La linea dura

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Dopo aver lasciato trapelare i consueti spifferi, le solite, ben informate “fonti ministeriali” ci anticipano il contenuto del prossimo decreto paramafioso del governo abusivo e criminale. Un po’per fare paura e un po’ per fare ribrezzo, ci dicono che a prevalere sarebbe stata la linea “dura” rispetto alle possibilità di accesso agli esercizi commerciali, che saranno legate, per i cattivoni no vax, solo all’acquisto di “beni primari”. Sarà dunque necessaria l’esibizione dell’odioso lasciapassare anche per entrare nelle librerie e nelle tabaccherie, mentre sarà possibile accedere alle edicole, ma solo a quelle all’aperto. Un silenzio sospetto circonda il settore dell’abbigliamento e delle calzature: sono o no beni primari? Si distinguerà in base alla marca?

La parte più inquietante del decreto riguarderebbe i supermercati che vendono beni primari e non: al loro interno dovrebbero scattare dei controlli “a campione” sulla base di una lista di prodotti che predisporrà il governo; c’è da scommetterci che tanti si adegueranno con entusiasmo e metteranno in piedi corpi di vigilanti per pedinare i no vax fra le corsie e costringerli a rimettere a posto quel che non gli tocca. Uno stillicidio di umiliazioni si produrrà nei pressi delle casse, dove si finirà con il chiedere il Green Pass a prescindere.

Prevedibile, date queste condizioni, un ulteriore boom del commercio on line, e proprio mentre i vari esercenti correranno ad adeguarsi acquistando nuove diavolerie obbligatorie.

Dall’altra parte, urge la necessità di dare vita a gruppi di acquisto e a reti parallele di distribuzione: se stanno così le cose, neanche un euro deve entrare nelle casse di questi squallidi collaborazionisti.

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x