Home / Attualità / Gli U2 ritardano il nuovo album a causa della vittoria di Trump

Gli U2 ritardano il nuovo album a causa della vittoria di Trump

FONTE: TRUTHSEEKER.CO.UK

Introduzione, 15 gennaio 2017

Le “celebrities” che stanno sputando sentenze su Trump credono veramente in ciò che dicono? O è tutto a vantaggio dei media?

Vale la pena chiederselo perché ho notato i commenti di Bono alla fine di questo pezzo. Bono, che ricorderete essere incredibilmente ricco, con una ricchezza stimata intorno ai 900 milioni di dollari. Vero, è a corto di 100 milioni per essere miliardario, ma in termini concreti non ha bisogno di niente. A parte l’essere premiato come cavaliere onorario, in riconoscimento al suo lavoro come attivista in beneficenza, è anche un grande compagno di George W. Bush.

Perciò nonostante il suo atteggiarsi da rock star, non è un’esagerazione affermare che Bono sia una colonna d’establishment. Lasciamo che ognuno si chieda: quanto è realmente sincero tutto questo atteggiarsi e protestare delle celebrità contro Trump? Ed.

http://www.thetruthseeker.co.uk/?p=145641

Bono showing off an award he received from Queen Elizabeth II...the same queen who have an award to mass abuser Jimmy Savile. Let's call this the occult elite award. And that's why Bono is hiding one eye with it.

[Caption: Bono mostra un premio ricevuto dalla regina Elisabetta II – la stessa regina che ha dato un riconoscimento all’abusatore di massa Jimmy Savile. Notate il tema “one eye” sottostante].

Gli U2 hanno scelto di ritardare il lancio del loro nuovo album “Songs of Experience”, a causa della vittoria delle elezioni da parte di Trump.

“L’elezione (è avvenuta) ed il mondo è cambiato improvvisamente”, dichiara il chitarrista The Edge al Rolling Stone. “Siamo appena andati, dobbiamo solo aspettare un attimo, ci dobbiamo prendere un minuto per pensare a questa registrazione e su come sia collegata a ciò che sta succedendo nel mondo’”.

Non è chiaro quando uscirà il nuovo album.

“L’80% del lavoro è iniziato prima del 2016, ma la maggior parte è stata scritta nella prima parte del 2016, ed ora, e credo sarete d’accordo, il mondo è un posto diverso”, ha spiegato. “

È come se un pendolo avesse fatto improvvisamente una enorme oscillazione in un’altra direzione”.

In precedenza, questa settimana, il gruppo aveva annunciato che sarebbero stati in tour la prossima estate per celebrare il trentesimo anniversario del loro album “Joshua tree”, che uscì durante le amministrazioni Reagan e Thatcher, rispettivamente in Usa e Regno Unito.

“È come se stessimo proprio tornando lì, in un certo senso”, ha detto The Edge. “Credo che nessuno dei nostri lavori sia mai tornato al punto di partenza in questo modo”. Sembrava che: “wow, queste canzoni hanno un nuovo significato e una nuova importanza oggi a cui non avremmo pensato tre, quattro anni fa”.

“Siamo felici di prenderci questo momento per riorganizzare e pensare all’album che ha molti anni, ma che sembra ancora rilevante”, ha detto The Edge.

Non è la prima volta che un membro degli U2 parla di elezioni presidenziali. Il leader della band Bono, ha chiamato Trump potenzialmente “la peggiore idea che sia mai capitata all’America”, durante un’intervista con Charlie Rose.

Ned Ehrbar- CBS news, 10 gennaio 2017

Fonte: www.cbsnews.com

Link: http://www.cbsnews.com/news/u2-delayed-new-album-because-of-trump-victory/

15.01.2017

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di STEFLOWERS

Pubblicato da Davide

  • Toussaint

    Anche questo noto fiorellino di bosco, Robert De Niro, è d’accordo con gli U2 e ce l’ha con Trump:
    http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/cocainomane-donnaiolo-compulsivo-autoritario-biografia-svela-lato-89641.htm

    • RenatoT

      che tralaltro ha sponsorizzato vaxxed (ha un figlio autistico), andando contro Big Pharma… e poi tifa per la Clinton che è in parte anche fantoccio di loro.

  • Ronte

    Eccolo lì, sempre presente. Dove stanno i potenti, presidenti, papi, e chiunque sia targato ‘famoso’, non può mancare il Bono. Qualcuno definisce gli U2 dei paraculi professionisti.
    Di musica vera non se ne parla da decenni. Ma questo è un altro discorso.

  • Scimmia

    il problema non è di avercela contro Trump che è cosa giusta, ma non avercela avuta ed aver supportato Killary e compagnia.
    niente di nuovo, dove c’è business e lo spettacolo lo è, c’è questo schifo di ipocrisia. vedi il nostro Benigni che tristezza.
    bel periodo comunque da vivere, quante menzogne stanno venendo a galla.

  • Filippo Gregoretti

    Hanno ragione, il mondo è decisamente cambiato 🙂 sopporteremo il dolore e la privazione di non dover ascoltare alla radio il nuovo disco degli U2. Che il Signore ci dia la forza.

  • PersicusMagus

    È il destino dell’arte, esistere ma solo in funzione di un potere.
    E l’artista o si adegua in maniera convinta o non lavora. Magari lo riscoprono postumo però sempre solamente se conviene a un impianto filosofico logico propagandistico di un potere.
    L’arte vera la fa solo il fruitore sviluppando una sua libera ermeneutica possibilmente condivisa con il suo gruppo.
    Non è facile perché se direttamente o anche indirettamente ti avvicini a mettere in discussione i pilastri “linguistici” del discorso monopolizzato dal potere ti saltano addosso non solo i servi prezzolati ma tutti quelli che non hanno potuto o voluto elaborare una riflessione propria.
    Come schiavi che lottano in difesa…delle proprie catene.

    A questo proposito ascoltate un Diego Fusaro particolarmente ispirato in questo video a partire dal minuto 4:03 (durata dell’ascolto: un minuto e 25 secondi)

    https://www.youtube.com/watch?v=4Ib2CfCehJM

    • Tonguessy

      non capisco cosa c’entri l’arte nè con Bono nè con l’accorata disamina di Fusaro. Sul rapporti arte/potere si possono scrivere parecchi libri oltre a quelli già scritti, ma resta sempre da definire cosa il potere capisca dell’arte e quanto all’artista interessi l’analisi del potere. Picasso non è Van Gogh, per dirne una, così come Bono non è Robert Johnson.

      • PersicusMagus

        Tonguessy, intanto come è ovvio si tratta di mie discutibilissime opinioni, ma per il momento nel Forum sto scrivendo una piccola serie intitolata “Arte e Potere” di cui sto preparando la numero due (e ci vorrà un po’ perché devo riaprire un certo libro). Se ti interessa c’è la numero uno in “Libri” e ne parliamo.

    • Filippo Gregoretti

      Verissimo. Grande Fusaro nel definire artisti e intellettuali. Compresa questa verità tempo or sono, ho abbandonato ogni velleità di voler lavorare con l’arte. Promuovere continuamente se stessi rende difficile la battaglia contro l’ego. E dire la verità rende artisti disoccupati.

      • PersicusMagus

        Eh, ma per capire certe cose tu parti favorito… 🙂
        Certo che se tuo papà venisse a scrivere qualcosa di cinema nel Forum sarebbe un’idea di grande successo (qui dentro).

  • Enrico S.

    Ma che è, uno scherzo? Gli U2 sono scomparsi dopo “Achtung Baby” (1991), sostituiti da una cover band di mediocre levatura.

  • Tonguessy

    Bonobo e l’esercito delle scimmie colpisce ancora! One è la più grande truffa filantropica mai esistita, peggio di Open Society di Soros. Mentre quest’ultima qualcosa fa (rivoluzioni colorate) One non fa nulla a parte pagare profumatamente la struttura. Soldi, solo soldi. Pur di non pagare quanto dovuto di tasse in Irlanda se ne sono andati altrove. Se trovassero conveniente assassinare le proprie madri lo farebbero. Soldi, solo soldi. Evidentemente avevano già preso accordi con la Klingon, e adesso che ” il mondo è un posto diverso” devono aggiustare il tiro. Poverini. Quasi quasi faccio una donazione.

    • Filippo Gregoretti

      Di fronte a tanti soldi è facile perdere la testa e l’onore.

  • Pyter

    Che la testina del giradischi stia finalmente iniziando a girare dalla parte giusta?

  • PietroGE

    Ma basta con questa ipocrisia sgangherata, travestita da impegno sociale, che invece è tutta orientata a far soldi. Per lanciare un prodotto usano come marketing la miseria del mondo. Una vergogna. Ricordate Band Aid? We are the children? ecc. ecc. Beh, i soldi dove sono finiti?

  • MarioG

    Ops… l’album verra ritardato!
    Facciamoci coraggio.
    Intanto, nella foto son ritardati entrambi.

  • formic

    si si, mostra “l’occhio massonico” dei tuoi compagni luciferini!!

  • silvano

    Sono dei personaggiucoli di quart’ordine sovvenzionati dai governi per fare propaganda verso quelle fasce sociali non raggiungibili dalla politica stessa….questi sedicenti artisti pieni di soldi farebbero bene ad estraniarsi dal prendere posizioni di parte e fare il loro mestiere con più onestà!

  • Bassanio

    Negli anni ottanta erano una rock band. Nei novanta una rock brand. Dai duemila una efficiente e disponibilissima ONG.

  • Chris Msx

    ipocriti!!, è tutta cagnara trump è un burattino è tutto organizzato