Israele “laboratorio del mondo”

Fresco di stampa: l’A.D. di Pfizer Albert Bourla ammette che Israele è il “laboratorio del mondo”.

 

Gilad Atzmon – The UNZ Review – 27 febbraio 2021

 

Se gli israeliani sono confusi dal fatto che il loro governo li tratta come animali da laboratorio, se si chiedono perché la loro libertà di viaggiare, di socializzare o anche di guadagnarsi da vivere è evaporata, l’A.D. di Pfizer Albert Bourla si è prodotto ieri in una risposta sincera. In un’intervista alla NBC Bourla ha detto:

Ritengo che in questo momento Israele sia il laboratorio del mondo, perché stanno usando solo il nostro vaccino in tutto lo stato ed hanno vaccinato una gran parte della popolazione; possiamo quindi studiare sia l’economia che gli indici di salute“.

Non ho alcun problema con gli esperimenti medici che coinvolgono esseri umani se i partecipanti sono pienamente consapevoli di tutte le possibili circostanze ed implicazioni del loro consenso. Questo non è successo in Israele. Per mezzo di “passaporti verdi”, il governo minaccia praticamente di penalizzare chiunque sia riluttante a partecipare a un esperimento “di laboratorio” per una gigantesca compagnia farmaceutica con un passato a dir poco discutibile.

I risultati di questo esperimento Pfizer-Israele non sono proprio incoraggianti. Sebbene sia possibile, come suggeriscono alcuni studi, che la maggior parte delle persone vaccinate abbia almeno una protezione a breve termine dalla Covid-19, nessuno può negare il fatto sorprendente che in sole 8 settimane di vaccinazione di massa il numero totale di morti per Covid-19 nello Stato ebraico è quasi raddoppiato rispetto al totale nei dieci mesi precedenti.

Da quando Israele si è trasformato in una nazione di cavie, un virus che di solito colpiva gli anziani e le persone con gravi problemi di salute ha ora cambiato completamente la sua natura. Dopo appena 2 mesi di una campagna di vaccinazione di massa “di successo”, il 76% dei nuovi casi di Covid-19 si riscontra sotto i 39 anni. Solo il 5,5% ha più di 60 anni. Il 40% dei pazienti critici ha meno di 60 anni. Il paese ha anche rilevato un forte aumento dei casi di Covid-19 tra le donne incinte, con più di qualcuna in condizioni critiche. Nelle ultime settimane, i casi di Covid-19 nei neonati hanno avuto un’impennata del 1.300% (da 400 casi in bambini sotto i due anni il 20 novembre a 5.800 nel febbraio 2021).

Le prove raccolte in Israele indicano una stretta correlazione tra vaccinazione di massa, casi e morti. Questa correlazione indica la possibilità che siano i vaccinati a diffondere effettivamente il virus o addirittura che una serie di mutazioni sia responsabile del cambiamento radicale dei sintomi di cui sopra.

Quando la NBC ha chiesto a Bourla se sia possibile infettare altri dopo aver ricevuto due dosi di vaccino, Bourla ha ammesso:

È qualcosa che deve essere confermato, e i dati del mondo reale che stiamo ottenendo da Israele e da altri studi ci aiuteranno a capirlo meglio“.

Se Bourla non è sicuro che il suo “vaccino” impedisca la diffusione della malattia, perché lo vende in tutto il mondo? Perché qualsiasi governo dovrebbe permettere l’uso di questa sostanza prima che siano state prese tutte le precauzioni necessarie? Inoltre, alla luce della preoccupazione emergente che i vaccinati possano diffondere la malattia (che Bourla non nega), qual è il significato del “passaporto verde”? Immagino che un tale documento potrebbe essere facilmente sostituito da un “certificato di fessaggine” assegnato a coloro che sono stati abbastanza idioti da affidarsi al vaccino.

Ma Bourla non deve aspettare ancora molto per i “risultati” del suo “laboratorio”. Posso fornirgli i numeri più rilevanti, supponendo che lui o chiunque altro in Pfizer sappia leggere grafici elementari. Ogni paese che è caduto nella trappola della vaccinazione di massa ha visto un simile picco senza precedenti di casi e di morti.

I grafici che seguono evidenziano indicano l’innegabile correlazione tra la vaccinazione di massa e un’impennata esponenziale di casi e morti di Covid-19. Il picco di casi viene spesso rilevato solo 2-3 giorni dopo l’inizio della campagna di vaccinazione di massa.

Nel momento in cui Israele ha iniziato le vaccinazioni, si stava verificando un brusco aumento esponenziale della morbilità e della mortalità. La Palestina, letteralmente la stessa terra, vedeva invece crollare il suo numero di casi e di morti

Bourla e il premier Netanyahu dovrebbero fare uno sforzo intellettuale e spiegarci come sia possibile che a Gaza, una prigione a cielo aperto e uno dei pezzi di terra più densamente popolati del pianeta, il numero dei casi di Covid-19 sia minimo e [soprattutto] senza “vaccino”.

Ma la Palestina non è sola, poiché la situazione in Giordania è simile. Mentre Israele ha visto le cifre di mortalità per Covid-19 sfondare il tetto, le morti per Covid-19 in Giordania da metà novembre in poi sembrano una pista da discesa libera.

La Gran Bretagna ha vissuto una tragica esperienza simile, se non identica. Ha avviato la campagna di vaccinazione di massa il 7 dicembre solo per vedere il suo numero di casi e morti di Covid-19 aumentare come mai in precedenza.

A quella data, la Gran Bretagna ha visto il proprio Servizio Sanitario (NHS) andare in pezzi, mentre i paesi vicini, che erano stati lenti a prendere una decisione sulla vaccinazione, vedevano il numero di casi di Covid-19 diminuire rapidamente.

Ovviamente non sono l’unico a vedere che qualcosa è andato drammaticamente storto in Israele. Un gruppo di ricercatori dissenzienti che ha esaminato i numeri coinvolti nell’attuale esperimento israeliano della Pfizer ha pubblicato due settimane fa uno studio dettagliato. “Concludiamo“, hanno scritto, “che i vaccini Pfizer, per quanto riguarda gli anziani, hanno ucciso durante il periodo di vaccinazione di 5 settimane circa 40 volte più persone di quanto la malattia stessa avrebbe ucciso, e circa 260 volte più persone della malattia tra la classe di età più giovane.”

Sulla base dell’esperimento di “laboratorio” Pfizer/Israele, ho tratto la seguente sarcastica conclusione: se ti prendi il coronavirus puoi morire, ma se segui il percorso della Pfizer, non solo vedi scendere la tua possibilità di sopravvivenza dal 99,98% della Covid-19 al 95%, ma puoi anche uccidere altre persone lungo il cammino.”

 

Link: https://www.unz.com/gatzmon/hot-off-the-press-pfizer-ceo-albert-bourla-admits-israel-is-the-worlds-lab/

Traduzione di Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte