Il lockdown per il capitalismo globale era necessario

di Giovanni Zibordi

Stando a ciò che affermano gli amministratori delegati delle aziende, e non solo di Microsoft, Google, Facebook, Amazon o Pfizer, ma anche di quelle europee di tutti i settori e di quelle italiane, il lockdown ha avuto effetti positivi per l’economia capitalista globale. I motivi sono almeno cinque.

I) La gente ha continuato a lavorare e ha solo smesso di svagarsi, divertirsi e rilassarsi, in vacanza o fuori di casa, nel weekend o alla sera. Se si lavora e si produce, anche se non ci si diverte l’economia funziona lo stesso.

II) In questo modo si è risparmiato molto più degli anni precedenti. In Italia, ad esempio, la ricchezza finanziaria è aumentata di 200 miliardi di euro. Alcuni settori, come ristorazione, turismo, bar, teatri, catene di abbigliamento e palestre, hanno perso lavoro e reddito, ma la mancata spesa in questi settori è stata compensata, in aggregato, da enormi deficit pubblici. In America, ad esempio, si è creato un deficit mai visto in tempo di pace di 6mila mld di dollari. Per un confronto, dopo la crisi del 2008 dei mutui subprime l’aumento di deficit era stato di 1.800 mld. Il PIL USA è pari a circa 21mila mld: 6mila mld di deficit è una cifra assurda, mai vista dopo il 1944.

Questi enormi deficit sono di fatto finanziati attraverso l’emissione di moneta da parte della Banca Centrale, per cui si ha una riduzione del debito del settore privato finanziato indirettamente da creazione di moneta. Questo riequilibra l’economia. Ad esempio, in Italia in un anno si sono fatti 200 miliardi di deficit interamente finanziati da Bankitalia con emissione di moneta, e perciò i risparmi complessivi delle famiglie sono aumentati della stessa cifra in aggregato. Alcune famiglie hanno visto diminuire la propria ricchezza finanziaria, altre l’hanno incrementata, ma in aggregato i conti bancari e gli investimenti privati sono aumentati di 200 miliardi, guarda caso quando lo Stato si è indebitato per la stessa identica cifra.

La nostra analisi è sempre in aggregato, dato che si vengono a creare disuguaglianze enormi che arricchiscono alcuni a spese di altri, ma che interessano poco a livello macroeconomico. E’ un problema di giustizia sociale, di cui al momento non importa molto neanche ai “populisti”.

III) Le aziende, e anche in parte la pubblica amministrazione, hanno accelerato l’adozione di tecnologia, ovviamente per fare tutto in modo digitale a tutti i livelli. Come dicono i CEO delle aziende, “con il lockdown abbiamo fatto in un anno quello che altrimenti avremmo impiegato almeno tre anni ad adottare”. Questo è un discorso ovvio credo a tutti, in tutti i settori si è automatizzato, informatizzato e digitalizzato di più. Inoltre, si sono ridotte o eliminate le attività in presenza, come mandare i venditori in giro per il mondo e incontrare fisicamente i clienti, sostituendole con le videoconferenze. Se lo fanno tutti, non fai la figura di voler risparmiare…

IV) Le Banche Centrali hanno espanso la loro liquidità in maniera colossale, comprando titoli sui mercati, compresi titoli obbligazionari e azionari aziendali. Le azioni sono state acquistate specialmente negli USA, e anche in Giappone e Svizzera. Di conseguenza, la ricchezza finanziaria è aumentata ulteriormente, a causa dell’incremento del valore di obbligazioni, azioni e immobili. Le borse sono arrivate a valere 123mila miliardi di dollari. In termini percentuali sul PIL si tratta del livello più alto mai raggiunto nella storia: in USA la capitalizzazione di borsa è pari al 220% del PIL.

V) Grazie al lockdown Trump, che era odiato dall’élite globale, ha perso le elezioni in America. In Italia è arrivato Draghi come premier e, senza il lockdown, avrebbe rischiato di finire in pensione o al massimo Presidente della Repubblica dopo Mattarella. Ora invece può governare direttamente per i prossimi anni, come Macron.

Considerando tutti questi aspetti, dal punto di vista dell’élite globale e dell’economia globale capitalista, il lockdown è stato utile, anzi necessario.

Il lockdown è terribile perché punisce alcune categorie e individui, sia economicamente che psicologicamente (pensiamo ai giovani chiusi in casa), e deprime la qualità di vita della maggioranza della popolazione. Dal punto di vista macroeconomico e finanziario, invece, i dati indicano che in aggregato i danni ad alcuni settori dei servizi è stato molto più che compensato da enorme liquidità, enormi deficit e adozione di tecnologie. E i vantaggi politici non sono indifferenti: altri quattro anni di Trump erano temuti come la peste.

Questo discorso non vale solo per l’America. In Italia, lo Stato fa ora 200 miliardi di deficit, finanziato dalla BCE, e le famiglie hanno, in aggregato, incrementato i conti bancari e gli investimenti di oltre 200 miliardi. Non è un caso che le due cifre corrispondano.

Per l’economia capitalista globale, cioè per il mondo delle grandi aziende, e anche, in molti casi, delle piccole e medie, le sofferenze delle piccole attività, di lavoratori autonomi, negozianti e lavoratori in nero privi di “ristori” sono un prezzo da pagare necessario. Nel business delle grandi imprese, e anche delle medie e piccole in tanti settori, le cose stanno tornando a posto a livello di fatturato e, inoltre, si sono ridotti i costi e si è investito di più in tecnologia. In alcuni settori si è anche ridotta la concorrenza del lavoro autonomo. In Italia poi, le banche non prestavano da dieci anni (tagliavano il credito alle imprese dal 2011) e nel 2020 hanno aumentato il credito di circa 60 mld, grazie alla garanzie pubbliche.

Quindi, nonostante quello che si legge sulle perdite di fatturato causate dal lockdown, anche i CEO delle società italiane, come Enel, Banco Popolare, BPER, Exor, Poste, Tenaris, WeBuild, Saipem etc., sono ottimisti e sostanzialmente contenti di ciò che è successo. Una prova di questo è il fatto che la borsa italiana da gennaio è sempre stata tra le prime due o tre al mondo.

Come si sa, negli ultimi dieci anni la borsa italiana è sempre stata tra le ultime due o tre al mondo, con un rendimento praticamente zero, diventato +12% soltanto negli ultimi tre mesi, mentre le borse in Giappone, India, America, Cina e anche Germania hanno avuto incrementi nell’ordine del 100-200%.

La borsa è un indicatore secondario per l’economia italiana, a differenza di quella di altri paesi, questo è vero. E’ però indicativa del fatto che ci sono Draghi e i tecnocrati al governo e che si stanno facendo 200 miliardi di deficit all’anno, mentre prima non si osava andare oltre i 30-35 miliardi. Ai tempi di Di Maio e Salvini al governo, o anche di Letta, o di Renzi, i deficit erano al 2%, i tassi di interesse erano più alti, il credito veniva tagliato e i ministri dell’economia erano Padoan, Tria e Gualtieri. Checché se ne dica, Draghi è molto più capace, nel bene e nel male, dei suoi predecessori.

Ora, i CEO delle grandi aziende italiane nelle trimestrali raccontano di aver risparmiato sui costi e introdotto nuove tecnologie. Lo Stato ha garantito maggiormente il credito e sta facendo deficit adeguati, e sono in arrivo maggiori investimenti con il Recovery, di cui beneficeranno alcune grandi aziende. Ovviamente in Italia le cifre sono inferiori a quelle di USA, Giappone, UK, Canada e di molti altri paesi.  Viceversa il danno economico del lockdown è stato maggiore, per cui non siamo l’esempio migliore da citare. Ma persino in Italia, come dimostra ora l’indice FTSE MIB, il lockdown non è male per il capitalismo.

C’è sempre una logica al mondo, quando si parla di economia e soldi.

Se i lockdown, che appaiono assurdi a molti comuni cittadini, possono avvenire, è perché le entità che contano, le multinazionali, le famiglie dei miliardari, le mega banche e i mega fondi ne beneficiano. Il capitalismo o economia globale si chiama globale perché i singoli stati contano poco, perlomeno in Occidente, o meglio contano soltanto gli USA e solo nel senso che sono la sede di Pfizer, Microsoft, Facebook, Google etc.

I governi e le singole nazioni, coi loro partiti e parlamenti, hanno poca importanza. Per Blackrock, JP Morgan, lo S&P e il Nasdaq, Bill Gates e gli Elkann tutto è andato e sta andando benissimo.

FONTE: https://gzibordi.substack.com/p/il-lockdown-e-un-bene-per-il-capitalismo

 

Notifica di
22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
sbregaverse
sbregaverse(@sbregaverse)
Utente CDC
15 Ottobre 2021 12:20

Esiste qualche magheggio per liberare l’Italia dalle lupae capitoline che hanno come lenoni i soliti(non ignoti) monsignori extra moenia?

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da sbregaverse
ducadiGrumello
ducadiGrumello(@ducadigrumello)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
15 Ottobre 2021 12:35

No.

sbregaverse
sbregaverse(@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  ducadiGrumello
16 Ottobre 2021 11:57

Duca Ella così uccide un uomo morto:depresso per tutto il fine settimana…..e anche oltre…. ma una briciola di speranza…….almeno….. uno Speranza in briciole…..suvvia una parola buona……un conforto….

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da sbregaverse
ducadiGrumello
ducadiGrumello(@ducadigrumello)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
16 Ottobre 2021 13:23

Caro Sbrega, in realtà io sono un ottimista, solo che non credo a magheggi esterni, tantomeno a figure salvifiche (mi scuso per le 2 ultime sillabe), abbiamo tutte le possibilità di sfangarla con le nostre risorse interiori. PS resto comunque un fan del suo “sour sense of humour”, davvero

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da ducadiGrumello
sbregaverse
sbregaverse(@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  ducadiGrumello
16 Ottobre 2021 14:54

Viva le due ultime sillabe!
Avercene di due ultime sillabe…..a strafottere avercene…..

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da sbregaverse
LuxIgnis
LuxIgnis(@luxignis)
Utente CDC
15 Ottobre 2021 13:08

Ho sempre sostenuto che dietro a tutto questo ci sia stato sempre ed il solito vecchio motivo dei soldi. Il capitalismo aveva un notevole affanno prima dei lockdown e non si era mai ripreso dalla crisi del 2008. Guarda caso durante e dopo, come dice l’articolo, questo affanno si è ridotto notevolmente e la loro ricchezza finanziaria è cresciuta enormemente. Con questa ricchezza, rubata, si stanno comprando pian piano tutto ciò che di buono e reale c’è nei paesi: immobili, aziende, terreni, ecc…
In più hanno fatto passare tutta una serie di restrizioni e leggi che mai sarebbe passate senza la pandemia, almeno non così in fretta.
Hanno accresciuto enormemente il loro dominio ed il controllo di tutti i campi dello stato e del sociale.
Il classico due piccioni con un fava.
Ed i piccioni siamo noi.

Giovanni01
Giovanni01(@giovanni01)
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
15 Ottobre 2021 19:56

Piccioni consenzienti..

Divoll
Divoll(@divoll)
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
16 Ottobre 2021 23:10

Piccioni che potrebbero anche andargli di traverso…

oxalidaceae
oxalidaceae(@oxalidaceae)
Utente CDC
15 Ottobre 2021 13:11

Io credo di sì.
Credo pure che sia più semplice di quel che si possa credere.
Basta star fermi.
Agire il meno possibile.
Si sentirà poco dopo, un tonfo globale con eco globulare.
Non rimarrà che godersi la loro autoimplosione.
Il coltello dalla parte del manico ce l’abbiamo noi.
Dagli inerti poi, la nostra nuova ripartenza.
Ma non lo si vuol intendere.
La libertà poi bisogna gestirla, cribbio.
oh Zeus che fatica!

Papaconscio
Papaconscio(@papaconscio)
Utente CDC
Risposta al commento di  oxalidaceae
15 Ottobre 2021 15:03

Brava

BrunoWald
BrunoWald(@brunowald)
Utente CDC
Risposta al commento di  oxalidaceae
15 Ottobre 2021 18:02

Vorrei tanto poter condividere il tuo ottimismo. Dico sul serio. Ma immagina se avessero detto agli indiani d’America “basta star fermi”…
Vorrei credere anche che abbiamo il coltello dalla parte del manico. Il vecchio mondo contadino era virtualmente autosufficiente. Oggi, con gran parte della popolazione concentrata nelle città, se tagliano l’aprovvigionamento energetico, o quello alimentare basato sul commercio mondiale (controllano entrambe le cose…), sul ponte sventola bandiera bianca.
Ho abbastanza fiducia in un futuro migliore, ma temo che sarà preceduto da molto dolore e sangue.

fuffolo
fuffolo(@fuffolo)
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
16 Ottobre 2021 17:54

Le città sono una trappola e diventeranno un macello.

jeints
jeints(@jeints)
Utente CDC
15 Ottobre 2021 13:49

Questo dimostrerebbe che e’ inutile continuare a blaterare di riduzione della popolazione per mezzo dei vaccini, ecc. Dimostra invece che esiste il complottismo intelligente che individua le vere cause, e il complottismo terrapiattista che scredita anche quello intelligente.

BrunoWald
BrunoWald(@brunowald)
Utente CDC
Risposta al commento di  jeints
15 Ottobre 2021 18:18

“Dimostrerebbe”: fai bene ad usare il condizionale, trattandosi di una interpretazione un pò riduttiva di ciò che sta avvenendo. A certi livelli l’economia è un’arma: lo diceva persino il grande Coppola ne “Il Padrino 3”, bastava seguire la trama mangiando i pop corn…
Se hai 100 milioni ti godi la vita, se hai 100 miliardi lotti per il potere. Per questa gente il denaro è solo uno strumento per un fine.
Nessuno di noi sa quale sia il vero obiettivo della campagna vaccinale, è troppo presto per dirlo: ma che si tratti esclusivamente dei profitti di Big Pharma, lo escludo senz’altro. D’altra parte, la mia è solo l’opinione screditata di un terrapiattista poco intelligente. 🙂

Astronauta
Astronauta(@astronauta)
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
15 Ottobre 2021 18:41

Non si sa l obiettivo della campagna vaccinale e intanto sono tornate oggi le scie chimiche che da tempo non si notavano. Scie dense e grandi verso nord ovest. Da diversi giorni ci avvertono che ci saranno questo inverni raffreddori forti.
Si stanno attivando alla grande. Meglio mettersi la mascherina quando si esce, altro che covid.

raniran
raniran(@raniran)
Utente CDC
Risposta al commento di  Astronauta
16 Ottobre 2021 17:54

…lascia perdere le scie ..dai….. pensa al marchio dell’infamia
Ci son Cose ben più importanti qui sulla terra

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da raniran
Astronauta
Astronauta(@astronauta)
Utente CDC
Risposta al commento di  raniran
16 Ottobre 2021 23:25

Ma cadono proprio sulla terra le scie chimiche.
Non stanno in cielo, per cui sono cose….terrene.

jeints
jeints(@jeints)
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
16 Ottobre 2021 18:54

Cioe’ lei conferma cio’ che ho detto (l’economia e’ un’arma), non sapra’ mai chiarire il motivo della campagna vaccinale(i terrapiattisti mai chiariranno nulla) e mi sottolinea il condizionale «chiarirebbe» che per me e’ solo un modo di dire, giacche’ io direi «chiarisce». Se si e’ sentito chiamato in causa come terrapiattista sara’ perche’ ha la coda di paglia, ma dimostra anche che e’ giusta la suddivisione fra categorie di complottisti (i veri e gli pseudo).

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da jeints
BrunoWald
BrunoWald(@brunowald)
Utente CDC
Risposta al commento di  jeints
17 Ottobre 2021 3:09

Siamo nervosetti? Provi a respirare a fondo.
Lei non ha detto che l’economia è un’arma, ma bensì che “è inutile continuare a blaterare di riduzione della popolazione per mezzo dei vaccini”, paragonando la cosa al terrapiattismo. Il ché mi sembra un tantino arbitrario visto che numerosi specialisti, tra cui l’inventore della tecnologia mRNA, stanno lanciando moniti a dir poco preoccupanti sugli esiti potenzialmente devastanti della campagna vaccinale di massa.
Poi, non si può escludere che si tratti di allarmi eccessivi: ma mi sembra che vada concesso almeno il beneficio del dubbio, vista anche la quantità di gente che ci ha già rimesso la vita o la salute. Io questo lo chiamo buon senso: se lei lo chiama “complottismo terrapiattista”, me ne farò una ragione.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da BrunoWald
nicolass
nicolass(@nicolass)
Utente CDC
15 Ottobre 2021 14:28

se si trascura il fatto che c’è stato un enorme spostamento di ricchezza dalle classe meno abienti verso quelle più prospere perché si ragiona solo su grandi numeri allora va bene tutto… pure pagare 200,00 euro al mese per farsi un tampone per poter lavorare.. ma Zibordi ci è o ci fa?
Che le élite finanziarie si siano arricchite col lockdown a scapito di molte categorie di lavoratori mi pare la scoperta dell’acqua calda…. anche elogiare l’indebitamento del paese per far fronte all’emergenza che inevitabilmente peserà sulle generazioni future mi pare dal punto di vista economico una bestemmia. A questo punto i portuali che protestano a fare? .. c’è solo da sperare in un prossimo lockdown
L’economia non è slegata dalla vita reale e se guardiamo che fine ha fatto la democrazia nel nostro paese.. a come è stata calpestata la Costituzione… a come sono stati accantonati anni di lotte sindacali e di conquiste dei lavoratori mi pare francamente che ci sia poco da stare allegri. Zibordi dovrebbe posare il fiasco…

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da nicolass
BrunoWald
BrunoWald(@brunowald)
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
15 Ottobre 2021 18:19

Ben detto, è la scoperta dell’acqua calda.

lurker
lurker(@lurker)
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
16 Ottobre 2021 12:26

Zibordi, come sempre, fa la sua analisi economica, ma mi sembra che abbia ben chiaro il problema e lo dice chiaramente

si vengono a creare disuguaglianze enormi che arricchiscono alcuni a spese di altri, ma che interessano poco a livello macroeconomico. E’ un problema di giustizia sociale, di cui al momento non importa molto neanche ai “populisti”

Io ho letto questo articolo come un atto di accusa nei confronti del sistema capitalistico cosi’ com’e’ oggi: se, quando funziona bene (in base alle logiche del sistema stesso, e l’articolo lo spiega chiaramente) l’effetto e’ questo, e’ ovvio che il sistema deve essere cambiato.

O almeno, dovrebbe essere ovvio. Questo sistema e’ come un gigantesco casino’, dove a lungo termine e’ solo il banco che vince. Ma, nonostante questo, nei casino’ non c’e’ carenza di giocatori.

22
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x