Home / ComeDonChisciotte / FIDEL CASTRO: OSAMA BIN LADEN E’ UN AGENTE AMERICANO

FIDEL CASTRO: OSAMA BIN LADEN E’ UN AGENTE AMERICANO

DI PAUL HAVEN
The Associated Press

Il Cubano Fidel Castro dichiara che il leader di Al-Qaida Osama Bin Laden e’ un agente americano.

Fidel Castro dice che il leader di Al Qaida Osama Bin Laden e’ stato ingaggiato e pagato dagli agenti CIA per apparire quando il Presidente George W. Bush aveva bisogno di terrorizzare il mondo, come provano dei documenti recentementi pubblicati su Internet.

“Ogni volta che Bush voleva suscitare paura con un discorso importante, Bin Laden appariva minacciando le persone con una storia su quello che stava per fare,” Castro ha detto ai media durante un incontro con uno scrittore lituano, conosciuto per aver avanzato teorie su un complotto mondiale. “ A Bush non e’ mai mancato il supporto di Bin Laden. Bin Laden era un subordinato.”

Nella foto: Il giornalista investigativo Daniel Estulin e Fidel CastroCastro ha detto che i documenti pubblicati su wikileaks.org – un sito internet che ha recentemente pubblicato centinaia di documenti segreti sulla guerra in Afganistan – “provano effettivamente che era un agente CIA.” E non ha fornito altri dettagli.

Le osservazioni, pubblicate sul quotidiano comunista Granma venerdi’, sono state le ultime di una serie di dichiarazioni provocatorie rilasciate dall’84ennne leader rivoluzionario, che esce dall’isolamento per avvertire che il pianeta e’ sull’orlo di una guerra nucleare.

Castro aveva addirittura predetto che il conflitto mondiale avrebbe provocato la cancellazione delle ultime partite giocate il mese scorso durante la coppa del mondo di calcio in Sudafrica. Piu’ tardi Castro si e’ scusato per le premature osservazioni. La scorsa settimana, ha iniziato evidenziando il lavoro di Daniel Estulin, che ha scritto una trilogia di libri sul ‘gruppo Bilderberg’ i cui importanti membri si incontrano a porte chiuse una volta all’anno.

La natura segreta delle riunioni e l’importanza di alcuni membri- tra cui l’ex segretario di stato Henry Kissinger, alti funzionari statunitensi ed europei, e i piu’ importanti dirigenti di compagnie internazionali e dei media- hanno indotto alcuni ad ipotizzare che essa opera come un governo globale, che controlla non solo la politica e l’economia internazionale, ma anche la cultura.

Durante l’incontro, Estulin ha detto a Castro che la voce reale di Bin Laden e’ stata sentita l’ultima volta alla fine del 2001, non piu’ tardi degli attacchi dell’11 settembre. Ha anche detto che la persona che è stata sentita minacciare altri attacchi terroristici dopo quello dell’11 settembre, era “un cattivo attore”.

Casto si e’ dimesso per motivi di salute nel 2006- prima temporaneamente, poi definitivamente, e ha consegnato il potere a Raul, il fratello piu’ giovane. Fidel era rimasto a capo del Partito Comunista ma a causa della malattia era rimasto nelle retrovie per quattro anni, prima di ritornare alla ribalta in luglio.

Castro e’ d’accordo con tutte le maggiori tesi di Estulin, ad eccezione di una: che la razza umana deve trasferirsi in un altro pianeta abitabile o deve affrontare l’estinzione.

Castro ha detto che sarebbe meglio sistemare le cose sulla terra e poi abbandonare tutti insieme il pianeta.

“L’umanita’ deve prendersi cura di se stessa se vuole vivere migliaia di anni di più” ha detto Castro allo scrittore.

Titolo originale: “Fidel Castro: Osama bin Laden is a US agent”

Fonte: http://www.ap.org/
Link
27.08.2010

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di JACKALOPE

Pubblicato da Das schloss

  • stendec555

    lo stesso castro, anima pia santissima, ha dato una mano all’impero usa…lo spauracchio comunista a due passi da casa, cosa vuoi di più? gli usa ringraziano il buon vecchio fidel…

  • AlbaKan
    • “Ancora una volta, la violenza avrebbe cambiato il corso degli avvenimenti. Come risposta al bombardamento delle ambasciate statunitensi in Nairobi e Tanzania (attribuito a Osama bin Laden, anche se, secondo fonti di intelligence francesi, l’attacco è opera del Mossad israeliano), il presidente Bill Clinton sparò missili da crociera ad una tenda vuota in Afghanistan e nel Sudan il 20 agosto 1998. L’amministrazione, allora, ruppe le relazioni diplomatiche con i talebani e le Nazioni Unite imposero delle sanzioni”.
    • “Per il resto della presidenza di Clinton, non c’è stato un riconoscimento ufficiale dell’Afghanistan da parte degli Stati Uniti nè delle Nazioni Unite. E nessun avanzamento sul tema dell’oleodotto”. 
    • “A quel tempo, George W.Bush entrò alla Casa Bianca”. 
    • “Durante i mesi finali dell’Amministrazione Clinton, i talebani erano ufficialmente un gruppo terrorista. Dopo quasi un decennio di competizione feroce tra il consorzio UNOCAL-CentGas appoggiato dagli Stati Uniti e Bridas Argentina, nessuna azienda aveva ottenuto un accordo per costruire un oleodotto in Afghanistan (…) George W. Bush ristabilì i rapporti con i talebani. Non c’è da meravigliarsi dato che nel 1998 e nel 2000, l’ex presidente George W.H.Bush viaggiò in Arabia Saudita a nome del gruppo privato Carlyle Group, l’undicesimo contrattista della Difesa degli Stati Unii, dove si riunì in privato con la famiglia reale saudita e con la famiglia di Osama Bin Laden, secondo l’edizione del 27 settembre del Wall Street Journal”.
    • Di fatto, la relazione tra l’amministrazione Bush ed il “terrorista” e leader di Al Qaeda, Osama bin Laden, non era mai stata migliore”.

    Consiglio la lettura di questo articolo di Fidel che mette in risalto alcuni punti importanti del libro di Daniel Estulin: IL GOVERNO MONDIALE – 2° Parte [www.vocidallastrada.com]
  • AlbertoConti

    Ma va! C’è voluto un decennio, ma se n’è accorto anche lui. Meglio tardi che mai.

  • Nyarlathotep

    FIDEL CASTRO: L’acqua si può scaldare!

  • yiliek

    LOL!!!!!:-)

  • walterkurtz

    D’accordo niente di nuovo, ma solo per i preparatissimi e intelligentissimi lettori di Cdc e per pochi altri ancora

  • ulrichrudel

    Ringrazio ALBAKAN per il suggerimento e mi leggerò l’articolo.Solo mi viene un dubbio,come fa il grande Estulin ad essere informato di tutti i segreti dei partecipanti al summit del Bilderberg,?.Forse che le conversazioni dei partecipanti vengono anche registrati come per i discorsi di Nixon con Kissinger? Chjssà se qualcuno sappia scoprire l’arcano.

  • makashikan

    purtroppo è proprio così.

  • Altrove

    Scusate la replica, ma Castro non è il tabaccaio sotto casa. Diciamo che negli ultimi anni ha avuto un pò da fare, tipo non venire assassinato continuamente. Non so, voi come riuscireste a leggere un libro o ad interessarvi a Bin Laden quando c’è un paese da mandare avanti mentre il resto del mondo prova ad impedirtelo? Perdonate la mia ignoranza…

  • AlbaKan
    • Estulin da anni segue le riunioni Bildenberg, e ogni tanto qualcosa trapela, nulla è segreto fino in fondo. La cosa più importante è trovare riscontri, e mi sembra che ce ne siano parecchi.
    • Se leggi anche la prima parte di questo articolo che ho segnalato alla fine trovi un articolo correlato dal titolo Storia del Nuovo Ordine Mondiale, in cui ci sono molti riscontri con l’articolo in questione.
    • Inoltre in questa seconda parte spiega che c’era una “fonte” che poi è scomparsa, ma al di là di questo qualcosa sfugge sempre alla fitta rete della segretezza…
    • Io comunque sono sempre in “guardia”, nel senso che non dò mai nulla per scontato. In fondo se questo NWO è un pericolo così grande (….e lo è!), non la lotta tra Estulin e Alex Jones…
  • Morire

    Piccola riflessione: – Non è che la nostra attenzione è deviata (e sottolineo la parola deviata), volutamente o meno – questo lo ignoro – per farci ignorare un piccolissimo particolare?!? Provo a spiegarmi meglio: si parla tanto di tentativi segreti di formare un NWO, con tanto di governo unico, moneta unica, esercito unico e così via. Poi vengono fuori le cosiddette spifferate pseudo-segrete, le cui uscite sono sempre più spesso palesemente pilotate (comunque la stragrande maggioranza delle volte veritiere). Le suddette poi, frammentarie ma coincidenti perfettamente a mò di tessere di puzzle, ricostruiscono trame a ritroso e cancellano coltri di polvere che coprivano fatti passati, più o meno remoti, alla loro epoca trattati falsamente come oramai ben sappiamo. Ora, se seguiamo sto maledetto filo di arianna così formatosi, l’unico scenario che ci si propone davanti, è che in tutta sta prigione di clubs, falsità e cosacce varie, ci stiamo dentro da almeno qualche secolo, più o meno consapevoli, questo è certo, ma non vedo niente di nuovo e soprattutto vedo un processo, purtroppo, già in avanzato ed irreversibile stato di realizzazione. Ci stanno facendo scartare il regalino piano piano, ma il regalino era già pronto ed era stato scelto da tempo…

  • stefanodandrea

    Sciocchezze.
    Osama Bin Laden è – probabilmente è stato – il Mazzini dei popoli islamici. E può darsi che si sia servito degli USA come Mazzini si servì dell’Inghilterra e della Massoneria. Ma che Bin Laden sia (stato) un sottoposto di Bush può dirlo soltanto chi non ha capito nulla di ciò che è avvenuto.

  • Sertes

    Studia studia.
    Studia cosa vuol dire Al-Quaeda e che impiego aveva Osama Bin Laden negli anni 80.

    Poi ne riparliamo

  • stefanodandrea

    Negli anni ottanta Osama finanziava coloro che combattevano contro i sovietici. E che doveva fare un islamista ricco come lui? Il fatto che i sovietici fossero caduti nella trappola tesa da Brezinski ne fa forse una spia? Su via. Il fatto che (eventualmente) abbia raccolto soldi non soltanto dall’Arabia Saudita ma dagli Usa ne fa una spia? Che modo di ragionare è?

    Poi voi continuate a parlare di Al-Quaeda. Ma gli islamisti non la nominano più da anni. Esiste l’emirato islamico dell’Afghanistan e (invero vorrebbero che esistesse) l’emirato islamico dell’Iraq. Smettetela di leggere Repubblica, il Corriere e Il Fatto quotidiano, se volete utilizzare la vostra intelligenza.

  • fm

    Infatti.
    Negli anni ’80 lo usarono per scatenare la Jihad contro i Russi.
    Ora che i Russi non ci sono piu` lo usano per creare qualcosa contro cui combattere (al fine di introdurre di tutto e di piu`)

    Quello che non capisco e` perche` abbiano deciso di scaldare gli animi dei musulmani contro se stessi. Manipolare gli estremismi religiosi e` un po’ come scherzare col fuoco, ci si puo` bruciare facilmente. Infatti sembra che la situazione gli sia un po’ sfuggita di mano. Un errore di valutazione?

    Oppure potrebbe anche essere che Bin Laden (e tutti quelli che erano stati aizzati contro i Russi), dopo essere lasciati a se stessi nell’89 si sono incazzati ed ora si sono organizzati per fargliela pagare, dirigendo le mire degli estremisti contro l’occidente.

  • stefanodandrea

    C’è molto di vero in quello che scrivi. Preciserei che se un gruppo debole (i patrioti italiani nel risorgimento e gli islamisti) è utilizzato da un gruppo forte (massoneria e inghilterra in un caso, Usa nell’altro; ma il discorso potrebbe farsi anche per i servizi segreti francesi che finanziarono Mussolini), ciò non vuol dire che dal suo punto di vista e per il proprio interesse anche il gruppo debole utilizza il gruppo forte (e spesso ottiene risultati che si prefiggeva e che altrimenti non avrebbe raggiunto). Insomma Bin Laden ha utilizzato gli Usa almeno quanto questi ultimi hanno utilizzato Bin Laden.

  • andyconti

    Non sono tanto sicuro che tutti i lettori di CDC siano i pochi che hanno capito tutto. Ancora vedo che discutono se Osama sia manipolato o no, hanno dubbi sul rischio per gli Usa di aizzare il mondo arabo contro se’ stesso ecc.
    Nessuno pensa che Osama e’ morto, che e’ sempre stato un fantasma usato per la dabbenaggine della gente e che la lobby dell’11.9 non rischia proprio nulla in quanto da 9 anni sta guadagnando un fiume di soldi e ha imposto una dittatura militare occulta in Usa.

  • andyconti

    si..mi pare sensata la tua riflessione…ma evidentemente i sapientoni di CDC non ci pensano.

  • fm

    Bah, Osama, Omar, chiamalo come ti pare. Anche se e` morto poco cambia ai fini del ragionamento.

    E` chiaro che qui c’e` una massa di persone che predica la Jihad contro l’occidente, cosi` come negli anni ’80 la predicava contro i Russi.

    Qualcuno lo deve aver pure riattizzato questo fuoco e diretto verso un nuovo obiettivo “infedele”.

    A me non sciocca per niente che siano stati gli americani a farlo, anche se poi stanno avendo un ritorno di fiamma abbastanza pesante e difficile da gestire. Nell’89 il fuoco si spense con la ritirata dei Russi dall’Afghanistan. Oggi come pensano di spegnerlo?

    Giustamente tu potrai obiettare che loro NON vogliono assolutamente spegnerlo perche` stanno guadagnando come non mai, ed hanno anche la scusa per aver instaurato de facto una dittatura militare senza troppe proteste.

    Fatto sta che secondo me avrebbero potuto trovare un modo piu` furbo per ottenere, magari piu` lentamente, gli stessi risultati.

  • andyconti

    accetto la tua visione, pero’ insisto a dire che per la lobby la forma piu’ semplice per ottenere soldi e potere e’ proprio quella che hanno adottato, se si fossero pentiti non continuerebbero a progettare guerre.

  • Morire

    “…predica la Jihad contro l’occidente, cosi` come negli anni ’80 la predicava contro i Russi.” Mi ricorda vagamente un tale, un certo Orqualcosa, aiutatemi…Orkell?, Ormell?, anche lui, guarda caso, se non ricordo male, morto in circostanze mai ben chiarite. Ma può essere che mi sbagli eh!?! 😉

  • fm

    Guarda, alla fine non e` che ti dia torto. Mi sembra pero` stupido per queste “intelligenze” rischiare cosi` apertamente l’olocausto nucleare (che implicherebbe, a questi livelli, l’autodistruzione). Se vogliono sfruttare le popolazioni del mondo, che le mantenessero almeno in vita, come all’epoca si faceva con gli schiavi.

    Mi sembra davvero un paradosso distruggere il mondo per poterlo dominare (per questo in fondo tendo a pensare che esiste anche la possibilita` che le cose gli siano semplicemente sfuggite di mano)

  • andyconti

    esatto, infatti giustamente Giulietto Chiesa li defini’ psicopatici, anche considerando che hanno una certa eta’ (Cheney quasi sta per morire e cosi’ Rumsfeld, tanto per non fare nomi). e perche’, forse la gente stessa non e’ assurda nel continuare a indebitarsi e rovinarsi con le banche? credo che sopravvaluti molto la razza umana, pero’ sono felice che alcuni di noi usano il cervello.

  • andyconti

    e cosa doveva fare, non fare la rivoluzione per fare un favore agli Usa??? (che peraltro lo avevano riconosciuto all’inizio, poi lui dovette diventare comunista per forza per evitare invasioni, ma all’inizio non lo era affatto e lo dichiaro’ anche pubblicamente).

  • andyconti

    mi piacerebbe saperne di piu’.

  • Morire

    …a chi lo dici…AAAHHHHH!!!!!

  • vimana2

    Non ti preoccupare che CDC e molti suoi lettori sanno che Bin Laden è morto da molti anni, Castro ha solo corretto il tiro dicendo che Bin Laden è in realtà un cattivo attore……è uno statista e deve stare attento a quello che dice, del resto anche Chavez disse che fu tutto un inside job ma nn lo può dire 100 volte al giorno per evitare ulteriori tensioni, lo stesso ha fatto ahmadinejad ed in parte anche Gheddafi, devono stare però attenti ad evitare crisi con i paesi occidentali e nn che sono amici però di USA e israele….

  • marco76

    Piu che altro come fa Estulin a essere ancora vivo…Ci sono persone che sono state assassinate per molto meno…lui praticamente ha svelato tutti i segreti del potere occulto, e continua a farlo…mi puzza