Home / ComeDonChisciotte / IL TELEGRAPH RIVELA LE OPERAZIONI TERRORISTICHE BRITANNICHE IN IRAQ

IL TELEGRAPH RIVELA LE OPERAZIONI TERRORISTICHE BRITANNICHE IN IRAQ

DI KURT NIMMO
Another Day In The Empire

E’ interessante che Telegraph.co.uk, la versione online di “Lord” Conrad Black del giornale neocon abbia pubblicato una storia ammettendo che il Joint Support Group, descritto come “una cellula proveniente da una piccola unità anonima dell’esercito britannico”, gestisce “fonti segrete di intelligence o agenti,” inclusi agenti doppi, che sarebbe a dire che gli inglesi sono impegnati in operazioni terroristiche, come sospettato da molto tempo.

“Durante gli Irish Troubles [periodi di scontri in Irlanda del Nord n.d.t.] lo JSG operava sotto il nome di copertura di Force Research Unit (FRU), che tra i primi anni ’80 e la fine degli anni ’90 riuscì a penetrare proprio nel cuore dell’IRA. Prendendo di mira e poi ‘convertendo’ membri dell’organizzazione paramilitare con una varietà di ‘incentivi’ che andavano dalla minaccia alla corruzione, gli operatori della FRU svilupparono agenti praticamente ad ogni livello di comando all’interno dell’IRA ,” spiega Sean Rayment.

Persino uno stupido munito dei criteri di ricerca giusti e di Google può fare due più due in breve tempo e scoprire che gran parte del terrorismo in Irlanda del Nord era orchestrato dalla FRU e dal governo britannico, compresa la riprovevole tecnica della “bomba umana”, cioè il “forzare civili a guidare veicoli carichi di esplosivi contro i checkpoint dell’esercito”, secondo il Guardian.Naturalmente, tutto ciò getta nuova luce sui due membri delle SAS britanniche catturati a Bassora, mentre, mascherati da arabi, nel 2005 giravano con una macchina carica di esplosivi.


[I due membri delle SAS arrestati dalla polizia irachena e poi liberati da una irruzione militare britannica]

Uccidere civili irlandesi era parte integrante di “un’operazione di intelligence che era stata decisa ai più alti livelli dell’esercito britannico e del British Security Service, MI5,” secondo Ed Moloney, che scrive per il Sunday Tribune.

In aggiunta all’omicidio diretto l’intelligence britannica incoraggiava la tortura. Robert Stevens descrive l’ UDA come “un’organizzazione paramilitare lealista e fascista,” tristemente nota perchè gestiva squadroni della morte.

Documenti del Sunday Telegraph “confermano che il principale ufficiale dell’intelligence per l’UDA [Brian] Nelson passò nomi, fotografie e indirizzi di sospetti membri dell’IRA dai registri dell’ Army Intelligence ai sicari dell’UDA e che compì omicidi sotto la direzione dell’esercito.” Patrick Finucane fu apparentemente ucciso da una squadra della morte stabilita dalla FRU. Il procuratore di Belfast fu ucciso davanti alla moglie e ai figli.

“Ad iniziare dagli anni ’80 l’estremamente segreta FRU fu mandata in Irlanda del Nord per reclutare e addestrare agenti che lavorassero all’interno dei gruppi paramilitari,” scrive Michael S. Rose. “L’ FRU combattè il terrorismo dell’IRA con l’uso di informatori pagati, minacce, imboscate e altri metodi non approvati dalla Convenzione di Ginevra. Nel peggiore caso, gli ufficiali britannici decisero che nei casi in cui fosse stato difficile portare un sospetto terrorista dell’IRA con mezzi legittimi davanti alla giustizia, la FRU avrebbe arruolato gruppi di guerriglieri fuorilegge che possedessero sia il desiderio che i mezzi per uccidere uomini dell’IRA. Secondo Stevens Three, la FRU assisteva i terroristi protestanti nel compiere quelli che erano in effetti omicidi di cattolici per procura. Per forgiare tali alleanze, gli ufficiali britannici dovettero sorvolare sul fatto che gli interessi delle squadre della morte protestanti non erano gli stessi del Regno Unito e del suo governo.”

In Iraq, la “JSG è l’arma segreta della coalizione” ha riferito al Telegraph una fonte segreta. “Il loro lavoro è di reclutare e gestire fonti segrete di intelligence o agenti, che non definiamo informatori. Gli americani ammirano molto l’unità perchè non hanno nulla di simile all’interno del loro esercito.”

Kurt Nimmo
Fonte: http://kurtnimmo.com
Link: http://kurtnimmo.com/?p=751
04.02.2007

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da ALCENERO

Pubblicato da Das schloss