I vaccini COVID sono molto più pericolosi di quanto dicono

Dr. Joseph Mercola
mercola.com

Il 26 ottobre 2021, Global Research aveva pubblicato un’intervista con il Dr. Peter McCullough, in cui [il medico] esaminava i risultati di uno studio del settembre 2021 pubblicato sulla rivista Toxicology Reports, secondo cui [1]:

“Un’inedita analisi dello scenario migliore costi-benefici ha dimostrato, in modo assai prudente, che, nella fascia demografica più vulnerabile, quella degli over 65, i decessi attribuibili ad una singola dose [di vaccino Covid] sono il quintuplodi quelli attribuibili alla COVID-19.

Il rischio di morte da COVID-19 cala drasticamente con il diminuire dell’età e [di conseguenza] gli effetti a lungo termine delle inoculazioni faranno aumentare il rapporto rischio-beneficio sui gruppi di età inferiore, probabilmente anche in modo significativo.”

McCullough ha credenziali accademiche impeccabili. È un internista, cardiologo, epidemiologo e professore ordinario di medicina al Texas A&M College of Medicine di Dallas. Ha anche un master in salute pubblica ed è noto per essere uno dei cinque ricercatori medici più pubblicati negli Stati Uniti, oltre che editore di due riviste scientifiche.

Gli autori difendono il loro documento

Non sorprende che il documento pubblicato su Toxicology Reports abbia ricevuto aspre critiche da più parti. Eppure, l’autore responsabile per la corrispondenza, Ronald Kostoff, ha detto a Retraction Watch che le critiche erano in realtà “una frazione estremamente piccola” della risposta complessiva, che, in generale, era stata estremamente positiva e incoraggiante. Kostoff ha poi continuato [2]:

“Data la palese censura dei media tradizionali e dei social media, solo un lato della narrativa sul “vaccino” COVID-19 sta raggiungendo il pubblico. Qualsiasi messa in discussione della narrativa va incontro alle reazioni più dure …

Sono entrato in questa storia con gli occhi ben aperti, determinato a cercare la verità, a prescindere da quale fosse. Non potevo stare a guardare mentre ai meno vulnerabili alle gravi conseguenze della COVID-19 venivano iniettate sostanze di cui non si conosce la sicurezza a medio e lungo termine.

Quello che abbiamo pubblicato è uno scenario ottimale. La situazione nel mondo reale è assai peggiore del nostro scenario migliore e potrebbe essere il soggetto di un futuro articolo.

Ciò che questi risultati mostrano è che 1) abbiamo dato il via ad inoculazioni di massa di una sostanza tossica non adeguatamente testata con 2) risultati non trascurabili e letali per 3) prevenire potenzialmente un numero relativamente piccolo di vere morti da COVID-19. In altre parole, abbiamo usato un obice dove sarebbe bastato un fucile di precisione!”

La campagna vaccinatoria non ha avuto un impatto degno di nota

Di certo, i dati mostrano molto chiaramente che la campagna di “vaccinazione” di massa non ha avuto un impatto discernibile sui tassi globali di mortalità. Al contrario, in alcuni casi il numero di morti è aumentato dopo la diffusione dei vaccini COVID. Potete consultare covid19.healthdata.org [3] e vederlo voi stessi. Diversi esempi sono anche inclusi all’inizio del video.

Questa tendenza è stata confermata anche in uno studio [4] del settembre 2021 pubblicato sull’European Journal of Epidemiology. [Il lavoro] aveva riscontrato che le percentuali dei casi di COVID-19 erano completamente slegate dai tassi di vaccinazione.

Utilizzando i dati disponibili al 3 settembre 2021, da Our World in Data per l’analisi a livello nazionale, e quelli del White House COVID-19 Team per le contee degli Stati Uniti, i ricercatori avevano studiato la relazione tra i nuovi casi di COVID-19 e la percentuale della popolazione completamente vaccinata.

Erano state incluse 68 regioni. I criteri di inclusione comprendevano dati sulla seconda dose di vaccino, dati sui casi di COVID-19 e dati sulla popolazione al 3 settembre 2021. [Gli autori] avevano poi analizzato i casi di COVID-19 per milione di persone per ogni regione e la percentuale di popolazione completamente vaccinata.

Secondo gli autori, non esisteva “nessuna correlazione evidente tra la percentuale di popolazione completamente vaccinata e i nuovi casi di COVID-19 negli ultimi sette giorni.” Semmai, tassi di vaccinazione più alti erano associati ad un leggero aumento dei casi. Secondo gli autori [5]:

“La linea di tendenza suggerisce un’associazione marginalmente positiva, per cui le regioni con una più alta percentuale di popolazione completamente vaccinata hanno un numero superiore casi di COVID-19 per milione di persone.”

L’analisi di Kostoff

Tornando al documento di Toxicology Reports [6], che definiremo “l’analisi Kostoff,” McCullough afferma che l’analisi sta sicuramente facendo scalpore nell’ambito della medicina clinica. Il lavoro si concentra su due fattori: presupposti e determinismo.

Il determinismo descrive quanto sia probabile qualcosa. Per esempio, se una persona assume una dose di vaccino COVID, è sicuro al 100% che abbia fatto l’iniezione. Non è il 50% o il 75%. È una certezza assoluta. Di conseguenza, quella persona ha il 100% di possibilità di essere esposta a qualsiasi rischio associato a quell’iniezione.

D’altra parte, se una persona dice di no all’iniezione, non c’è il 100% di possibilità che si ammali di COVID-19 o, tanto meno, che muoia per questo. Si ha meno dell’1% di possibilità di essere esposti alla SARS-CoV-2 e di ammalarsi. Quindi, è deterministico al 100% che sottoporsi all’iniezione espone ai rischi del vaccino e deterministico a meno dell’1% che si contrarrà la COVID se non ci si vaccina.

L’altra parte dell’equazione è costituita dalle ipotesi, che si basano su calcoli che utilizzano i dati disponibili, come le statistiche di morte pre-COVID e i certificati di morte depositati presso il Vaccine Adverse Event Reports System (VAERS) degli Stati Uniti.

Dati di mortalità

Come notato da McCullough, due rapporti hanno dettagliato i dati sui decessi causati dai vaccini COVID, mostrando che il 50% dei decessi avviene entro 24 ore e l’80% entro la prima settimana. In uno di questi rapporti, per l’86% dei decessi non esistevano altre spiegazioni al di fuori di un evento avverso del vaccino. McCullough riporta anche uno studio scandinavo secondo cui circa il 40% dei decessi post-vaccinazione tra gli anziani nelle case di riposo era direttamente dovuto all’iniezione. Cita anche altri dati scioccanti:

Il Center for Disease Control and Prevention degli Stati Uniti riferisce di avere più di 30.000 segnalazioni spontanee di ricoveri e/o decessi tra i completamente vaccinati.

I dati del Centers for Medicare & Medicaid Services mostrano che 300.000 beneficiari del CMS vaccinati sono stati ricoverati in ospedale con infezioni pos-vaccinali.

Il 60% degli anziani sopra i 65 anni ricoverati per COVID-19 sono vaccinati

Le vaccinazioni COVID sono un completo fallimento

“Quando mettiamo insieme tutti questi dati, abbiamo la chiara dimostrazione scientifica che i vaccini sono un completo fallimento,” dice McCullough. Questi vaccini sono particolarmente inutili negli anziani.

Lo ripetiamo, basandoci su uno scenario conservativo, gli anziani hanno cinque volte più probabilità di morire per l’iniezione che per l’infezione naturale. Questo scenario include l’ipotesi che il test PCR sia accurato e che le morti riportate per COVID siano veramente dovute alla COVID-19, cosa che sappiamo non essere vera, e l’ipotesi che le iniezioni prevengano effettivamente la morte, cosa di cui non abbiamo prove.

Tutto sommato, è molto meglio correre il rischio dell’infezione naturale, come dice McCullough. L’analisi di Kostoff, inoltre ,non tiene conto del fatto che esistono trattamenti sicuri ed efficaci.

[Questa analisi] basa le sue ipotesi sul presupposto che non ce ne siano. Inoltre non tiene conto del fatto che i vaccini COVID sono completamente inefficaci contro la Delta e le altre varianti. Se si prendono in considerazione questi due aspetti, il fallimento del vaccino contro le varianti e i trattamenti alternativi, l’analisi è ancora più sbilanciata verso l’infezione naturale, che è l’alternativa più sicura.

La FDA e il CDC non dovrebbero gestire campagne vaccinatorie

Anche se la Food and Drug Administration e il CDC degli Stati Uniti sostengono che nessun decesso verificatosi dopo la vaccinazione COVID è attribuibile all’iniezione, non dovrebbero essere loro a prendere questa decisione, dato che entrambi sponsorizzano la campagna vaccinatoria.

[Queste organizzazioni] hanno un pregiudizio intrinseco. Quando conduci una sperimentazione, non permetteresti mai agli sponsor di dirti se il loro prodotto era la causa di morte, perché sai che sono di parte.

Ciò di cui abbiamo bisogno è un gruppo esterno, un comitato responsabile degli eventi critici, che analizzi le morti riportate, così come di un comitato che valuti i dati sulla sicurezza. Questi avrebbero dovuto essere presenti fin dall’inizio, ma non è stato così.

Se lo fossero stati, il programma sarebbe stato molto probabilmente fermato a febbraio, perché, a quel punto, il numero di morti segnalate, 186, aveva già superato la soglia tollerabile di circa 150 (basata sul numero di dosi somministrate). Ora, siamo ben oltre i 17.000 [7]. In nessuna circostanza normale una cosa del genere sarebbe mai stata permessa.

“Il CDC e la FDA stanno gestendo il programma [di vaccinazione]. NON sono queste le persone che, tipicamente, gestiscono i programmi di vaccinazione,” dice McCullough. “Sono le aziende farmaceutiche a gestire i programmi di vaccinazione.

Quando Pfizer, Moderna, J&J avevano condotto i loro studi randomizzati, non abbiamo avuto alcun problema. Avevano una buona supervisione della sicurezza. Avevano comitati di monitoraggio della sicurezza dei dati. Hanno fatto bene. Voglio dire che devo dare credito alle aziende farmaceutiche.

Ma le aziende farmaceutiche ora sono solo i fornitori del vaccino. Le nostre agenzie governative ora stanno solo gestendo il programma. Non c’è un comitato consultivo esterno. Non c’è un comitato di monitoraggio della sicurezza dei dati. Non c’è un comitato etico umano. NESSUNO sta vigilando su questo!

E così, il CDC e la FDA hanno ovviamente il loro ruolino di marcia: ‘Eseguite questo programma; il vaccino è sicuro ed efficace’. Non forniscono nessun rapporto agli Americani. Nessun rapporto sulla sicurezza. Ne avevamo bisogno una volta al mese. Non hanno detto ai medici qual è il miglior vaccino, qual è il vaccino più sicuro.

Non ci hanno detto a quali gruppi [di persone] bisogna fare attenzione. Come mitigare i rischi. Forse ci sono interazioni farmacologiche. Forse si tratta di persone con precedenti problemi di coagulazione o di diabete. Non ci stanno dicendo nulla!

Ci stanno letteralmente prendendo alla sprovvista, e senza trasparenza, e gli Americani ora sono spaventati a morte. Si può sentire la tensione in America. La gente sta lasciando il lavoro. Non vogliono perdere il lavoro, ma non vogliono morire di vaccino! È molto chiaro. Dicono: ‘Ascolta, non voglio morire. Questa è la ragione per cui non prendo il vaccino.” È assolutamente chiaro.”

I criteri di Bradford Hill sono soddisfatti – I vaccini COVID sono causa di morte

McCullough continua spiegando i criteri di Bradford Hill per la causalità, uno dei modi con cui possiamo effettivamente determinare che, sì, questi vaccinii stanno effettivamente uccidendo le persone. Non abbiamo a che fare con una coincidenza.

“La prima domanda da porci è: ‘Il vaccino ha un meccanismo d’azione, un meccanismo biologico d’azione, che può effettivamente uccidere un essere umano?’ E la risposta è sì, perché tutti i vaccini usano meccanismi genetici per indurre l’organismo a produrre la letale proteina spike del virus.

È molto probabile che alcune persone possano assumere troppo RNA messaggero; produrranno proteina spike letale in organi sensibili, come il cervello o il cuore o altrove. La proteina spike danneggia i vasi sanguigni, danneggia gli organi, causa coaguli di sangue. Quindi, il meccanismo d’azione conferma che il vaccino potrebbe essere fatale.

Qualcuno potrebbe sviluppare un coagulo ematico fatale. Potrebbe avere una miocardite fatale. La FDA ha rilasciato avvertenze ufficiali sulla miocardite. Ha avvertenze sui coaguli di sangue. Ha avvertenze su una condizione neurologica fatale chiamata sindrome di Guillain-Barré. Quindi, le avvertenze della FDA e il meccanismo d’azione ci dicono chiaramente che è possibile.

Il secondo criterio è: ‘È un fenomeno di vasta portata?’ E la risposta è sì! Non sono numeri esigui. Non si tratta di 151 contro 149 morti. Si tratta di 15.000 morti. Quindi, è una dimensione dell’effetto molto grande, un grande effetto.

Il terzo [criterio] è: ‘È internamente coerente? State vedendo nel VAERS altre manifestazioni che potrebbero essere potenzialmente fatali? Sì! Stiamo vedendo attacchi di cuore. Stiamo vedendo ictus. Stiamo vedendo miocarditi. Vediamo coaguli ematici e quant’altro. Quindi, è coerente internamente.

E’ coerente esternamente? Questo è il prossimo criterio. Bene, se guardate nel MHRA, il sistema del cartellino giallo in Inghilterra, è stata trovata la stessa cosa. Nel sistema EudraVigilance in [Europa] è stata trovata la stessa cosa.

Quindi, abbiamo effettivamente soddisfatto tutti i criteri di Bradford Hill. Vi dico subito che il vaccino COVID-19 è, da un punto di vista epidemiologico, la causa di queste morti o di una grande percentuale di esse.”

Tolleranza zero per i farmaci elettivi che causano la morte

Ci possono essere casi in cui un alto rischio di morte per un farmaco potrebbe essere accettabile. Se si ha una malattia terminale incurabile, per esempio, si può essere disposti a sottoporsi ad un esperimento e correre il rischio. In circostanze normali, tuttavia, i farmaci letali non vengono tollerati.

Dopo cinque morti sospette, un farmaco riceverà un primo avviso. A 50 morti, sarà rimosso dal mercato. Considerando che la COVID-19 ha un rischio di morte inferiore all’1% per tutte le fasce d’età, la tolleranza per una terapia che si rivelasse mortale dovrebbe essere bassissima. Con oltre 17.000 decessi segnalati, che in numeri reali potrebbero superare i 212.000 [8], i vaccini COVID superano di gran lunga qualsiasi rischio ragionevole per proteggersi dalla COVID-19 sintomatica. Come notato da McCullough:

“C’è tolleranza zero per chi sceglie di assumere un farmaco o un nuovo vaccino e poi muore! C’è tolleranza zero per questo. La gente non lo valuta e dice: ‘Oh beh, correrò il rischio e magari morirò’. E posso dirvi che la voce che i vaccini provocano la morte si era sparsa all’inizio di aprile [2021], e, a metà aprile, i tassi di vaccinazione negli Stati Uniti erano crollati…

Non ci eravamo nemmeno avvicinati ai nostri obiettivi. Ricordate, il presidente Biden aveva fissato un obiettivo [del tasso di vaccinazione del 70%] entro il 1° luglio. Non ci siamo mai arrivati perché gli Americani erano spaventati dai loro parenti, dalle persone che in chiesa o a scuola morivano dopo il vaccino.

Ne avevano sentito parlare, l’avevano visto. C’era stato un sondaggio informale su internet fatto diversi mesi fa, dove il 12% degli Americani conosceva qualcuno che era morto dopo il vaccino.

Io sono un medico. Sono internista e cardiologo. Sono appena tornato dall’ospedale … Ho avuto una donna morta a causa del vaccino COVID-19 … Aveva fatto la prima dose. Aveva fatto la seconda. Dopo la seconda, aveva sviluppato coaguli di sangue in tutto il corpo. Aveva chiesto di essere ricoverata. Aveva avuto bisogno di anticoagulanti per via endovenosa. Era devastata. Aveva danni neurologici.

Dopo quel ricovero, era su un deambulatore. Era venuta nel mio ambulatorio. Avevo controllato se c’erano altri coaguli. Avevo trovato altri coaguli di sangue. L’avevo rimessa sotto anticoagulanti. L’avevo vista circa un mese dopo. Sembrava stesse un po’ meglio. La famiglia era molto preoccupata. Il mese successivo mi aveva chiamato l’ufficio del coroner di Dallas, dicendo che era stata trovata morta in casa.

La maggior parte di noi non ha alcun problema con i vaccini; il 98% degli Americani assume tutti i vaccini … Penso che la maggior parte delle persone predisposte assumerebbero un vaccino COVID se sapessero che non ne moriranno o non soffriranno di gravi effetti avversi. È proprio a causa di queste enormi preoccupazioni sulla sicurezza, e per la mancanza di trasparenza, che siamo ad un punto morto.

Abbiamo un mercato assai dipendente dalla forza lavoro. Abbiamo persone che lasciano il lavoro. Abbiamo aerei che non volano, e tutto questo perché le nostre agenzie non sono trasparenti e oneste con l’America sulla sicurezza dei vaccini.”

Il trattamento precoce è cruciale, vaccinati o no

Come notato da McCullough, la stragrande maggioranza dei pazienti richiede l’ospedalizzazione per COVID-19 perché non ha ricevuto alcun trattamento e l’infezione ha avuto libero corso per giorni e giorni.

“A tutt’oggi, i pazienti che vengono ricoverati sono in gran parte quelli che non ricevono alcuna cura precoce a casa,” dice. “O viene loro negata la cura o non ne sono a conoscenza, e finiscono per morire.

La stragrande maggioranza delle persone muoiono in ospedale, non a casa. E il motivo per cui finiscono in ospedale, è, di solito, che per due settimane non vengono trattate. Non si lascia progredire una malattia mortale per due settimane a casa senza trattamento per poi iniziare il trattamento molto più tardi in ospedale. Non funzionerà.

C’è stata un’ottima serie di analisi, una nel Journal of Clinical Infectious Diseases … che ha dimostrato come, man mano che passa il tempo, ritardando l’utilizzo degli anticprpi monoclonali si perda l’opportunità di ridurre le ospedalizzazioni … Nessun medico dovrebbe essere sottoposto a critiche per aver ordinato la sommistrazione di anticorpi monoclonali [approvati per l’uso d’emergenza dall’FDA]. Gli anticorpi monoclonali sono approvati tanto quanto i vaccini.

Ho appena avuto una paziente nel fine settimana, completamente vaccinata, compreso il richiamo. Un mese dopo il richiamo è andata in viaggio a Dubai. È appena tornata e ha preso la COVID-19! … Quel giorno le ho fatto un’infusione di anticorpi monoclonali. [Il giorno seguente] ha iniziato la sequenza di terapia multifarmaco per la COVID-19. Vi dico che supererà questa malattia in pochi giorni …

Il podcaster Joe Rogan ci è appena passato. Anche il governatore Abbott è stato un fallimento del vaccino. Ci è passato. L’ex presidente Trump ci è passato. Gli Americani dovrebbero prendere in considerazione l’uso di anticorpi monoclonali in pazienti ad alto rischio, seguiti da farmaci sempre per uso orale. Questo è lo standard terapeutico!

È sostenuto dall’Association of Physicians and Surgeons, dalla Truth for Health Foundation, dagli American Front Line Doctors, e dal Front Line Critical Care Consortium . Questa non è medicina di Serie B. Questo è ciò che i pazienti dovrebbero avere. Questa è la cosa giusta!…

Se non possiamo avere anticorpi monoclonali, allora dovremmo usare l’idrossiclorochina, supportata da oltre 250 studi, l’ivermectina, supportata da oltre 60 studi, combinata con azitromicina o doxiciclina, budesonide inalata … aspirina a dose piena … nutraceutici, tra cui zinco, vitamina D, vitamina C, quercetina, NAC … facciamo decontaminazione orale e nasale con povidone-iodio.

Nei pazienti in stadio acuto lo faremo ogni quattro ore, [e] questo ridurrà di molto la carica virale … Fortunatamente, abbiamo abbastanza medici ora e abbastanza consapevolezza tra i pazienti, pazienti che … capiscono che il trattamento precoce è fattibile, è necessario, e che dovrebbe essere eseguito.”

Dr. Joseph Mercola

Riferimenti:

Fonte: mercola.com
16.11.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Notifica di
43 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
20 Novembre 2021 19:27

L’articolo è un’ulteriore conferma della porcheria dei vaccini-veleni.
Non solo non servono contro il Coronavirus, ma pure indeboliscono l’organismo con effetti immediati o a medio/lungo periodo. Di sicuro non proteggono da niente e causano malattie. Luc Montagnier disse la verità.
Di fronte a simili iniquità posso solo augurare alle “élite” di idioti e ai suoi lacché
miserabili, morti dolorose lunghe e atroci. Crepate, andate in malora sputando sangue, assieme a tutte le vostre famiglie indemoniate.

Tipheus
Tipheus(@tipheus)
Utente CDC
20 Novembre 2021 20:53

Chi ha capito se ne sta fregando di non poter visitare un museo, entrare in un ristorante, andare in palestra o persino fare le vacanze, viaggiare. E’ disposto a sopportare, lavorare e fare la spesa, e aspettare che passi la bufera.
Il problema è che gli stanno togliendo reddito e lavoro se non si avvelena. Oppure, transitoriamente, gli consentono di continuare a farlo con una tortura trisettimanale insostenibile alla lunga. E lì il problema è serio. Perché non tutti possono permettersi di vivere senza lavorare. O di lavorare in nero o cose del genere. Sono dei maledetti bastardi, che meritano qualunque tipo di risposta.

Luca VFR
Luca VFR(@luca-vfr)
Utente CDC
Risposta al commento di  Tipheus
20 Novembre 2021 22:10

L’unica ammissibile: la corda.

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  Luca VFR
20 Novembre 2021 22:46

Molto bene.

sbregaverse
sbregaverse(@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Luca VFR
22 Novembre 2021 2:30

Dopo……..prima Bunga Bunga!

Pfefferminz
Pfefferminz(@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  Tipheus
21 Novembre 2021 0:56

In India i Tribunali funzionano: gli avvocati sono riusciti a far cancellare l’obbligo vaccinale e il divieto di viaggiare in treno per i non vaccinati. Speriamo che sia così anche da noi.

lilithdea
lilithdea(@lilithdea)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
21 Novembre 2021 22:44

Molto interessante come sempre il tuo contributo, hai dei link di articoli su queste sentenze? Vorrei leggerle.

Pfefferminz
Pfefferminz(@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  lilithdea
22 Novembre 2021 1:41

La fonte è un’intervista con un avvocato indiano nel seguente video, a partire dal minuto 1:19:08, in cui vengono mostrati anche i documenti originali con relativi link:
https://youtu.be/ojrDjZYgK5o
(seduta n. 79 del Comitato Corona del Dr. Reiner Fuellmich, in inglese)

lilithdea
lilithdea(@lilithdea)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
22 Novembre 2021 15:05

Grazie, puntuale e disponibile come sempre!

sbregaverse
sbregaverse(@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  lilithdea
22 Novembre 2021 2:26

Tommasa?!

lilithdea
lilithdea(@lilithdea)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
22 Novembre 2021 15:04

No, Ajeje Brazov piacere mio XD Tu sei Giovanni o Giacomino che ha fatto anche lo spot pri vaccinazione? Si scherza eh..fatti due risate con il video XD
https://www.youtube.com/watch?v=7ZHPxrajLrI

carla
carla(@carla)
Utente CDC
Risposta al commento di  Tipheus
21 Novembre 2021 19:29

A parte che per andare in vacanza all’estero la scorsa estate è bastato un tampone e in Austria l’estate scorsa nemmeno quello, per il resto hai ragione, sono andata al ristorante spesso questa estate sia in vacanza che in città anche per solidarietà verso chi ha la volontà di non cedere, ma se fanno tanto gli stronzi sto volentieri a casa e diserto pure i ristoranti, tanto a casa propria si mangia sempre bene e sano.
Al cinema con tutto quello che si può vedere in rete gratis scaricando film vecchi e meno non mi interessa

lilithdea
lilithdea(@lilithdea)
Utente CDC
Risposta al commento di  carla
21 Novembre 2021 22:50

Tutto giusto: mi e vi chiedo cosa altro dovranno negarci, per farci ancora più del male e “convincere” le menti più labili? Minacciarci di toglierci la titolarità del conto in banca, visto che della nazionalità presso questo paese CRIMINALE(leggasi sentenza trattativa stato-mafia) non sappiamo più che farcene? Oppure pignorarci direttamente la casa? E poi mandarci in esilio ad Auschwitz o in qualche altro campo di concentramento, visto che sono dei NAZISTI non più in divisa(tranne il Figliopiccolo di cagna)? Cosa altro si inventeranno questi CRIMINALI!

Ultimo aggiornamento 15 giorni fa effettuato da lilithdea
sbregaverse
sbregaverse(@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  lilithdea
22 Novembre 2021 3:29

Tranquilla stai serena: molto ma mooolto prima di eliminarci ci faranno il…………….
negozietto sì quello che fa rima con servizietto!

lilithdea
lilithdea(@lilithdea)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
22 Novembre 2021 15:09

A me non di certo, non faranno nessun servizietto.. fossi in te penserei al tuo di braccio, augurandoti magari un viaggio sulla Luna se non sapessi come resistere, lì penso non troverai disumani del genere. Quanto a me ,li aspetto con un ‘ ascia utile ad amputarli di netto la mano con l’intruglio, se le mie parole non fossero sufficienti .

Ultimo aggiornamento 14 giorni fa effettuato da lilithdea
Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
20 Novembre 2021 22:09

Una buona notizia! Oggi, l’Aviazione Yemenita ha colpito, in grande stile, l’arabia saudita in profondità e in altre zone, a est e a sud del paese. Bombardati: l’aeroporto della capitale Riyadh, quello di Gedda, ecc.. Brutti segnali per l’occidente………. nonostante gli anglosassoni aiutino i sauditi, sono in balia degli ammazzadiavoli Yemeniti che li sterminano con gusto, i sauditi istupiditi non hanno più voglia di ballare e di vivere. Più che un lockdown sembra un Inferno. VIVA LO YEMEN STERMINATORE!

Luca VFR
Luca VFR(@luca-vfr)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
20 Novembre 2021 22:22

I sauditi han la fortuna d’essere seduti su una mare di petrolio greggio, altrimenti sono solo una serie di tribù di cammellari.

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  Luca VFR
20 Novembre 2021 22:42

E’ vero. Spero che anche il Fronte Interno Populista (che già aveva attaccato, con militari, a Riyadh, Salman bin Mohammed, rimasto ferito) si scateni. All’est del Paese, la zona ricca di petrolio è di popolazione SCIITA, che è trattata male dal governo, che ha commesso massacri.

sbregaverse
sbregaverse(@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
22 Novembre 2021 2:36

Cazzuti contro mollaccioni.

casalvento
casalvento(@vento)
Utente CDC
20 Novembre 2021 23:21

Trovo naturale che rimedi improvvisati, per giunta da una branca nuova della medicina come la genetica, non funzionino bene e abbiano anche inconvenienti. Trovo meno naturale che dalle due parti contrapposte in cui il covid ha diviso la società si raccontino bugie senza il minimo imbarazzo. Mi riferisco ai dati sulle morti che secondo una parte sarebbero tutti non vaccinati e viceversa secondo l’altra. Immagino sia difficile stabilire di cosa uno realmente muoia, ma almeno si dovrebbe sapere con facilità e certezza se i morti erano infettati o no e se erano vaccinati o no. 

emilyever
emilyever(@emilyever)
Utente CDC
Risposta al commento di  casalvento
20 Novembre 2021 23:55

Difficile anche stabilirlo, voglio dire è aleatorio, manipolabile: un vaccinato con una sola dose, per esempio, è da considerarsi non vaccinato? mi pare che negli Usa sia così, e ultimamente, forse, ma vorrei conferme, anche in Italia poichè non gli danno il green pass.

Pfefferminz
Pfefferminz(@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
21 Novembre 2021 1:12

In Germania un individuo è considerato completamente vaccinato 14 giorni dopo la seconda dose, quindi se muore prima di questa scadenza è ufficialmente “non vaccinato”. Nella legge sulla prevenzione dalle infezioni c’è una definizione ancora più astrusa su cui l’avv. Beate Bahner ha richiamato l’attenzione: un vaccinato sarebbe un “asintomatico”.
Se veramente venisse usata questa definizione, un vaccinato sintomatico sarebbe “non vaccinato”.
A questo si aggiunga che il capo del DIVI (il registro centrale dei posti in terapia intensiva) ha ammesso in un’intervista che loro non sono a conoscenza dello stato vaccinale dei degenti, dichiarazione che contrasta con gli allarmi profferiti in TV secondo cui le terapie intensive sarebbero al collasso a causa dei non vaccinati. Lo slogan che deve passare è “pandemia dei non vaccinati” e i dati devono adattarsi, a quanto pare.

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
21 Novembre 2021 11:41

Molto bene. Anche gli ingenui, gli zelanti, quelli che credono alle balle del Sistema, dopo che constatano che i vaccini-veleni non funzionano, si risvegliano dal letargo. Il Sistema non è onnipotente, ed è guidato da idioti.

diamanteperdente
diamanteperdente(@diamanteperdente)
Utente CDC
20 Novembre 2021 23:59

Questi vaccini esistono ufficialmente dal 1986 quando Hunt e gli altri volponi del Salk lo imboccarono al giovane Malone (per questo forse erano stato scoperti anche un po’ prima). Quando il solito pappagallino provax dice “eh ma non sono sperimentali…” inconsapevolmente sta dicendo una grande verità: infatti la Cia al Salk in ormai praticamente 40 anni, oltre a tutti i ricercatori che ci hanno lavorato in seguito, lo hanno testato eccome. Se non sono mai entrati in commercio è proprio perché sapevano benissimo quanto siano poco efficaci e soprattutto pericolosissimi. Bisogna resistere per adesso, tanto facendo un facile calcolo al ritmo di una botta ogni sei mesi nell’autunno del ’22 saremo alla quarta e poi in primavera del ’23 alla quinta. Per me oltre non sarà possibile andare perché purtroppo ormai i danni a quel punto saranno evidenti anche al più demente dei pappagalli saputelli. Non sono vaccini sperimentali, abbiamo solo certezze riguardo a quello che provocheranno.

Hospiton
Hospiton(@hospiton)
Utente CDC
Risposta al commento di  diamanteperdente
21 Novembre 2021 9:39

Infatti, ecco un articolo su Malone, il Fatto è tra i pochi giornali ad averne parlato https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/07/04/usa-uno-degli-scienziati-dellrna-messaggero-denuncia-censurato-da-linkedin-dopo-aver-espresso-preoccupazione-sulla-trasparenza-del-governo-rispetto-ai-potenziali-rischi-dei-vaccini-la-polemic/6249833/

interessante come il pronto attacco a Malone sia arrivato dalla Reuters, con il presidente dell’agenzia che risulta membro del board Pfizer. A proposito di lobbysti, collegamenti tra i vari settori e conflitti di interesse di dimensioni galattiche (e qualche gonzo pensa che qui in Italia l trend sia diverso, tra Bassetti, Burioni, Ricciardi, Galli ecc)

diamanteperdente
diamanteperdente(@diamanteperdente)
Utente CDC
Risposta al commento di  Hospiton
21 Novembre 2021 14:07

L’intervista chiave a Malone è quella su ippocrate, presente sia in estratto che ancora meglio in pdf dove in 25 pagine dice veramente molto lui. I livelli di lettura sono molteplici: io mi limito a una lettura “ignorante”, cioè che si limita a trarre le conclusioni sulla pericolosità della spike e della tecnologia mrna. Però se si legge con attenzione è facile dedurre che Malone lanci dei messaggi laddove allude alla presenza della Cia a Wuahn ad esempio, oppure dove dice che Tony Hunter è come wikipedia uno che sa tutto (sta dicendo so molte cose di te che potrei dire) Purtroppo non ho abbastanza elementi per una lettura più profonda e mi devo limitare a questo.

diamanteperdente
diamanteperdente(@diamanteperdente)
Utente CDC
21 Novembre 2021 0:23

Sono un po’ logorroico stasera, mi scuso. Ma è solo per linkare una vignetta a proposito di vaccini e aborti e mostrarvi quale basso vertice si possa raggiungere in materia. Io torno a sboccare dopo averla rivista, ecco qui:

https://forbetterscience.com/2018/04/13/salk-gandalf-tony-hunter-get-aacr-prize-for-magic-western-blots/

Giuro che dopo questa non ho più parole in merito.

Pfefferminz
Pfefferminz(@pfefferminz)
Utente CDC
21 Novembre 2021 0:46

Al minuto 2:41 del seguente video c’è un grafico molto interessante. Sulla linea orizzontale si trova il tasso di vaccinazione e su quella verticale l’incidenza (numero di contagiati ogni 100.000 abitanti).

– Spagna e Portogallo hanno un alto tasso di vaccinazione e bassa incidenza (pochi contagi)

– Belgio, Danimarca, Irlanda e Islanda hanno un alto tasso di vaccinazione e un’alta incidenza (molti contagi)

– Svezia e Francia hanno un basso tasso di vaccinazione e bassa incidenza (pochi contagi)

Come descritto nell’articolo, non si riesce ad individuare una correlazione netta. Questo sarebbe dovuto al fatto che dopo alcuni mesi i vaccini non sarebbero più efficaci (Astrazeneca dopo 4 mesi, Biontech/Pfizer dopo 7 mesi).

https://youtu.be/kyUaDbVjMr0
(al minuto 2:41: grafico con scritte in tedesco)

Ultimo aggiornamento 16 giorni fa effettuato da Pfefferminz
REDWOOD
REDWOOD(@redwood)
Utente CDC
21 Novembre 2021 9:07

Io non sono per il vaccino obbligatorio, meglio il tampone ogni 24 ore!

ndr60
ndr60(@ndr60)
Utente CDC
Risposta al commento di  REDWOOD
21 Novembre 2021 10:06

In effetti il tampone salivare sarebbe una buona alternativa. Per gli ospiti dei talk-show televisivi invece sarei favorevolissimo al tampone rettale.

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  ndr60
21 Novembre 2021 11:43

Per gli immondi consiglierei un tampone rettale: il candelotto di dinamite.

BrunoWald
BrunoWald(@brunowald)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
22 Novembre 2021 0:46

L’intenzione è lodevole, ma sii più compassionevole: pensa ai poveracci cui poi toccherebbe l’ingrato compito di ripulire… 🙂

sbregaverse
sbregaverse(@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  REDWOOD
22 Novembre 2021 2:50

Invece la mia preferenza è,24 su 24 ore,tampinare le signore!

REDWOOD
REDWOOD(@redwood)
Utente CDC
21 Novembre 2021 9:15

perchè mi cancellate i commenti? ho solo scritto che preferisco i tamponi ogni 24 ore all’obbligo vaccinale

gnorans
gnorans(@gnorans1)
Utente CDC
21 Novembre 2021 11:07

Facciamo un po’ di complottismo:
– il virus del covid-19 è di origine naturale;
– il virus è molto complesso e completamente nuovo;
– è uscito un vaccino a tempo di record (meno di un anno), basato su una tecnologia innovativa. Un miracolo. Considerando una breve fase di sperimentazione, praticamente le case farmaceutiche hanno trovato il vaccino insieme al virus.
Mi chiedo:
– dopo un altro anno ancora non è uscito un vaccino aggiornato alle nuove varianti, cosa che dovrebbe essere molto più semplice;
– il covid colpisce soprattutto i paesi ricchi, cioè quelli che possono pagare i vaccini.
– i guadagni dei soliti sono saliti alle stelle.
Insomma se esistono degli untori dove sarebbe più logico cercarli?

sharmila
sharmila(@sharmila)
Utente CDC
21 Novembre 2021 18:36

Buonasera, il problema è che continuano è nessuno ci dice veramente cosa fare, nessuno ci tutela. Tante belle parole ma poi in prima linea ci sta chi per non perdere il lavoro è obbligato con ricatto al vaccino e chi a spese proprie, cosa che influisce su badge familiare, a pagare per lavorare. Purtroppo non tutti possono permettersi di stare a casa senza stipendio. Servono fatti soluzioni.

sbregaverse
sbregaverse(@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  sharmila
22 Novembre 2021 2:58

Faccio proposta ,banale,ma a me piace,e se le femmine la dessero SOLO,a NON vaccinati ……a me la cosa continua a piacere….

carla
carla(@carla)
Utente CDC
21 Novembre 2021 19:25

Ogni giorno leggo nuovi studi che indicano la tossicità e la pericolosità dei sierixcavie non testati, eppure trovo persone entusiaste che annunciano di aver prenotato la terza dose, sono giovani penseranno pure di vaccinare i loro figli?
Sono allibita potrei essere nonna di quei bambini e sono più informata di quei giovani genitori.
Anche ieri in Campania una madre al nono mese si vaccina e uccide il bambino, perchè a 9 mesi è un bambino.
Ma cosa passa nella zucca di queste madri, ai miei tempi si stava attente anche a quello che si beveva e mangiava quando si aspettava un figlio.
Anche se sanissima si deve p.e. stare scarsi di sale, figuriamoci farsi inoculare la prima porcheria che passano le bigpharma per le quali i clienti migliori sono MALATI, non certo giovani sane e incinta.
Basta dovete scusarmi ma ho la nausea.

BrunoWald
BrunoWald(@brunowald)
Utente CDC
Risposta al commento di  carla
22 Novembre 2021 20:17

Si, sono cose che lasciano sgomenti: sono riusciti a estirpare dalla gente il più elementare senso comune, per non parlare dell’istinto materno. Del resto, la potenza della manipolazione in atto non basta assolutamente a scusare chi si fa inoculare una schifezza ignota mentre è incinta o sta allattando…
Non vorrei sembrare drammatico ma questo è un mondo condannato. Forse non sarebbe male restare in pochi e ricominciare da capo, come dopo la Peste Nera.

lilithdea
lilithdea(@lilithdea)
Utente CDC
21 Novembre 2021 21:21

Fosse per me imporrei ai “cacchinati” un tampone ogni 24 h..sono loro quelli contagiosi e più pericolosi dati alla mano, davvero il mondo alla rovescia! A proposito, quell’ ex “giornalista”(ormai ex, visto che fa solo da promoter alla “cacchinazione”) tal Padellaro Antonio, fu direttore(?) dell’Unità e del Fatto non vorrei più ascoltarlo..visto che senza vergona dice “stiano lontani da me i no vax”, io gli rispondo “stai lontano tu da me, portatore inconsapevole del virus”. Davvero Maria Giovanna Maglie è stata una Signora a non rispondere in modo greve alle sue provocazioni, e non mandarlo a fanculo in diretta!
https://www.youtube.com/watch?v=wHu4Wb5pgUc

Ultimo aggiornamento 15 giorni fa effettuato da lilithdea
Eurovel_
Eurovel_(@eurovel_)
Utente CDC
22 Novembre 2021 1:19

Se il virus uccide quasi esclusivamente gli anziani, e questi sono tutti praticamente vaccinati, ed il vaccino previene le conseguenze più gravi dell’infezione, allora mi chiedo chi siano le persone che moriranno di covid.

sbregaverse
sbregaverse(@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Eurovel_
22 Novembre 2021 3:16

Quelle persone che si sono fermate al sesto richiamo quando i protetti sono al nono.

sbregaverse
sbregaverse(@sbregaverse)
Utente CDC
22 Novembre 2021 3:08

Si vuole o no realizzare che il Pennuto ha i frigoriferi della cambusa che vanno svuotati perchè i nuovi arrivi incalzano e chiedono spazio?

Ultimo aggiornamento 15 giorni fa effettuato da sbregaverse
43
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x