Home / ComeDonChisciotte / IL SISTEMA DI BACKUP DELLE COMUNICAZIONI E’ STATO MIRACOLOSAMENTE AVVIATO

IL SISTEMA DI BACKUP DELLE COMUNICAZIONI E’ STATO MIRACOLOSAMENTE AVVIATO

IN “MODALITA’ DI ESERCITAZIONE” E PRONTO PER L’USO L’11 SETTEMBRE


A CURA DI 9/11 BLOGGER

Uno speciale backup network
che permette le comunicazioni tra gli uffici militari e governativi
durante le emergenze e’ stato ‘miracolosamente’ avviato
il giorno prima del l’11 settembre, cosi’ che fosse gia’ in funzione
quando sono successi gli attacchi terroristici a New York e al
Pentagono. Il servizio Speciale di Routing (SRAS) e’ stato, avviato,
per ragioni sconosciute, il 10 Settembre 2001, e dunque era pronto ad
essere utilizzato il giorno seguente, quando c’e’ stata un’emergenza
nazionale, come quella per cui era stato progettato.

Il responsabile del SRAS
e’ il poco conosciuto ufficio governativo chiamato “sistema di Comunicazione
nationale (NCS), che lavora per tenere in funzione le vitali telecomunicazioni
durante le emergenze, e che ha avuto un ruolo cruciale nella risposta
del governo agli attacchi dell’11 Settembre, aiutanto a mantenere
e a ripristinare le reti di comunicazioni. Inoltre, il SRAS e’ collegato
al piano di “Continuita’ del Governo” attivato per la prima
volta durante gli attacchi.

SRAS avviato in modalita’
“esercitazione” il 10 settembre

Brenton Greene, il direttore del “sistema di comunicazione nazionale
(NCS) l’11 Settembre 2001” ha detto alla commissione dell’11 Settembre,
che il 10 Settembre 2001, “miracolosamente, il sistema SRAS e’
stato avviato in modalita’ esercitazione e percio’ fu in grado di
funzionare l’11 Settembre. Percio’ quando e’ stato richiesto all’NCS
di assistere il Governo nella risposta agli attacchi terrroristici,
il SRAS era gia’ in modalita’ di esercitazione e funzionale.”
(1)

Il SRAS assiste il piano
segreto di continuita’ del Governo (COG), che e’ destinato
a mantenere in funzione il governo nell’eventualita’ di un attacco
agli Stati Uniti (2). Il coinvolgimento dell’NCS nella continuita’
del Governo (COG) e’ stato uno dei 3 programmi principali dell’agenzia.
Come Greene ha detto alla Commissione dell’11 Settembre, “il sistema
principale di comunicazione del Paese deve funzionare, altrimenti nessuno
puo’ comunicare.”(3) il SRAS fornisce un “mezzo per la continuita’
delle comunicazioni fornendo vitali comunicazioni a utenti federali
e del dipartimento della difesa sulla rete pubblica” secondo una
pubblicazione del Dipartimento della Difesa Nazionale. (4)

Descrivendo l’operato
della SRAS, Greene ha detto alla commissione dell’11 Settembre “C’e’
una rete separata che collega il Centro di coordinamento nazione e i
maggiori vettori e la rete come backup” (ll centro di coordinamento
nazionale ad Arlington, Virginia, e’ “il braccio destro” dell’NCS).
Questa rete “ha dimostrato il suo valore, l’11 settembre, quando
ha permesso I contatti tra le reti operative, mentre la rete (di telecomunicazione)
era satura”. Inoltre, ancora descrivendo il SRAS, Green ha detto, “nella situazione in cui la continuita’
di Governo e’ messa in gioco” – come e’ successo l’11 settembre
–“ esiste un sistema di comunicazione dove nessuno puo’ rintracciare
da dove le chiamate siano partite e terminate.” (5)

NCS coinvolto in una
esercitazione l’11 settembre?

A quanto pare Green non
ha detto alla commissione 11 Settembre perche’ il SRAS fosse stato
avviato ‘in modalita’ esercitazione” il 10 settembre. Una possibile
spiegazione che deve essere indagata e’ che il NCS fosse programmato
per partecipare ad una esercitazione l’11 settembre. Sappiamo
che il NCS era, nel 2001, parte del dipartimento della difesa. (6).
E altre forze armate americane hanno condotto esercitazioni la
mattina dell’11 settembre. Per esempio, il comando di difesa
aerospaziale del nord America (NORAD) stava conducendo un’esercitazione
annuale chiamata “vigilant guardian” (7) e il comando strategico
Americano (stratcom) stava conducendo la sua esercitazione annuale chiamata
“global guardian” .(8) Potrebbe l’ NCS avere partecipato ad una
di queste esercitazioni, o a una diversa esercitazione?

Inoltre e’ opportuno
notare che alle 8 della mattina dell’11 settembre, rappresentanti
della CIA hanno tenuto un briefing all’ NCS in “un edificio protetto
lontano da Washington DC” dove hanno discusso la minaccia che I terroristi
internazionali hanno creato alla rete di telecomunicazioni Americana.
Insieme a Brenton Greene, alla riunione erano presenti rappresentanti
di sette altre agenzie federali e piu’ di 40 compagnie di telecomunicazioni
e esperti tecnologici. I rappresentanti del settore private erano
tutti “senior manager delle loro compagnie, e tutti avevano il nulla
osta di sicurezza del governo che ha concesso loro l’accesso a dati
piu’ sensibili di intelligence relative a minacce alla rete di
telecomunicazione nazionale”, secondo il giornalista e scrittore Dan
Verton. Tra gli argomenti trattati durante Il briefing c’erano
la crescente minaccia terroristica alla rete di telecomunicazione, la
capacita’ delle nazioni straniere di creare una Guerra di informazioni,
e la possibilita’ di uno strategico cyber-attack a strutture critiche
americane commesso da una nazione straniera o da un gruppo terroristico.

Considerando che lo Special
Routing Arrangement dell’NCS era stato avviato “in modalita’
esercitazione” il giorno precedente, ed I temi discussi, potrebbe
questo briefing essere stato l’introduzione ad una esercitazione,
forse per preparare I partecipanti ad uno scenario basato sulla simulazione
di un attacco contro la rete di telecomunicazioni?

(Il programma) continuita’
di governo e’ stato avviato per la prima
volta l’11 settembre

Continuita’ di
Governo e’ un programma che risale alla Guerra fredda, che permette
di assicurare che il Governo continui il suo operato nel caso ci sia
un attacco agli Stati Uniti. Durante gli anni 80 era preparato ad un
possibile attacco nucleare condotto dall’Unione Sovietica, ma durante
gli anni 90 si e’ invece concentrato sulla possibilita’ di un attacco
terroristico sul suolo Americano

Considerando che il servizio
speciale di routing (SRAS) e’ a supporto del comando delle operationi
(COG) per “sopravvivere fornendo collegamenti tra le comunicazioni
degli utenti federali e del dipartimento della difesa Negli anni
80, per esempio, gran parte del suo bilancio di centinaia di dollari,
“e” stato speso per strumenti di comunicazione avanzata che
permettessero ai gruppi (presenti al COG) di avere comunicazioni su
linee sicure con I comandanti militari statunitensi, “ come riferito
dal giornalista ed autore James Mann.

Inoltre, tre dei principali
protagonisti del programma durante gli anni 80 e 90 ricoprivano posizioni
critiche all’interno del governo Americano l’11 settembre.
Questi individui, – Dick Cheney, Donald Rumsfeld, and Richard Clarke,
erano rispettivamente, il vice presidente, il segretario della difesa
e il consigliere anti-terrorismo della Casa Bianca, quando sono avvenuti
gli attacchi. [10] David Addington, il consigliere legale di Cheney
nel 2001, era anche lui coinvolto nel programma COG. [11]

Si e’ anche notato
che il piano COG e’ stato attivato, in apparenza per la prima
volta, durante gli attacchi dell’11 settembre. Richard Clarke
ha detto che ha dato l’ordine di attivarlo, all’incirca alle ore
9.45 dell’11 Settembre, oppure un paio di minuti dopo. [12]

Ha detto al notiziario
dell’ABC: “ Nella mattinata dell’11 settembre, il programma di continuita’
di governo e’ stato attivato. Ad ogni agenzia
governativa e’ stato ordinato…di attivare un posto di comando alternativo,
un posto di comando alternativo lontano da Washington, DC, e di muovere
il personale la’ il prima possibile.” (13)

Considerando che il servizio
special di routing (SRAS) e’ destinato a sostenere il programma
COG, e’ stato conviente, almeno dire, che era gia’ in funzione l’11
settembre, e quindi immediatamente pronto ad essere utilizzato da coloro
che erano coinvolti nel COG quando il piano era stato attivato.

La risposta critica
del sistema di comunicazione nazionale
(NCS) agli attacchi dell’11 settembre

Il sistema di comunicazione
Nazionale, che e’ responsabile per il servizio speciale di routing,
e’ un’agenzia di piccolo dimensioni, fondata nel 1963, allo scopo
di fornire un migliore supporto alle funzioni di governo delle comunicazioni
critiche durante le emergenze. (14). Durante gli attacchi dell’11
settembre, consisteva in 22 agenzie federali, 100 impiegati civili a
tempo pieno, e 10 impiegati militari (15)

Il sistema di comunicazione
nazionale ha svolto un ruolo fondamentale a seguito degli attacchi dell’11
settembre, quando la distruzione causata dagli attacchi e’ diventata
cio’ che Brenton Greene ha definito “la piu’ significante sfida
che il sistema di comunicazione nazionale abbia mai visto.” (16).
In cooperazione con le compagnie private, esso “ ha rapidamente assemblato
un livello di risorse a livello nazionale, statale, e locale per supportare
gli sforzi di risposta e di recupero.”

Presumibilmente, gli
sforzi di emergenze del sistema di comunicazione nazionale hanno beneficiato
dell’operativita’ del servizio speciale di routing quando sono successi
gli attacchi. Come precedentemente accennato, il servizio speciale
di routing e’ collegato al piano di continuita’ del Governo.
In particolare, in risposta agli attacchi, il centro di coordinamento
nazionale del sistema di comunicazione nazionale, operava in Quattro
siti, che includevano un “ sito remoto per la continuita’ delle
operazioni. “(17). E Greene ha detto che e’ andato “al sito per
la continuita’ di Governo”, dove il personale monitorava lo stato
della rete di telecomunicazioni, e coordinava le priorita’ e le riparazioni.
(18)

Le agenzie governative
hanno avuto problemi con le comunicazioni l’11 settembre

Cosi’ poco e’
stato riferito sul sistema di comunicazione nazionale e sul servizio
special di routing, e del ruolo che entrambi hanno avuto l’11 settembre,
che molte domande cruciali sono rimaste senza risposta. Per esempio,
che funzioni ha il servizio speciale di routing attivato? E che
uso e’ stato fatto di queste funzioni l’11 settembre, prima, durante
e dopo che sono avvenuti gli attacchi? Perche’ e’ stato attivato
il servizio speciale di routing in modilita’ esercitazione il giorno
precedente l’11 settembre?

La necessita’
di un’indagine sui ruoli del sistema di comunicazione nazionale (NCS)
e del servizio speciale di routing (SRAS) appare sempre piu’ urgente
in considerazione del fatto che le difficolta’ di comunicazione furono
un problema significativo per le agenzie governative coinvolte negli
attacchi dell’11 settembre. In effetti, un rapporto segreto
redatto dopo gli attacchi “non dipinge un quadro favorevole sulla
gestione globale della crisi da parte del governo” riferisce Dan Verton.
Un funzionario del governo dice “che la nazione era sorda, muta e
cieca, per gran parte di quel giorno orribile di settembre”. (19)

NOTE
[1] “Memorandum
for the Record: Interview of Brenton C. Greene.”
9/11 Commission, March 16, 2004
.
[2] House
Select Committee on Homeland Security, The Department of Homeland
Security’s Information Analysis and Infrastructure Protection Budget
Proposal for Fiscal Year 2005: Prepared Opening Statement of General
Frank Libutti, Under Secretary for Information Analysis and Infrastructure
Protection, Department of Homeland Security
. 108th Cong., 2nd sess.,
March 4, 2004
.
[3] “Memorandum
for the Record: Interview of Brenton C. Greene.”

[4] David
M. Barron, J. M. Hickey, and Dan Bart, Communications: Critical Infrastructure
and Key Resources Sector-Specific Plan as Input to the National Infrastructure
Protection Plan
. Washington, DC: Department of Homeland
Security, May 2007, p. 106
.
[5] “Memorandum
for the Record: Interview of Brenton C. Greene.”

[6] Ibid.
[7] “Conversation
With Major General Larry Arnold, Commander, 1st Air Force, Tyndall AFB,
Florida.” Code One, January 2002
;
9/11 Commission, The 9/11 Commission Report: Final Report of the National
Commission on Terrorist Attacks Upon the United States
. New York:
W. W. Norton & Company, 2004, p. 458; William M. Arkin, Code Names:
Deciphering U.S. Military Plans, Programs, and Operations in the 9/11
World
. Hanover, NH: Steerforth Press, 2005, p. 545.
[8] Joe Dejka,
“Inside Stratcom on Sept. 11 Offutt Exercise Took Real-Life Twist.” Omaha
World-Herald
, February 27, 2002
; Joe Dejka,
“When Bush Arrived, Offutt Sensed History in the Making.” Omaha
World-Herald
, September 8, 2002
.
[9] Dan Verton, Black
Ice: The Invisible Threat of Cyber-Terrorism
. Emeryville, CA: McGraw-Hill/Osborne,
2003, pp. 135-139
.
[10] CBS News,
September 11, 2001
; James Mann,
“The Armageddon Plan.” The Atlantic, March 2004
; Howard Kurtz,
“‘Armageddon’ Plan Was Put Into Action on 9/11, Clarke Says.” Washington
Post
, April 7, 2004
; “Worst Case Scenario: Secret Plan to Control
U.S. Government After an Attack Went Into Motion on 9/11.”
ABC News, April 25, 2004
; Andrew Cockburn, Rumsfeld: His Rise,
Fall, and Catastrophic Legacy
. New York: Scribner, 2007, pp. 84-88
.
[11] Jane
Mayer, “The Hidden Power.” New Yorker, July 3, 2006
; Jane Mayer, The Dark Side:
The Inside Story of How the War on Terror Turned Into a War on American
Ideals
. New York: Doubleday, 2008, p. 49.
[12] Richard Clarke, Against All Enemies:
Inside America’s War on Terror
. New York: Free Press, 2004, p.
8; 9/11 Commission, The 9/11 Commission Report, p. 38.
[13] “Worst
Case Scenario: Secret Plan to Control U.S. Government
After an Attack Went Into Motion on 9/11.”

[14] Dan Verton, Black
Ice
, p. 136
; “Background and History of the NCS.”
National Communications System, n.d.

[15] Dan Verton,
“At NCS, the Focus is on Telecom Preparedness.” Computerworld,
November 7, 2002
.
[16] Dan Verton, Black
Ice
, p. 151
.
[17] 40th
Anniversary: Forty Years of Service to the Nation: 1963-2003
. National
Communications System, 2004, p. 56
.
[18] “Memorandum
for the Record: Interview of Brenton C. Greene.”

[19] Dan Verton, Black
Ice
, pp. 150-151
;
see also “‘Deaf,
Dumb, and Blind’: Were Communications
Sabotaged on 9/11?” Shoestring 9/11, October 19, 2007
.

Titolo originale: “Backup Communications System Was ‘Miraculously’ Switched on for ‘Exercise Mode’ and Ready for Use on 9/11”

Fonte: http://911blogger.com
Link
12.01.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di JACKALOPE

Pubblicato da Das schloss

  • TN

    Un’altra incredibile coincidenza, vero?
    L’ennesima, di una serie statisticamente impossibile (ovvero la cui probabilità di verificarsi in contemporanea tende a zero).

  • GRATIS

    assolutamente inutile rilevare altre “fortuite coincidenze”: chi non vuole mettere in discussione la panzana a cui crede ormai da quasi 10 anni con sarà scalfito nelle sue convinzioni nemmeno se il Pentagono e il Mossad in prima persona rivelassero la verità. Della serie nessuno è più sordo di chi non vuol sentire.