Funzionari USA ammettono che stanno letteralmente mentendo al pubblico sulla Russia

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Caitlin Johnstone

 

NBC News ha pubblicato un nuovo rapporto che cita più funzionari anonimi degli Stati Uniti, umoristicamente intitolato “In una rottura con il passato, gli Stati Uniti stanno usando l’intelligence per combattere una guerra di informazione contro la Russia, anche quando le prove dell’intelligence non sono solide come una roccia“.

I funzionari dicono che l’amministrazione Biden ha rapidamente tirato fuori “reperti di intelligence” sui piani della Russia in Ucraina “a bassa affidabilità” o “basati più su analisi che su prove concrete”, o anche semplicemente false, al fine di combattere una guerra di informazione contro Putin.

Il rapporto dice che a questo scopo il governo degli Stati Uniti ha deliberatamente fatto circolare affermazioni false o scarsamente provate su imminenti attacchi con armi chimiche, sui piani russi di orchestrare un attacco false flag nel Donbass per giustificare un’invasione, sui consiglieri di Putin che lo hanno informato male, e sulla Russia che cerca forniture di armi dalla Cina.

 

Estratto (grassetto dell’autrice):

“È stata un’affermazione che ha attirato l’attenzione e ha fatto notizia in tutto il mondo: funzionari statunitensi hanno detto di avere indicazioni che suggeriscono che la Russia potrebbe prepararsi a usare agenti chimici in Ucraina.

Il presidente Joe Biden l’ha poi detto pubblicamente. Ma tre funzionari statunitensi hanno detto a NBC News questa settimana che non ci sono prove che la Russia abbia portato armi chimiche vicino all’Ucraina. Hanno detto che gli Stati Uniti hanno rilasciato le informazioni per dissuadere la Russia dall’usare le munizioni vietate.

È uno degli esempi di come l’amministrazione Biden abbia rotto con i recenti precedenti, impiegando informazioni declassificate come parte di una guerra di informazione contro la Russia. L’amministrazione lo ha fatto anche quando le prove non erano affidabili o verificate, hanno detto i funzionari, per sbilanciare il presidente russo Vladimir Putin.”

Quindi hanno mentito. Possono ritenere di aver mentito per una nobile ragione, ma hanno mentito. Hanno consapevolmente fatto circolare informazioni che non avevano motivo di credere fossero vere, e questa bugia è stata amplificata da tutti i media più influenti del mondo occidentale.

Un altro esempio dell’amministrazione Biden che rilascia una falsa narrazione come parte della sua “guerra dell’informazione”:

“Allo stesso modo, l’accusa che la Russia si sia rivolta alla Cina per un potenziale aiuto militare manca di prove concrete, hanno detto un funzionario europeo e due funzionari statunitensi.

I funzionari statunitensi hanno detto che non ci sono indicazioni che la Cina stia pensando di fornire armi alla Russia. L’amministrazione Biden lo ha messo fuori come un avvertimento alla Cina di non farlo, hanno detto.”

Sull’affermazione dell’impero la scorsa settimana che Putin è stato ingannato dai suoi consiglieri perché hanno paura di dirgli la verità, la NBC riporta che questa valutazione “non era conclusiva – basata più su analisi che su prove concrete“.

Avevo effettivamente preso in giro questo ridicolo comunicato stampa della CIA quando è stato acriticamente pubblicato travestito da breaking news dal New York Times:

 

Ci siamo anche divertiti con la bizzarra impersonificazione di Alex Jones del portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price di febbraio, dove ha erroneamente affermato che la Russia stava per rilasciare un video “false flag” usando attori in crisi per giustificare la sua invasione:

Altre bugie del governo USA discusse nel rapporto della NBC erano meno carine:

“In un’altra rivelazione, i funzionari statunitensi hanno detto che una ragione per non fornire all’Ucraina i caccia MiG è che l’intelligence ha mostrato che la Russia avrebbe visto la mossa come un’escalation.

Questo era vero, ma era anche vero per i missili Stinger, che l’amministrazione Biden ha effettivamente fornito, hanno detto due funzionari statunitensi, aggiungendo che l’amministrazione ha declassificato le informazioni sui MiG per sostenere l’argomento di non fornirli all’Ucraina.”

Quindi l’amministrazione Biden sapeva che stava inviando armi all’Ucraina che sarebbero state percepite da una superpotenza nucleare come un’escalation provocatoria, [ma] le ha inviate comunque, e poi ha mentito su questo. Furbo, furbo, furbo.

Questo rapporto della NBC conferma le voci che abbiamo sentito per mesi. La puttana di guerra professionista Max Boot ha detto tramite il think tank Council on Foreign Relations a febbraio che l’amministrazione Biden ha inaugurato “una nuova era di operazioni di informazione” con comunicati di intelligence progettati non per dire la verità ma per influenzare le decisioni di Putin. L’ex capo dell’MI6 John Sawers ha detto al think tank The Atlantic Council a febbraio che i comunicati di “intelligence” dell’amministrazione Biden erano basati più su una sensazione generale che sull’intelligence reale, ed erano progettati per manipolare piuttosto che per informare.

E nel caso ve lo steste chiedendo, no, la NBC non ha appena pubblicato una grande fuga di notizie da parte di informatori all’interno del governo degli Stati Uniti che stanno coraggiosamente esponendo le bugie dei potenti con l’aiuto della stampa libera. Uno degli autori dell’articolo è Ken Dilanian, che nel 2014 è stato dimostrato aver lavorato letteralmente come risorsa della CIA mentre scriveva per il LA Times. Se vedete il nome di Dilanian in un titolo, potete essere certi che state leggendo esattamente ciò che i dirigenti dell’impero statunitense vogliono che leggiate.

Allora perché ci dicono tutto questo adesso? Il governo degli Stati Uniti non è preoccupato di perdere la fiducia del pubblico ammettendo che sta continuamente mentendo sul suo conflitto internazionale di più alto profilo? E se questa è una “guerra d’informazione” progettata per “entrare nella testa di Putin”, come sostengono le fonti della NBC, il fatto di riferirlo apertamente attraverso la stampa mainstream non vanificherebbe completamente lo scopo?

Beh, la risposta a queste domande è il punto dove le cose si fanno inquietanto. Accolgo con favore i commenti e le teorie di tutti sulla questione, ma per quanto posso immaginare l’unica ragione per cui il governo degli Stati Uniti rilascerebbe questa storia al pubblico è perché vogliono che il grande pubblico lo sappia. E l’unica ragione plausibile che mi viene in mente per cui vorrebbero che il pubblico lo sapesse è che sono sicuri che il pubblico accetterà che gli si menta.

Per capire meglio dove voglio arrivare, aiuta guardare la versione televisiva di questo rapporto in cui Dilanian e la conduttrice della NBC Alison Morris si entusiasmano su quanto sia brillante e meraviglioso che l’amministrazione Biden stia impiegando queste tattiche di guerra psicologica per incasinare la mente di Putin:

 

 

Il messaggio che uno spettatore indottrinato della NBC riceverà guardando questo segmento è: “Non è fantastico? Il nostro presidente sta tirando fuori tutte queste mosse di scacchi in 3D per battere Putin, e noi ne facciamo parte!

È ovvio da molto tempo che l’impero statunitense sta lavorando per rafforzare il controllo narrativo e il suo dominio egemonico sul pianeta attraverso la censura di internet, la propaganda, la manipolazione degli algoritmi della Silicon Valley e la normalizzazione della persecuzione dei giornalisti. Ora potremmo essere semplicemente allo stadio del controllo imperiale della narrazione in cui possono iniziare a produrre apertamente il consenso del pubblico perché gli si menta per il loro bene.

Proprio come la campagna diffamatoria contro Julian Assange ha addestrato i liberali mainstream a difendere il diritto del loro governo di nascondere loro segreti oscuri, ora potremmo essere alla fase di avanzamento del controllo narrativo in cui i liberali mainstream sono addestrati a difendere il diritto del loro governo di mentire loro.

Gli Stati Uniti stanno intensificando le aggressioni della guerra fredda contro la Russia e la Cina in un disperato tentativo di assicurarsi l’egemonia unipolare, e la guerra psicologica gioca tradizionalmente un ruolo importante nelle manovre della guerra fredda a causa dell’incapacità di aggredire in modi più evidenti nemici armati di armi nucleari. Quindi ora sarebbe sicuramente il momento di avere i “pensatori” delle due principali fazioni politiche americane che tifano fanaticamente per le manipolazioni della guerra psicologica del loro governo.

Un’occhiata casuale su Internet a ciò che i liberali mainstream stanno dicendo su questo rapporto della NBC mostra che questo è effettivamente ciò che sta accadendo. Nei circoli liberali sembra esserci una diffusa accettazione del [fatto che il] governo più potente del mondo usa le istituzioni dei media più potenti del mondo per mentire al pubblico per guadagni strategici. Se questo continua ad essere accettato, renderà le cose molto più facili per i manager dell’impero in futuro.

 

 

Link: https://caitlinjohnstone.com/2022/04/07/us-officials-admit-theyre-literally-just-lying-to-the-public-about-russia/

Scelto e tradotto da Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
11 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
11
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x