Home / ComeDonChisciotte / LA CIA IPOTIZZA UN COLPO DI STATO IN GRECIA

LA CIA IPOTIZZA UN COLPO DI STATO IN GRECIA

SE LE PROTESTE E L’AUSTERITY CONTINUERANNO AD AUMENTARE

DI TYLER DURDEN
Zero Hedge

Il quotidiano turco Hurriyet, che cita il tedesco Bild, che a sua
volta si riferisce a un report della CIA, avverte che la Grecia potrebbe dover affrontare un colpo di stato militare se le “severe misure di austerità e la disperazione” dovessero ancora aumentare.
Si può comunque evitare questa catena ipertestuale troppo elaborata e guardare semplicemente a quello che succede tutti i giorni in piazza Syntagma dove stiamo tuttora assistendo a un numero incredibile di persone che manifestano contro quello che tutti oramai identificano come un regime alla canna del gas (fortunatamente, in modo pacifico, per ora).
Sentiamo ancora le grida dalla Fiera dell’Ovvio (grazie
Grant

Williams) da Hurriyet:

“Secondo il report della CIA, le proteste di strada che

hanno investito la Grecia in crisi profonda possono infuocarsi in un’escalation

di violenza e nella ribellione e il governo greco potrebbe perdere il

controllo, riferisce la Bild. Il giornale ha detto che il report

della CIA parla di un possibile colpo di stato se la situazione dovesse

diventare più seria e se andasse fuori controllo.” Fortunatamente,

avendo assistito agli scontri lampo di Atene nello scorso anno e alle

rivoluzioni del Medio Oriente e del Nord Africa 2011, il mercato si

sta desensibilizzando a questo genere di cose, e ci vorrebbe almeno un’invasione
della Grecia da parte della Turchia dovuta a un errore di battitura, con l’idea umanitaria di re-insediare l’Impero ottomano 2.0, per smuovere il rapporto tra euro e dollaro di più dello 0,01%.

Ancora:

I partiti dell’opposizione hanno per la maggior parte rifiutato di sostenere il governo nel proposito di tagliare la spesa per mettere in ordine il sovradimensionato settore pubblico; l’aumento delle privatizzazioni annunciate questa settimana ha provocato ancora maggiori proteste.

Nel frattempo, il Ministro delle Finanze olandese ha riferito che il suo paese, la Germania, la Finlandia e altri membri dell’UE non daranno altri fondi di salvataggio alla Grecia, se questa nazione oberata dal debito fallirà nell’adozione di ulteriori misure di contenimento della spesa.

Jan Kees de Jager ha detto sabato che “è vitale che la Grecia rispetti pienamente” le condizioni fissate dal Fondo Monetario Internazionale così da poter ricevere la prossima tranche del prestito di salvataggio di 110 miliardi di euro accordata lo scorso anno, come riportato dall’Associated Press.

Lo scorso anno, mentre la crisi finanziaria colpiva la Grecia, la Bild riuscì a pubblicare il suggerimento di un politico conservatore secondo cui Atene avrebbe potuto vendere alcune delle sue tante isole per pagare il debito.

Cosa potrà ancora succedere: un report della CIA che suggerisce alle autorità monetarie di far schizzare in alto i prezzi del cibo per provocare le rivolte nel Nord Africa?

****************************************************

Fonte: http://www.zerohedge.com/article/cia-warns-greek-military-coup-rebellion-if-austerity-intensifies

30.05.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SUPERVICE

Pubblicato da supervice

13 Commenti

  1. Non è chiaro se le isole vengano cedute con o senza la popolazione residente. Nel primo caso potrebbe essere una misura applicabile anche in Italia ? Con quale criterio e da chi verrebbe scelto il comparto territoriale da alienare ?

  2. qui in ITA in parte si sta già facendo…la cartolarizzazione concede la vendita dei beni immobili appartenenti anche al demanio…basta poco per passare da “beni immobili” a “beni culturali” includendo quindi anche i beni ambientali e il demanio inalienabile….l’ultima proposta, passata sui media come rumore di fondo, era la cessione delle spiagge ai privati…anche questa è cartolarizzazione in fondo….http://www.patrimoniosos.it/index.php

  3. avrei una domanda, scusate l’ignoranza.
    ma la Grecia a chi deve dei soldi? alla BCE?
    e quindi, chi sta acquistando la “Grecia”? (le isole, e tutto quello che la Grecia mette e metterà in vendita?)

    gli acquirenti saranno privati? non la BCE stessa? come quando prendi una casa, dalla banca X, non riesci a pagare l’ipoteca, e devi dare alla banca X, 200’000$, allora la metti all’asta e la vendi ad cliente privato.

    correggetemi se sbaglio, xke’ non riesco a capire bene la base del problema.

  4. Bene, hai appena capito come funziona il sistema della moneta debito e cosa succede quando a gestire la moneta sono i privati invece degli stati sovrani.

  5. probabilmente l’acquirente stesso, sarà anch’esso in debito con un’altra banca.

    vedo che siamo messi molto bene 🙂

  6. Se è per questo si comincia a scrivere qua e là, che uno Stao super indebitato potrebbe trovarsi a dover cedere anche il diritto di tassare i suoi cittadini..insomma lo commissariano gli altri stati sciacalli, se lo pappano, e poi lo buttano, quando gli tolgono anchee l’amministrazione di quello che spremono a noi perchè lo reputano incapace di spremerci abbastanza.. si servono direttamente.. capito perchè bisogna organizzarsi in modo di vivere uina decrescita felice e pochissimo tassabile?

  7. la Grecia, non potrebbe dire: “basta non pago”.

    saranno caXXi amari in senso economico. verso l’EU. ma c’e’ sempre un business asiatico sul quale poter fare riferimento.

    mi sembra che si stia vendendo solo perché lo sciacallo appunto, nota che il vassallo non riesce + a vendere, allora si avventa direttamente sulla preda.

    mah… spero di vedere un mondo migliore, ma la vedo sempre + difficile.

  8. Un colpo di stato militare per imporre misure economiche volute dalla UE e dal FMI mi sembra eccessivo e ingestibile poi nei paesi europei che dovrebbero beneficiarne. Forse occorre concentrarci di piu’ a ragionare sulle cose provate, documentate, e il materiale non manca. E magari visto che il mondo va male impegnarci a fare qualcosa di meglio.

  9. Quello che dice Giavazzi sull’uscita dall’euro è giustissimo, ma il fatto strano è che a scrivere questa cosa cosa è proprio l’ultraliberista Giavazzi… c’è qualcosa di strano in questo…

  10. Non so chi sia Giavazzo, il link che ho messo e’ di Moreno Pasquinelli e neanche di lui so niente apparte questo articolo che ricordavo d’aver letto. Scusa “Giavazzo” come si chiama?

  11. Quel pezzo che tu hai messo è tratto da un articolo del “corriere” scritto da francesco giavazzi, autore insieme ad alesina del saggio “il liberismo è di sinistra”, direi un ideologo del moderno centro-sinistra.

  12. Ho riletto tutto l’articolo, ho letto anche qualche passaggio sui trascorsi degli autori del libro
    ( non e’ un saggio cioe’ informazione gratuita) e mi associo alle tue perplessita’, il tuo commento mi e’ stato molto utile e preferisco chiudere qui altrimenti vado ad impelagarmi in argomenti lontani da questo articolo. Grazie.