Guerra in Ucraina e traffico d’armi in Ue: Europol lancia l’allarme

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Dai primi tempi del conflitto tra Russia e Ucraina, l’Europa ha dichiarato il suo appoggio militare a quest’ultima, inviandole armi.

Ciò sta rendendo sempre più lontana la possibilità di arrivare ad una trattativa di pace tra i due Stati belligeranti.

Tra le tante problematiche emerse, quella che più ha “allarmato” Europol è stata esplicitata attraverso un comunicato inerente la sua attuale collaborazione con i funzionari ucraini per monitorare il traffico di armi, ciò che rappresenta una minaccia per l’Unione Europea:

C’è una proliferazione illegale e incontrollata di armi da fuoco ed esplosivi che potrebbe essere contrabbandata nell’UE attraverso rotte di contrabbando ben consolidate e il rischio di un aumento del traffico illegale di armi.

Pare che queste non vengano soltanto acquistate da bande terroristiche e criminali locali, ma che addirittura esistano delle rotte di contrabbando e piattaforme di vendita online su tutto il territorio europeo.

Ancora più inquietante: questa terribile situazione non si placherà nemmeno se si dovesse arrivare ad una cessazione del conflitto.

Il quotidiano britannico Financial Times ha commentato:

Tutte le armi inviate all’Ucraina transitano attraverso la Polonia meridionale, poi attraversano il confine e le consegne non sono più centralizzate: possono essere caricate su furgoni, minivan e persino portate fuori da veicoli privati. E d’ora in poi non controlleremo più esattamente dove e come vengono consegnati i carichi militari, come vengono utilizzati i rifornimenti – e persino se rimangono o meno nel Paese.

Questo dimostra non solo una disarmante ammissione di impotenza, o voluta incuranza, o magari proprio una volontà politica precisa rispetto ad una circostanza così preoccupante.

E’ chiara anche l’eccessiva “solidarietà” all’Ucraina, che per come si stanno evolvedo le cose, non è un bene per nessuno, o magari solo per pochi.

 

FONTI:

Sara Iannaccone, 26.07.2022

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
8 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
8
0
È il momento di condividere le tue opinionix