crollate addosso distruggendo tutte le prove, computer ecc ecc. Azz, se erano i cospiratori e conoscevano dall’ impresa demolitrice, che non saebbero crollate le torri addosso all’ edificio, per prudenza lo hanno minato e fatto saltare. Bastava che spostassero il centro controllo in un ufficio qualsiasi a decine di km, che nessuno l’ avrebbe mai immaginato.

    Forse i sionisti, hanno fatto tutto all’ insaputa degli usa, e gli usa di conseguenza avrebbero poi fatto il gioco loro, combattere il fondamentalismo dove e’ piu’ attivo e concentrato, e il gioco usa poi, quello degli affari del gasdotto o oleodotto da gestire. mah.

    Sebbene usa i sionisti, possano aver creato presupposti per arrrivare a questo, trovo sempre inverosimile che abbiano usato 2000 vittime americane, propi concittadini e amici israeliani.

    Poi si sa’, di vittime se ne fanno di piu’ a giro. E allora penso che senza ragione sia per la causa bellica, e che senza ragione poi, il tutto sia condito da una follia satanica, fuori da ogni portata di considerazione.

    Come sempre, tutte le cose e tutte le realta’, bravi come siamo, vengono dipinte tutte di qua o tutte di la, con fatti, dati, concetti, infinite cose riportate e supposte, e altro.

    O un grande enigma, o una grande e lucida realta. Quale? A metterla da una parte o l’ altra, credendoci, non ci si riuscirebbe nemmeno riuscendoci.

  • alcenero

    Francamente la PBS è una rete molto seria e (vi invito a controllare) James Bamford è un ricercatore meticoloso e documentatissimo, tra i giornalisti è un’autorità assoluta per quanto riguardo lo spionaggio, in particolare quello “SIGINT”, lo spionaggio elettronico. Poi Bob Kerrey che ha recensito favorevolmente il suo libro non è certo l’ultimo dei complottisti, anzi è il contrario. Fossi in voi mi farei venire qualche dubbio: senza offesa, ma è molto salutare evitare di stabilire in precedenza a cosa credere e a cosa no…

  • alcenero

    Ho visto sul web la lista delle vittime e ci sono anche alcuni cittadini israeliani e qualche altro cognome di origine ebraica, quello che credo francamente è che alcune persone come Al Franken siano state avvertite per amicizia personale più che per solidarietà nazionale (o etnica). Sicuramente persone di alto rango hanno saputo (da persone all’interno di CIA e Mossad che ritengo assolutamente coinvolti) e l’hanno detto a qualche loro conoscente, anche per il vezzo di dire “io sono importante guarda quello che so”.

    Non mi meraviglia affatto che qualcuno abbia potuto decidere la morte di 2000 americani per l’uso geopolitico che ne è stato poi fatto, del resto la banda neocon ha fatto morire oltre 4000 soldati usa in Iraq (e 1 milione di iracheni, ma probabilmente per loro quelli contano 0) e ha dato ampia prova (guerre e torture in primis) di non avere alcuno scrupolo morale. No, i 2000 morti non mi stupiscono per niente, anzi a pensare che se gli aerei arrivavano sulle torri un’ora dopo i morti erano almeno 10000 penso che hanno deciso a tavolino qual’era il numero di morti “sufficiente” per i loro scopi…

  • Cataldo

    Gli avvenimenti dell’11 settembre 2001 rappresentano una dolorosa faglia interna alle istituzioni USA, le frizioni si accumulano e periodicamente rilasciano onde sismiche.
    In attesa dell’inevitabile Big One; abbiamo visto, per la prima volta in trent’anni, che nell’elitè militare vi sono state posizione diametralmente opposte, che hanno generato una girandola ai vertici che non trovava più pace, specie poi con il vuoto causato dall’attesa dell’evento Obama, e della sua consustanzazione al potere. Sembra chiarirsi che ad un certo punto lo stesso Bush di fine mandato abbia addirittura svolto un ruolo “personale” a bloccare alcuni avventurismi. Vedremo lo staff definitivo del Demiurgo.
    Sul fatto tecnico dell’ascolto da parte della NSA degli individui citati non penso ci possano essere particolari dubbi, o sorprese.
    Diverso è il discorso relativo al fatto che questi ascolti si siano materializzati in rapporti specifici, inseriti nella catena di filtro e controllo. Limitarsi a citare il compattamento dei vertici, a posteriori comunque inevitabile sul piano logico, non aggiunge elementi di novità sostanziale. Per chi vuole una analisi dei fatti noti, il tempo ha confermato luogocomune come il posto più adatto per le fonti in italiano.
    Lo scheletro di quegli eventi giace nell’armadio del potere USA, ma i tempi che si aspettano sono in grado di evocarne gli spasmi.

  • Jack-Ben

    Forse OT ma di complemento

    26/12/2003 Iran Terremoto
    26/12/2004 Oceani indiano Maremoto
    26/12/2006 Filippine Terremoto
    26/12/2007 Indonesia Terremoto

    controllate queste date con un motore di ricerca e ditemi cosa ne pensate….

    Alcune false flag hanno il gusto di funghetti.. ma la gente non li sente bene, ma poi si contano i completini sul campo.

  • Allarmerosso

    “ma è molto salutare evitare di stabilire in precedenza a cosa credere e a cosa no…”

    E’ si dipende se quello che poi si crede va contro le proprie convinzioni … li sarebbe difficile dover mettere in discussione certezze che farebbero crollare tutto quello a cui si è convinti !!

    ” questa tesi è assolutamente ridicola”

    Concordo … Bin laden non c’entra na fava !!!