Il virus fantasma: alla ricerca del Sars-CoV-2

Torsten Engelbrecht, Dr Stefano Scoglio & Konstantin Demeter
off-guardian.org

Persino il Robert Koch Institute ed altre autorità sanitarie non sono in grado di presentare prove decisive sul fatto che ci stia perseguitando un nuovo virus chiamato SARS-CoV-2. Questo, da solo, trasforma in allarmismo irresponsabile i discorsi sulle pericolose mutazioni virali e i cosiddetti test PCR per il SARS-CoV-2 in un inutile esercizio.

Alla richiesta di uno studio che dimostri l’isolamento completo e la purificazione delle particelle che si sostiene costituiscano il virus SARS-CoV-2, Michael Laue dell’Istituto tedesco Robert Koch (RKI), uno dei più importanti esponenti mondiali di questa “panicodemia” da COVID-19, ha risposto che [1]:

Non sono a conoscenza di un documento che attesti la purificazione o l’isolamento [del virus] SARS-CoV-2.

Questa è una dichiarazione più che rimarchevole, è l’ammissione di un fallimento totale. Questa ammissione è in linea con le dichiarazioni che avevamo presentato nell’articolo “COVID-19 PCR Tests Are Scientifically Meaningless” che OffGuardian aveva pubblicato il 27 giugno 2020, il primo al mondo a descrivere in dettaglio perché i test PCR per il SARS-CoV-2 sono inutili per la diagnosi di un’infezione virale.

Uno dei punti cruciali di quella analisi era che gli studi che sostenevano di aver dimostrato che il SARS-CoV-2 è un virus nuovo e potenzialmente mortale non avevano alcun diritto per farlo, soprattutto perché gli studi che affermavano di aver “isolato” il cosiddetto SARS-CoV-2, in realtà, non erano riusciti ad isolare (purificare) le particelle che si dice siano il nuovo virus.

Questo era stato confermato dalle risposte alla nostra inchiesta da parte dei ricercatori responsabili di quegli studi, com’era stato riportate nel nostro articolo, compreso il documento più importante al mondo sul presunto isolamento del SARS-CoV-2 (di Zhu et al.), pubblicato sul New England Journal of Medicine il 20 febbraio 2020, a cui ora possiamo aggiungere anche quello dell’RKI.

Per inciso, siamo in possesso di un’ulteriore risposta di conferma da parte degli autori [2] di uno studio australiano.

Ricercato, invano: il virus SARS-CoV-2

Inoltre, Christine Massey, una ex biostatistica canadese nel settore della ricerca sul cancro e un suo collega in Nuova Zelanda, Michael Speth, così come diverse altre persone in tutto il mondo (la maggior parte delle quali preferisce rimanere anonima) sulla base del Freedom of Information Act (FOI) hanno presentato richieste a decine di istituzioni sanitarie scientifiche e politiche in tutto il mondo.

Sono alla ricerca di documenti che descrivano l’isolamento del virus SARS-COV-2 da un qualsiasi campione non contaminato proveniente da un paziente malato.

Ma tutte le 46 istituzioni/uffici che hanno risposto non hanno fornito o citato alcun documento che descriva l’isolamento del “SARS-COV-2” e il Ministero della Salute tedesco ha completamente ignorato la loro richiesta FOI.

L’imprenditore tedesco Samuel Eckert ha chiesto alle autorità sanitarie di varie città, come Monaco, Dusseldorf e Zurigo, uno studio che dimostri il completo isolamento e la purificazione del cosiddetto virus SARS-CoV-2. Non l’ha ancora ottenuto.

Ricompense per prove di isolamento e causalità

Samuel Eckert ha persino offerto 230.000 euro a Christian Drosten in cambio di qualche estratto di pubblicazioni che dimostrino scientificamente il processo di isolamento del SARS-CoV-2 e la sua sequenza genica. Il termine massimo (31 dicembre 2020) è trascorso senza che Drosten abbia risposto ad Eckert.

E, il 31 dicembre, un’altra scadenza è passata senza che venisse presentata la documentazione richiesta. In questo caso, il giornalista tedesco Hans Tolzin aveva offerto una ricompensa di 100.000 euro per una pubblicazione scientifica che descrivesse un tentativo di infezione riuscito e dimostrabile con il virus specifico SARS-CoV-2, con conseguente malattia respiratoria nei soggetti testati.

Anche la variabilità delle dimensioni delle particelle rende assurda l’ipotesi del virus

Recentemente siamo stati terrorizzati da presunti nuovi ceppi di “SARS-CoV-2” ma questa affermazione non si basa su dati scientifici inoppugnabili.

Prima di tutto, non si può determinare una variante di un virus se non si è completamente isolato quello originale.

In secondo luogo, dall’inverno scorso sono già stati “trovati” in tutto il mondo decine di migliaia di presunti nuovi ceppi. Infatti, la banca dati dei virus GISAID ha ora più di più di 452.000 diverse sequenze geniche che pretendono di rappresentare una variante del SARS-Cov2.

Quindi, sostenere che ora, improvvisamente, ci sono “nuovi ceppi” è una sciocchezza anche da un punto di vista ortodosso, perché, anche da questa prospettiva, i virus mutano costantemente. Così possono continuamente affermare di aver trovato nuovi ceppi, perpetuando la paura.

Tutto questo allarmismo è ancora più assurdo quando si dà un’occhiata alle immagini al microscopio elettronico che accompagnano i vari studi delle particelle che si suppone rappresentino il SARS-CoV-2. Queste immagini rivelano che queste particelle hanno una notevole variabilità dimensionale. Infatti, le dimensioni vanno da 60 a 140 nanometri (nm). Un virus con una variazione di dimensioni così estrema non può esistere realmente.

Per esempio, si può dire l’altezza degli esseri umani possa variare da circa 1,50 a 2,10 metri, poiché ci sono individui di diversa altezza. Ora, dire che i virus, nel loro insieme, variano da 60 a 140 nm (come hanno fatto Zhu et al.) può, alla fine, avere senso; ma dire che i singoli virioni del SARS-Cov2 hanno una variabilità così ampia sarebbe come dire che John può cambiare la sua altezza da 1,60 a 2 metri a seconda delle circostanze!

Si potrebbe rispondere che i virus non sono esseri umani, ma è anche vero che, secondo la virologia, ogni virus ha una struttura abbastanza stabile. Quindi, con il SARS-Cov2 si stanno prendendo delle libertà di definizione che confermano ulteriormente che tutto ciò che si sa su questo specifico virus è veramente poco. E questa licenza illimitata di definizione ha fatto sì che la voce di Wikipedia sui coronavirus sia stata modificata, ed ora riporta che “ogni virione SARS-CoV-2 ha un diametro di circa 50-200 nm.”

Sarebbe come dire che John varia la sua altezza da 1 a 4 metri a seconda delle circostanze!

Ciò che viene spacciato per SARS-Cov2 sono in realtà particelle di tutti i tipi, come si può vedere anche dalle immagini fornite dal citato articolo di Zhu et al. A lato la foto che Zhu et al. hanno presentato come l’immagine del SARS-Cov2:

Le particelle che gli autori definiscono come SARS-CoV-2 possono essere misurate tramite un righello inserito nell’immagine (FreeRuler). Le particelle ingrandite della fotografia di sinistra misurano circa 100 nm ciascuna (su una scala di 100 nm). Ma, nell’immagine sul lato destro, tutte le piccole particelle indicate con le frecce come SARS-CoV-2, misurate su una scala di 1 MicroM (1.000 nm), hanno dimensioni totalmente diverse.

Le frecce nere indicano in realtà delle vescicole. Misurando alcune di queste particelle con il righello, il risultato è che nella vescicola centrale la particella più in alto al centro misura quasi 52nm, quindi sotto l’intervallo proposto da Zhu et al (da 60 a 140 nm); la particella immediatamente alla sua destra è un po’ più grande, circa 57.5nm, ma ancora al di sotto del limite; mentre, quasi al centro della vescicola più bassa, la particella più grande (freccia gialla) misura circa 73.7nm, rientrando negli ampi margini di Zhu et al.; infine, nella vescicola in basso a sinistra, la particella più grande misura ben 155.6nm, cioè ben al di sopra del limite massimo definito da Zhu et al. (140nm).

È probabile che la correzione recentemente fatta su Wikipedia fosse finalizzata proprio a coprire questo problema.

Ci sono altri seri indizi che le particelle indicate come SARS-CoV-2 possano essere in realtà quelle particelle innocue o addirittura utili, chiamate “vescicole extracellulari” (EVs), che hanno dimensioni estremamente variabili (da 20 a 10.000nm), ma che, per la maggior parte, vanno da 20nm a 200nm, e che includono, come sotto-categoria, quella degli “esosomi.”

Gli esosomi sono particelle prodotte dalle nostre cellule contenenti acidi nucleici, lipidi e proteine e sono coinvolti in varie attività utili al nostro organismo, come il trasporto di molecole del sistema immunitario e di cellule staminali, così come nell’eliminazione dei detriti catabolici della cellula.

Gli esosomi rappresentano forse la quota maggiore di EVs e sono oggetto di studio da oltre 50 anni. Anche se pochi hanno sentito parlare di queste benefiche particelle, la letteratura scientifica su di esse è enorme e digitando il termine esosoma, anche solo su PubMed, si ottengono oltre 14.000 lavori! In questa sede non possiamo entrare nel dettaglio delle EV e degli esosomi, ma è importante sottolineare come essi siano indistinguibili dai virus e diversi scienziati pensano che, in realtà, quello che viene definito come un pericolodo virus altro non sia che un benefico esosoma.

Questo si nota bene al microscopio elettronico [3]:

Come si può vedere, il più grande degli esosomi ha la stessa dimensione e struttura del presunto virus SARS-CoV-2 ed è quindi plausibile pensare che, nel grande mare delle particelle contenute nel surnatante del fluido bronco-alveolare dei pazienti COVID-19, quelli che vengono scambiati per virus SARS-CoV-2 potrebbero benissimo essere esosomi.

Perché la purificazione è vitale per provare l’esistenza del Sars-Cov-2

Quindi, logicamente, se abbiamo una coltura con innumerevoli particelle estremamente simili tra loro, la purificazione deve essere il primissimo passo per poter veramente definire come virus le particelle che si ritiene siano virus (oltre alla purificazione, naturalmente, si deve poi anche determinare in modo incontrovertibile che, per esempio, possano causare determinate malattie in condizioni reali e non solo in vitro).

Perciò, se non è mai stata fatta nessuna “purificazione,” come si può affermare che l’RNA ottenuto è un genoma virale? E come si può poi utilizzare questo RNA per diagnosticare a livello di popolazione un’infezione da un nuovo virus, sia tramite test PCR o altro? Abbiamo posto queste due domande a numerosi rappresentanti della narrativa ufficiale mondiale sul coronavirus, ma nessuno ha saputo rispondere.

Quindi, come avevamo affermato nel nostro precedente articolo, il fatto che le sequenze geniche RNA (che gli scienziati hanno estratto dai campioni di tessuto preparati negli studi in vitro e su cui erano stati poi “calibrati” i cosiddetti test RT-PCR per il SARS-CoV-2) appartengano veramente ad un nuovo virus patogeno chiamato SARS-CoV-2 si basa unicamente su un atto di fede, non sui fatti.

Di conseguenza, non è possibile affermare che le sequenze geniche RNA “estratte” dai campioni di tessuto preparati in questi studi, su cui i test PCR sono stati “calibrati,” appartengano ad un virus specifico, in questo caso il SARS-CoV-2.

Invece, in tutti gli studi che sostengono di aver isolato e anche testato il virus è stato fatto qualcosa di molto diverso: i ricercatori hanno preso campioni dal cavo orale o dai polmoni dei pazienti, li hanno ultracentrifugati (ad alta velocità) per separare le molecole più grandi/pesanti da quelle più piccole/leggere e poi hanno preso il surnatante, la parte superiore del materiale centrifugato.

Questo è ciò che definiscono materiale “isolato,” che poi sottopongono al test PCR. Ma questo surnatante contiene molecole di tutti i tipi, miliardi di micro e nanoparticelle diverse, tra cui le già citate vescicole extracellulari (EV) e gli esosomi, che sono prodotti dal nostro stesso organismo e che  spesso sono assolutamente indistinguibili dai virus:

Al giorno d’oggi, è una missione quasi impossibile separare EVs e virus con i metodi canonici di isolamento delle vescicole, come l’ultracentrifugazione differenziale, perché spesso formano aggregati a causa della loro dimensione simile,

…come afferma lo studio The Role of Extracellular Vesicles as Allies of HIV, HCV and SARS Viruses pubblicato nel maggio 2020 nella rivista Viruses.

Quindi, sono gli scienziati che “creano” il virus con la PCR: si prendono dei primer, cioè sequenze geniche preesistenti disponibili nelle banche dati, li si modifica sulla base di un ragionamento puramente ipotetico e li si mette a contatto con il liquido surnatante finché non si attaccano (annealing, lett. “ricottura”) a qualche frammento di RNA presente nel liquido; poi, attraverso l’enzima trascrittasi inversa, si trasforma l’RNA così “pescato” in un DNA artificiale o complementare (cDNA), che può poi, e solo poi, essere processato dalla PCR e moltiplicato attraverso un certo numero di cicli di amplificazione.

(Ogni ciclo raddoppia la quantità di DNA, ma, più alto è il numero di cicli necessari per produrre il materiale “virale” rilevabile, più bassa è l’affidabilità della PCR, cioè la sua capacità di ottenere effettivamente qualcosa di significativo dal surnatante. Sopra i 25 cicli il risultato tende ad essere privo di significato e tutti gli attuali test o protocolli PCR in circolazione usano sempre più di 25 cicli, di solito da 35 a 45).

Per peggiorare le cose, i primer sono costituiti da 18 a 24 basi (nucleotidi) ciascuno; il virus SARS-Cov2 è presumibilmente composto da 30.000 basi; quindi il primer rappresenta solo lo 0,08% del genoma virale. Questo rende ancora più improbabile selezionare il virus specifico che si sta cercando partendo da un campione così ridotto,  per di più in un mare di miliardi di particelle molto simili tra loro.

Ma c’è di più. Siccome il virus che cercate è nuovo, è chiaro che non ci sono primer genici già pronti che corrispondano alla frazione specifica di questo nuovo virus; così prendete quei primer che, secondo voi, potrebbero essere abbastanza simili alla struttura ipotizzata del virus, ma questa è una supposizione e, quando fate reagire i primer con il liquido surnatante, i vostri primer possono legarsi ad una qualsiasi dei miliardi di molecole presenti in esso, e non avrete la minima idea se quello che avete così generato è il virus che state cercando. Si tratta, infatti, di una nuova creazione fatta dai ricercatori, che è poi stata chiamata SARS-CoV-2, ma non c’è alcun legame con il presunto, “vero” virus responsabile della malattia.

Il “genoma virale” è solo un modello informatico

Il genoma completo del virus SARS-CoV-2 non è mai stato sequenziato ed è stato invece “assemblato” al computer. Il medico californiano Thomas Cowan lo ha definito una “frode scientifica.” E non è certamente l’unico!

Cowan il 15 ottobre 2020 aveva scritto [grassetto aggiunto]:

Questa settimana, la mia collega e amica Sally Fallon Morell ha portato alla mia attenzione un sorprendente articolo del CDC, pubblicato nel giugno 2020. Lo scopo dell’articolo era quello di invitare un gruppo di circa 20 virologi a descrivere le loro conoscenze scientifiche sull’isolamento, la purificazione e le caratteristiche biologiche del nuovo virus SARS-CoV-2 e a condividere queste informazioni con altri scienziati per le loro ricerche.

Una lettura approfondita e attenta di questo importante documento rivela alcune scioccanti scoperte.

La sezione dell’articolo con il sottotitolo “Whole Genome Sequencing” [Sequenziamento dell’intero genoma] mostra che “piuttosto che aver isolato il virus e sequenziato il genoma da un capo all’altro,” il CDC “ha progettato 37 coppie di PCR ‘nested’ che coprono il genoma sulla base della sequenza di riferimento del coronavirus” (GenBank accession no. NC045512).

Quindi, ci si può chiedere, come hanno fatto a sequenziare il virus, cioè ad analizzarlo dal punto di vista genico?

Ebbene, non hanno analizzato l’intero genoma, ma hanno preso alcune sequenze trovate nelle colture, hanno poi affermato, senza prove, che appartenevano ad un nuovo virus specifico e infine, per completare il tutto, hanno realizzato una sorta di puzzle genetico computerizzato. “Hanno usato un modello informatico per creare un genoma partendo da zero,” come dice il biologo molecolare Andrew Kaufman.

Forse non è una sorpresa che uno dei primer per il test, sviluppato dall‘Istituto Pasteur, corrisponda esattamente ad una sequenza del cromosoma 8 del genoma umano.

Nessuna prova che il SARS-CoV-2 possa essere trasmissibile per via aerea

Per cercare di arrestare la diffusione di questo presunto nuovo virus, siamo stati costretti a praticare varie forme di distanziamento sociale e ad indossare le mascherine. Dietro questo approccio c’è l’idea che, come tutti i virus, anche il SARS-CoV-2, ritenuto responsabile della malattia respiratoria da Covid-19, si trasmetta per via aerea o, come è stato più volte riferito, attraverso le goccioline nebulizzate nell’aria da chi tossisce o starnutisce o, secondo alcuni, semplicemente parla.

Ma, la verità è che tutte queste teorie sulla trasmissione del virus sono solo ipotesi mai dimostrate.

Le prove mancavano fin dall’inizio. Come riportato da Nature in un articolo dell’aprile 2020, gli esperti non erano d’accordo che il SARS-CoV-2 fosse trasmesso per via aerea e, secondo la stessa OMS, “le prove non sono convincenti.”

Anche da un punto di vista ortodosso, gli unici studi in cui era stata inizialmente “provata” la trasmissione per via aerea di un coronavirus (non il SARS-Cov2) erano stati effettuati in ospedali e case di riposo,  luoghi che sembra producano ogni tipo di infezione a causa delle stesse condizioni ambientali.

Nessuno studio ha mai provato che ci sia una trasmissione virale in ambienti aperti, o anche in quelli chiusi ma ben ventilati. Anche supponendo che esista questa trasmissione per via aerea, è stato sottolineato che, perché il “contagio” avvenga, è necessario che le persone tra le quali avviene la presunta trasmissione rimangano a stretto contatto per almeno 45 minuti.

Insomma, tutte le radicali misure di distanziamento non hanno alcun fondamento scientifico.

Nessun “contagio” asintomatico

Dal momento che la purificazione delle particelle è il prerequisito indispensabile per tutti i passi successivi, cioè la prova di causalità e la “calibrazione” dei test, come risultato abbiamo un test diagnosticamente insignificante e quindi il mantra “test, test, test” di Tedros Adhanom Ghebreyesus dell’OMS, citato nel nostro articolo del 27 giugno, deve essere considerato ascientifico e fuorviante.

Questo vale soprattutto per i test sugli asintomatici. In questo contesto anche uno studio cinese fatto a Wuhan e pubblicato su Nature il 20 novembre 2020, in cui quasi 10 milioni di persone erano state testate e tutti i casi asintomatici positivi, quelli positivi al secondo controllo e i loro contatti stretti erano stati isolati per almeno 2 settimane fino a quando il test PCR era risultato negativo, aveva trovato che:

Tutti i contatti stretti dei casi asintomatici positivi erano risultati negativi, indicando che i casi asintomatici positivi rilevati in questo studio non erano probabilmente infettivi.

Anche l’ortodosso British Medical Journal ha recentemente espresso dei dubbi.

Poco prima di Natale, la rivista scientifica aveva pubblicato l’articolo “COVID-19: Mass testing is inaccurate and gives false sense of security, minister admits” [COVID-19: I test di massa sono imprecisi e danno un falso senso di sicurezza, ammette il ministro], che spiegava come i test in corso in alcune parti del Regno Unito non fossero accurati per le persone asintomatiche e sosteneva che non fossero in grado di determinare con precisione la positività o la negatività, come aveva scritto Collective Evolution. (L’OMS stessa aveva poi ammesso quanto sopra. Due volte).

Già qualche settimana prima, si poteva leggere su The BMJ che:

I test di massa per il COVID-19 sono un pasticcio non valutato, sottoprogettato e costoso.

E che:

Lo screening per il COVID-19 della popolazione sana è di importanza sconosciuta, ma viene introdotto a livello nazionale.

E che [grassetto aggiunto]:

La risposta pandemica del Regno Unito fa troppo affidamento su scienziati e altri funzionari governativi con preoccupanti interessi di parte, comprese partecipazioni in aziende che producono test diagnostici, trattamenti e vaccini per il COVID-19

A parte questo, l’avvocato Reiner Füllmich, membro della commissione d’inchiesta extraparlamentare tedesca “Stiftung Corona Ausschuss,” ha riferito che Stefan Hockertz, professore di farmacologia e tossicologia, gli ha detto che “finora non è stata trovata alcuna prova scientifica di infezione asintomatica.”

In risposta alla domanda, il Robert Koch Institute non è stato in grado di inviarci un solo studio che dimostri che (a) persone asintomatiche “positive” abbiano fatto ammalare qualcun altro (e non renderlo solo “positivo“), che (b) persone “positive” con sintomi della malattia abbiano fatto ammalare qualcun altro (e non renderlo solo “positivo“) e che (c) qualsiasi persona risultata “positiva” per il SARS-CoV-2 abbia reso “positiva” un’altra persona. [4]

“Se non si facesse più il test, il Corona scomparirebbe”

Già a maggio, una importante pubblicazione come il Journal of the American Medical Association affermava che “un risultato positivo della PCR non indica necessariamente la presenza di un virus attivo,” mentre un recente studio su The Lancet afferma che “la rilevazione dell’RNA non può essere usata per dedurre l’infettività“.

In questo contesto, non si può che essere d’accordo con Franz Knieps, capo dell’associazione delle casse malattia aziendali tedesche e da molti anni in stretto contatto con la cancelliera tedesca Angela Merkel, che, a metà gennaio, aveva dichiarato che “se non si facessero più test, il Corona scomparirebbe.

È interessante notare che anche l’iper-ortodosso zar tedesco dei virus e principale consigliere governativo per i lockdown e le altre misure di contenimento, Christian Drosten, si era contraddetto sull’affidabilità dei test PCR. In un’intervista del 2014 riguardante i test PCR per la cosiddetta MERS-CoV in Arabia Saudita aveva detto:

“Il metodo [PCR] è così sensibile che può rilevare una singola molecola ereditaria del virus. Per esempio, se un tale agente patogeno si posa sul setto nasale di un’infermiera per un giorno senza che lei si ammali o si accorga di nulla, allora [l’infermiera] diventa di colpo un caso di MERS. Dove prima venivano segnalati i decessi, ora sono improvvisamente inclusi nelle statistiche di segnalazione i casi lievi e le persone che sono a tutti gli effetti in perfetta salute. Questo potrebbe anche spiegare l’esplosione del numero di casi in Arabia Saudita. Per di più, i media locali hanno pompato la questione in modo incredibile.”

Suona vagamente familiare?

Anche Olfert Landt è critico sui risultati dei test PCR quando afferma che solo circa la metà delle persone “infette dal coronavirus” sono contagiose. Questo è più che notevole perché Landt non solo è uno dei co-autori di Drosten nel documento di Corman et al., il primo protocollo di test PCR ad essere stato accettato dall’OMS, pubblicato il 23 gennaio 2020 su Eurosurveillance, ma è anche il CEO di TIB Molbiol, la società che produce i test secondo quel protocollo.

Purtroppo, questo conflitto di interessi non è menzionato nel documento di Corman/Drosten et al., cosa che 22 scienziati, tra cui uno degli autori di questo articolo, Stefano Scoglio, hanno fatto notare in una recente analisi approfondita.

Complessivamente, Scoglio e i suoi colleghi hanno rilevato “gravi conflitti di interesse per almeno quattro autori,” tra cui Christian Drosten, oltre a diverse e gravi pecche scientifiche. Per questo hanno concluso che “il comitato editoriale di Eurosurveillance non ha altra scelta che ritrattare la pubblicazione.”

L’11 gennaio 2021, la redazione di Eurosurveillance ha risposto all’e-mail di Torsten Engelbrecht che chiedeva un commento su questa analisi:

Siamo a conoscenza di tale richiesta [di ritrattare l’articolo di Corman/Drosten et al.] ma speriamo che lei capisca che, al momento, non possiamo fare nessun commento. Tuttavia, stiamo lavorando per una decisione da prendersi entro la fine di gennaio 2021.

Il 27 gennaio, Engelbrecht aveva reiterato la sua richiesta: “Siamo alla fine di gennaio. Quindi mi si permetta di chiedere di nuovo: Qual è il vostro commento sull’analisi menzionata riguardante l’articolo di Corman/Drosten et al. Avete intenzione di ritrattare l’articolo di Corman et al. o cos’altro volete fare?” Due giorni dopo, la redazione di Eurosurveillance aveva risposto come segue:

Ci vuole un po’ di tempo perché sono coinvolte più parti. Comunicheremo la nostra decisione in uno dei prossimi numeri regolari della rivista.

Miliardi e miliardi sprecati in un test che di meno non potrebbe significare

Considerando la mancanza di tecniche di provata efficacia per il rilevamento del presunto nuovo virus e che dimostrino un qualche significato per i test PCR SARS-CoV-2, è ancora più scandaloso che i costi dei test non siano discussi pubblicamente, visto che sono enormi. Spesso sentiamo politici e commentatori affermare che, rispettando certi criteri, i test sono gratuiti, ma questa è una vera e propria bugia. Quello che intendono, in realtà, è che non si paga subito, ma dopo, con le tasse.

Ma, indipendentemente dai metodi di pagamento, in Svizzera, per esempio, il costo di un test PCR è tra i 140 e i 200 franchi svizzeri (da 130 a 185 euro). Quindi, facciamo i conti. Al momento in cui scriviamo, la piccola Svizzera, con una popolazione di 8,5 milioni, ha eseguito circa 3.730.000 test SARS-CoV-2 PCR, oltre a circa 500.000 test antigene, che sono un po’ più economici.

Considerando un prezzo medio di 170 franchi per test PCR, si tratta di una cifra impressionante: 634 milioni di franchi, ovvero 586 milioni di euro. E, nonostante l’assurdità di testare le persone asintomatiche, proprio la settimana scorsa, il 27 gennaio, il Consiglio Federale Svizzero ha invitato nuovamente la popolazione a sottoporsi al test, annunciando che, a partire dal giorno successivo, gli Svizzeri avrebbero dovuto pagare con le loro tasse anche i test di massa per le persone asintomatiche. Il Consiglio Federale Svizzero stima che questo costerà circa 1 miliardo di franchi svizzeri.

L’epidemiologo Dr. Tom Jefferson ha detto in un’intervista al Daily Mail:

La maggior parte dei kit PCR, se fatti privatamente, costano anche più di 100 sterline, per esempio, e il governo [britannico] dice che ne sta facendo 500.000 al giorno. Ma anche queste cifre spariscono di fronte ai 100 miliardi di sterline che il primo ministro è pronto a spendere per il sogno “grandioso” di fornire alla popolazione test [PCR e altri tipi – ndr] più o meno su richiesta, sono solo 29 miliardi di sterline in meno dell’intero bilancio annuale del NHS.

In Germania il prezzo è molto variabile, dipende se il test viene fatto privatamente o meno, ma, in media, è simile a quello della GB e, fino ad oggi, hanno eseguito circa 37,5 milioni di test PCR.

Vale a dire, miliardi e miliardi che vengono spesi, o addirittura “bruciati,” per un test assolutamente inutile e che sta alimentando in tutto il mondo una spietata caccia molecolare e digitale ad un virus che non è mai stato rilevato.

Torsten Engelbrecht, Dr Stefano Scoglio & Konstantin Demeter

NOTE:
[1] Email del 4 settenbre, 2020
[2] Email del 5 ottobre, 2020
[3] Le immagini sono tratte da una presentazione del Dr. Andrew Kaufman, Ohio, uno dei principali sostenitori della teoria secondo cui i virus sarebbero in realtà esosomi.
[4] Email del 3 dicembre, 2020

Fonte: off-guardian.org
Link: https://off-guardian.org/2021/01/31/phantom-virus-in-search-of-sars-cov-2/
31.01.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

0 0 voti
Valuta l'articolo
125 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Holodoc
Holodoc
3 Febbraio 2021 , 2:46 2:46

Il virus può anche non esistere, può essere funzionale all’imposizione di una dittatura basata sulla paura del contagio, ma la malattia esiste.

Ovviamente sarebbe possibile conviverci senza creare tutta la repressione che viene messa in atto, tutta le teologia basata sul Santo Vaccino Redentore, semplicemente curandola come fanno in altri paesi anche all’interno della UE:

Bulgaria:

https://twitter.com/RadioSavana/status/1356638937347948547

America Latina:

https://www.panorama.it/news/salute/idrossiclorochina-america-latina

ITALIA ENSEÑA
ITALIA ENSEÑA
Reply to  Holodoc
3 Febbraio 2021 , 8:07 8:07

Il virus non esiste e la malattia si? Non ho capito.

Holodoc
Holodoc
Reply to  ITALIA ENSEÑA
3 Febbraio 2021 , 8:16 8:16

Ti ripeto quello che ho già scritto tampo fa: può essere un virus, un batterio, raggi cosmici, scie chimiche, influsso demoniaco, una cosa è certa: la malattie esiste e le cure sono note. Punto.

Se poi sei anche tu uno degli adepti della religione scientista secondo la quale esiste solo quello che è dimostrato dalgi scienziati e quello che ancora la scienza non ha dimostrato non esiste, è un problema tuo.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Holodoc
3 Febbraio 2021 , 8:26 8:26

La malattia esiste, su questo sono d’accordo.
Quello che mi interesserebbe sapere è se si tratta veramente di una malattia nuova, come ci raccontano. O quei sintomi caratteristici di riduzione della saturazione dell’ossigeno compaiono anche in altre malattie delle vie respiratorie? E la suddivisione dello sviluppo della malattia in tre fasi? La raccomandazione, ora, di intervenire ai primi sintomi?
A parte la perdita di gusto e/o olfatto e ciò che attiene alla saturazione dell’ossigeno, gli altri sintomi sono uguali a quelli dell’influenza o della similinfluenza.

Holodoc
Holodoc
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 9:56 9:56

Il primario del pronto soccorso di uno degli ospedali fiorentini non ha problema a riconoscere che una malattia che progredisce ad olorogeria come il Covid, cioè in cui la progressione da una fase alla successiva è dipendente dai giorni esatti dalla comparsa dei sintomi, non può essere naturale.

Ti giro il video, di qualche mese fa, con la sua intervista:

https://youtu.be/qQm3MZsQHjA

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Holodoc
3 Febbraio 2021 , 11:25 11:25

Intervista interessante, grazie. Il medico è “inquadrato”, perché dà risposte caute sull’idrossiclorochina ed è favorevole ai vaccini, anche se la copertura immunitaria dovesse essere di soli pochi mesi. Dice che la malattia è nuova, la definisce “matematica”, perché le tre fasi del suo decorso seguono un piano prestabilito. Questo lo induce a ipotizzare che il virus sia uscito da un laboratorio.
Molto illuminante la sua diagnosi della malattia Covid sulla base di esami sonografici: alla prima fase della malattia appaiono delle strisce distinte, che nella seconda fase si infittiscono per diventare una cascata. Le donne sarebbero meno soggette degli uomini ai decorsi più gravi del Covid, in compenso perdono più facilmente il senso dell’olfatto. Usa come antivirale il Remsidivir nella prima fase della malattia.
Importante per noi non addetti ai lavori: l’intervento deve essere repentino, si deve curare la malattia ai primi sintomi.
I pazienti della seconda ondata autunnale sarebbero stati più giovani.
Devo cercare quell’articolo scientifico recente in cui è stata “riabilitata” l’idrossiclorochina.

Holodoc
Holodoc
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 11:34 11:34

Sì più che un’intervista è un vero è proprio seminario di medicina.
Questa malattia si può curare basandosi semplicemente sulla clinica, senza andare a scomodare tamponi od altro.

emilyever
emilyever
Reply to  Holodoc
3 Febbraio 2021 , 18:13 18:13

A questo proposito devo dire che una trasmissione da cui sono sempre fuggita dopo 5 minuti per le urla del conduttore pur dalla voce bianca, Giordano, su rete 4, Fuori dal coro, ieri sera ha reso un servizio pubblico, ospitando in studio il dottor Mangiagalli e il prof Cavanna, figure di primo piano dei medici in prima linea che hanno curato il covid a casa e non hanno perso nessun paziente. Li ha lasciati parlare, spiegare che la malattia deve essere affrontata subito ai primi sintomi, hanno intervistato pazienti anche molto anziani che hanno superato la malattia, e il conduttore ha letto le lettere che invano i medici di base avevano mandato al ministero e all’Aifa lo scorso aprile per comunicare il loro protocollo terapeutico. Mai nessuno aveva loro risposto, e neppure alle domande successive dei giornalisti sul perchè ancora in autunno si insistesse sullo stare a casa e prendere il paracetamolo. Pare comunque che oggi l’Aifa abbia autorizzato 3 monoclonali in fase precoce. In effetti, da quando c’è Palù a capo dell’Aifa qualcosa si muove sulle cure, ma mi rimane ancora inspiegabile l’ordine di fermare l’uso dell’adenosina dato all’ospedale di Reggio Calabria dopo gli ottimi risultati ottenuti in pochi… Leggi tutto »

Holodoc
Holodoc
Reply to  emilyever
3 Febbraio 2021 , 18:27 18:27

Beh il vertice è cambiato dopo la sentenza del Consiglio di Stato sulla messa al bando dell’Idrossiclorochina, un abuso di potere assolutamente ingiustificabile.

Con Palù ci aspettiamo un cambio di marcia… speriamo che non faccia come Foa alla RAI ma non ci spererei più di tanto…

Non è la prima volta che Giordano invita i medici che usano le cure “proibite”, fornisce appunto quel servizio pubblico che la RAI di Foa si guarda bene dal fare…

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  Holodoc
24 Febbraio 2021 , 17:25 17:25

Palu ha già detto che il protocollo domiciliare spetta al ministro( burattino Oms) loro faranno pressione..invece i monoclonali ignorati solo dall italia che li produce per gli Usa li ha approvati l Aifa di Palu col silenzio del ministro e lo scetticismo dei governativi Bassetti e Galli

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  emilyever
24 Febbraio 2021 , 17:21 17:21

Quei mefici hanno usato da subito idrosdickorochins come antinfiammatorio eparina per copertura azitromicina/ doxiciclina per contenere la replicazione

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Holodoc
4 Febbraio 2021 , 20:16 20:16

Vorrei segnalarti un video in inglese del Dr. Bodo Schiffmann, medico otorinolaringoiatria, in cui dichiara che i sintomi clinici del Sars-CoV-2 sono identici a quelli di altre malattie del tratto respiratorio, spesso senza febbre (al minuto 4:25). Il titolo del video è ironico “Save the flu” e verso la fine il Dr. Schiffmann accenna all’articolo dell’off-gardian “Phantom Virus: In Search of Sars-CoV-2”, definendolo “fantastico”. Il video nel complesso riassume le posizioni sulla presunta pandemia dei critici anti-corona tedeschi. Schiffmann ha fatto una versione in inglese del video, poiché desidera che le sue tesi abbiano grande diffusione. In ultima analisi, dice che il Sars-CoV-2 si è sostituito all’influenza.
Trovi il video nel canale Telegram “Alles ausser Mainstream”, sotto la data 4 febbraio 2021.

Holodoc
Holodoc
Reply to  Pfefferminz
5 Febbraio 2021 , 1:19 1:19

Grazie lo guarderò

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Holodoc
5 Febbraio 2021 , 4:23 4:23

È un video di soli 19 minuti. “Save the Flu”, sottotitolo “Are flu believers automatically Corona deniers?” Sotto la data del 4 Februar, al sesto posto, nel canale Telegram “Alles ausser Mainstream”. Attualmente il Dr. Schiffmann ha deciso di chiudere il suo ambulatorio medico, per proteggere i dati personali dei suoi pazienti. Le autorità sanitarie lo stanno perseguitando, mandandogli la polizia a fare dei sopralluoghi, in quanto avrebbe rilasciato certificati medici di esenzione dall’obbligo della mascherina, senza una diagnosi valida (il Dr. Schiffmann è del parere che chiunque ha diritto al certificato di esenzione, perché la mascherina è dannosa). La prassi seguita dalle autorità è questa: alle manifestazioni, chi non porta la mascherina viene fermato dalla polizia e se costui ha un certificato medico di esenzione, si prende nota del medico che l’ha firmata. Sono molti attualmente i medici nei cui ambulatori fa irruzione la polizia, confiscando le “prove”, come computer e documentazioni di pazienti. Intanto pare che in certi parchi di Berlino gli spacciatori di droga continuino le loro attività illegali indisturbati dalla polizia. p.s.: L’altro video in inglese del Dr. Schiffmann si intitola “Corona Mutations and PCR – Test”, pubblicato in data 1 febbraio, sul Canale Telegram “Alles… Leggi tutto »

Holodoc
Holodoc
Reply to  Pfefferminz
5 Febbraio 2021 , 1:27 1:27

Avevo già visto un video di questo medico dove esaltava il ruolo della vitamina D nella città della malattia.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Holodoc
5 Febbraio 2021 , 4:01 4:01

Fra marzo e giugno 2020 il Dr. Schiffmann pubblicava quotidianamente video sull’andamento dell’epidemia e penso di averli visti tutti. Pur non escludendolo , non mi ricordo che abbia parlato della vitamina D, per cui mi chiedo, così per curiosità, se tu per caso lo stia confondendo con qualcun’altro. I suoi video erano tutti in tedesco, quello che ti ho segnalato è il secondo in inglese, il primo di neanche una settimana fa, l’avevo segnalato alla Redazione di CdC, perché l’avevo trovato particolarmente interessante. È anch’esso sul Canale Telegram “Alles ausser Mainstream”, essendo stato bannato da Youtube, al pari di tanti altri.

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  Holodoc
24 Febbraio 2021 , 17:27 17:27

Il protocollo informale di medici italiani e cinesi prevede 50.000ui ogni 3gg per 3volte se affetti da covid…ovviamente se non si è gia in cura di vitamina d

emilyever
emilyever
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 15:08 15:08

Ci sono oramai più di cento studi nel mondo che hanno riabilitato l’idrossiclorochina, ma il più recente credo sia questo,
https://www.amjmed.com/article/S0002-9343(20)30673-2/fulltext
sul the american journal medicine, in inglese, e il più autorevole, in quanto in base a questo, facebook, notizia di oggi, ha tolto il divieto di proporre l’idrossiclorochina come cura, o anche solo di nominarla. sempre in inglese
https://www.lifesitenews.com/news/facebooks-oversight-board-overturns-tech-giants-decision-to-censor-post-promoting-hcq?utm_source=LifeSiteNews.com&utm_campaign=c8abc42c37-Freedom_2_2_21&utm_medium=email&utm_term=0_12387f0e3e-c8abc42c37-407765182

Come diceva già la scorsa primavera Raoult: quando il mondo si calmerà e smetterà di terrorizzare la gente, mi darà ragione.

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 17:19 17:19

I fumatori si ammalano meno

CptHook
CptHook
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 12:12 12:12

A parte la perdita di gusto e/o olfatto

Io sono anni che ho pochissimo olfatto (anosmia), al punto di non avvertire l’odore del gas di cucina. L’anno scorso di questi tempi ho sviluppato una forte “cacosmia” (sentire un pessimo odore nel naso, che a volte emanavo anche).
Ho fatto una terapia a base di antibiotici da cavallo e cortisone, dopo la quale ho espulso dal naso circa 2 cc. di una fanghiglia grigiastra fetida. All’analisi è risultata sviluppare la “candida”.
Dopo questo episodio, grazie anche ad abbondanti dosi di antinfiammatori naturali (melatonina coniugata con adenosina e glicina, abbondanti vitamine A, B, C, D), lattoferrina e resveratrolo) ho cominciato a recuperare l’olfatto. Il problema adesso è che devo insegnare di nuovo al cervello a identificare correttamente gli odori.

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 17:14 17:14

Ti rispondo io.sulla prossibile vera identità del virus….le analogie con un protozoo noto sono impressionanti e spiega molte cose. 1) entrambi possono provocare insufficenza respiratoria e renale a causa di tempesta citochinica 2) sono sensibili agli stessi antibiotici azitromicina e doxiciclina( per inciso i medici dicino che gli antibiotici curano solo coi batteri e non i virus quindi sono da evitare col covid…ma dicono mezza verità infatti soecie questi due agiscino su temibili e resistenti parassiti, protozoi ,ureaplasma ,micoplasma infatti la azitromicina ormai demonizzata( accusata di allungare l intervallo QT sebbene si usa da sempre)..riducono la moltiplicazione del protozoo.In entrambi i casi di malattia finzionano soprattutto come profilassi o primi sintomi 3) Entrambi si curano con la idrossiclorochina che come gli antibiotici funzionano specie nella fase iniziale come antinfiammatorio o meglio come profilassi. Demonizzata e screditata con uno studio Lancet poi dichiarato falso dagli stessi scienziati. Riammesso dalla magistratura ora il medico puo decidere di prescriverla… Chi è? Chiedere al prof Rault che pero ‘ non lo dice ma ha stabilito quel protocollo di cura. È una forma di Plasmodium Falciparum la forma piu.aggressiva di malaria..basta consultare qualsiasi studio ma anche siti di viaggiatori Inoltre il principale finanziatore dell oms… Leggi tutto »

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Marcello Di Baronio
24 Febbraio 2021 , 17:31 17:31

Incredibile. Questo spiegherebbe anche l’efficacia dell’Ivermectina. O il fatto che il Sars-CoV-2 non è ancora stato isolato in modo “purificato”. O il sospetto di quella scienziata italiana, secondo la quale il “germe” (un batterio infettato dal Sars-CoV-2) veniva ingerito. O che venga trovato nelle feci.
Ho già letto centinaia di notizie sul Covid, ma la sua è una novità assoluta (per me). Grazie.
È disponibile qualche fonte?

ITALIA ENSEÑA
ITALIA ENSEÑA
Reply to  Holodoc
21 Febbraio 2021 , 14:23 14:23

Tutto il contrario, ma anche credere alle cure note e’ scientismo.

Holodoc
Holodoc
Reply to  ITALIA ENSEÑA
21 Febbraio 2021 , 14:41 14:41

Credere che una cura funziona non perché lo ha scritto qualche barone di qualche università su un ciclostilato ma perché le persone che la seguono guariscono non è scientismo, ma obbiettività. Altrimenti è scientismo pure credere che sotto l’acqua ci si bagna.

Holodoc
Holodoc
Reply to  ITALIA ENSEÑA
21 Febbraio 2021 , 14:41 14:41

Credere che una cura funziona non perché lo ha scritto qualche barone di qualche università su un ciclostilato ma perché le persone che la seguono guariscono non è scientismo, ma obbiettività. Altrimenti è scientismo pure credere che sotto l’acqua ci si bagna.

ITALIA ENSEÑA
ITALIA ENSEÑA
Reply to  Holodoc
21 Febbraio 2021 , 17:07 17:07

Vedo tanti che assegnano alle «cure» il risultato di quello che e’ uno stato fisico solido e autoimmune.

Holodoc
Holodoc
Reply to  ITALIA ENSEÑA
21 Febbraio 2021 , 19:03 19:03

Se hai un sistema immunitario che funziona il Covid è solo una normale influenza. Se il sistema immunitario non funziona a dovere allora è comunque possibile curarlo prima che la malattia evolva verso la sua forma mortale, ossia la trombosi per iperinfiammazione.

Questo lo sanno i medici che guariscono le persone quotidianamente. Gli “scenziati” che invece siedono dietro alle cattedre e flirtano con i politici preferiscono far finta che le cure non esistano.

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  Holodoc
24 Febbraio 2021 , 17:54 17:54

Solo i patologi possono identificare ed indicare quindi la cura di ins patologia..non i virologi o microbiologi che studiano in vitro…per questo sono state vietate le autopsie per evitare che si capisse che non erano danni diretti da infezione come in batterio o virus ma indiretto perché il protozoo chiamato sars cov2 stimola una ipereazione del sistema immunitario come fosse una reazione anafilattica( molto simile)…grazie a 70autopsie vietate da oms ministro iss si è scoperto proprio in Italia la trombosi multiorgano da cui l uso dell eparina a livello mondiale ha come minimo ridotto di 2/3 i morti.

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  Marcello Di Baronio
24 Febbraio 2021 , 17:56 17:56

Ah Palu ha detto che non sapremo mai se questo patogeno è naturale o modificato…penso posda bastare

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  Holodoc
24 Febbraio 2021 , 16:50 16:50

La malattia esiste si dimostra con la tac non col tampone..
Parecchie persone hanno tamponi negativi ma polmoniti interstiziali alla Tac..ed anche le analisi sono sballate..ldh alto ( parenchima polmonare o renale infiammato) a volte danno cardiaco con troponina t alta , aumento di ferritina ematocrito
pisatrinopenia linficitopenia aumento di monociti ..dimero alto …ipercoagulazione da tempesta citochinica con necrosi dei piccoli vasi ( e quindi in primis polmoni e reni) etc
Esiste anche l aids ma non c è la prova sia provocato dall hiv ed il test è farlocco .Io quelle tac e relativi analisi le ho viste ed ho visto i pazienti salvati dal tocilizumab…chi ha esitato troppo a casa magari in attesa di tampone( sconsigliato anche dal prof Remuzxi del mario negri) purtroppo ha avuto i polmoni necrotizzati( con saturazione molto bassa)

Holodoc
Holodoc
Reply to  Marcello Di Baronio
24 Febbraio 2021 , 17:02 17:02

Con mio padre non hanno esitato solo prima del tampone ma pure dopo. Una settimana buttata via… per fortuna che in famiglia ho infermieri e farmacisti che ci hanno permesso di compensare le quasi inesistenti cure domiciliari.

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  Holodoc
24 Febbraio 2021 , 18:00 18:00

I medici di base sono incompetenti e prezzolati ( circa 7000euro al mese ciene pagata la loro connivenza) tranne pochissimi..
Nessuno visitava a casa per sentire i polmoni…non potevano spendere qualche euro dei 7000 per i Dpi…io non gli darei piu di 700euro al mese invece prendono piu di un mefico ospedaliero che almeno tranne per parentopoli devono fare uno straccio di concorso

Annibal61
Annibal61
Reply to  ITALIA ENSEÑA
3 Febbraio 2021 , 8:47 8:47

E’ la solita influenza.

CptHook
CptHook
Reply to  Annibal61
3 Febbraio 2021 , 12:13 12:13

E’ un’influenza un po’ più bastarda di altre…

CptHook
CptHook
Reply to  ITALIA ENSEÑA
3 Febbraio 2021 , 12:07 12:07

Non esiste la malattia, esiste una malattia di origine non ancora identificata con assoluta certezza, peraltro abbastanza simile ad altre che sono sempre esistite, che vengono trasmesse da virus, batteri, virus-batterici e quant’altro.

ITALIA ENSEÑA
ITALIA ENSEÑA
Reply to  CptHook
21 Febbraio 2021 , 14:22 14:22

A be’…allora…

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  CptHook
24 Febbraio 2021 , 18:04 18:04

Protozoo…se canta come un gallo becca come un gallo…è un gallo…
Quindi se risponde alle stesse medicine del plasmodium ( malaria) magari modificato geneticamente…se provoca sintomi analoghi nella forma grave..
Il sars cov2 è una specie di plasmodium falciparum opportunamente modificato( come fece la fondazione Gates nel 2011)

gix
gix
3 Febbraio 2021 , 3:52 3:52

Qualche giorno fa abbiamo visto un articolo nel quale si riportavano le affermazioni della dott.ssa Bolgan, anche sugli studi del dott. Brogna, ovvero relativamente al fatto che si tratta di un virus batterico. Ho visto anche su border nights e, da quello che capisco, non solo non si mette in dubbio l’esistenza del virus, ma anzi se ne teme assai la capacità di adattamento e la potenziale aggressività a vari livelli anche attraverso i batteri. Il dott. Brogna definisce il virus “un mostro” evidentemente pericoloso, non mi pare perciò che in questo caso si metta in dubbio l’esistenza del virus in quanto tale. A chi dobbiamo dar retta?

Simsim
Simsim
Reply to  gix
3 Febbraio 2021 , 4:34 4:34

Al buonsenso e all´esperienza personale. Di fatto incentrare il dibattito sull´esistenza significa polarizzare la discussione tra negazionisti e covidioti. Se fosse un problema strettamente clinico, stai certo, parlerebbero chiaramente su tante cose perché mostrerebbero la loro attenzione verso la gente e diventerebbe una questione elettorale anche. Il fatto che decine di aspetti siano tabú e molto poco spiegati, che ci sia la gara ad etichettare come negazionista chiunque provi a ragionare, significa che nei discorsi non si puó andare in profonditá. Ergo qualcosa non torna, e questo é probabilmente il dato di fatto che ci interessa. Tra il virus e l´applicazione pratica, hanno disseminato il campo di cose che non tornano. Concentriamoci su quelle evidenti.

XL
XL
Reply to  Simsim
3 Febbraio 2021 , 5:44 5:44

Certamente, la conclusione politicamente sensata è la tua.

Però è anche importante notare che quasi tutta la narrativa sul covid che ci hanno propinato NON è scientifica.Hanno detto che era un virus che contagiava per via aerea che prove hanno portato?
hanno detto che gli asintomatici sono contagiosi, in base a quali prove?
Hanno detto che mascherine e distanza sono importanti per prevenire la malattia, e che prove hanno portato?
Te lo dico io, NESSUNA.

Qui c’è gente che fa affermazioni drammatiche senza uno straccio di prova e pretende le prove dell’opposto (che ci sono, gli studi sono stati pubblicati) e quando tali prove vengono esibite le ignorano.
La scienza basata sulle prove e sugli esperimenti ripetibili è calpestata e derisa dai nuovi stregoni, che in compenso sono tutti rigorosamente dotati di solidi conflitti di interesse.

Simsim
Simsim
Reply to  XL
3 Febbraio 2021 , 7:07 7:07

Siamo assolutamente d´accordo. Il vero punto secondo me é uno. Che ci sia un virus, che ci sia altro, un fenomeno clinico c´é. E la narrazione é stata sempre volutamente offuscata. Se restiamo ai dati certi, abbiamo un certo numero di persone su cui si é verificato un fenomeno clinico, utilizzato per spargere terrore e giustificare l´ingiustificabile. La mia mente basilarmente razionale in ultima analisi dice che il punto di rottura di questa cosa é il come affrontare il fenomeno clinico. Le armi ormai ci sono, abbiamo un gran numero di medici che, veri eroi, hanno sfidato i protocolli e trovato una serie di medicinali che, se dosati sulla fisiologia del malato, azzerano o quasi il rischio di morte. Se si riesce ad abbattere il pilastro dell´ineluttabilitá, il resto della narrazione crolla da sola. Me ne sbatte cavoli di sapere qui e ora quale sia la causa, intanto ne azzero le conseguenze, e poi ci sará la scienza, coi suoi tempi, a dare maggiori spiegazioni.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Simsim
3 Febbraio 2021 , 7:13 7:13

Per inciso, su una rivista scientifica è apparso recentemente un articolo che conferma l’efficacia dell’idrossiclorochina e di un antibiotico, Azitromicin, nella cura del Covid 19, cura tanto spesso ostracizzata e usata da alcuni di quei medici che tu definisci giustamente “veri eroi”.
Concordo con il tuo ragionamento di fondo.

CptHook
CptHook
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 12:16 12:16

Oltre alla tanto vituperata ivermectina, anch’essa efficacissima come confermatomi dal mio “corrispondente” da Brasilia che si è curato con successo in due giorni.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  CptHook
3 Febbraio 2021 , 12:21 12:21

CptHook, ho pregato la redazione di CdC di farti avere un video in inglese del dott. Bodo Schiffmann. L’hai ricevuto?

Holodoc
Holodoc
Reply to  Simsim
3 Febbraio 2021 , 7:48 7:48

Condivido in toto, e te lo dico da uno che il covid lo ha contratto e ne ha visto gli effetti sui propri parenti ed amici.

Rilancio anche aggiungendo che ho le prove provate che con adeguata prevenzione a base di vitamine e altri integratori le conseguenze peggiori della malattia possono essere evitate ben prima di aver bisogno di antibiotici, antinfiammatori e antimalarici.

CptHook
CptHook
Reply to  Holodoc
3 Febbraio 2021 , 12:17 12:17

Prevenzione, parola sacrosanta, incubo di medici e case farmaceutiche, nonché di tutti quei politici che su quelli campano.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Holodoc
3 Febbraio 2021 , 14:59 14:59

Su internet si trovano innumerevoli resoconti e statistiche che dimostrano l’importanza della vitamina D nella prevenzione del Covid.

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  Simsim
24 Febbraio 2021 , 18:19 18:19

Se si va subito in ospedale o ci si fa seguire da medici a casa che sanno il fatto loro controllando sempre che non scenda sotto a 91 nella maggior parte dei casi se ne esce anche nei casi piu critici…se si aspetta troppo( l attuale protocollo ministero è tachipirina piu attesa..) si rischia in alcuni casi

CARLO
CARLO
Reply to  XL
3 Febbraio 2021 , 14:59 14:59

di grembiulini, più che di conflitti di interesse

XL
XL
Reply to  CARLO
7 Febbraio 2021 , 8:45 8:45

Eh di grembiulini ce n’è un’intera squadra (e anche un compasso in verità).

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  XL
24 Febbraio 2021 , 18:15 18:15

Non ha senso cercare di scoprire se il virus è naturale o frutto di ingegneria genetica…se sfuggito da laboratori privi di sicurezza( troppo poca) o diffusi ad hoc…si possono fare argomentazioni ma la certezza non l avremo mai meglio concentrarsi su cosa sia per capire la cura che nessuno cerca..perche se si stabilisce un protocollo di cura efficace finisce la paura i lockdown con annesso default i vaccini

gix
gix
Reply to  Simsim
3 Febbraio 2021 , 5:43 5:43

Se parliamo di buonsenso e di esperienza personale, con me sfondi una porta aperta, da sempre le mie modestissime riflessioni le condivido con chi vuole affidarsi al ragionamento e a quello che è possibile riscontrare (soprattutto con molti di quelli che qui dentro leggono e non commentano…), dovrebbe interessarci molto di più adottare atteggiamenti critici e non fideistici verso una scienza che si contraddice dalla mattina alla sera. Inoltre, insisto sempre su questo, occorre imparare a stabilire quali sono le cose sulle quali conta veramente ragionare, e lasciare in secondo piano quelle che non meritano attenzione più di tanto. Da questo punto di vista hai ragione, tutte le discussioni fra negazionisti e non, lasciano il tempo che trovano, e la mia era una domanda provocatoria, per così dire.

giovanni
giovanni
Reply to  gix
3 Febbraio 2021 , 7:41 7:41

Molti leggono e non commentano. Giusto. Quello che non capisco è, leggendo alcuni commenti, del perché vi sia chi non legge e commenta, indicando apertamente nel commento stesso “….l’articolo lo leggerò dopo.”
In merito alla valutazione virus si/no penso che occorrerà ancora tempo per capire realmente cosa è accaduto in determinate aree ad inizio 2020; certo che conteggiare tutti i decessi come morti a causa del covid giustifica l’opinione negazionista.

gix
gix
Reply to  giovanni
3 Febbraio 2021 , 8:11 8:11

In effetti la ragione stessa dell’esistenza di un commento o di una riflessione (certamente non necessaria in se) dovrebbe essere conseguenza dell’aver preso atto di una idea, di una opinione, di un punto di vista in qualunque modo sia espresso….un minimo di collegamento ci dovrebbe essere, ma evidentemente in alcuni casi si ritiene superfluo. Per quanto riguarda l’operazione virus, va considerata su due livelli. Il primo riguarda la sfera personale, ovvero se uno ha avuto conseguenze per la propria salute per qualcosa di simile a quello che vede raccontato dalla mattina alla sera, o può fare affidamento su testimonianze di gente vicina ed affidabile che può fornire delle conferme. Il secondo livello, quello sicuramente più importante dal punto di vista generale, visto che la maggioranza delle persone non ha esperienza diretta del virus, se non nella rappresentazione che se ne da ogni giorno, sta nella presa d’atto delle conseguenze che lo stesso virus ha comportato nella vita di ciascuno di noi, ovvero restrizioni della libertà, difficoltà economiche, incertezza ecc. Questo secondo livello è quello che dovrebbe prevalere nell’affrontare l’argomento in maniera razionale, questo è ciò che conta. In fondo nulla ci vieta di pensare che non si siano presi elementi… Leggi tutto »

ITALIA ENSEÑA
ITALIA ENSEÑA
Reply to  Simsim
3 Febbraio 2021 , 8:09 8:09

Spiegazione perfetta.

lurisia
lurisia
Reply to  gix
3 Febbraio 2021 , 4:59 4:59

Condivido l’analisi di Simsim, aggiungo che secondo me affermare che il virus non è stato isolato non significa che non esista. Personalmente (e sottolineo personalmente) intendo il senso dell’articolo come sottolineare che gli sforzi e i sacrifici richiesti alla popolazione siano nella direzione sbagliata, cioè ci dedichiamo a cercare positivi asintomatici con tamponi farlocchi, obblighiamo la gente a perdere il lavoro e andare in depressione, a indossare inutili mascherine, per cosa, che non è ancora stato dimostrato nulla scientificamente? Mi rifaccio alle parole di un medico di base che afferma di non aver avuto decessi da covid tra i suoi pazienti “… io non curo il covid, io cerco di prevenire e curare le polmoniti che sono sempre esistite…”

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  gix
24 Febbraio 2021 , 18:08 18:08

La Sars del 2001 secondo studi cinesi ( wuelli che la conobbero meglio) in realtà nascondeva una forma di Clamidia polmonare…studio mai smentito..
Ma a che serve chiamare un protozoo, virus( sars cov2) e un batterio, virus semplice a ritardare le cure e fsr diffondere la pandemia ed accettare limitazioni di liberta e vaccini senza obbligo ma per paura

ndr60
ndr60
3 Febbraio 2021 , 3:53 3:53

Articolo interessante che però non risponde a una domanda ovvia: se è vero che il virus non è stato isolato né tantomeno purificato, che diavolo c’è nei vaccini?

Violetta
Violetta
Reply to  ndr60
3 Febbraio 2021 , 4:29 4:29

come ho gia detto in un altro post, inizio davvero a convincermi che la farsa è molto più di ciò che sembra. A parte la questione del “reset” economico e sociale, sono riusciti a farci guardare dalla parte opposta! Non è plausibile che siano riusciti in fretta e furia e “inventare” un nuovo modello di vaccino, quelli a mRna. Di conseguenza ci lavoravano da un pezzo. Per come è stata trattata la cosa, cioè come fosse una cosa normale mentre invece sarebbe una scoperta incredibile che avviene proprio nel momento giusto, la cosa puzza e molto. Dal mio punto di vista si doveva sperimentare questo nuovo tipo di “vaccini” su larga scala. E il covid se da un lato permette il “reset” economico tramite una crisi di proporzioni planetarie che quella del 2008 è una passeggiata di salute, dall’altro è la “scusa” con cui fare una sperimentazione di massa. I “vaccini” mRna aprono la porta a tutta una nuova serie di “farmaci”genetici. Se iniettando una molecola di mRna si riesce a far produrre a una cellula una determinata proteina, abbiamo aperto il campo a una cosa di portata epocale che appunto è stata “insabbiata” come fosse una nuova tecnica vaccinale… Leggi tutto »

Simsim
Simsim
Reply to  Violetta
3 Febbraio 2021 , 4:36 4:36

Il sogno di ogni nazista. Concordo. Il tutto si riduce ad una forma di controllo. Non devo elencare cosa é possibile fare con l´mRna ad un corpo umano se vuoi sbilanciarlo. Controllo delle nascite e controllo della mortalitá, per tenerci bassi e concisi.

Violetta
Violetta
Reply to  Simsim
3 Febbraio 2021 , 4:44 4:44

Anche.
Ma potenzialmente si può fare molto ma molto di più.

Simsim
Simsim
Reply to  Violetta
3 Febbraio 2021 , 4:52 4:52

Certo. Restano sul campo diversi punti:

1) É il caso che questa potenziale arma sia in mano a chi ce l´ha in mano ora?

2) Qual é il giusto limite sull´utilizzo di questa tecnologia? Credo che come civiltá dobbiamo risolvere diversi dilemmi esistenziali prima di darci una risposta.

E aggiungo un altro macigno enorme sulla discussione: la domanda 2 é la stessa che si pone chi é in vetta al mondo. Solo che lo fa con la testa inquinata dal pensiero di dover conservare la propria posizione di potere e privilegio.

Violetta
Violetta
Reply to  Simsim
3 Febbraio 2021 , 4:57 4:57

Posso rispondere?

1) Non capisco la domanda. È il caso?
Come direbbe Smith di Matrix : “è inevitabile” e ciò che è inevitabile può essere considerato “giusto” da un certo punto di vista.

2) Il limite etico e morale non esiste. Non è mai realmente esistito.
In teoria è possibile utilizzar questa “tecnologia” (come le altre) per fare cose grandiose e positive per tutti.
In pratica lo scopo è “controllo”.
È giusto?
È inevitabile!
Dobbiamo accettare che siamo pecore e che chi ci “gestisce” lo fa come fossimo pecore, perchè siamo pecore.
Cosa fai con un branco di pecore? Ottimizzi.

Simsim
Simsim
Reply to  Violetta
3 Febbraio 2021 , 6:55 6:55

1) No, non é inevitabile. E la mia risposta alla domanda é no, motivo per cui dietro la querelle vax/no vax c´é tutto un altro mondo di discussione che non viene affrontata pubblicamente.

2) Attenzione, ho evitato volontariamente la parola etica per non incentrare la discussione su un parametro che é ancora fortemente soggettivo. Tecnicamente si puó fare tutto, a parte essere immortali. Resta da capire cosa é sensato fare e cosa no. Ti faccio un esempio banale ed estremo, ma é per farti capire i limiti del discorso. Puó aver senso un giorno correggere le malformazioni congenite cardiache con la tecnologia? Per me si. Puó aver senso un giorno impiantarci tutti un fucile nel braccio destro? Direi di no perché ci ammazzeremmo tutti alla lunga. Ora portiamo questo discorso su tutto quello che é possibile. L´etica fa certamente parte di questa discussione, ma non puó essere sempre l´unico parametro di scelta, proprio perché é fortemente soggettivo come parametro.

Violetta
Violetta
Reply to  Simsim
3 Febbraio 2021 , 9:46 9:46

scusa, non credo di capire.
Tu dici : ” Resta da capire cosa é sensato fare e cosa no. ”

Ma chiaramente dipende dal punto di vista.
Mio, tuo, di mio nonno, di Elon MUsk, di BIll Gates, di Satana?

Cosa è sensato “per quale scopo”?

Simsim
Simsim
Reply to  Violetta
4 Febbraio 2021 , 4:29 4:29

Questo é quello che questa guerra porterá a definire.

Vedi, il punto che rende complicata questa faccenda a mio parere é che ci sono dei temi su cui effettivamente vanno fatte delle scelte. Il fatto che ora queste scelte siano appannaggio di gente folle non significa che i temi non siano sul tavolo e non debbano trovare una soluzione. Ma é un discorso molto lungo, e onestamente non so neanche se sono in grado di spiegarlo nella sua interezza e in maniera inequivocabile. Per riassumerlo in una frase, la mia impressione é che chi sta facendo quello che sta facendo, sta tentando di affrontare dei temi che esistono con metodi ed intenzioni completamente sbagliate. Se, come auspico, questa gente verrá spazzata via un giorno, alcuni dei temi che pone rimarranno comunque irrisolti. Qui dovrei andare in elenco per evitare di essere tacciato per un pazzo globalista, fatti bastare peró che non sono in grado di formulare pensieri cosí deviati, né soluzioni plausibili. Mi limito a descrivere il mio punto di vista.

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  Simsim
24 Febbraio 2021 , 18:23 18:23

Si diventa tecnicamente Ogm

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Violetta
3 Febbraio 2021 , 11:53 11:53

Orrore, orrore, hai messo Draghi nella fotografia del tuo avatar!
😉

Violetta
Violetta
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 12:09 12:09

sono IO DRAGHI!!! BBBBUHHHHAHAHAHAHA

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Violetta
3 Febbraio 2021 , 12:17 12:17

L’ho sempre sospettato. Vuoi che non sappia perché insisti tanto sul fatto che bisogna evitare gli sprechi, che i soldi ci sono, ma devono essere ripartiti in modo più intelligente, ecc. ecc.
Poi tutte quelle conoscenze da insider sui giovani partiti…sai troppe cose. Non c’è un campo del sapere che ti trovi impreparato. Per non parlare degli innumerevoli nick, nel corso degli anni…
😉

Violetta
Violetta
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 12:23 12:23

” conoscenze da insider sui giovani partiti.”
???

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Violetta
3 Febbraio 2021 , 14:51 14:51

Chi era sul Britannia ha programmato i partiti futuri per incanalare il dissenso…

Violetta
Violetta
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 23:12 23:12

Be avevo ragione….

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  Violetta
24 Febbraio 2021 , 18:22 18:22

È dal 2010 che fda boccia i vaccini genici essendo poco sicuri a medio lungo termine…ora gli hanno dato una licenza di emergenza..
Che sinpuo fare solo sotto pandemia considerando la scarsa sicurezza il male minore

Franco Molinari
Franco Molinari
Reply to  ndr60
3 Febbraio 2021 , 4:28 4:28

E’ risaputo che non c’e’ un virus depotenziato ma Nano Tecnologie Genetiche

IlContadino
IlContadino
3 Febbraio 2021 , 4:32 4:32

Il virus non esiste, ma la malattia sì.
Ennesimo paradosso utile ad ingarbugliare i pensieri e quindi i comportamenti di noi tutti. La mascherina è inutile, ma è resa obbligatoria. I farmaci più efficaci proibiti per legge. Il test PCR è inaffidabile quindi ha fiducia incondizionata. Gli unici ad essere colpiti sono gli anziani, e imbavagliano i giovani. L’attività fisica aiuta il benessere, quindi chiudono i centri sportivi. Il sole e l’aria pulita tengono in salute, ma sconsigliano di uscire…se non per andare in tabaccheria. E ancora e ancora e ancora…
Siamo diventati tutti vittime del paradosso. Sembra di vivere in un kōan del buddismo zen -paradosso inspiegabile che aiuta il discepolo a svelare la Realtà-. Il problema è che un kōan oltre al discepolo necessita di un maestro, una guida, altrimenti il discepolo si perde.
Kōan di oggi: Esiste discepolo senza maestro?

Holodoc
Holodoc
Reply to  IlContadino
3 Febbraio 2021 , 5:12 5:12

Ottima analisi con cui concordo al 100%.

Per me, anche senza maestro, era chiaro fin dal principio che distanziamento, isolamento e vaccini fossero il fine, non il mezzo.

Ma forse i pochi che lo hanno capito è perché il loro maestro lo avevano già incontrato prima…

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  IlContadino
24 Febbraio 2021 , 18:27 18:27

Idrosdiclorochina e doxicickina puoi prenderli anche dal tuo medico di base…il tocilizumab no al max in ospedale dove ce l hanno…i monoconali dovendosi prendere subito dovrebbe darli il medico di base…ma non sono disponibili..solo vaccini

PietroGE
PietroGE
3 Febbraio 2021 , 4:34 4:34

Il virus quindi non esiste! Quello che esiste invece è la cospirazione di dimensioni planetarie che coinvolge tutti i Paesi, i governi, i centri di ricerca, i centri di statistica, i medici e personale sanitario di ogni angolo del pianeta, una cospirazione che avrebbe come centro l’invenzione di un virus e di conseguenza la dittatura sanitaria. Non parliamo poi di quelli che pubblicano ‘disegni’ del virus come una palla con degli spuntoni sopra, di quelli che so sono proposti come volontari, dei vaccini prodotti non si sa con che cosa ecc. ecc. Finiamo anche con quelli hanno perso le elezioni presidenziali per un virus inesistente e che hanno fatto finta quindi di essere malati e poi guariti non si sa di cosa. Ci tengo a precisare che io prendo le distanze da una simile teoria che giudico assolutamente insensata.

XL
XL
Reply to  PietroGE
3 Febbraio 2021 , 5:30 5:30

No Pietro, l’articolo non dice che il virus non esiste, ma che non è stato correttamente isolato.
Comunque tieni conto che la teoria dei virus non è così certa come sembra; perché esistono dei fatti osservabili e comprovabili, ma la teoria che li spiega può essere soggetta a revisione.
A volte la scienza continua a basarsi su una qualche vecchia teoria che presenta parecchi punti problematici, per il solo fatto che non se ne è affermata ancora una migliore (lo so per certo perché ho uno scienziato in casa).

La scienza ha fatto scoperte rivoluzionarie in passato e potrebbe farne ancora oggi.

Comunque concordo con chi dice che la battaglia politica non vada fatta su questi punti, anche se lo specifico rilievo sui test, inadeguati e dannosi è sacrosanto.

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  PietroGE
24 Febbraio 2021 , 18:39 18:39

Sbagli e di grosso…sono stati violati tutti i principi…ad esempio i postulati di koch iniettando a cavie quel surnanatante( contenente sars cov2 analizzatocon la pcr )non hanno manifestato la malattia come avrebbe dovuto…neanche l hiv li ha msi verificati….invece la Sars 1 iniettato a macachi provocarono la malattia

Quindi non sono loro i responsabili delle due malattie( sars cov2 e hiv)….quello che rileva il tampone è sicuramente un tratto di uno dei tanti corona virus circolanti che hanno in comune tra loro oltre l 85% dei geni ossia un valore molto vicino all’attendibilità della metodica ….ecco perché il 95% dei positivi al tampone è asintomatico o paucisintomatico essendo virus deboli…il 5% di sintomatici gravi hanno sia il corona virus stagionale ( e quindi risultano positivi)che il protozoo…

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  PietroGE
24 Febbraio 2021 , 18:45 18:45

Ah secondo kary mullis nobel inventore pcr ha piu volte redarguito i microbiologi sull arbitrarietà di usare la pcr per i virus ad rna…..senza contare che sopra 25 cicli pcr si ha solo rumore e risultato random…oggi si arriva a 35 nei paesi occidentali mentre in molti paesi con pochissimi infetti correttamente non si superano 25 cicli…..chiedetevi perche nesdun laboratorio segnala il numero di cicli sul referto…semplice perché il kit pcr rt specifica che il risultato è corretto solo se non supera 25cicli…il diavolo si nasconde sempre nei dettagli

lady Dodi
lady Dodi
3 Febbraio 2021 , 4:38 4:38

Questa schifezza ,di vaccini ha solo il nome. L’HIV, a suo tempo, si comportava allo stesso modo: genoma inafferrabile. Perché era artificiale. Qui idem. Per me.

Violetta
Violetta
Reply to  lady Dodi
3 Febbraio 2021 , 5:01 5:01

A proposito:
Con questa tecnica a mRna cosa aspettano a fare altri vaccini tipo appunto per l’HIV? o altre malattie endemiche?

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Violetta
3 Febbraio 2021 , 5:15 5:15

La tecnica a mRNA del vaccino sembra che funzioni in vitro, ma nella realtà? È stata esaminata la sua tossicità (il vaccino funziona, ma il paziente muore)? E gli effetti a lungo termine (mutazioni indotte del DNA)?
I farmaci a mRNA sono già stati utilizzati per curare i tumori e in questi casi, attenzione, le cellule tumorali muoiono!

Violetta
Violetta
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 5:16 5:16

e abbi pazienza! Si è aperta ora la sperimentazione di massa (“planetaria”).

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Violetta
3 Febbraio 2021 , 6:12 6:12

Colgo l’occasione per ribadire quello che ha detto l’avvocato Füllmich e cioè che la sperimentazione è reale, nel caso dei vaccini su base mRNA. Questo dato di fatto deve essere comunicato prima della vaccinazione, affinché il consenso sia veramente “informato”. In caso contrario, il consenso è nullo e la vaccinazione è una lesione corporale.
Auspico che magistrati e avvocati si attivino per chiarire e risolvere la situazione.

Astrolabio
Astrolabio
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 10:19 10:19

Dopo che hanno fatto lesioni corporali, come faranno a ripristinare l’organismo cone era prima? Il consenso informato lo danno gli autolesionusti?
E’preoccupante che nessuno pensi alla propria salute a meno che non lo informino invece ma lo intortellinano detto anche circonvenzione di incapace.
Poi nemmeno magistrati e avvocati ne vanno in fondo.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Astrolabio
3 Febbraio 2021 , 11:36 11:36

Certo, una volta che sia già stata fatta la vaccinazione, non si può fare più nulla. Quello che volevo dire è che la vaccinazione Covid a base mRNA è una sperimentazione non perché lo assumiamo noi complottisti sui social, ma dal punto di vista giuridico, se la constatazione dell’avvocato Fuellmich è corretta. Questo sarebbe dovuto al fatto che l’approvazione del vaccino Biontech/Pfizer da parte dell’EMA è legata a delle condizioni.
L’EMA avrebbe imposto alla Biontech di fare determinati esami entro una certa data, mi sembra entro giugno 2021 (ci sono però anche altre scadenze più in là nel tempo), quindi l’autorizzazione è condizionata.
Questo deve essere comunicato a chi si sottopone al vaccino, pena la nullità del consenso.
Ovviamente è l’autorità sanitaria che deve attivarsi per far sì che questa informazione venga introdotta nel modulo che il vaccinando deve firmare, se non l’ha già fatto, cosa di cui io non sono a conoscenza.

Astrolabio
Astrolabio
Reply to  Violetta
3 Febbraio 2021 , 10:15 10:15

Non e’ nemmeno di massa la sperimentazione, piuttosto e’ piu di mass media.

Violetta
Violetta
Reply to  Astrolabio
3 Febbraio 2021 , 10:44 10:44

mah, la sperimentazione mi pare piuttosto reale

Holodoc
Holodoc
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 6:04 6:04

Scusa, se il paziente muore, muore anche il virus! Efficacia garantita!!!

lady Dodi
lady Dodi
Reply to  Holodoc
3 Febbraio 2021 , 6:31 6:31

I virus normali SANNO che morirebbero con l’ospite ma questo se è artificiale non sa neanche questo. E anche l’ebola si comporta così.
Virus artificiali e anche deficienti. Virus-kamikaze?

Holodoc
Holodoc
Reply to  lady Dodi
3 Febbraio 2021 , 6:55 6:55

I virus evolvono normalmente verso forme meno aggressive… e se viene lasciato circolare liberamente va a sostituire le forme più aggressive.

Se invece ISOLI i soggetti infetti, induci LE VARIANTI locali diverse tra loro che possono anche essere più aggressive. Anche l’uso indiscriminato dei vaccini può portare, come succede con gli antibiotici, a selezionare forme più resistenti.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Holodoc
3 Febbraio 2021 , 12:03 12:03

Esatto. È stato spiegato bene nell’articolo sul virus batterico, ove si diceva che chi ha un sistema immunitario robusto sconfigge le varianti più pericolose del virus e integra quelle meno pericolose, che a loro volta vengono trasmesse ad altri, contribuendo alla vera immunità di gregge, NON quella voluta dall’OMS, che si creerebbe con le vaccinazioni. Che eresia!
Hai ragione, l’isolamento degli individui è contraproduttivo!
Vogliono praticamente che si facciano cose insensate.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Holodoc
3 Febbraio 2021 , 12:03 12:03

Esatto. È stato spiegato bene nell’articolo sul virus batterico, ove si diceva che chi ha un sistema immunitario robusto sconfigge le varianti più pericolose del virus e integra quelle meno pericolose, che a loro volta vengono trasmesse ad altri, contribuendo alla vera immunità di gregge, NON quella voluta dall’OMS, che si creerebbe con le vaccinazioni. Che eresia!
Hai ragione, l’isolamento degli individui è contraproduttivo!
Vogliono praticamente che si facciano cose insensate.

Marcello Di Baronio
Marcello Di Baronio
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 18:49 18:49

Lo stesso crisanti ha detto che è follia vaccinare durante picchi pandemici prima volta nella storia perche si posdono indurre varianti..sibpoteva vaccinare a giugno ottobre prima del picco di ottobre causato da riapertura scuole( non dalle discoteche di luglio agosto visto che tra assembramenti e picco passano 15gg)

Astrolabio
Astrolabio
Reply to  Holodoc
3 Febbraio 2021 , 10:13 10:13

Deve essere questo il principio su cui su basano per il vaccino.
Il paziente morto e’ solo un effetto collaterale.

Holodoc
Holodoc
Reply to  Astrolabio
3 Febbraio 2021 , 10:57 10:57

… e, basandosi sui sintomi che tra vaccino e malattia si somigliano, può sempre essere contato come morto covid…

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Holodoc
3 Febbraio 2021 , 12:08 12:08

Ed è questa la grande sfortuna di chi si oppone con tutte le forze alla narrazione ufficiale. Ora che sono riusciti a far passare i vaccini, si “addolciscono” su molte posizioni che fino a poco tempo fa venivano propugnate solo dall’opposizione critica, vedasi il cedimento dell’OMS sul test PCR.

gix
gix
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 6:28 6:28

Non c’è dubbio che la nuova tecnica mrna è potenzialmente in grado di aprire nuove questioni e nuovi interrogativi su quelle che potranno essere le conseguenze della sperimentazione di fatto avviata sulla gente ignara, solo tra qualche tempo. Ma per l’appunto, siamo sempre lì, non avremo riscontri e prove concrete se non dopo che si saranno verificati fatti collegabili senza ombra di dubbio ai vaccini così sperimentati (e forse anche dopo non sarà possibile avere prove certe). Per ora mi basta sapere che qualcuno ha deciso di fare esperimenti su di noi, per vedere cosa succede, e soprattutto se le sue ricerche scientifiche porteranno ai risultati che si vogliono ottenere, perchè è fuori discussione che questa sperimentazione di scopi ne ha sicuramente molteplici, tra i quali quello di debellare concretamente il virus, per il momento è sospeso.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  gix
3 Febbraio 2021 , 7:17 7:17

Dal mio punto di vista, le vaccinazioni su base mRNA vanno immediatamente bloccate, sussistendo rischi incalcolabili.
Se proprio si vuole fare un vaccino, oggettivamente inutile perché il 99,9711 della popolazione sopravvive al Covid, se ne faccia uno tradizionale con un virus Sars-CoV-2 attenuato, se lo trovano (ahahahahah).

Simsim
Simsim
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 7:14 7:14

Beh, uno dei morti, mi pare il famoso ostetrico, aveva sviluppato un autoimmunitá contro le piastrine nel sangue. Le analisi riportavano livello zero di piastrine, tornato a zero anche dopo una trasfusione. É morto in pochi giorni.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Simsim
3 Febbraio 2021 , 7:24 7:24

Sì, lo so. Le trasfusioni di sangue furono molteplici e non sortirono nessun effetto.
In genere finora, i decessi avvenuti in seguito alle vaccinazioni, sono catalogati come dovuti alle malattie pregresse.
È una vergogna, perché la Biontech non ha esaminato le interazioni reciproche fra farmaci e vaccino, come è emerso nel corso della trentasettesima seduta del Corona-Ausschuss.

Simsim
Simsim
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 7:46 7:46

Vedi, mi apri una finestra che non avevo mai minimamente considerato, quella dell´interazione coi medicinali. In un parallelismo con l´informatica, questa si configura come una possibile incompatibilitá di sistema. In informatica si risolve tirando una linea, estromettendo i device incompatibili dagli update, con la conseguenza che chi ha vecchi device non puó accedere alle nuove funzioni. Nel caso della medicina, questo porta a risvolti che non voglio nemmeno considerare.

Astrolabio
Astrolabio
Reply to  Simsim
3 Febbraio 2021 , 10:11 10:11

Infatti la medicina non li considera i risvolti.
E fa morti.

Pfefferminz
Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 5:03 5:03

Grazie infinite a Markus per aver scelto e tradotto l’articolo.
Questo è l’articolo che aspettavo, in quanto avevo seguito gli sforzi degli attivisti tedeschi che fanno a capo a Samuel Eckert.
Samuel Eckert era uno dei partecipanti dell’Info Tour insieme al dott. Bodo Schiffmann, attivisti che con un enorme autobus girarono in lungo e in largo per la Germania, per diffondere informazioni veritiere sul coronavirus e per denunciare la falsa pandemia.
La somma di 230.000 euro di cui si parla nell’articolo, messa in palio per il prof. Drosten, nel caso avesse dimostrato l’esistenza dell’isolato del Sars-CoV-2, era stata versata da simpatizzanti a colpi di piccoli importi, tanto grande è la voglia della gente di capire quello che sta accadendo.
Ora che il prof. Drosten non ha risposto, la somma verrà restituita.

danone
danone
3 Febbraio 2021 , 5:17 5:17

Eccovi servita la finto-pandemia, tele-trasmessa su tutti i canali h24 da un anno a questa parte, solo per questo motivo è diventata vera nella percezione della gente. Metteteci poi il rilevamento del contagio totalmente farlocco e l’identità del virus, questa sconosciuta. Cosa ci vuole per mettere insieme i fatti certi e unire i puntini?
Accettiamo che siamo difronte alla più grande psy-op-farsa mai orchestrata dai tempi delle missioni A-pollo e del riuscitissimo allunaggio sui set cinematografici di Kubrik.
Sappiamo anche perchè lo hanno fatto, great reset e amenità varie, e perchè per farlo era meglio utilizzare una finto-pandemia mediatica, prodotta da un virus fantasma, piuttosto che una vera peste, creata da un vero virus killer da guerra batteriologica.
Tutto torna a parte la verità, come deve essere nelle migliori versioni ufficiali, degne di questo nome.

lady Dodi
lady Dodi
3 Febbraio 2021 , 6:20 6:20

E qui basterebbe anche un solo tecnico dì laboratorio fra noi. Che, e lo chiedo a Comedonchisciote, si mettesse in contatto per confermare, confutare o integrare, quanto esposto nell’articolo. Cicli di amplificazione o dimensioni del covid non sono cose difficilissime.
In forma anonima naturalmente.
Da parte mia sono certa di due cose a questo punto;
1) gli espertoni tivù non sanno niente e non vogliono ammettere di non saper niente.
2) qualcuno si sta approfittando in lungo e in largo di questa faccenda.
Adesso però vediamo cosa dice il signor Alto Profilo. Quello che “sa tutto”

Giorgio Belvedere
Giorgio Belvedere
3 Febbraio 2021 , 6:52 6:52

Se tutti i morti sono “per” covid è una strage di cui qualcuno dovrà rispondere.
Se invece sono morti “con” covid è una truffa di cui qualcuno dovrà rispondere.

Maurizio
Maurizio
3 Febbraio 2021 , 7:39 7:39

“Se non si facesse più il test, il Corona scomparirebbe”

aggiungo che anche se venissero fatti 1 milione di test farlocchi al giorno, ma con la metà della copertura mediatica, il vyrus magicamente scomparirebbe

Cangrande65
Cangrande65
3 Febbraio 2021 , 8:35 8:35

Otttimo e definitivo articolo.
Purtroppo, ce la raccontiamo tra noi del mitico “3%”.

Come ormai, dopo mesi, è acclarato, è inutile mettere le evidenze di questo articolo davanti agli occhi di un covidiota.

O lo rifiuta in toto senza contraddittorio o (più probabilmente) afferma: “Non voglio leggerlo” per non sconvolgere le proprie certezze e non ammettere l’evidenza della Truffa.

Preferisce cullarsi nella bambagia ammanita dal “padre”/potere, non volendo ammettere che il “padre” voglia il suo male, anziché il suo bene.
Meccanismo, ormai, già stra-verificato da mesi.

P.S.: ieri un 41enne della mia città, sportivo, sanissimo, è morto improvvisamente mentre faceva jogging in un parco. So per certo che due giorni prima aveva fatto il vaccino. Notizia inesistente sui giornali locali.
La moglie, infermiera, di un mio collega, dopo il primo vaccino, 41 di febbre e bloccata a letto. Dopo il richiamo è stata peggio.
Ora ha recuperato. Ha 40 anni, di sana costituzione.
Se fossero stati inoculati ad un anziano ??? Morto di covviddì…. Ovvio.

RiccardoL
RiccardoL
3 Febbraio 2021 , 10:49 10:49

Ci sono tantissimi studi che dicono di aver isolato il sars cov2.

Sono tutti studi bufala?

WM
Reply to  RiccardoL
3 Febbraio 2021 , 11:08 11:08

@warewar:disqus Su CDC abbiamo delle regole per i commenti e alcune riguardano il links che devono essere descritti uno per uno e se portano a pagine non in lingua italiana deve essere specificata la lingua.
Leggi le regole e integra il commento o lo devo cancellare.
Grazie.

RiccardoL
RiccardoL
Reply to  WM
4 Febbraio 2021 , 6:59 6:59

Mi scuso per non aver descritto i vari link. Sono dei paper dove si dice che si è isolato il sars cov2.

WM
Reply to  RiccardoL
4 Febbraio 2021 , 7:36 7:36

Forse non hai capito: devi modificare quel commento, in accordo alle regole, non aggiungerne un altro.
Non serve scusarsi, serve integrare il commento.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  RiccardoL
3 Febbraio 2021 , 14:37 14:37

“Sono tutti studi bufala?”

Da quel che ho capito, quello che è oggetto di discussione è la definizione stessa di “virus isolato”. Gli autori dell’articolo parlano di “virus correttamente isolato e purificato dal punto di vista scientifico, rispettando i postulati di Koch”. Ho seguito sul blog di Samuel Eckert i lavori del gruppo di attivisti tedeschi e i loro progressi. A suo tempo presero contatto anche con un noto esponente di un comitato scientifico, il prof. Tanner, consulente del governo svizzero e nel corso di una lunga discussione ebbero la meglio. Il prof Tanner dovette ammettere che fino ad allora il virus non era stato isolato. Gli attivisti tedeschi in seguito indirizzarono richieste scritte all’Istituto di Virologia di Berna.

Maurizio
Maurizio
Reply to  Pfefferminz
3 Febbraio 2021 , 17:28 17:28

Sei ammirevole ma sprechi fiato

Violetta
Violetta
Reply to  Maurizio
4 Febbraio 2021 , 5:39 5:39

ma la discussione deve essere fatta anche così. Non è che ce la si può cantare e suonare da soli.

RiccardoL
RiccardoL
Reply to  Pfefferminz
4 Febbraio 2021 , 7:03 7:03

Non ho le conoscenze per dimostrare che gli studi segnalati abbiano utilizzato i postulato di Koch. Sono solamente paper che dimostrano di aver isolato il virus, quando ho tempo cerco di approfondire.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  RiccardoL
4 Febbraio 2021 , 20:46 20:46

Vorrei segnalarti un video del Dr. Bodo Schiffmann in inglese, dal titolo “Save the flu”. Al minuto 4:25 parla del fatto che il virus non è stato isolato e che questo fatto sarebbe stato confermato dal Robert Koch Institut, dal CDC e dal ministro della Sanità cinese (questo nella versione in tedesco del video). Aggiunge che coloro i quali affermano di avere isolato il virus, in realtà sono semplicemente in possesso di un miscuglio di cellule che reagisce al test PCR. Spiega poi come si sia arrivati a costruire il Sars-CoV-2 al computer, servendosi di modelli.
Trovi il video nel canale Telegram “Alles ausser Mainstream” sotto la data 4 febbraio 2021.
Il Dr. Bodo Schiffmann è un medico otorinolaringoiatria tedesco che nel marzo 2020 ha iniziato ad informare sul coronavirus sul suo blog e grazie a questa attività divulgativa è diventato famoso. Nei mesi di ottobre e novembre 2020 ha intrapreso un lungo viaggio attraverso la Germania (Corona Info Tour) per diffondere quelle informazioni sul coronavirus che i media occultavano. È membro di un’associazione di medici critici fondata dal prof. Sukarit Bhakdi, una icona della resistenza tedesca.

Konstantin Demeter
Konstantin Demeter
Reply to  Pfefferminz
10 Febbraio 2021 , 15:38 15:38

L’isolamento/purificazione e i postulati di Koch sono due cose differenti ma legate. I postulati di Koch hanno lo scopo di provare la causalità di un patogeno. L’isolamento è il secondo postulato di Koch ed è il prerequisito assolutamente indispensabile per poter soddisfare gli altri postulati.

Maurizio
Maurizio
Reply to  RiccardoL
3 Febbraio 2021 , 17:23 17:23

Ecco la contraerea

Konstantin Demeter
Konstantin Demeter
Reply to  RiccardoL
10 Febbraio 2021 , 15:30 15:30

Il termine “isolation” è abusato. Nell’articolo descriviamo ciò che i relativi
studi intendono. Difatti nessuno degli enti sanitari interpellati ha inviato
uno di quei numerosi studi che parlano di “isolation” come prova di una
completa purificazione delle particelle virali.

Astrolabio
Astrolabio
3 Febbraio 2021 , 10:27 10:27

https://www.ilmessaggero.it/salute/focus/nuovo_virus_pandemia_peste_candida_cosa_sta_succedendo_ultime_notizie_oggi_2_febbraio_2021-5740831.html
Nuovo virus pandemia di peste candida.
Resiste sulle superfici. Non ci sono antidoti.

“”””Emerge poi il paragone degli esperti tra il nuovo patogeno e la peste bubbonica, poichè entrambi i virus causano febbre, brividi e, se non curati, infezioni del flusso sanguigno.””””