Il Florida Board of Education taglia i finanziamenti ai distretti scolastici che costringono gli studenti ad indossare le mascherine

Otto distretti scolastici sono stati privati dei fondi dopo che, giovedi scorso, il Florida Board of Education ha votato per penalizzare quelli che violano la legge della Florida obbligando i bambini ad indossare la mascherina.

Ashley Sadler
LifeSiteNews

Nei confronti dei distretti scolastici della Florida che impongono ai bambini l’obbligo della mascherina, contravvenendo al decreto del governatore repubblicano Ron DeSantis, sono state emesse sanzioni pecuniarie dopo il voto unanime del Board of Education per dare, giovedì, il via libera alla strategia.

La mossa è l’ultima bordata di una battaglia legale, combattuta contro il Presidente Joe Biden, per consentire ai cittadini di poter fare le proprie scelte sanitarie e allo Stato della Florida di stabilire e far rispettare le proprie regole, senza interferenze federali.

Nella riunione del 7 ottobre, il Florida Board of Education (BOE) ha acconsentito all’unanimità ad imporre sanzioni pecuniarie ai distretti scolastici che impongono agli studenti di indossare la mascherina per arginare la diffusione della COVID-19, accogliendo la raccomandazione del commissario per l’istruzione Richard Corcoran di imporre le sanzioni come misura applicativa.

Le sanzioni finanziarie, che sottraggono i finanziamenti statali ai distretti ribelli, saranno utilizzate per garantire che le scuole rispettino un ordine esecutivo firmato a luglio dal governatore DeSantis che vieta agli amministratori scolastici di costringere i bambini a indossare la mascherina contro la volontà dei loro genitori.

Molti genitori avevano chiesto che i loro figli non fossero costretti ad indossare la mascherina per frequentare la scuola in presenza, citando dati che indicano che i bambini non sono a rischio di COVID-19, non diffondono in modo significativo il virus e potrebbero subire danni psicologici e fisici dall’indossare la mascherina in modo prolungato.

Dopo aver affrontato un’azione legale da parte dei sostenitori dell’obbligo di mascherina, il divieto della Florida all’obbligo è stato confermato da un giudice federale il 15 settembre e, il 30 settembre, la corte ha respinto all’unanimità un appello di riconsiderazione.

Otto distretti scolastici dello Stato hanno attualmente avuto la sospensione dei fondi statali a causa delle loro illegali imposizioni, mentre giovedì i nomi di tre distretti sono stati rimossi dall’agenda, visto che avevano rinunciato alla loro politica prima del voto della BOE, ha riportato l‘Atlanta Journal Constitution.

Il consiglio si è anche mosso per impedire all’amministrazione Biden di fornire contributi federali a sostituzione dei fondi trattenuti dallo Stato.

Secondo Corcoran, l’interferenza del governo federale con la legge della Florida “è una delle violazioni più eclatanti del decimo emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti e alla sovranità della Florida”.

Come precedentemente riportato da LifeSite, l’amministrazione Biden ha annunciato il mese scorso che sarebbe intervenuta per impedire l’applicazione del divieto della Florida all’obbligo di mascherina, affermando che avrebbe fornito fondi federali ai distretti scolastici privati dei finanziamenti statali.

Ora, la BOE della Florida ha autorizzato lo Stato a decurtare i finanziamenti scolastici dello stesso importo erogato dal governo federale, eliminando il potere del governo federale di premiare le scuole che avevano infranto il divieto sull’obbligo di mascherina.

La decisione della BOE avrà un impatto immediato su due distretti scolastici che avevano sfidato il divieto e ricevuto fondi federali tramite le sovvenzioni dell’amministrazione Biden al Supporting America’s Families and Educators (SAFE).

Le sovvenzioni avevano ripristinato il 100% degli stipendi del personale scolastico i cui emolumenti erano stati congelati per non aver rispettato la legge della Florida.

Secondo il rapporto dell’Atlanta Journal Constitution, a seguito del voto della BOE, lo Stato “è stato autorizzato a trattenere a due distretti, Broward e Alachua, che avevano mantenuto le loro politiche sulle mascherine, un importo pari alle sovvenzioni federali ricevute”.

Il distrettio di Broward, che aveva ricevuto una sovvenzione di 421.000 dollari dall’amministrazione Biden per essersi rifiutato di concedere che la decisione di indossare la mascherina fosse lasciata alle famiglie, è già stato colpito da una sanzione di 70.000 dollari. È probabile che il distretto perda altri 456.000 dollari, pari all’importo della sovvenzione federale, oltre ad un mese di stipendio per i membri del consiglio scolastico ribelle.

Nel frattempo, il distretto di Alachua è destinato a perdere 148.000 dollari in finanziamenti, pari alla sua sovvenzione federale, più altri 13.000, l’equivalente di un mese di stipendio per i membri del suo consiglio scolastico.

“Secondo i loro stessi termini, queste sovvenzioni incoraggiano i distretti scolastici a violare la legge della Florida… se il governo federale può semplicemente finanziare o riscattare i distretti scolastici con sovvenzioni, allora l’autorità di contrasto dello stato viene neutralizzata, annullata e abolita”, ha affermato il Commissario per l’Istruzione della Florida.

Nonostante le recenti grandi vittorie del governatore DeSantis e della legislatura della Florida guidata dal GOP [n.d.T. «Grand Old Party», denominazione del Partito Repubblicano Americano], la battaglia tra il governo federale e lo Stato della Florida sugli obblighi legati alle mascherine non mostra segni di rallentamento.

Il mese scorso, il Dipartimento dell’Istruzione degli Stati Uniti ha annunciato di aver avviato un’indagine sui diritti civili in merito al divieto del Sunshine State [n.d.T. soprannome della Florida] dell’obbligo di mascherina, sostenendo che una cosa del genere avrebbe potuto danneggiare gli studenti disabili.

Questa settimana, l’ufficio del governatore ha rilasciato una dichiarazione che definisce l’indagine “un’inchiesta fittizia sui diritti civili contro la Florida a causa della nostra legittima lotta contro i consigli scolastici eletti”.

Inoltre, la Florida non è l’unico campo di battaglia su cui si sta combattendo la guerra in corso tra genitori e consigli scolastici.

Il governo federale, questa settimana, ha segnalato che avrebbe esercitato i suoi poteri di applicazione della legge contro quei genitori che, quest’anno, si erano presentati in gran numero alle riunioni dei consigli scolastici per protestare contro le politiche scolastiche [federali] politicamente controverse.

Durante gli incontri, i genitori e i membri delle comunità avevano espresso rabbia e disapprovazione per le politiche e le decisioni curriculari prese dalle scuole, tra cui l’obbligo della mascherina e l’insegnamento della teoria critica della razza e della radicale ideologia di genere.

Lunedì, il Dipartimento di Giustizia ha pubblicato una nota del procuratore generale, Merrick Garland, chiedendo all’FBI, e agli avvocati degli Stati Uniti, di collaborare con i funzionari locali nel tentativo di fermare le presunte “minacce di violenza” contro i dipendenti della scuola da parte di genitori sconvolti.

Come notato dal Daily Wire, la nota non ha citato alcun esempio specifico di tali minacce violente.

“Negli ultimi mesi c’è stato una preoccupante escalation di molestie, intimidazioni e minacce di violenza contro amministratori scolastici, membri del consiglio di amministrazione, insegnanti e personale che partecipano alla gestione delle scuole pubbliche della nostra nazione”, si legge nel memorandum.

“Anche se un vivace dibattito sulle questioni politiche è protetto dalla nostra Costituzione, la protezione non si estende alle minacce di violenza o ai tentativi di intimidire gli individui sulla base delle loro opinioni”, continua il documento.

In un tweet di martedì, il governatore DeSantis ha affermato che avrebbe resistito all’interferenza dell’FBI, affermando che “la Florida difenderà i diritti alla libertà di parola dei suoi cittadini e non consentirà agli agenti federali di soffocare il dissenso”.

“Il procuratore generale Garland sta militarizzando il Dipartimento di Giustizia, utilizzando l’FBI per perseguire genitori preoccupati e metterli a tacere mediante intimidazione”, ha detto DeSantis.

Ashley Sadler

Fonte: https://www.lifesitenews.com

Link: https://www.lifesitenews.com/news/florida-education-board-defunds-districts-that-violated-gov-desantis-mask-policy/?utm_source=top_news&utm_campaign=usa

08.10.2021

Scelto e tradotto da NICKAL88 per comedonchisciotte.org

Notifica di
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
ducadiGrumello
ducadiGrumello (@ducadigrumello)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 19:36

comincio a temere per il buon De Santis, non so, un covid fulminante, un “malore attivo” di pinelliana memoria..

Armin
Armin (@armin)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 19:58

Si conferma la lotta tra Patrioti (Repubblicani) e fake presidente con i suoi fasulli falsoni (democratici).
I fake sono disonesti, falsoni, vendipatria come gli analoghi piddini merdini in Italia. Le fecce sono uguali, ed aggiungo, in crisi di astinenza! Ha ha ha ha ha!!!!!!
Devono morire!

Luca VFR
Luca VFR (@luca-vfr)
Utente CDC
29 Ottobre 2021 2:24

Mi sa che è ora che qualcuno inizi a insaponare corde e a lubrificare fucili.

3
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x