Home / ComeDonChisciotte / I PILOTI DELL'AIR FORCE SI RIFIUTANO DI FAR VOLARE

I PILOTI DELL'AIR FORCE SI RIFIUTANO DI FAR VOLARE

IL PIÙ COSTOSO JET FIGHTER DEL MONDO

DI CORA CURRIER
ProPublica

Il costoso jet F-22 Raptor è appena tornato a volare, ma non sembra che sia stato risolto il problema di sicurezza che l’aveva tenuto a terra.

Lo scorso anno, il jet F-22 è stato tenuto a terra per quattro mesi perché i piloti provavano stordimento ed altri sintomi di ipossia, che è causata dalla mancanza di ossigeno. L’aeronautica militare ha considerato possibili malfunzionamenti del sistema di generazione di ossigeno dell’aeromobile, ma a settembre è stato dato il via libera per la ripresa del servizio, dopo che i tecnici non sono stati in grado di individuare la causa del problema.

Foto: Un uomo della sicurezza sorveglia un caccia F-22 dell’aeronautica americana nel giorno di apertura dell’Australian International Airshow, Aerospace and Defence Expo a Melbourne il 1° marzo 2011. (PAUL CROCK/AFP/Getty Images) Ieri, tuttavia, il comando di combattimento dell’aeronautica militare ha confermato che alcuni piloti — ha specificato solo un numero “molto esiguo” — hanno richiesto di non volare sull’F-22.

Il generale Mike Hostage, che è a capo del comando di combattimento aereo, ha detto ieri in un comunicato stampa che l’aeronautica militare sta prendendo misure precauzionali, ma che avrebbe tenuto in servizio gli aeromobili. “Non abbiamo ancora una risposta conclusiva, ed è per questo che continuiamo a volare con procedure attenuanti, perché non posso conoscere il problema se non faccio volare l’aeromobile,” ha affermato.

Da quando gli aerei hanno ripreso servizio a settembre, ci sono stati oltre 12 000 voli di singoli apparecchi e 11 casi riportati di “sintomi riconducibili ad ipossia”. Un portavoce del centro di comando di combattimento ha oggi dichiarato a ProPublica che un team di due dozzine di specialisti dell’aeronautica militare ed esterni sta monitorando gli aeromobili e i piloti per i problemi sia meccanici che medici rispetto ai sintomi di ipossia, ma che non è stata determinata alcuna “causa principale”.

Prima che [gli aeromobili] fossero tenuti a terra, ci sono stati almeno dodici casi separati riportati di sintomi riconducibili ad ipossia, e gli aeromobili sono stati limitati a volare ad altitudini più basse. Negli ultimi mesi del 2010, un pilota di F-22 è morto in uno schianto dopo aver apparentemente perso il controllo dell’aereo quando il sistema di ossigenazione si è guastato. Il resoconto ufficiale dell’incidente dell’aeronautica ha confermato il guasto del sistema di ossigenazione, ma ha attribuito la responsabilità per lo schianto alla reazione del pilota.

Come ProPublica ha dettagliato, il programma da circa $70 miliardi dell’ F-22 ha da tempo subito difetti strutturali ed eccedenze di costi. Gli USA hanno bloccato gli ordini dei jet nel 2009, quando l’allora Segretario alla Difesa Robert Gates sosteneva che la capacità specifica dell’F-22 non fosse ampiamente spendibile nello “spettro di conflitto” della nazione.

Gli aeromobili non sono stati ancora usati in combattimento, anche se stando ai resoconti la scorsa settimana alcuni ne sarebbero stati inviati negli Emirati Arabi.

Titolo originale: “Air Force Pilots Balk at Flying the World’s Most Expensive Fighter Jet”

Fonte: http://www.propublica.org
Link
01.05.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di MICAELA MARRI

 

Pubblicato da Das schloss