Home / ComeDonChisciotte / GLI ENORMI TASSI MANGIATORI DI UOMINI DI BASSORA

GLI ENORMI TASSI MANGIATORI DI UOMINI DI BASSORA

DI MARC LYNCH
Abu Aardvark

Si, lo so, lo so, è una di quelle ridicole storie che catturano l’attenzione dei giornalisti durante il caldo estivo quando tutto se ne va dove sapete voi. Ma non ci posso fare niente. No, non si tratta di Paris Hilton. Sono affascinato dalla storia degli enormi tassi mangiatori di uomini di Bassora.

Nonostante la fabbrica di voci e l’infaticabile debunking dubito veramente che i soldati britannici abbiano liberato a Bassora questi enormi tassi mangiauomini. Ma è comunque divertente speculare sulla logica strategica che vi sarebbe dietro! I tassi da miele mangiatori di uomini potrebbero competere con gli insorti o con l’Esercito del Mahdi in quanto a numero di vittime? Potrebbero offrire l’occasione di un nemico comune all’umanità in guerra? O forse sono un motivo per far restare in Iraq le truppe americane anche se venisse messa al tappeto al-Qaeda?


[Immagine tratta da un giornale iracheno. Cortesia di Mike Drummond]

E, per alimentare queste teorie del complotto irresponsabili e senza fondamento ecco una autentica ripresa video, cortesia di al-jazeera di quello che sembra un tasso gigante mangiauomini che è stato impiccato a un palo …. esattamente il destino che Condi Rice avrebbe minacciato a Nuri al-Maliki. Pensatene ciò che volete! Io ritengo ugualmente sospetto che lo International Crisis Group abbia pubblicato un grosso rapporto su ciò che è andato male a Bassora senza menzionare nemmeno una volta gli enormi tassi mangiauomini…cosa esattamente stanno cercando di nascondere? Oh, e per quel che vale le storie sugli enormi tassi mangiauomini hanno più legami con la realtà dell’ assurdo “progress report” [“rapporto sugli sviluppi” n.d.t.] rilasciato oggi dalla amministrazione Bush.

Titolo originale : “The giant man-eating badgers of Basra”. In copertina immagine da un video di Al Jazeera

Fonte: http://abuaardvark.typepad.com/
Link
12.07.2007

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ALCENERO

Pubblicato da Das schloss