Il Sindacato FISI proclama lo sciopero generale

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

La Redazione di ComeDonChisciotte.org riceve e pubblica il comunicato stampa del sindacato FISI – Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali – riguardante lo sciopero generale indetto il 9 e il 10 settembre, a difesa dei diritti dei lavoratori e a tutela degli interessi nazionali.

* * *

FISI PROCLAMA LO SCIOPERO GENERALE PER IL 9 E 10 SETTEMBRE,
A DIFESA DEI DIRITTI DEI LAVORATORI E A TUTELA DEGLI INTERESSI NAZIONAL
I

La cessazione dello stato d’emergenza non ha affatto comportato la fine delle misure repressive adottate dal governo negli scorsi mesi.
L’architettura legislativa che ha permesso tante violazioni
dei diritti umani e della Costituzione resta sostanzialmente in piedi, come dimostra lo scandalo dei sanitari tuttora sospesi dal servizio e dallo stipendio, mentre il SSN perde pezzi. La spada di Damocle della privazioni di diritti pende ancora sul capo di tutti lavoratori e le lavoratrici. 

L’avventura bellica in cui l’Italia è stata scriteriatamente coinvolta in quanto fornitore di armi, contro gli interessi nazionali, unitamente a un’ondata senza precedenti di speculazione finanziaria, sta provocando un pesante innalzamento dei prezzi e una crescente disoccupazione che aggrava enormemente la situazione economica delle famiglie.

Occorrono interventi urgenti per tutelare i cittadini dall’aumento indiscriminato dei prezzi e dalle conseguenze sull’occupazione delle sciagurate politiche governative, sia in politica estera che nella gestione interna, politiche che nessuna opposizione parlamentare ha seriamente
contrastato.

Pertanto, a difesa dei diritti dei lavoratori e a tutela degli interessi nazionali, la FISI proclama lo SCIOPERO GENERALE per i giorni 9 e 10 di settembre p.v., e convoca una MANIFESTAZIONE DI PROTESTA per il 10 di settembre, ore 15:00, piazza san Giovanni, Roma.

La FISI auspica vivamente che tutte le forze che si riconoscono nel dissenso e nell’opposizione all’establishment assecondino lo sciopero e accorrano compatte a Roma per ricordare a chi attualmente detiene il potere politico che i lavoratori e le lavoratrici non dimenticano, non faranno sconti e restano vigili a difesa dei propri diritti e della dignità del Paese.

Qui il PDF del Comunicato Stampa della FISI

Sara Iannaccone, 30.08.2022

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix