LA GUERRA CONTRO IL LIBERO PENSIERO

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

DI PETER CHAMBERLIN
Therearenosunglasses’s Weblog

La guerra contro le nostre menti ha molti livelli oscuri, che tentano tutti di nascondere la verità che non viene accettata dallo stato di polizia, rimpiazzandola con una nuova ‘versione ufficiale’ degli eventi fabbricata su misura. I media controllati dallo stato e dalle corporation ci informano di cosa dovremo pensare, mentre molteplici forme di coercizione, corruzione e intimidazione vengono usate per rinforzare le idee del governo e convincere la gente ad accettarle come fossero proprie.

Ogni protesta politica che tenta di aprire gli occhi della gente sul mondo di falsità che ci inonda costantemente espone la maggioranza silenziosa a sempre più tattiche dello stato di polizia che l’elite dominante ha posto in atto, per usarle nella sua guerra contro il pubblico americano con mezzi appena meno che letali. In aggiunta alle pallottole di gomma e alle granate flash, lo stato di polizia ha esposto armi acustiche per colpire i manifestanti al recente summit del G-20 a Pittsburgh:blank

Armi elettromagnetiche sono state usate dall’esercito dell’Honduras contro il Pres. Zelaya, rinchiuso nell’ambasciata brasiliana:

Raggi del dolore sono stati usati in Iraq (testimoni raccontano anche che altre armi letali più bizzarre sono state usate, alcune delle quali potrebbero presumibilmente fondere la carne umana, e anche veicoli di grosse dimensioni) :

blank

Le armi mostrate qui sopra sono solo alcune di quelle conosciute come la punta dell’iceberg dell’arsenale elettromagnetico, che spaziano da un livello quasi letale alla capacità di causare decessi di massa. Tutte queste armi sono state sviluppate dal complesso militare-industriale per il controllo della folla. Questo non ci dice niente sulle armi ancora più strane che possono essere state tenute nascoste e sul tipo più evoluto di armamento elettromagnetico, un livello superiore in grandezza, concepito per uso su aree vaste, forse anche con raggio emisferico.

La minaccia posta da armi talmente potenti è così grande che la UE ha chiesto una loro regolamentazione. Nell’ottobre del 2000 il membre del Congresso Denis J. Kucinich ha proposto alla Camera dei Rappresentanti un bando delle armi poste nello spazio.

In questa proposta la definizione di un sistema di armamento includeva:

ogni mezzo sconosciuto o anche non ancora sviluppato che infligge morte o ferite, o che danneggi o distrugga una persona (o la vita biologica, la salute corporea, o il benessere fisico e economico di una persona)… attraverso l’uso di sistemi con base terrestre, marina, o spaziale che usi radiazioni, energia elettromagnetica, psicotronica, sonica, laser, o altre energie diretta a persone individuali o popolazioni bersaglio per lo scopo di guerra di informazioni, gestione del morale, o controllo mentale di tali persone e popolazioni”(15).

Ad un livello personale e più probabile, si spera, la maggior parte di noi non verrà attaccata direttamente dallo stato di polizia:

Questo è un taser standard,

Il taser a lungo raggio,

blank

Il taser multiplo.

E il taser a raggio estremamente lungo.

blank

Il punto secondo me in tutti questi esempi è di evidenziare quanta ricerca si è effettivamente sviluppata per dare all’esercito e ai funzionari della legge un’intera nuova classe di armamenti, per creare una classe interamente nuova di tattiche violente da usare nel contenimento della folla e per persuadere i resistenti a cedere alle richieste dell’autorità. Questo ha dato ai governi il potere di scatenare apertamente una guerra contro le proprie popolazioni senza violare la legge internazionale o essere accusati di crimini di guerra. L’armamento non letale permette allo stato di attaccare fisicamente gli americani senza superare la linea dell’uso delle armi da fuoco, evitando così il Secondo Emendamento e la questione dell’autodifesa armata.

La guerra governativa contro la popolazione è strutturata in maniera molto simile alla guerra classica, ovvero le operazioni di mantenimento dell’ordine sono precedute da un periodo di ammorbidimento del bersaglio, usando tattiche di guerra psicologica, combattendo una guerra di informazioni. Questo processo di ammorbidimento è proseguito in America sin dalla Seconda Guerra Mondiale. Proprio come nella guerra vera, la prima linea di offensiva consiste nel trovare o impiantare voci favorevoli nei media locali per servire come strumento primario per la diffusione di questa forma di guerra di informazioni, dove le false idee vengono introdotte e la verità sulle vere intenzioni viene screditata.

I media controllati dal governo fingono che non ci sia alcuna guerra di informazioni, mentre lavorano incessantemente per condizionare la gente ad accettare la guerra non letale diretta contro di noi. Film, spettacoli TV, libri ed ogni concepibile mezzo di comunicazione di massa viene usato per sdoganare l’uso criminale di tecniche disegnate per la guerra contro la popolazione civile.

La militarizzazione delle forze di polizia americane e il loro adattamento alle nuove tecniche di guerra a bassa intensità ci viene imboccata, mescolata con le solite tematiche del ‘terrorismo’ e di altri fattori di paura, sperando di intimidire ogni movimento di resistenza potenziale addirittura prima che inizi—eliminando l’idea stessa in sé. In breve, questo è lo scopo della guerra contro il popolo per eliminare tutte le idee inaccettabili all’interno della mente stessa, prima che da esse sorgano i guai.

Questa è guerra contro tutte le menti libere, contro tutto il libero pensiero. Tutto il pensiero deve essere della varietà approvata dal governo. L’idea è di rimpiazzare tutto il pensiero inaccettabile, falsità accettabili devono sostituire i pensieri basati sulla realtà.

Per consenso comune, tutto il mondo ‘civilizzato’ funziona sulla versione americana degli eventi. I paesi che non accettano la versione americana degli eventi vengono ostracizzati. Andare contro il flusso determinato dagli interessi americani è una formula certa per perdere aiuto straniero di valore e attirare un calore del tipo più aggressivo. Gli individui che rifiutano di accettare la versione ufficiale degli eventi vengono marchiati come radicali ed estremisti. Le nazioni e gli individui estremisti si ritrovano ad affrontare la piena rabbia dello stato di polizia ovunque essi contraddicano la linea ufficiale, quale è data ogni sera dalla stampa controllata.

La psyop [‘psychological-operation’, operazione psicologica, NdT] universale va molto più a fondo delle armi debilitanti o della guerra di informazioni, estendendosi alla popolazione ad un livello sotterraneo profondamente personale. Il fenomeno chiamato “mass-stalking” [‘pedinamento di massa’, NdT] si riferisce al condizionamento psicologico (lavaggio del cervello) diretto contro individui mirati specificatamente, anche a intere famiglie, usando metodi testati nel tempo.

I bersagli di questo pedinamento vengono determinati in base a test intellettuali e profili psicologici che vengono condotti in tutte le scuole elementari degli Stati Uniti. Con i risultati ottenuti da questi test, il processo di sorveglianza dei bambini americani comincia. Similmente al processo di procreazione selettiva applicato all’accoppiamento animale, alcuni elementi del gruppo umano saranno separati per ricevere attenzioni speciali, mentre altri verranno segnalati e marchiati per essere a disposizione di mani paganti.

Comparando i risultati di questi test di intelligenza con test psicologici standardizzati, vengono individuati gli individui dotati e quelli con debolezze psicologiche, con lo scopo di acquisire soggetti per test per entrambe le ragioni, per strategie di sviluppo successive o per tecniche di manipolazione più estensive. I risultati di questi test seguono ognuno dei soggetti per tutta la vita giovanile e gli anni della vita adulta. I dotati vengono messi su percorsi per sviluppare i loro pieni potenziali, mentre gli altri, destinati a essere gli emarginati della società, vengono messi su strade di vita di puro inferno.

L’obiettivo del pedinamento di massa è la sperimentazione di massa in ambiente controllato. Usando i metodi più bizzarri ed efficaci degli scienziati governativi, individui non sospettosi sono sottoposti involontariamente a tortura sistematica, o allo sfruttamento di disordini di personalità multipla. Lo scopo di questa crudeltà rimane oscuro—che sia solo un altro metodo di aumentare il potere totale dello stato, o semplicemente un sistema di abuso sadico condotto da banditi che potrebbero altrimenti lavorare nei macelli, lanciando poltiglia vivente contro i muri.

Iniziando in gioventù, tali vittime individuali di questi sadici vengono sistematicamente sottoposti alle più disgustose forme di tortura violenta, sessuale, chimica ed elettromagnetica con lo scopo di distruggere le loro giovani menti, dividendole e frammentandole. Molte di queste vittime vengono rapite e torturate, altre sottoposte a eventi sessuali e violenze traumatiche, intese a forzare giovani menti sensibili a ritirarsi dentro se stesse, dove separeranno la personalità associata con la memoria inaccettabile e la sommergeranno insieme ai ricordi legati ad essa.

Il programma di pedinamento di massa è cresciuto dagli esperimenti “MKultra” e dai test di massa effettuati precedentemente sulle truppe americane nella Seconda Guerra Mondiale e in Corea, intesi a separare e sviluppare potenziali leader da coloro che sarebbero stati destinati a essere “soldati inadeguati”. Questo programma di condizionamento di massa è stato il prototipo del programma nazionale che ne seguì.

I programmi segreti portati avanti negli ospedali, nelle università e nelle basi militari, che si affidavano ai crudi metodi di deprogrammazione con l’elettroshock, furono i predecessori dei successivi metodi, più sofisticati, di cancellazione e stimolazione elettromagnetica della memoria. Le trasmissioni senza fili resero l’intera popolazione un soggetto potenziale per questi test.

Questi programmi scientifici per stabilire un controllo del governo su problematici liberi pensatori sono molto efficaci nel prevenire e nel sopprimere la potenziale resistenza. Per coloro che non vengono facilmente sottomessi da tutta questa impressionante tecnologia o dalla crudeltà dei tecnici addestrati dal governo, sappiamo che i campi FEMA aspettano di essere riempiti da qualcuno.

I resistenti duri a morire affrontano ostacoli tecnici formidabili ai loro sforzi di svegliare il gregge addormentato e raggiungere coloro che si sono arresi. Lo scopo davanti a noi è di trovare le vie per superare le barriere psicologiche difensive che sono state erette per non ascoltare nemmeno opinioni altrui che contraddicano la loro. Questo è stato il principale problema che abbiamo incontrato nella costruzione di un’effettiva resistenza. Non abbiamo mai davvero avuto la possibilità di convincere un pubblico dalla mentalità aperta che stavano credendo in bugie multiple. Come si fa a convincere la gente che il loro sistema di credenze è basato su puro inganno? Come si fa ad aprire gli occhi e le orecchie della gente senza prima superare muraglie di preconcetti e pregiudizi, aumentando inavvertitamente la loro resistenza alla verità ?

Gli Stati Uniti d’America sono una nazione che è stata pesantemente indottrinata per oltre 60 anni con false idee sulla benevolenza americana per il mondo. Convincere un ‘Joe qualunque’ che questo, il nucleo di tutte le sue altre credenze, è falso, è uno scopo monumentale di per sè. Comunque, questo è il principale problema che affrontiamo oggi, oltre il recinto elettronico/propagandastico che è stato eretto per tenerci prigionieri. Se potessimo superare quest’unica barriera, potrebbe non esserci bisogno di un confronto nelle strade. Tutto il resto potrebbe venire da sè.

La resistenza inizia e finisce dentro la mente. Lo stato di polizia lo sa. Quando dicono eufemisticamente che questa è una guerra ‘per i cuori e per le menti’, questo è proprio ciò che intendono—una battaglia per uccidere le idee di resistenza. Lo Stato Padrone sta tentando di prevenire la resistenza futura prevedendo chi sarà nella resistenza, così che le loro menti ribelli possano essere ripulite di pensieri tanto inaccettabili, prima che da ciò scaturiscano guai.

La resistenza all’idea dello stato onnipotente è tutto ciò che evita il sorgere della dittatura globale. Molti piani sono in corso per costruire questo nuovo ordine. Il pieno dispiegamento del piano porterà a un massiccia strage planetaria, nella quale molteplici specie animali e vegetali scompariranno, insieme a un miliardo o più di esseri umani. Il silenzio di fronte a un piano talmente inumano è una resa mortale di proporzioni apocalittiche.

[email protected]

Titolo originale: “The War Against Free Thought”

Fonte: http://therearenosunglasses.wordpress.com
Link
28.09.2009

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di P.P.

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
13 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
13
0
È il momento di condividere le tue opinionix