Idee per la creazione di un blocco sociale di resistenza unito

L’Italia è una polveriera. Centinaia di manifestazioni sparse su tutto il territorio sono il sintomo del profondo stato di agitazione che anima le nostre vite. Il passo successivo all’agitazione è l’organizzazione dell’agitazione, secondo i 3 “comandamenti” di Gramsci: “Istruitevi perchè avremo bisogno di tutta la vostra intelligenza, agitatevi perchè avremo bisogno di tutto il vostro entusiasmo, organizzatevi perchè avremo bisogno di tutta la vostra forza“.

In questo percorso verso l’organizzazione ricorre spesso una constatazione che proverò a smontare: “Siamo troppo pochi, dobbiamo convincere quante più persone possibili”. Tentare di convincere le masse contrapponendo all’ informazione martellante 24h su 24 e 7 giorni su 7, unicamente la contro narrazione scientifica da parte di un relatore il sabato in piazza, è come contrapporre una fionda a un carro armato, è come svuotare il mare con un cucchiaino. I rapporti di forza dell’informazione sono così sbilanciati a favore del mainstream che non sarà il singolo contributo di un seppur eccellente relatore a far cambiare idea ad alcuno

Grazie ai contributi di quei relatori eccellenti nelle piazze, si è creata una massa critica che rappresenta oggi l’avanguardia della rivoluzione contemporanea. Tuttavia oggi nelle piazze si riversa sempre la medesima massa critica risvegliata a cui bisognerebbe fornire altri strumenti, un altro linguaggio, poichè sulla contro narrazione scientifica si registra un buon livello di consapevolezza.

La massa critica infatti è ancora frammentata e priva della coscienza rivoluzionaria, ed è ora chiamata ora a cementarsi, unirsi, amalgamarsi il più possibile per diventare centro propulsore di energie che si propagheranno fino a coinvolgere le masse dormienti. Nel frattempo la massa critica esistente deve dotarsi di nuove doti umane, per esplicare poi a sua volta un’azione educativa nel processo di maturazione della nuova coscienza di classe.
Per questi motivi è necessario sperimentare forme comunicative nuove in cui il popolo, ovvero la massa critica esistente, diventi protagonista. Le piazze devono trasformarsi in un vero e proprio “dispositivo del dissenso” allestito ad hoc per mobilitare le passioni tristi; i manifestanti devono manifestare, appunto, le proprie ansie, paure e condizionamenti e così, condividendole, esse si trasformano in divertimento, aggregazione ed orgoglio d’appartenenza ad una storia comune. In questo modo il dispositivo del dissenso, assume un valore terapeutico poichè consente da un lato di scaricare le passioni tristi e dall’altro di nutrire le anime di energie positive necessarie per vivere la rivoluzione in maniera permanente tutta la settimana. La piazza deve essere un luogo, come a teatro, in chiesa, allo stadio, di ristoro per l’animo e al contempo deve essere un atto politico forte, radicale, democratico e non violento. Mobilitando con la propria voce il dissenso, il singolo sente che il proprio contributo è utile ad una causa collettiva; il manifestante sente che la sua voce si fonde con la voce degli altri, ritrovando così l’idea di un popolo unito. Non solo, vocalizzando: “Noi resisteremo” il singolo si sente responsabilizzato, ed è come se stringesse un patto con gli altri sodali manifestanti.

Le rivoluzioni cominciano sempre da un piccolo gruppo d’avanguardia. Sono solo le energie sprigionate da questo gruppo che possono trascinare gli altri, non la asettica, ma pur sempre necessaria, contro narrazione scientifica.

Tutti i movimenti sociali e politici sono messi in moto e tenuti in alto da piccole minoranze: un 1% o forse meno uno 0,1% senza il quale tutti gli altri 99 rimarrebbero una massa per lo più passiva, per qualunque ragione: la pigrizia, la mancanza di tempo/risorse, la timidezza, la presenza di attività più attraenti. Questa tendenza la osserviamo anche nei nostri gruppi social in cui pochissimi rispetto agli iscritti portano avanti temi o proposte concrete. Questo fatto enorme sulla passività delle masse, dovrebbe portare a capire quanto sono preziosi e importanti i leader: i grandi leader, ma pure i piccoli leader cosi come può essere ognuno di noi in tutto quello che facciamo; ogni volta che ci mettiamo in moto, che cerchiamo di indicare un percorso, è potenzialmente come se 100 persone si mettessero in moto.

Rianimare le energie rivoluzionarie nella massa critica già esistente: non sprechiamo forze all’ infuori di questo.

W la Rivoluzione!

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notifica di
115 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
VincenzoS1955
VincenzoS1955
28 Aprile 2021 , 2:31 2:31

Così dovrebbe essere, ma… tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare.

Bertozzi
Bertozzi
Reply to  VincenzoS1955
28 Aprile 2021 , 6:20 6:20

E gallina vecchia fa buon brodo.

giovanni
giovanni
Reply to  Bertozzi
28 Aprile 2021 , 7:16 7:16

…. per vecchi sdentati!

clausneghe
clausneghe
28 Aprile 2021 , 2:35 2:35

Seee, l’ultima volta che ci hanno parlato di rivoluzione non violenta è uscito fuori il movimento cinque truffe che ci ha regalato, assieme ai gaglioffi governativi, una triste dittatura sanitaria con tanto di coprifuoco. Io se mi muovo voglio essere armato e voglio anche vendicarmi.

Mario Poillucci
Mario Poillucci
Reply to  clausneghe
28 Aprile 2021 , 3:28 3:28

Dillo a me che mi muovo armato h24 siccome in possesso di porto d’armi! Ma i miei obiettivi i bersagli sono i mascalzoni giammai non mai la brava gente!!!

Мосин
Мосин
Reply to  clausneghe
28 Aprile 2021 , 6:20 6:20

Dai tempo al tempo…ora cominciamo a uscire e a fare aggregazione. La tua ( e nostra) sete di vendetta verra saziata alla fine. E siccome tutti verranno giudicati per le proprie azioni…bhe, penso che ci sarà da divertirsi. Un passo alla volta, un passo alla volta…

Nuvola Rossa
Nuvola Rossa
28 Aprile 2021 , 2:41 2:41

i medici che giustamente non aderiscono alla vaccinazione, sanno qualcosa di piu’riguardo la colossale truffa del covid? Neanche uno che abbia ascoltato, intuito o preso ordini in tal senso? Durante il loro lavoro……..

IlContadino
IlContadino
28 Aprile 2021 , 2:45 2:45

Sento un sincero spirito di aggregazione in questo scritto, mi muove in direzione di responsabilità. Spesso parliamo di “noi svegli” e “loro che dormono”, in effetti sembra proprio così e in una certa misura lo è. Proviamo a muoverci verso ulteriore responsabilità. Domanda: su una scala da 1 a 10 (mi piacciono le scale), dove 1 è il troglodita sul balcone e 10 è quella che per noi è la massima espressione dell’essere umano, noi dove siamo? Se non siamo 10, allora testa bassa e pedalare, perché a forza di dire “noi svegli” e “loro dormono” rischiamo di identificarci con il personaggio 10 quando in realtà, magari, non raggiungiamo nemmeno la sufficienza. Detto ciò, grazie al Varvara, quando lo leggo mi sento come avessi una manina che mi spinge alle spalle…su su Contadino, avanti, avanti!

Bertozzi
Bertozzi
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 6:22 6:22

Da uno a dieci noi siamo… puntini di sospensione.

Nicola Morgantini
Nicola Morgantini
28 Aprile 2021 , 2:59 2:59

È sempre un problema di rapporti di forza tra oligarchie, ossia di chi guida il popolo. Pensare che il popolo possa diventare protagonista di qualcosa è una colossale sciocchezza. Come diceva Pareto, di fronte all’oligarchia non c’è il popolo ma un’altra oligarchia in formazione.

McBane
McBane
28 Aprile 2021 , 3:40 3:40

Una polveriera, dici? Sarà. A me pare che sia bastato dare di nuovo al popolino un tavolino e un cameriere e si sono tutti rimessi buoni e quieti. In Alto Adige i non vaccinati e non guariti tutti in coda per farsi il test e ottenere un pass digitale (che vale 72 ore) per… mangiare anche all’interno! Va, proprio un’esperienza mai fatta prima! Un anno di Covid e ancora siamo qui a correre dietro allo sprizz seduti al tavolo, ma dove vuoi andare?

giovanni
giovanni
Reply to  McBane
28 Aprile 2021 , 7:22 7:22

Effettivamente quando ho letto nell’articolo di richiamare le masse ho subito pensato a salsicce e vino.
Ovviamente belle ragazze scosciate alla distribuzione….

ton1957
ton1957
28 Aprile 2021 , 3:54 3:54

I caxxi arrivano quando é ora di alzarsi dal divano, posare la tastiera e mettersi l’elmetto.
Sino a quel punto si contano millemililioni di rivoluzionare, dopo si sciolgono come neve al sole.

Guido Bulgarelli
Guido Bulgarelli
Reply to  ton1957
28 Aprile 2021 , 4:23 4:23

Invece che tanti Leonida, siamo tanti Leoni-da-tastiera

Guido Bulgarelli
Guido Bulgarelli
Reply to  ton1957
28 Aprile 2021 , 4:23 4:23

Invece che tanti Leonida, siamo tanti Leoni-da-tastiera

AlbertoConti
AlbertoConti
Reply to  Guido Bulgarelli
28 Aprile 2021 , 4:32 4:32

Bene, io adesso alzo le chiappe e vado alla stazione locale dei carabinieri a consegnare, a mio nome, questa denuncia circostanziata, scaricabile da:

http://www.riapriamolitaliainsalute.it/

Invito tutti a fare lo stesso e dire di fare lo stesso alle proprie conoscenze, dentro e fuori la rete.

I nostri Padri costituenti hanno ben evidenziato, nero su bianco, la separazione dei poteri: Esecutivo, Legislativo, Giudiziario.

Lo scopo è quello del reciproco controllo, in modo da evitare derive autoritarie incontrollate, come quella a cui stiamo assistendo in diretta da oltre un anno.

I primi due poteri sono persi, è chiaro, e pure il terzo mostra chiari sintomi di cancro allo stadio terminale. Ma basta una sua sola cellula ancora sana a ribaltare la situazione. Questo è un fatto concreto. Ciao, vado.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  AlbertoConti
28 Aprile 2021 , 5:20 5:20

A proposito della separazione dei poteri: in Germania, a Bad Reichenhall, un gruppo di genitori ha manifestato davanti alla caserma dell’esercito, chiedendo aiuto per i propri bambini, non ricevendo più nessun aiuto né dalla polizia, né dalla magistratura.
In Germania, i bambini devono portare la mascherina a scuola e devono fare ogni settimana, in classe, da soli, un test rapido Covid.
Fonte: video in tedesco
https://tube.querdenken-711.de/videos/watch/fa10daf8-e1b0-4770-8cca-aa642254a94c

AlbertoConti
AlbertoConti
Reply to  Pfefferminz
28 Aprile 2021 , 6:17 6:17

Genitori che hanno capito di essere al centro di un colpo di stato all’interno di una rivoluzione totalitaria trasnazionale. Finalmente ci si sveglia. Quando mettono le mani sui bambini ogni genitore diventa una belva. Da quando ho saputo della sperimentazione del vaccino anticovid della J&J al Buzzi di Milano sui bambini da 1 a 18 anni, anch’io, nel mio piccolo, mi sono DEFINITIVAMENTE incazzato!

Bertozzi
Bertozzi
Reply to  AlbertoConti
28 Aprile 2021 , 6:24 6:24

No, ogni genitore direi proprio di no

AlbertoConti
AlbertoConti
Reply to  Bertozzi
28 Aprile 2021 , 6:27 6:27

Certo, i boccaloni che si fanno plagiare dall'”autorevolezza” di un primario di pediatria amicone di Salvini fanno la fila per diventare i “privilegiati” della “scienza”. Per loro non resta altro che la pietà verso i minus habens.

Holodoc
Holodoc
Reply to  Bertozzi
28 Aprile 2021 , 8:38 8:38

Esatto. Sono proprio i neogenitori i più maniaci della mascherina.
Domenica ho visto una mamma ai giardinetti che spingeva la bimba sull’altalena. Non c’era nessuno entro 7-8 di distanza ma aveva la mascherina ffp2 ben calcata (la mamma).

McBane
McBane
Reply to  AlbertoConti
28 Aprile 2021 , 7:52 7:52

Non so, a me sembra che tantissimi obblighino i figli alla mascherina sempre e comunque. Hanno paura della multa? Ma dai, va bene che ci sono grandi canaglie in giro, ma devo ancora vedere il carabiniere che multa un genitore perchè il figlio non ha la mascherina. Magari redarguisce, a quel punto gli si risponde: “Sì sì, mi scusi, gliela rimetto” e quando gira l’angolo via di nuovo. Hanno paura che si contagino? Mentre vanno in bici in strade quasi deserte? Altro che genitori incazzati. Mi sa che la gran parte sia molto molto docile.

Bertozzi
Bertozzi
Reply to  McBane
28 Aprile 2021 , 8:02 8:02

Concordo anche sulle virgole.

McBane
McBane
Reply to  Pfefferminz
28 Aprile 2021 , 7:47 7:47

Uguale in Alto Adige.

Holodoc
Holodoc
Reply to  McBane
28 Aprile 2021 , 8:42 8:42

In Alto Adige stanno già preparando i coronapass, tanto per scoraggiare gli aspiranti turisti estivi (come me). Sì vede che non gli è bastato stare chiusi in inverno…

McBane
McBane
Reply to  Holodoc
28 Aprile 2021 , 9:18 9:18

Preparando? Ci sono già. Migliaia in fila ai centri di test pur di bere un caffè al chiuso, centralini di ASL bollenti per le richieste di certificato del vaccino o di avvenuta guarigione. Sono tanto tarati in testa che pur di convincersi di essere “tornati alla normalità” ordinano pizze all’aperto con tanto di giacconi e cappelli. Ma santo dio, fino a ieri se volevi mangiare al freddo bastava ordinare una pizza d’asporto e mangiarla su una panchina, ma non lo facevi perchè… beh, perchè era freddo e ora ti imbacucchi per essere servito al tavolo?

Holodoc
Holodoc
Reply to  McBane
28 Aprile 2021 , 11:48 11:48

Eh sì, sono stati troppo coccolati stando sotto l’Italia, tanto da fidarsi ciecamente delle autorità. Sì accorgeranno cosa significa vivere nel mondo reale dei altri europei quando tutte le strutture turistiche saranno pagate in mano alle multinazionali.

AlbertoConti
AlbertoConti
Reply to  AlbertoConti
28 Aprile 2021 , 6:13 6:13

Fatto! E’ stata dura ma ce l’ho fatta, dopo 170 firme in presenza del “Agente di Polizia Giudiziaria” (Carabiniere). M’è costato 27 € di fotocopie e rilegatura, spesi bene. A giorni il fascicolo di 79 pagine sarà sul tavolo del Procuratore della Repubblica del Tribunale di Lecco. Questi potrà archiviarlo, dandomene comunicazione, o procedere, eventualmente convocandomi. Questo è quanto.

Se tali denunce diventeranno migliaia la magistratura non potrà ignorarle, e allora si apriranno le “danze”, onesti contro corrotti, ma in ogni caso il re sarà più nudo che mai.

Holodoc
Holodoc
Reply to  AlbertoConti
28 Aprile 2021 , 8:43 8:43

C’era anche il generale Pappalardo?

Guido Bulgarelli
Guido Bulgarelli
Reply to  AlbertoConti
28 Aprile 2021 , 7:34 7:34

Volevo aderire, ma ho finito la cartuccia della stampante…no dai scherzo, grazie della dritta, denuncia scaricata

ITALIA ENSEÑA
ITALIA ENSEÑA
Reply to  AlbertoConti
28 Aprile 2021 , 9:51 9:51

I carabinieri se la rideranno e avranno ragione a farlo.

vegavega
vegavega
Reply to  ITALIA ENSEÑA
28 Aprile 2021 , 13:08 13:08

Beh, se ridono i carabinieri, possiamo avere Speranza.

danone
danone
28 Aprile 2021 , 3:58 3:58

Nel frattempo la massa critica esistente deve dotarsi di nuove doti umane, per esplicare poi a sua volta un’azione educativa nel processo di maturazione della nuova coscienza di classe. Grazie Varvara, condivido questo appello, ma sul processo di maturazione di una coscienza di classe, avrei dei seri dubbi che oggi possa servire. Non ho mai capito se la coscienza di classe è servita più ai padroni, per tracciare e controllare meglio il branco, concedendogli anche qualcosa, a volte, per ammansirlo, o se davvero ha prodotto maggiore consapevolezza, nello schiavo con coscienza di classe. Oggi per uscire da un disegno satanista mondiale, dove le elite predispongono linee guida anti-pensiero critico e anti-sviluppo animico, serve una coscienza individuale spirituale matura, e non aggiungo altro, essendo un’esperienza personale, che, sebbene porti tutti a convergere e sintonizzarsi fra di loro, producendo una vera fratellanza, contemporaneamente mantiene autonomi e personali, i contenuti profondi dell’esperienza stessa. La coscienza di classe a mio avviso ha sempre formato branchi, non esseri individuali integri ed equilibrati e davvero consapevoli di se e dello stato delle cose. Oggi possiamo e dobbiamo pretendere di più, se no non ne usciamo e ripeteremo inevitabilmente i vecchi modelli, che nella merda ci hanno… Leggi tutto »

danone
danone
28 Aprile 2021 , 3:58 3:58

Nel frattempo la massa critica esistente deve dotarsi di nuove doti umane, per esplicare poi a sua volta un’azione educativa nel processo di maturazione della nuova coscienza di classe. Grazie Varvara, condivido questo appello, ma sul processo di maturazione di una coscienza di classe, avrei dei seri dubbi che oggi possa servire. Non ho mai capito se la coscienza di classe è servita più ai padroni, per tracciare e controllare meglio il branco, concedendogli anche qualcosa, a volte, per ammansirlo, o se davvero ha prodotto maggiore consapevolezza, nello schiavo con coscienza di classe. Oggi per uscire da un disegno satanista mondiale, dove le elite predispongono linee guida anti-pensiero critico e anti-sviluppo animico, serve una coscienza individuale spirituale matura, e non aggiungo altro, essendo un’esperienza personale, che, sebbene porti tutti a convergere e sintonizzarsi fra di loro, producendo una vera fratellanza, contemporaneamente mantiene autonomi e personali, i contenuti profondi dell’esperienza stessa. La coscienza di classe a mio avviso ha sempre formato branchi, non esseri individuali integri ed equilibrati e davvero consapevoli di se e dello stato delle cose. Oggi possiamo e dobbiamo pretendere di più, se no non ne usciamo e ripeteremo inevitabilmente i vecchi modelli, che nella merda ci hanno… Leggi tutto »

Raffaele Varvara
Raffaele Varvara
Reply to  danone
28 Aprile 2021 , 4:11 4:11

Grazie a te! Concordo pienamente con quello che dici, infatti la nuova coscienza di classe va costruita attorno alla consapevolezza che la rivoluzione è prima di tutto interiore, spirituale, iniziatica

redfifer
28 Aprile 2021 , 4:07 4:07

Ci vorrebbe una applicazione da porre sul telefonino a cui fanno a capo tutti quei gruppi di gente risvegliata, che organizza i vari si-tin di protesta sul territorio, con la quale seguire le opportunità e modalità per poter partecipare.

Ovviamente voglio i diritti di copyright © a copertura della “mia” idea, avendo lo stesso diritto di Bill Gates di fare soldi. 😊😋

giovanni
giovanni
Reply to  redfifer
28 Aprile 2021 , 7:26 7:26

Lasci l’indirizzo del garage dove inviare l’obolo.

Holodoc
Holodoc
Reply to  redfifer
28 Aprile 2021 , 6:59 6:59

Basterebbe un canale su Telegram come tanti altri già ci sono

AlbertoConti
AlbertoConti
28 Aprile 2021 , 4:19 4:19

Questa è una vera chicca, che mostra fin dove può spingersi il mainstream dei davosiani: “Il “teniamo aperto” che era stato il grido di battaglia dell’iperproduttivismo della primavera 2020 è diventato, nell’autunno dello stesso anno e nelle stagioni a seguire, uno sfacciato slogan di ricerca del consenso e di intercettazione di quel livore: “aperturismo” come opposizione ideologica al “chiusurismo” basato sui dati scientifici.” “BASATO SUI DATI SCIENTIFICI” ! ! ! Che faccia ha uno che scrive questa cosa? Uno che giustifica il coprifuoco alle 22 come misura efficace basata “sui dati scientifici”? Vi chiederete qual’è la fonte. Eccola: file:///C:/Users/39338/AppData/Local/Temp/Amnesty-barometro-odio-2021.pdf BAROMETRO DELL’ODIO – Intolleranza pandemica Un documento di 68 pagine edito da AMNESTY INTERNATIONAL ITALIA ( io non odio – 60 anni dalla parte dei diritti umani 1961.2021) Lo so, sappiamo tutti che cos’è e cosa rappresenta questa organizzazione. Ma forse non sappiamo quanta brava gente, quanti “bravi cittadini” si lasciano irretire ideologicamente da questi tristi buffoni, assai peggio dello stesso beppe grillo ormai decaduto. Attenzione gente, questi usano l’immagine della “scienza” come ai tempi di Galileo, per negare la realtà. Vanno sbugiardati sullo stesso terreno, restituendo quel minimo di dignità al concetto di scienza, che quasi nessuno sa che cos’è.… Leggi tutto »

AlbertoConti
AlbertoConti
Reply to  AlbertoConti
28 Aprile 2021 , 6:55 6:55

Ovviamente la vaccinazione sperimentale come unico possibile rimedio alla “catastrofe sanitaria” per questi paladini dei diritti umani è un fatto certo, basato sui “dati scientifici”. Da qui la primazia “altruistica” e amorevole del farsi vaccinare per salvare l’umanità, fino a renderla obbligatoria di fatto per chi “non capisce”, per “salvaguardare i diritti umani”. Dei diritti umani del vaccinando evidentemente se ne impippano, secondo una loro logica basata su una loro “scienza” e sui loro personalissimi “dati scientifici”, come quelli dei tamponi non diagnostici utilizzati ai fini diagnostici. Questi farisei ipocriti vivono nelle contraddizioni palesi, continuate e reiterate, e si fanno scudo della “scienza”. Ebbene sì, confesso, li odio con tutto il cuore, mandando il loro BAROMETRO a fondo scala. O forse no, di loro, come persone, non me ne importa un fico secco, fanno parte di quella minoranza di nostri simili che non merita alcuna compassione. Mi fanno solo incazzare, come mi farebbe incazzare un’ortica che mi si struscia sulla mano. Nessun odio, non ne vale proprio la pena, basta e avanza una profonda irritazione, possibilmente propositiva di adeguato rimedio.

AlbertoConti
AlbertoConti
Reply to  AlbertoConti
28 Aprile 2021 , 6:55 6:55

Ovviamente la vaccinazione sperimentale come unico possibile rimedio alla “catastrofe sanitaria” per questi paladini dei diritti umani è un fatto certo, basato sui “dati scientifici”. Da qui la primazia “altruistica” e amorevole del farsi vaccinare per salvare l’umanità, fino a renderla obbligatoria di fatto per chi “non capisce”, per “salvaguardare i diritti umani”. Dei diritti umani del vaccinando evidentemente se ne impippano, secondo una loro logica basata su una loro “scienza” e sui loro personalissimi “dati scientifici”, come quelli dei tamponi non diagnostici utilizzati ai fini diagnostici. Questi farisei ipocriti vivono nelle contraddizioni palesi, continuate e reiterate, e si fanno scudo della “scienza”. Ebbene sì, confesso, li odio con tutto il cuore, mandando il loro BAROMETRO a fondo scala. O forse no, di loro, come persone, non me ne importa un fico secco, fanno parte di quella minoranza di nostri simili che non merita alcuna compassione. Mi fanno solo incazzare, come mi farebbe incazzare un’ortica che mi si struscia sulla mano. Nessun odio, non ne vale proprio la pena, basta e avanza una profonda irritazione, possibilmente propositiva di adeguato rimedio.

AlbertoConti
AlbertoConti
28 Aprile 2021 , 4:19 4:19

Questa è una vera chicca, che mostra fin dove può spingersi il mainstream dei davosiani: “Il “teniamo aperto” che era stato il grido di battaglia dell’iperproduttivismo della primavera 2020 è diventato, nell’autunno dello stesso anno e nelle stagioni a seguire, uno sfacciato slogan di ricerca del consenso e di intercettazione di quel livore: “aperturismo” come opposizione ideologica al “chiusurismo” basato sui dati scientifici.” “BASATO SUI DATI SCIENTIFICI” ! ! ! Che faccia ha uno che scrive questa cosa? Uno che giustifica il coprifuoco alle 22 come misura efficace basata “sui dati scientifici”? Vi chiederete qual’è la fonte. Eccola: file:///C:/Users/39338/AppData/Local/Temp/Amnesty-barometro-odio-2021.pdf BAROMETRO DELL’ODIO – Intolleranza pandemica Un documento di 68 pagine edito da AMNESTY INTERNATIONAL ITALIA ( io non odio – 60 anni dalla parte dei diritti umani 1961.2021) Lo so, sappiamo tutti che cos’è e cosa rappresenta questa organizzazione. Ma forse non sappiamo quanta brava gente, quanti “bravi cittadini” si lasciano irretire ideologicamente da questi tristi buffoni, assai peggio dello stesso beppe grillo ormai decaduto. Attenzione gente, questi usano l’immagine della “scienza” come ai tempi di Galileo, per negare la realtà. Vanno sbugiardati sullo stesso terreno, restituendo quel minimo di dignità al concetto di scienza, che quasi nessuno sa che cos’è.… Leggi tutto »

Haytham
Haytham
28 Aprile 2021 , 4:34 4:34

La stantia retorica del buon comunista. Gramsci, coscienza di classe, costituzione del ’48? Non ne faccio una questione formale, ma sostanziale: si vuol combattere con le armi (scariche) che ci ha messo in mano il nemico.

Tipheus
Tipheus
28 Aprile 2021 , 4:47 4:47

Io farei anche la guerra, ma come diceva Mao le guerre si fanno solo per vincerle.
E allora: le manifestazioni le infiltrano con i violenti, così i bempensanti isolano i manifestanti e non cambia nulla. Credo di più nei boicottaggi in massa. Poi, ripeto, ci possono essere anche mosse estreme, ma non devono affatto essere dimostrative. E siccome non credo siamo pronti…
Comunque quello che sta accadendo è gravissimo. Più che una polveriera diciamo che qualcuno si sta svegliando ma ce ne vorrebbe qualcuno in più. Il punto di non ritorno è il vaccino obbligatorio e il pass vaccinale altrettanto obbligatorio (cioè l’identità digitale e il tracciamento totale), e – purtroppo – ci siamo quasi.

Мосин
Мосин
Reply to  Tipheus
28 Aprile 2021 , 6:29 6:29

Io è in 10giorni ho visto sono un tg di stato. Quel poco che guardo in tv sono canali esteri. Da 15gg non accendo piu la radio in macchina.
Per chi ha un profilo amazon satebbe bello cancellarlo un determinato giorno, tutti insieme.

gix
gix
28 Aprile 2021 , 5:04 5:04

In questa fase forse non ci dovrebbe preoccupare più di tanto l’entità del numero dei “rivoluzionari”, ovvero di coloro che sono disposti ad andare contro il pensiero unico. Ne bastano pochi ben determinati, e disposti a mettere in pratica le loro idee, anche in ambiti ridotti, come per esempio quello familiare e della cerchia di conoscenti. Non dimentichiamo che un comico, pressochè da solo, è riuscito a creare dal nulla un movimento che, a prescindere dai contenuti e dagli attuali sviluppi, inizialmente non aveva l’appoggio della Tv nè dell’informazione ufficiale. Oggi è senz’altro più difficile, ma la gente disposta ad ascoltare non manca, è tutta quella che vedete in strada pronta ad andare a prendersi un aperitivo o semplicemente a passeggiare all’aria aperta in libertà. Non è necessario che costoro mettano il coltello tra i denti, e rifiutino provocatoriamente qualche compromesso con il sistema delle restrizioni (tipo tamponi ecc.), è sufficente riuscire a diffondere tra costoro il dubbio della irrazionalità e dell’incongruenza della situazione attuale, e quindi, di conseguenza, dell’inaccettabilità delle regole contraddittorie messe in campo. Non sarà una passeggiata e ci vorrà tempo…ma forse persino meno di quanto è stato necessario per loro.

gix
gix
28 Aprile 2021 , 5:04 5:04

In questa fase forse non ci dovrebbe preoccupare più di tanto l’entità del numero dei “rivoluzionari”, ovvero di coloro che sono disposti ad andare contro il pensiero unico. Ne bastano pochi ben determinati, e disposti a mettere in pratica le loro idee, anche in ambiti ridotti, come per esempio quello familiare e della cerchia di conoscenti. Non dimentichiamo che un comico, pressochè da solo, è riuscito a creare dal nulla un movimento che, a prescindere dai contenuti e dagli attuali sviluppi, inizialmente non aveva l’appoggio della Tv nè dell’informazione ufficiale. Oggi è senz’altro più difficile, ma la gente disposta ad ascoltare non manca, è tutta quella che vedete in strada pronta ad andare a prendersi un aperitivo o semplicemente a passeggiare all’aria aperta in libertà. Non è necessario che costoro mettano il coltello tra i denti, e rifiutino provocatoriamente qualche compromesso con il sistema delle restrizioni (tipo tamponi ecc.), è sufficente riuscire a diffondere tra costoro il dubbio della irrazionalità e dell’incongruenza della situazione attuale, e quindi, di conseguenza, dell’inaccettabilità delle regole contraddittorie messe in campo. Non sarà una passeggiata e ci vorrà tempo…ma forse persino meno di quanto è stato necessario per loro.

alessandro
alessandro
Reply to  gix
28 Aprile 2021 , 5:21 5:21

il comico in questone non era da solo, dietro aveva chi sappiamo, che sono gli stessi che ora lo stanno scaricando nel water assieme a suo filgio

gix
gix
Reply to  alessandro
28 Aprile 2021 , 5:22 5:22

Agli effetti pratici, per l’acquisizione del consenso, il lavoro lo ha fatto lui, non sono scesi in campo quelli che pensi lo abbiano appoggiato. Non è stato così per Salvini, ad esempio, che ha accuratamente approfittato degli spazi televisivi che gli sono stati offerti, anche se Salvini è stato comunque bravo.

nicolass
nicolass
Reply to  alessandro
28 Aprile 2021 , 5:53 5:53

Sasson e soci..

Pfefferminz
Pfefferminz
28 Aprile 2021 , 5:44 5:44

“In questo modo” trasformando le ansie in divertimento “il dispositivo del dissenso assume valore terapeutico…”

Penso che con questo concetto l’autore abbia colto nel segno. C’è bisogno di incontrarsi per ricaricare le energie, dopo le batoste psicologiche prese nei mesi scorsi, passati ad analizzare la situazione e a cercare di capire argomenti scientifici.
Le manifestazioni assomigliano a feste popolari con tanta voglia di ballare?
Perché no?
London Freedom March:
“Every little thing is gonna be allright”
https://t.me/Haintz/7654

Pfefferminz
Pfefferminz
28 Aprile 2021 , 5:44 5:44

“In questo modo” trasformando le ansie in divertimento “il dispositivo del dissenso assume valore terapeutico…”

Penso che con questo concetto l’autore abbia colto nel segno. C’è bisogno di incontrarsi per ricaricare le energie, dopo le batoste psicologiche prese nei mesi scorsi, passati ad analizzare la situazione e a cercare di capire argomenti scientifici.
Le manifestazioni assomigliano a feste popolari con tanta voglia di ballare?
Perché no?
London Freedom March:
“Every little thing is gonna be allright”
https://t.me/Haintz/7654

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Reply to  Pfefferminz
28 Aprile 2021 , 12:17 12:17

https://www.youtube.com/watch?v=GN5B27zT29Y

Qui sopra il vero inno della rivoluzione..capace di svegliare anche le pietre..
Anche a Bologna..
https://www.youtube.com/watch?v=Sn-MBJdEc08

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  uparishutrachoal
29 Aprile 2021 , 11:24 11:24

Anche in Baviera (Utting/Ammersee)
Chi canta e balla, sopravviverà.
Terapia contro il coronacirco.
https://youtu.be/cCztTjiBbLw

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  uparishutrachoal
29 Aprile 2021 , 11:24 11:24

Anche in Baviera (Utting/Ammersee)
Chi canta e balla, sopravviverà.
Terapia contro il coronacirco.
https://youtu.be/cCztTjiBbLw

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Reply to  Pfefferminz
29 Aprile 2021 , 11:37 11:37

Suonano bene..
l motivo si presta a tante interpretazioni..e ha magicamente la qualità di mettere il buon umore..a prescindere..

Pfefferminz
Pfefferminz
28 Aprile 2021 , 5:44 5:44

“In questo modo” trasformando le ansie in divertimento “il dispositivo del dissenso assume valore terapeutico…”

Penso che con questo concetto l’autore abbia colto nel segno. C’è bisogno di incontrarsi per ricaricare le energie, dopo le batoste psicologiche prese nei mesi scorsi, passati ad analizzare la situazione e a cercare di capire argomenti scientifici.
Le manifestazioni assomigliano a feste popolari con tanta voglia di ballare?
Perché no?
London Freedom March:
“Every little thing is gonna be allright”
https://t.me/Haintz/7654

nicolass
nicolass
Reply to  Pfefferminz
28 Aprile 2021 , 5:50 5:50

è proprio per questo che ci vogliono isolati e chiusi in casa

nicolass
nicolass
28 Aprile 2021 , 5:49 5:49

Varvara non parla a vanvera …. e lo dico senza ironia alcuna

Lestaat
Lestaat
28 Aprile 2021 , 5:54 5:54

Finché si continuerà a credere in un modo così profondo alla retorica della propaganda dell’ultimo secolo la vedo pressoché impossibile una nuova coscienza di classe.
Finche si continueranno a proiettare su qualsiasi sistema di potere i difetti del nostro, finché si giudicherà con occhi gringo tutto ciò che non lo è, finché i dittatori della propaganda saranno visti come ugualmente dominanti, dittatoriali ed egemoni, finché si resterà nel becero qualunquismo che tutto appiattisce, finché non si troverà una nuova retorica che potrà finalmente descrivere la realtà senza far cadere tutti nei pregiudizi che ci sono stati imposti……..sarà totalmente impossibile cambiare la società.
Si potrà solo ricostruirne una uguale che funzionerà per meno di un decennio.

IlContadino
IlContadino
28 Aprile 2021 , 6:15 6:15

Vicino alla palestra che gestisco c’è un distributore dove mi fermo spesso a fare rifornimento, in questo distributore lavora un ragazzo che avrà poco più di trent’anni, è un personaggio col quale mi piace parlare. E’ un tizio che ad inizio “nuovo corso” era in posizione di vigile attesa, cercava di capire quanto ci fosse di vero e quanto tendessero ad esagerare la tragedia pandemica, era uno che.. non so, nel dubbio la mascherina la metto. Poi la mascherina è scesa sotto al naso, poi sotto al mento e infine è scomparsa del tutto. Ieri mi ha detto che domenica ha fatto un viaggetto fino a Firenze (non avrebbe potuto) per andare ad una manifestazione di protesta. La cosa che è emersa è che nei partecipanti alla manifestazione tra lavoratori, genitori, infermieri, dottori, insegnanti…erano praticamente assenti i giovani. I ventenni hanno marcato visita. Significa che siamo spacciati. Se i ventenni non hanno coscienza dell’importanza che hanno nel poter migliorare le cose, della loro energia, del loro spirito critico, della loro capacità di irriverenza costruttiva, vuol dire sono stati privati della loro natura. Senza di loro si va poco lontano. Penso che un tale capovolgimento di prospettiva come questo non sarebbe… Leggi tutto »

Bertozzi
Bertozzi
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 6:20 6:20

Adesso ci penso poi ti dico.

danone
danone
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 7:03 7:03

Generazione nata col digitale.

IlContadino
IlContadino
Reply to  danone
28 Aprile 2021 , 7:36 7:36

È il primo pensiero che viene in mente anche a me, smartphone e social media hanno avuto sicuramente un impatto devastante, e a pensarci su vien da credere che possa soltanto peggiorare. Ma sento che c’è anche altro, però è un qualcosa che avverto ma non comprendo.

LuxIgnis
LuxIgnis
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 7:46 7:46

Certo che c’è dell’altro. Vai indietro con la memoria e troverai un decadimento nella gioventù (ma anche nell’umanità in generale specialmente alle nostre latitudini) che parte da decenni. Credo già dagli anni 80

McBane
McBane
Reply to  LuxIgnis
28 Aprile 2021 , 8:10 8:10

C’è da dire che quando giovani non lo si è più, perdonami se mi sbaglio ma non mi sembri un ventenne, si tende a definire i giovani come dei debosciati senza valori. Penso che il fenomeno esista da ben più di 40 anni. Che, il genitore che vedeva il figlio fare l’hippie negli anni ’60 non lo vedeva come un povero mentecatto? Magari qualcuno di larghe vedute un po’ meno, ma mi sa che non mi sbaglio di tanto.
Io gli adolescenti, o i ventenni non li capisco, ma neanche pretendo di poterlo fare, perchè sostanzialmente non ho nessun confronto con loro. Sì, li vedo e mi sembrano una banda di smanettoni di smartphone allo sbando, ma probabilmente è la stessa cosa che un quarantenne pensava vedendo me una ventina di anni fa.

Bertozzi
Bertozzi
Reply to  McBane
28 Aprile 2021 , 8:13 8:13

Su una tavoletta di argilla di tremila anni fa è stata ritrovata una scritta che criticava la vita sregolata dei giovani che avevano perso i buoni usi e costumi dei loro padri. È una roba che esiste da sempre e cascarci indica pigrizia mentale.

IlContadino
IlContadino
Reply to  Bertozzi
28 Aprile 2021 , 8:18 8:18

O forse ci stiamo davvero rimbambendo generazione dopo generazione, chissà.
Gurdjieff diceva che tra quando ha iniziato ad insegnare in Russia e quando ha finito in Francia ha dovuto semplificare di anno in anno il metodo di insegnamento, gli allievi facevano sempre più fatica a seguirlo. Mah

Astrolabio
Astrolabio
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 12:37 12:37

Con i vaccini obbligatori le generazioni si rimbambiscono.
Lo scopo e’appunto rimbambire i giovani altrimenti la loro forza giovanile non la potrebbero reggere i potenti che sono cariatidi imputrudite.

R66
R66
Reply to  McBane
28 Aprile 2021 , 8:20 8:20

Questa volta è diverso, gli attuali sono una specie nuova, non c’entrano nulla con i “debosciati” del passato.
La Regia lo sa bene, conosce la differenza dato che li ha creati con perizia maniacale.
Il mondo del controllo digitalizzato a loro va benissimo, sono già pronti.
Qualsiasi parola tu usassi per descrivere una virtù del passato, per loro sono lettere in sequenza senza nessun significato oltre alla definizione del dizionario.
Non sono importanti, non si cliccano, non si inviano, non servono.
Mi rendo conto che appare allucinante ciò che sto scrivendo e ancor di più lo diventa se si pensa che, psicologicamente, determinate “capacità” non si possono più apprendere dopo una certa età o almeno mai completamente.
Per causa di forza maggiore, certe dinamiche potrebbero ritornare fuori con i non ancora nati, ma ci vorrà del tempo e livelli distopici per cui quello attuale è uno zuccherino, ora questo c’è.

McBane
McBane
Reply to  R66
28 Aprile 2021 , 8:31 8:31

Lo sai per esperienza diretta o lo deduci osservandoli? Come ho scritto, la mia generazione era probabilmente una specie nuova agli occhi di mio padre, così come lo era la sua agli occhi di mio nonno, eccetera eccetera.

R66
R66
Reply to  McBane
28 Aprile 2021 , 8:45 8:45

Li conosco, ci parlo, ci ho lavorato fino a non troppo tempo fa.

McBane
McBane
Reply to  R66
28 Aprile 2021 , 8:31 8:31

Lo sai per esperienza diretta o lo deduci osservandoli? Come ho scritto, la mia generazione era probabilmente una specie nuova agli occhi di mio padre, così come lo era la sua agli occhi di mio nonno, eccetera eccetera.

LuxIgnis
LuxIgnis
Reply to  McBane
28 Aprile 2021 , 11:30 11:30

No non sono più un 20enne, moltiplica per 3 e leva 5….Ma mi hai frainteso o non mi sono spiegato bene.
Io ho piena stima dei giovani, e mi piacciono per quello che sono. Il decadimento che intendevo è nella coscienza di sè e di appartenenza al gruppo sociale. Un forte individualismo, ed una mancanza di vitalità che è poi uno specchio della società odierna.
E poi ne conosco diversi di ragazzi che sono più svegli di quelle cariatidi ammuffite che siamo noi.

McBane
McBane
Reply to  LuxIgnis
28 Aprile 2021 , 8:10 8:10

C’è da dire che quando giovani non lo si è più, perdonami se mi sbaglio ma non mi sembri un ventenne, si tende a definire i giovani come dei debosciati senza valori. Penso che il fenomeno esista da ben più di 40 anni. Che, il genitore che vedeva il figlio fare l’hippie negli anni ’60 non lo vedeva come un povero mentecatto? Magari qualcuno di larghe vedute un po’ meno, ma mi sa che non mi sbaglio di tanto.
Io gli adolescenti, o i ventenni non li capisco, ma neanche pretendo di poterlo fare, perchè sostanzialmente non ho nessun confronto con loro. Sì, li vedo e mi sembrano una banda di smanettoni di smartphone allo sbando, ma probabilmente è la stessa cosa che un quarantenne pensava vedendo me una ventina di anni fa.

Bertozzi
Bertozzi
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 7:48 7:48

C’è un meme che gira su internet da un po’, una foto di un gruppo di ragazzi con tutti e dico tutti i loro occhi fissi sui cellulari. Accanto ce n’è un’altra del secolo scorso con tutti e dico tutti i loro occhi fissi sui giornali. Ecco. Per dire, non troviamo sempre delle scuse semplicistiche che magari ci sollevano da responsabilità personali e collettive. Non lo trovo ma era una cosa tipo questa.
https://images.app.goo.gl/JyZZk3iwBFjcn7hc6

danone
danone
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 8:08 8:08

Video-games, realtà virtuale, più che social. Se ne fregano, ma in senso buono, essendo generalmente più evoluti dei genitori, animicamente, rifiutano l’impegno sociale, dentro un modello falso ed imposto, che soffoca le anime. E’ un processo inconscio, non vale per tutti, ma è più di un fatto esclusivamente generazionale vacchi-giovani. Vivono in un altra realtà perchè non sono in grado di costruirne una loro, essendo poco più di bambini, ma rifiutano il basso livello dello staus quo, quindi si ritirano in mondi onirici-digitali di fantasia, si sconnettono, come nel fenomeno estremo degli hikikomori o in forma più acuta e patologica, nell’autismo.

McBane
McBane
Reply to  danone
28 Aprile 2021 , 8:21 8:21

Ecco quello dei videogames. Che ricordo per i più distratti, non sono un fenomeno del 2020, esistono dagli anni ’80 (almeno quelli più evoluti) e già allora ci si indignava di questi ragazzi sempre attaccati allo schermo. Ma santo dio, io, e come me tantissimi nati negli anni ’80, ho passato ore in sala giochi negli anni 90 o sul Supernintendo, ma mica pensavo che il mondo fosse fatto di idraulici che scappavano da funghi assassini o da gorilla che saltavano in testa ai coccodrilli. Poi ho smesso, insieme al 90% dei coetanei, come si piantano lì tante attività tipiche dell’infanzia o dell’adolescenza.

IlContadino
IlContadino
Reply to  McBane
28 Aprile 2021 , 8:29 8:29

Mario Bros, mitico.
Ma quello è come fumarsi una cannetta, questi sono strafatti di crack. La cannetta la spegni, il crack spegne te

danone
danone
Reply to  McBane
28 Aprile 2021 , 8:32 8:32

L’esempio dei video-games, distinto dalla mentalità social, non l’ho fatto in negativo, ma per distinguere le due atmosfere mentali. Secondo me la generazione dei 20enni non soffre di vera mancanza di socialità, ma di radicamento ad un principio di realtà, che li catapulterebbe, dai loro sogni ancora infantili, data la loro fresca età, a mondi concreti, reali, seppur anch’essi costruiti e artificiali, fatti di merda, sangue, fango e falsità e questo per loro, esseri puri ed innocenti, sia per età, che per evoluzione animica, è intollerabile. Meglio la patologia autistica che ripara l’anima dalla sua stessa perdizione, scelta inconsapevolmente.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Reply to  danone
28 Aprile 2021 , 9:23 9:23

Questa teoria e’ interessante. Se devo essere sincero anche io penso sia una questione mentale e spirituale (“configuazione animica”) piu’ che sociale. Nonostante abbia quasi 38 anni capisco certi disagi dei ventenni. Anche se attenzione! Molti decadono mentalmente e spiritualmente in ambiti distruttivi.

Bertozzi
Bertozzi
Reply to  McBane
28 Aprile 2021 , 8:30 8:30

Mia mamma insegnante mille anni fa un giorno è arrivata a casa con un giornaletto tipo TheGamesMachines che aveva ritirato ad uno scolaro discolo, me lo ha aperto sotto il naso e mi ha detto:”e questo chi è?” C’era una foto in terza pagina con 4 tossici che con occhi pallati stavano attaccati alla console a giocare tipo a Mario cart o wining Eleven; inutile dire che uno dei 4 ero io e gli altri i redattori della rivista.

gincoaho
gincoaho
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 7:25 7:25

Butta le console e spegni la rete, li vedrai saltare dai terrazzi..

R66
R66
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 8:00 8:00

Sotto l’articolo di Grimaldi ho provato a spiegare la faccenda dei nativi digitali, personalmente la ritengo fondamentale, ma sembra che altri neanche la considerino. Sai perché i ventenni non c’erano? Perché a loro non è stato tolto nulla, almeno non di recente. La socialità a loro è stata sottratta dal principio, non la conoscono nemmeno, non ne comprendono il valore, stare in casa e incontrarsi su zoom è normale, è l’ovvio, è la vita. Essendo nati nel mentre non si sono lasciati vampirizzare, sono stati vampirizzati dal momento che il proprio genitore gli ha messo in mano quell’aggeggio infernale. Scommetto che sono in tanti coinvolti, no? Per i coinvolti un piccolo esercizio di memoria. Non vi ricordate quel conoscente insignificante che oltre un decennio fa vi allertava dai pericoli dell’aggeggio? Ma si che ve lo ricordate. Quello che vi diceva di premonirvi in quanto poi non sareste stati in grado di arginare la situazione? Quello ora si sta spellando le mani dagli applausi, ma è sereno, così come lo era mentre vi informava. Ora vedete voi, ordite, sperate, protestate, fate quel che volete, se tra le altre cose desideraste anche una randellata nei denti, andate a domandargli: “come è potuto… Leggi tutto »

R66
R66
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 8:00 8:00

Sotto l’articolo di Grimaldi ho provato a spiegare la faccenda dei nativi digitali, personalmente la ritengo fondamentale, ma sembra che altri neanche la considerino.
Sai perché i ventenni non c’erano?
Perché a loro non è stato tolto nulla, almeno non di recente.
La socialità a loro è stata sottratta dal principio, non la conoscono nemmeno, non ne comprendono il valore, stare in casa e incontrarsi su zoom è normale, è l’ovvio, è la vita.
Essendo nati nel mentre non si sono lasciati vampirizzare, sono stati vampirizzati dal momento che il proprio genitore gli ha messo in mano quell’aggeggio infernale.

Scommetto che sono in tanti coinvolti, no?
Per i coinvolti un piccolo esercizio di memoria.
Non vi ricordate quel conoscente insignificante che oltre un decennio fa vi allertava dai pericoli dell’aggeggio?
Ma si che ve lo ricordate.
Quello che vi diceva di premonirvi in quanto poi non sareste stati in grado di arginare la situazione?
Quello ora si sta spellando le mani dagli applausi.
Adesso vedete voi, ordite, sperate, protestate, fate quel che volete, se tra le altre cose desideraste anche una randellata nei denti, andate a domandargli: “come è potuto succedere?!?”.

IlContadino
IlContadino
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 8:39 8:39

Rispondo ad un mio stesso commento, me lo insegnò ai tempi la Dodi, pace al suo avatar.
Questo è un interessante articolo (che volendo porta ad un altro interessante articolo) che tratta del rincitrullimento giovanile, senza dimenticare che giovani lo siamo stati tutti;)
http://www.salvatorebrizzi.com/2021/03/precisazioni-sul-post-ma-dove-sono.html?m=0

Elric
Elric
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 11:39 11:39

Grazie per aver segnalato questo blogger. La sua ironia, unità a un sano realismo sono un toccasana in questo folle periodo.

Sui giovani dico solo una cosa: ne ho pietà perchè non sono loro i responsabili di quanto accade. Ho invece il massimo disprezzo per i loro genitori, incapaci di difenderli veramente e non di certo con la mascherina. Gente a cui andrebbe tolta la patria potestà al istante. L’unica cosa che sono riusciti a insegnarli è il nulla.

A protestare sotto la scuola e tutte le istituzioni responsabili di questo disastro socio-culturale, dovrebbero esserci loro non i loro figli.
Invece, l’unica cosa che riusciranno a fare, sarà protestare perchè un professore libertario durante le lezioni, non porta la mascherina in modo adeguato…

vegavega
vegavega
Reply to  IlContadino
28 Aprile 2021 , 13:13 13:13

Meglio consapevole come capacità, che semplicemente vent’enne.

Bertozzi
Bertozzi
28 Aprile 2021 , 6:29 6:29

Disobbedienza civile. Astensione prolungata da ogni attività che non sia l’orto e le passeggiate. No taxi, no trasporti, no consegne, no posta, no palestre, no scuole, no commercio, no polizia, no medicina, no farmacia, no 730, no dichiarazione dei redditi, no scontrini fiscali, no tutto. Mazzate random solo a giornalisti o politici se li si incontra per strada, il tutto senza giustificazioni urla o proclami. Altro che scambiarsi mazzate tra poveri il giorno che dicono loro all’ora che dicono loro con modalità che dicono loro.

(Azz, dimenticavo il bug del sistema, il sassolino che incastra la macchina: il pensionato che guarda la TV e ha paura di prendere il covid e dà la colpa ai giovani senza palle e allora li apostrofa dai siti di contrinformazione che ha appena scoperto e lo fanno sentire molto intellettuale mentre liscia il pelo del cagnetto)

Holodoc
Holodoc
Reply to  Bertozzi
28 Aprile 2021 , 7:18 7:18

Non credo che si spaventino se non vai a lavorare… chiedilo ai camerieri o ai portieri d’albergo…

Bertozzi
Bertozzi
Reply to  Holodoc
28 Aprile 2021 , 7:31 7:31

Ah beh certo, e soprattutto perché non sono i ‘loro’ camerieri e portieri e autisti (notizia di oggi, la Casellati per evitare il covid e tornare a casa usa i Falcon dell’aeronautica… E noi tutti buoni e zitti, e un pilota che ha promesso di servire lo stato dovrebbe indignarsi e rifiutarsi di fare il cameriere di sta gente eppure… https://rep.repubblica.it/pwa/generale/2021/04/27/news/covid_presidente_senato_maria_elisabetta_alberti_casellati_voli_di_stato-298394516/?ref=RHTP-BH-I293269148-P3-S1-T1). ) Qui si arriva eppure non lo vediamo. È lo stesso discorso del voto, finché seguiamo le loro regole e il loro modus operandi, saranno sempre legittimati a fare di noi ciò che gli pare, visto che siamo così proni da muoverci per loro e stare ai loro giochi. Tant’è vero che se ci costringono loro in casa a fare l’orto ci stiamo, se lo dobbiamo fare per il nostro bene e il futuro nostro e dei nostri figli, escono obiezioni come le tue. Ti dico io che se ci si fermasse tutti avrebbero ben di che temere, allo stesso modo se smettessimo in massa di andare a votare avrebbero paura eccome, e infatti è l’unica cosa che ci chiedono, il resto e’ fumo negli occhi, l’importante è che ogni formichina come noi faccia il suo compitino. Eh, ma… Leggi tutto »

giovanni
giovanni
Reply to  Bertozzi
28 Aprile 2021 , 7:33 7:33

….. rimedio “lupi grigi”.

GioCo
28 Aprile 2021 , 7:32 7:32

Gen.le Varvara, premetto che ho stima e simpatia per l’impegno e il coraggio che hai nel portare avanti con convinzione le battaglie che ci attendono, perché non vorrei essere frainteso. In periodo così difficile qualsiasi critica sfocia facilmente nell’incomprensione e il confronto in banale opposizione di fede. Sotto troppi punti di vista non sono concordo. Ciò che proponi è un diverso modo di dirigere le energie emotive. Come fanno i maestri del discorso. Come con l’anello di Sauron è difficile stare lontani dalla tentazione che deriva dal potere di governo delle coscienze, dettato dalla pancia. Proprio oggi dal barbiere appena seduto, dopo aver ascoltato le frustrazioni di un cliente canuto che raccontava come un suo amico che faceva il polizziotto delle ferrovie (di cui era stato il testimone al matrimonio) non volesse vaccinarsi e quindi secondo lui era un incoscente, mi sono sentito chiedere “…e tu quando ti vaccini?”. Ascoltare prima di tutto è un arte. Se non avessi ascoltato il cliente più anziano con attenzione non avrei potuto catturare le tensioni emotive sottostanti per riconvertirle in raziocinio. Ci sono regole ferree da seguire, dobbiamo imparare a sfruttarle, perché chi ci sta imponendo le sue ragioni ragionevoli, tanto il vecchio… Leggi tutto »

LuxIgnis
LuxIgnis
28 Aprile 2021 , 7:41 7:41

Qualche giorno fa prendendo la metropolitana di fronte alla stazione vi era affisso un manifesto che ha attirato la mia attenzione. Il manifesto era in sostanza una lunga “poesia” dal titolo “io esisto”. Ne ho fatto una foto, che purtroppo qui non si può allegare. Ne riporto alcuni passaggi (è lunga ma se interessa la riporto tutta): Esisto per vivere. Per non sottomettermi alla paura che mi fa piccolo e meschino […] Esisto per svegliarmi. Dal sogno, dall’inganno. […] Esisto per essere libero. Dalla falsità, dall’omologazione, dal virus del terrore […] Esisto per fissare il Cielo […] Esisto per morire. Per adempiere il mio destino e meritare il rispetto del Divino […] Chiunque sia stato ad ideare ed affiggere questi manifesti, che poi ho notato un po’ dappertutto in zona, ha colto il segno sia del malessere profondo che stanno vivendo gli uomini occidentali, sia del tipo di iniziative che si possono prendere per provare a contrastare la follia coercitiva delle istituzioni. Si dovrebbe tappezzare tutti i muri di tutte le città con manifesti simili (non solo nel senso spirituale ma anche pratico come ad es. gli art. della Costituzione) nel tentativo di svegliare le coscienze assopite dei “viaggiatori” distratti.… Leggi tutto »

Bertozzi
Bertozzi
Reply to  LuxIgnis
28 Aprile 2021 , 8:01 8:01

Amico mio ti sei svegliato più dritto che mai, sono gli altri che sono storti ma non se ne accorgono! Il tuo post è memorabile e andrebbe fatto studiare a scuola o fatto rimbalzare ad libitum dagli altoparlanti dei supermercati e dei centri commerciali che invece ci martellano imponendoci di stare lontani l’un l’altro. Condivido il ribrezzo e plaudo al fatto che finalmente qualcun’altro alzi la voce davanti al tal scempio. Prima donne e bambini, certo, la cosa si è invertita facciamone delle vittime, prima i bambini e le donne, meglio se incinte. E sì, siamo nati per vivere, esistere ed essere felici, o almeno provarci, e trovare soddisfazione e gioia nelle attività e nel lavoro, ma anche questo è stato ribaltato in ‘se non lavori non esisti e se non esisti di sicuro non meriti la felicità’. E invece si parla di rivolte e rivoluzioni solo per poi poter tornare a fare i lavori che ci impone qualcuno, senza onore, né dignità, ma solo per poter sopravvivere e arricchire l’1%, ognuno a modo suo, nel suo piccolo ecosistema. E ai nemici della porta accanto sta bene così, ormai fagocitati dal sistema e dalle idee malsane che sono incistate dentro… Leggi tutto »

Bertozzi
Bertozzi
Reply to  Bertozzi
28 Aprile 2021 , 8:54 8:54

Spam!?? Ma che siamo fuori!? Il miglior commento degli ultimi mesi contrassegnato come spam!?!? Amico @LuxIgnis ripostalo immediatamente!!!!

LuxIgnis
LuxIgnis
Reply to  Bertozzi
28 Aprile 2021 , 11:32 11:32

L’ho segnalato che non è Spam e dovrebbe riapparire…domani. Lo riposto, faccio prima.
Non è la prima volta che mi accade. Forse è meglio che sto Disqus viene abbandonato.

WM
Reply to  LuxIgnis
28 Aprile 2021 , 12:08 12:08

Se finisce in spam o in coda di moderazione, non bisogna duplicarlo, ma solo aspettare.

IlContadino
IlContadino
Reply to  LuxIgnis
28 Aprile 2021 , 11:34 11:34

Usi troppe parole invise al logaritmo, prima su tutte “Anima”
Rivedi il tuo linguaggio;)

IlContadino
IlContadino
28 Aprile 2021 , 11:32 11:32

Ho ripensato alle manifestazioni a cui ho partecipato da ragazzo. Alcune di queste:
Con gli amici del centro sociale per rivendicare il diritto ad esistere. Davanti al Mcdonald’s scoraggiando i clienti ad entrare. Al mattatoio comunale per denunciarne la crudeltà. Genova. Più di recente contro le vaccinazioni obbligatorie ai bambini.
Risultati. I centri sociali prosperano come funghi in autunno. Il Mcdonald’s è fallito. Il mattatoio è stato riconvertito a centro di meditazione. I cattivi del mondo hanno deciso di evitare la reciproca compagnia e le vaccinazioni sono state vietate per legge. A parte gli scherzi. A cosa è servito il mio manifestare? Non di certo a cambiare il mondo, ma di sicuro a cambiare me.
Quindi, nel dubbio scendete ad urlare, meglio condividere due mazzate che bofonchiare in solitudine;)

vegavega
vegavega
28 Aprile 2021 , 11:48 11:48

Nuovi problemi, vecchie soluzioni.
-Gramsci è vissuto decenni fa
– Massa critica, rivoluzione contemporanea, coscienza rivoluzionaria, coscienze di classe…
– Addirittura dovremmo dotarci di nuove capacità umane a livello comunicativo..
– ” La piazza deve essere…. così come il teatro, lo stadio..”
La piazza è una piazza, un teatro è un teatro, un cinema è un cinema, uno stadio è uno stadio.
Le parole sono parole.
Masse critiche, coscienze rivoluzionarie, di classe, sarebbero nuovi termini di comunicazione? Novità?
Se per nuovi termini di comunicazione, si scomoda Gramsci c’è poco di nuovo sotto il sole.
Nuovi problemi, vecchie soluzioni.
Per me.

LuxIgnis
LuxIgnis
Reply to  vegavega
28 Aprile 2021 , 12:16 12:16

in realtà i problemi non sono nuovi ma vecchissimi, hanno solo un vestito nuovo ma sotto c’è lo stesso scheletro.
Per cui anche le soluzioni vecchie possono andar bene a patto che si adattino ai tempi.

Astrolabio
Astrolabio
Reply to  LuxIgnis
28 Aprile 2021 , 12:24 12:24

i problemi non sono mai stati risolti.
Se non conosce il passato devi fare continuamente gli stessi errori e non vedi futuro.
Non e’ che parlando di nuovo e voler fare qualcosa di nuovo riesci a farlo se prima non hai tolto i vermi sotto il sasso.
Nemmeno Draghi lo puo’ fare e’ una illusione per spendere molti mld mentre la gente muore di fame.
Vediamo chi digitalizza con la pancia vuota e pieni di vaccini.

Astrolabio
Astrolabio
Reply to  LuxIgnis
28 Aprile 2021 , 12:24 12:24

i problemi non sono mai stati risolti.
Se non conosce il passato devi fare continuamente gli stessi errori e non vedi futuro.
Non e’ che parlando di nuovo e voler fare qualcosa di nuovo riesci a farlo se prima non hai tolto i vermi sotto il sasso.
Nemmeno Draghi lo puo’ fare e’ una illusione per spendere molti mld mentre la gente muore di fame.
Vediamo chi digitalizza con la pancia vuota e pieni di vaccini.

vegavega
vegavega
Reply to  LuxIgnis
28 Aprile 2021 , 12:55 12:55

Ma è proprio questo, che non mi convince, con tutto il rispetto. I problemi sono vecchissimi, atavici. E le risposte son sempre le stesse.

ITALIA ENSEÑA
ITALIA ENSEÑA
28 Aprile 2021 , 9:59 9:59

Ho gia’ commentato una volta, ricevendo alcune risposte favorevoli, che era ora di ribellarsi gia’ all’ euro e non e’ stato fatto, io me ne sono andato all’estero gia’ allora, il signor Varvara, cui va tutto il mio rispetto come infermiere, non potrebbe limitarsi alla sua nobile professione senza ubriacarci di frasi marxiste riportate e totalmente sganciate dalla realta’ di un popolo i cui interessi non sono mai stati liberta’ e dignita’? Ma quale avanguardia rivoluzionaria, ho vissuto nella citta’ Fiat e so chi sono gli operai, vissuti a criticare il padrone e la domenica a vedere la squadra del padrone. Apericena e calcio, ecco le basi della cultura italica.

Rossi Mario
Rossi Mario
29 Aprile 2021 , 1:25 1:25

Una sola cosa vorrei dire:le rivoluzioni non sono mai partite dal basso,perchè la massa ignorante non è in grado di organirrare niente,neanche la propria esistenza,infatti in questa società il 10% della popolazione comanda sull’altro 90%.Detto questo si combatterà per una fazione o per l’altra ma la massa rimarrà sempre schiava della sua inettitudine.

R66
R66
29 Aprile 2021 , 8:32 8:32

Questa mattina camminata di 14 km circa con un amico.
Locations: campagna, pista ciclabile, corso e vie cittadine, lungomare.
Alla partenza ci siamo detti: “vediamo quante persone rifiuteranno il vaccino, contiamo quelli non mascherati.”
Dal conteggio sono stati esclusi gli sportivi che stavano facendo jogging e tutti quelli che, anche se leggermente abbassata, comunque avevano la mascherina in volto.
Su un totale, credo, di diverse centinaia, abbiamo incontrato persone che al nostro passaggio si spostavano, che sistemavano meglio la mascherina, che si giravano dall’altra parte, mugolii, occhiatacce e uno senza con cui ci siamo messi a chiacchierare.
Non male come media, no?
W la revolucion! Hasta qualcosa! Venceremos! 🙂

R66
R66
29 Aprile 2021 , 8:32 8:32

Questa mattina, insieme ad un amico, camminata di 14 km.
Locations: campagna, pista ciclabile, corso e vie cittadine, lungomare.
Alla partenza ci siamo detti: “vediamo quante persone rifiuteranno il vaccino, contiamo quelli non mascherati.”
Dal conteggio sono stati esclusi gli sportivi che stavano facendo jogging e tutti quelli che, anche se leggermente abbassata, comunque avevano la mascherina sul volto.
Su un totale, credo, di diverse centinaia, abbiamo incontrato persone che al nostro passaggio si spostavano, che sistemavano meglio la mascherina, che si giravano dall’altra parte, mugolii, occhiatacce e uno senza con cui ci siamo messi a chiacchierare.
Non male come media, no?
W la revolucion! Hasta qualcosa! Venceremos! 🙂

Simplicissimus
Simplicissimus
29 Aprile 2021 , 8:42 8:42

Appello generoso quello di Varvara, ma purtroppo inutile perché non esiste più un reale spirito antagonista, né un sistema di pensiero alternativo a quello unico, né si riesce a sfuggire a quella banalità del desiderio e delle idee che alla fine induce tutti a vaccinarsi pur di avere una qualche ora d’atria. solo quando la mannaia del nuovo medioevo calerà completamente. E a quel punto non si potrà fare più niente. https://ilsimplicissimus2.com/2021/04/21/ribellione/

Amarezza
Amarezza
5 Maggio 2021 , 8:39 8:39

si vede che è una tradizione di famiglia. Sulla linea gotica ci sono già come mio nonno Garibaldino, ci vivo, devo solo procurami un fucile d’assalto. Sul dark web, gli slavi per un Kalashnikov accettano solo bitcoin, resta il problema di come farselo spedire in Italia. Ho un amico che ha comprato una 45 in via Prè a Genova, ma onestamente chiedere alla mala mi prende un po male, metti che ti rifilano una sputafuoco usata per una rapina o un omicidio

115
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x