Guida per evitare l’inevitabile

Di Luca Marini

Forse è inevitabile che un governo insediatosi solo grazie a una crisi (sanitaria e politica), che non rappresenta la volontà elettorale, che è tecnocratico, liberista e globalista fino al limite cui può esserlo un governo seguace delle strategie mercantilistiche dell’Unione europea, che viene fatto passare – con una parola salvifica – come “tecnico”, voglia imporre ai cittadini un vaccino che si presta a diventare il principale strumento di totalitarismo biopolitico globale.

Come è forse inevitabile che un governo del genere chiami a coorte “scienziati” di diversa estrazione (biologi, medici, giuristi), ma di identica vocazione salottiera, in grado di legittimare una vaccinazione di massa che appare sempre più inefficace e rischiosa.

Che poi il governo in questione finisca per narrare ai cittadini la bontà di queste strategie per il tramite di media sensibili agli obiettivi dei conglomerati finanziari, che controllano tanto la ricerca quanto la divulgazione scientifica, è forse ancora più inevitabile.

Ma se anche tutto ciò appare inevitabile, può essere utile ricordare che:

• I vaccini anti-Covid sono stati autorizzati “in via condizionata” dall’Unione europea, per un anno, ai sensi della disciplina introdotta dal regolamento n. 507/2006, che giustifica l’immissione in commercio di farmaci anche in assenza di dati clinici completi in merito all’efficacia e alla sicurezza dei farmaci medesimi;

• Almeno sei mesi prima della scadenza delle autorizzazioni così concesse, i titolari delle autorizzazioni avrebbero dovuto presentare domanda di rinnovo delle autorizzazioni medesime, fornendo i dati clinici richiesti dalla disciplina europea, domanda che non sembra essere stata presentata;

• Dal prossimo autunno dovrebbero essere disponibili terapie che, fornendo una risposta terapeutica al Covid, faranno venire meno uno dei presupposti richiesti dalla stessa Unione europea per il rilascio delle autorizzazioni condizionate;

• L’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (organizzazione internazionale distinta e separata dall’Unione europea) ha raccomandato, fin dall’aprile scorso, che il vaccino non fosse reso obbligatorio;

• Anche la stessa Unione europea si è affrettata ad adottare, nel giugno scorso, un regolamento (il n. 953/2021, relativo all’EU Digital Covid Certificate), il cui preambolo afferma la necessità di evitare la discriminazione diretta o indiretta dei soggetti che “hanno scelto di non vaccinarsi”;

• A tutt’oggi, in Italia, nessun cittadino può essere obbligato a vaccinarsi, in ragione del fatto che la condizione a tal fine stabilita dall’art. 32, secondo comma, della Costituzione (“Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge”) non è stata soddisfatta, eccezion fatta per gli esercenti le professioni sanitarie, obbligati a vaccinarsi – in deroga al principio generale del consenso informato sancito fin dal 1947 dal Codice di Norimberga – in forza del Decreto Legge 1° aprile 2021, n. 44, adottato dal governo e convertito dal Parlamento nella legge 28 maggio 2021, n. 76.

Proprio il metodo cosiddetto emergenziale che ha portato alla adozione e alla successiva conversione del Decreto Legge n. 44/2021 andrebbe posto all’attenzione della Corte costituzionale, perché l’art. 32, secondo comma, della Costituzione chiama evidentemente in causa l’operato di un Parlamento che adotti una legge ordinaria dello Stato al termine di un dibattito pubblico realmente informato, obiettivo e consapevole; e perché, in ogni caso, gli atti normativi (quali sono le leggi ordinarie) devono avere portata generale e astratta, e cioè devono rivolgersi a destinatari non individuati né individuabili: condizione che difficilmente può ritenersi soddisfatta nel caso delle professioni sanitarie, i cui appartenenti costituiscono comunque un numero finito.

Analoghe perplessità suscitano le disposizioni sul Green Pass adottate giovedì 5 agosto dal Governo, ancora sulla scorta di un provvedimento emergenziale, nella misura in cui surrettiziamente spingono larghe porzioni di cittadini, nonché ulteriori, specifiche categorie professionali (i docenti delle scuole e delle università) verso la vaccinazione di massa, considerato che anch’esse costituiscono una possibile violazione del diritto alla salute, come inteso dall’art. 32, secondo comma, della Costituzione, e di altri diritti e libertà fondamentali garantiti dalla Carta costituzionale.

Va infine ricordato che tanto la disciplina sull’obbligo vaccinale degli esercenti le professioni sanitarie quanto quella sul Green Pass si pongono idealmente in contrasto con i contenuti della raccomandazione dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa dell’aprile scorso, che esclude l’obbligatorietà della vaccinazione: è vero che la raccomandazione non dispiega efficacia giuridica vincolante, ma sarebbe interessante conoscere l’eventuale pronuncia della Corte europea dei diritti dell’uomo sulla compatibilità tra la disciplina nazionale in parola e le norme della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo, su cui si fonda la raccomandazione parlamentare.

E, con la nuova accelerazione impressa a questa vicenda dalla disciplina governativa sul Green Pass, l’impressione è che la Corte europea dei diritti dell’uomo dovrà prendere, prima o poi, posizione sull’argomento.

Di Luca Marini, Professore di Diritto Internazionale Università La Sapienza di Roma ed ex vice presidente del Comitato Nazionale di Bioetica della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Pubblicato da Giulio Bona per ComeDonChisciotte.org

Fonte Immagine in evidenza: http://www.thelastamericanvagabond.com/business/us-taxpayers-forced-pay-3-billion-damages-vaccine-lawsuits/

10.08.2021

Notifica di
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
CaptainWildBillKelso
Utente CDC
10 Agosto 2021 18:20

In un mondo in cui leggi, scienza e logica avessero un senso, lo avrebbe anche ciò che dice l’autore dell’articolo. Ma ormai siamo alla dittatura sanitoide, allo scientismo zootecnico e all’isteria pura.

Andr3a
Utente CDC
10 Agosto 2021 19:27

In un colpo di stato le leggi non salvano nessuno

danone
Utente CDC
10 Agosto 2021 19:57

(“Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge”)

Sento ripetere troppo spesso questo punto del trattamento sanitario imposto per legge, che sarebbe possibile perchè sancito anche in costituzione.
Espertologi, politicanti e giornalai, quando parlano della vaccinazione obbligatoria, come estrema ratio, non se, ma quando servirà, si vede proprio che luccicano loro gli occhi dal desiderio di esercitarlo quel potere assoluto, che la costituzione permetterebbe loro di esercitare sulle greggi.
Momento!! Vorrei lumi da chi può darne.
Secondo me il cosidetto tso, trattamento sanitario obbligatorio imposto per disposizione di legge, ha comunque dei limiti invalicabili, o per lo meno così l’ho sempre inteso nella mia ingenuità pre-covidiana, ovvero non può mai essere imposto per legge un trattamento sanitario curativo-preventivo, ma al massimo solo contenitivo, al limite farmacologico, se si ritiene necessario sedare momentaneamente il soggetto, con l’uso di calmanti-rilassanti, non con l’uso di medicamenti che sono un’altra cosa.
Quindi credo che un trattamento vaccinale, che è preventivo-curativo, non possa proprio essere imposto con obbligo di legge MAI.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da danone
Mark.Twain
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
10 Agosto 2021 23:06

A quanto pare, se ne fregano del obbligo. Con l’ Ahnenpass hanno comiciato a toglierci semplici situazioni di svago ma, da settembre si passa ai trasporti e quante sono le persone che possono e devono prendere il bus o il treno per andare al lavoro? Sono sicuro che prima o poi toccherà ai supermercati.
Diranno che la mascherina la devono portare solo quegli infami dei non vaccinati e da quel momento scatterà la caccia modello “la notte del giudizio”. Il clima è già incandescente…
Quanti saranno capaci di resistere a una simile follia?

Giovanni01
Utente CDC
10 Agosto 2021 21:16

Tutto condivisibile… però :
a questi eletti anche se non eletti della costituzione se ne fregano, soprattutto grazie ad un oltre 70% di elettori che plaudono questo operato.

RenatoT
Utente CDC
Risposta al commento di  Giovanni01
11 Agosto 2021 0:23

dicono 70% ma ho sei dubbi. Hanno barato sui decessi, hanno trattato come malati i positivi ad un pcr con 45 cicli, alcuni li hanno sedati intubati anche se erano andati la per un problema cardiaco… hanno barato e censurato tutto. Hanno barato sicuramente anche sul numero dei vaccinati e dei pro-regime. C’è stata una manifestazione a Roma qualche giorno fa dei pro-green pass. 12 persone + 1 cane. I cinema dicono 90% in meno di clienti… anche perchè un covidiota… che dorme con la mascherina, non ci va in un cinema pieno di gente anche se ha un green pass. Al Bingo di misterbianco a ct, la mattina del green pass si sono presentate 8 persone contro le 150-200 solite. In questi giorni sono aumentate un po ma a quanto pare hanno trovato la soluzione i piu’ addicted… si prestano il greenpass o se li sono recuperati in rete. Al casinò di sanremo, ho un amico croupier (sono 60), gli ingressi si sono dimezzati… stanno di fretta e furia mettendo in piedi un sistema di tamponi rapidi… per non fallire. Tutti i dati sono falsi…

Rigel21
Utente CDC
Risposta al commento di  RenatoT
11 Agosto 2021 11:40

Sono d’accordo. I numeri che danno non sono veri. La gente non deve cascarci.

gix
Utente CDC
10 Agosto 2021 21:52

Trovo interessante il parere di questo professore, per la sua provenienza (università molto vicina al potere…) nonchè per ragioni personali e professionali…Ma mi sembra abbastanza evidente che costoro stanno andando avanti facendo carta straccia di tutti i principi giuridici consolidati, anche i più ovvi, come la gerarchia delle fonti, e i diritti umani stabiliti nelle costituzioni e nei regolamenti sovranazionali. Ritengo che sappiano bene e abbiano quindi messo in conto il fatto che una parte dell’ordinamento istituzionale reagirà (spontaneamente o meno per ora non ci interessa) prima o poi al massacro giuridico ora in atto, se non altro per ristabilire un minimo di certezza nel diritto e nei rapporti fra le parti sociali. Ma questo avverrà lentamente e loro puntano proprio su tale lentezza per raggiungere l’obiettivo vero e unico del momento (in questa fase), che è la vaccinazione di quante più persone possibili. Probabilmente alcuni di loro (non tutti, poichè la maggior parte sono servi sciocchi) sanno anche che qualcuno fra le loro file farà da capro espiatorio e pagherà in forme più o meno severe. E’ possibile anche che presto cominceranno a guardarsi con sospetto l’uno con l’altro, pronti magari a tradirsi per un tozzo di pane allo… Leggi tutto »

Eugiorso
Utente CDC
10 Agosto 2021 22:29

Qualcosa mi dice che è bene non avere troppa fiducia nella Corte europea dei diritti dell’uomo, così come non merita fiducia l’EMA (European Medicine Agency, per gli anglofili a tutti i costi), che ha fatto passare tutti i vaccini di big pharma e ha cassato, con una decisione soltanto “politica”, ovviamente, lo Sputnik V russo …
Tutto ciò che è unionista eurpoide è il Male e agisce contro di noi … dove noi sta per popoli e nazioni.

Cari saluti

BrunoWald
Utente CDC
11 Agosto 2021 4:40

Le leggi sono la formulazione giuridica dei rapporti di forza esistenti. Se cambiano questi ultimi, cambiano anche le leggi. E chi ha la forza di imporre un cambio epocale di paradigma come quello a cui stiamo assistendo, le leggi le calpesta tranquillamente ancor prima di dettarne di nuove. Sono sicuri di farla franca perché la probabilità che si sviluppi un processo rivoluzionario che finisca per impiccarli è estremamente remota. Al massimo, in caso di qualche battuta d’arresto, saranno chiamati a rispondere i maggiordomi politici e qualche malcapitato funzionario, mentre i miliardari che hanno organizzato questo crimine continueranno a farsi mettere le pantofole dai servi nei loro palazzi.

Eugiorso
Utente CDC
11 Agosto 2021 7:55

Mai come in questo caso storico la legge è un premio per chi deteniene effettivamente il potere (élite + camerieri) e una punizione per tutti gli altri (cioè noi), in barba alle fandonie propagandistiche sulla demokrazzia.

Cari saluti

Paolo
Utente CDC
Risposta al commento di  Eugiorso
11 Agosto 2021 8:45

Esatto e questo di fatto vuol dire molte cose..Primo colpo di stato planetario ad opera del marxista filocinese amico di Mugabe certo Tedros Adhanom Ghebreyesus.Messo li fa lo internazionale comunista a radere al suolo il sistema è noi.

Rigel21
Utente CDC
Risposta al commento di  Paolo
11 Agosto 2021 11:46

Ma…chissa’! Per ora stanno cercando di spopolare l’occidente e chi lo fa e’ l’occidente stesso, vedi usa e europa!!! Non ce li vedo e non lo fanno infatti i cinesi, indiani ,africani,russi accanirsi con queste iniezioni letali contro i propri popoli. Quindi chi sta suicidando la propria gente e’solo il deep state occidentale e nessun altro.

Paolo
Utente CDC
Risposta al commento di  Rigel21
11 Agosto 2021 11:55

Il nostro sistema funziona secondo degli automatismi e delle gerarchie, ora un medico diciamo controcorrente non può nemmeno esprimersi pubblicamente pena la radiazione.Sempre OMS ha vietato qualunque farmaco e o terapia funzionasse.È una guerra soft cinese, durera tempo, facendo fallire gli stati se li compreranno a saldo.

Paolo
Utente CDC
Risposta al commento di  Paolo
11 Agosto 2021 11:59

I nostri politici sono meri esecutori dei potentati finanziari che rappresentano.
Non hanno alcuna possibilità tecnica di replicare all OMS di cui facciamo parte è a cui dobbiamo ubbidire. Ma ora questo organismo internazionale da tecnico scientifico è diventato politico.
Trump ci aveva visto bene

15
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x