Home / ComeDonChisciotte / GLI ANNI '60: ASSASSINII, UNA SPARATORIA A SCUOLA

GLI ANNI '60: ASSASSINII, UNA SPARATORIA A SCUOLA

E IL CONTROLLO DELLE ARMI NAZISTA

DI MICHAEL GADDY

LewRockwell.com

Gli anni 60 furono un periodo tumultuoso in America. Ci furono la Guerra in Vietnam ed il conseguente movimento pacifista, gli assassinii dei Kennedy, l’assassinio di Martin Luther King e la sparatoria di massa all’Universita’ del Texas perpetrata da Charles Whitman. Gli assassinii ad alto profilo e la sparatoria di massa di quegli anni spinsero il governo verso una decisa azione di lobby finalizzata ad un maggiore controllo della diffusione delle armi, azione che ha poi portato all’emanazione della legge incostituzionale sul controllo delle armi del 1968, supportata dalla NRA [National Rifle Association, l’associazione di categoria dei produttori di armi. Ndt].*

Tuttavia vale la pena considerare che ad eccezione della guerra del Vietnam e della relativa azione di protesta, gli altri eventi menzionati sono stati di fatto intrighi dello stato** e dei suoi instancabili sforzi per disarmare i privati cittadini. Mentre l’unico comune denominatore della sparatoria all’Universita’ del Texas si puo’ identificare nell’uso da parte dell’omicida di droghe psicotrope, i tre assassinii furono similmente ricondotti ad un presunto coinvolgimento della CIA.

Nell’immagine: il disegno di Roy Lichtenstein pubblicato come copertina da Time il 21 Giugno 1968 (e ripubblicato anche 30 anni dopo), in seguito agli eventi citati nell’articolo.Venne riportato che il Presidente Lyndon Johnson fu spinto dalla sparatoria dell’Universita’ ad agire verso una piu’ restrittiva politica di controllo delle armi. Dopo che Withman uccise sua madre e sua moglie accoltellandole a morte, ando’ sul campanile dell’Universita’ dove la sua successiva vittima, Edna Townley, una centralinista, venne colpita a morte con il calcio del fucile. Quindi Whitman in sostanza uccise tre persone prima ancora di tirare il grilletto.

Quando le vittime cominciarono a cadere sotto i colpi sparati da Whitman dal campanile dell’Universita’, molti cittadini presero le armi dalle proprie auto e cominciarono a rispondere al fuoco, aiutando la polizia. Gli sforzi combinati dei cittadini e della polizia, costrinsero Whitman a sparare da un canale di scolo delle acque, limitandone in maniera decisiva l’abilita’ di mirare liberamente. Se non fosse stato per lo spiegamento di armi dei cittadini, il conto dei morti e feriti sarebbe stato molto piu’ ampio. Nonostante questo lo stato uso’ questa tragedia per adottare misure draconiane per la limitazione del possesso di armi da parte di privati.

Teorie cospirazioniste abbondano in merito agli assassinii del presidente John F. Kennedy, Robert Kennedy e Martin Luther King. Come menzionato poc’anzi la CIA e’ sospettata in un diretto coinvolgimento in ognuno. Sappiano che la CIA ha mentito riguardo ad alcuni aspetti dell’assasinio di J.F. Kennedy. Le menzogne sono di solito usate per nascondere la verita’; Qual’era la verita’ che la CIA sta coprendo da 40 anni, e perche’ ? Perche’ la CIA ho nascosto delle prove alla commisione Warner e ha disobbedito agli ordini del tribunale ?

Ha la CIA utilizzato le sue fonti “controllate” nei media per demonizzare e ridicolizzare chiunque trovo’ irregolarita’ nel “semplicistico pappone informativo” degli assassinii, fatto ingoiare a forza alle masse ? Un dispaccio del 1 Aprile del 1967, declassificato in seguito attraverso la legge sulla Liberta’ di Informazione del 1976, consigliava agli “agganci” della CIA nel mondo dell’informazione, di “contrastare le critiche al Rapporto Warren.” Questi “agganci” consistevano in articoli preconfezionati, libri e riviste “particolarmente appropriati” a questo scopo. Queste fonti mediatiche controllate dovevano “rispondere e confutare” tutti i critici della spiegazione degli eventi da parte dello stato, accusandoli di “interessi finanziari”, screditando le loro “ricerche frettolose ed inaccurate” tipiche di “personalita’ infatuate dalle proprie teorie.”

I tirapiedi della CIA nei media erano istruiti nell’enfatizzare nei loro rapporti che “nessuna nuova e significativa prova era emersa” sostenendo la mancanza di coerenza intellettuale tra i critici. I critici venivano poi discreditati affermando che erano “gia’ devoti alle teorie prima ancora di disporre di prove certe”. Un’altra affermazione consistentemente sentita per smentire possibili cospirazioni coinvolgenti lo stato era “una cospirazione su cosi’ larga scala sarebbe impossibile da nascondere.” [Si noti che la stessa identica obiezione viene pateticamente riproposta da tutti i difensori della versione ufficiale dell’11 Settembre. N.d.r.]

L’FBI, i Servizi Segreti, e il dipartimento di Polizia di Dallas hanno nascosto prove alla Commisione Warren. E siccome la commissione non ha investigato con mezzi propri e ha dovuto dipendere interamente da queste agenzie, la credibilita’ del rapporto dovrebbe essere messa perlomeno in discussione.

Quindi, se mettere in discussione la veridicita’ del rapporto ufficiale dello stato sull’assassinio di JFK, e la sparizione e soppressione di prove eseguita da coloro incaricati di cercare la verita’ rende di me un “cospirazionista”, ebbene lo sono.
Accuse credibili del coinvolgimento della CIA nell’assassinio di Robert Kennedy possono essere tovate qui. Da notarsi il supposto coinvolgimento dell’Agente della CIA George Joannides nell’assassinio di entrambi i Kennedy.

Accuse del coinvolgimento della CIA e di altre agenzie dello stato nell’assassinio di Martin Luther King Jr, sono state fatte da assistenti e membri della famiglia King. Coretta Scott King ha affermato “Ci sono prove abbondanti di una cospirazione ad alto livello nell’assassinio di mio marito….” Dexter King, figlio di Martin Luther King Jr. che si incontro’ con James Earl Ray prima della sua morte, affermo’ di credere nell’innocenza di Ray e affermo’ che suo padre fu assassinato “perche’ egli cambio’ l’ordine costituito.” Dexter King si e’ anche riferito alle indagini e conclusioni ufficiali come “al piu’ scandaloso insabbiamento del secolo.”

Martin Luther King Jr. e’ stato sotto sorveglianza da parte di FBI, CIA e servizi segreti militari per un lungo periodo di tempo prima del suo assassinio, perche’ si riteneva rappresentasse una minaccia per la sicurezza nazionale. I suoi telefoni furono messi sotto controllo, ed egli fu sempre sotto continua sorveglianza, le sue stanze riempite di microspie ed i suoi sostenitori infiltrati. Tuttavia egli venne assassinato in piena vista e nessuna delle menzionate agenzie ebbe un idea dei piani e dei movimenti dell’assassino.

All’FBI venne assegnato l’incarico di investigare sull’assassinio dell’uomo che consideravano un minaccia alla sicurezza nazionale, e un obbiettivo dei loro sporchi giochi associati con le attivita’ COINTEL-PRO.

L’autore Alex Constantine nel suo lavoro Virtual Government: CIA Mind Control Operations in America ha esaurientemente documentato l’influenza della CIA nei media attraverso l’operazione Mockingbird. Quando un’agenzia governativa ha l’abilita’ di controllare il contenuto delle informazioni disseminate alle masse, non e’ forse questa pratica una forma di controllo della mente ?

Lo stato ha usato tutti i menzionati e discutibili eventi per proporre e fare passare la legge sul controllo delle armi del 1968. L’articolato di questa legge e’ stato preso quasi parola per parola dalla Legge sul Controllo delle Armi Nazista del 1938. La legge del 1968 non e’ l’unico legame dello stato con il programma Nazista. Quanti sono a conoscenza dei legami della CIA con i criminali di guerra Nazisti?

Fatemi capire ora; La legge di controllo sulle armi del 1968 e’ un rifacimento della legge Nazista del 1938; La CIA ha avuto connessioni con criminali Nazisti fin dai primi inizi; La CIA e’ sospettata nel coinvolgimento in numerosi assassinii di alto profilo in America; La CIA usa i suoi galoppini prezzolati (Operazione Mockingbird) nei media piu’ importanti per demonizzare e marginalizzare chiunque cerchi di investigare le irregolarita’ dei rapporti ufficiali dello stato inerenti questi assassinii e altre possibili azioni di copertura; La nostra forma di governo si e’ modificata da una repubblica in un rude e fastidioso fascismo e chiunque creda che ci sia un collegamento tra lo stato e gli omicidi di massa e’ considerato un cospirazionista.

E quando il tipico idiota usa come unici mezzi alternativi per informarsi i messaggini, una confezione di birra e American Idol [versione americana tipo Amici, Ndt.] qual’e’ la possibilita’ che possa mai riconoscere la verita’, e se mai fosse, gli importerebbe ?

*Il secondo emendamento alla Costituzione Americana, soggetto a differenti interpretazioni, consentirebbe al popolo di possedere e portare armi. Esiste un acceso dibattito sull’argomento con relativi pro e contro e differenti adozioni legislative dei singoli Stati. Secondo molti, l’intendimento nella stesura del secondo emendamento e’ di lasciare al popolo la possibilita’ di ribellarsi a forme di governo devianti, tiranniche e dittatoriali. In effetti un popolo consapevole, istruito ed armato, risulterebbe piu’ difficile da manipolare e controllare. Considerando i numerosi esempi di governi tirannici, oppressori che si sono susseguiti nel corso dei secoli in tutto il mondo, forse l’intendimento di base puo’ dimostrarsi piu’ saggio di quanto si possa pensare. Ndt.

** La parola “stato” è sempre scritta in minuscolo nel testo originale. Ndt

Michael Gaddy [[email protected]], e’ un reduce dell’Esercito ed ha prestato servizio in Vietnam, Grenada e Beirut, vive nel Sudest degli Stati Uniti nella regione dei Quattro Angoli [zona che comprende Colorado, New Mexico, Arizona e Utah, unico punto in America dove 4 Stati hanno confine in comune. Ndt.]

Titolo originale: “The 60s: Assassinations, a School Shooting, and Nazi Gun Control”

Fonte: http://www.lewrockwell.com
Link
27.04.2009

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di MASSIMILIANO MANCINI

Pubblicato da Das schloss

  • Duffy

    molto interessante, grazie della traduzione