Dovremo seriamente preoccuparci, non scoppierà nessuna guerra.

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Ruggero Arenella
Comedonchisciotte.org

 

Mi capita spesso di dire che quando partirà il primo missile, vorrei stare dall’altra parte della cortina di ferro. Per farlo bisognerebbe muoversi con anticipo. Ottenere un visto per la Russia non è facile e di sicuro non si ha la sfera di cristallo per sapere quando e come la guerra inizierà. Allora mi chiedo: cosa farò io da italiano, cittadino di uno Stato controllato da capo a piedi dalla cricca finanziaria liberal-globalista, quando partirà il primo missile? La prima risposta che mi balza nella mente è quella di manifestare per la pace, di sicuro si indiranno manifestazioni di questo tipo in tutti i paesi NATO. E’ su questo che si deve riflettere: l’opinione pubblica occidentale è abbastanza preparata a sostenere una guerra con la Russia? I Padroni del Discorso riusciranno a fomentare l’odio verso i russi come sono riusciti a fomentare l’odio verso i tedeschi nella Prima e Seconda guerra Mondiale? O l’odio verso i comunisti che legittimò il sostegno alle più feroci e sanguinarie dittature del secondo novecento nei paesi in via di sviluppo? O l’odio contro i musulmani che legittimò l’invasione dell’Afganistan e la guerra d’aggressione contro l’Iraq? La risposta è no. Non ci riusciranno. In europa è molto difficile far maturare un odio anti russo tale da prendere la maggioranza della popolazione. Anche se l’europeo medio crede che Putin sia un dittatore, che in Russia non ci sia libertà di stampa, che non ci siano i diritti per gli omosessuali, una larga parte degli europei non ha nessuna antipatia verso i russi, e una piccola parte ne ha addirittura simpatia. Quella piccola parte forse non esiste negli USA, dove 50 anni di guerra fredda hanno instillato nella mente degli americani un sospetto latente, una diffidenza che al primo squillo di tromba dei media main stream diventa paura, che potrebbe degenerare in odio. Anche se negli USA la propaganda anti-russa è sicuramente più efficace che in Europa, è assai difficile che avvenga un evento tale da poter far pendere l’ago della bilancia a favore della guerra; nonostante gli sforzi della cricca globalista nel fomentare questa escalation di tensioni, l’elite politica russa non si lascerà scappare nessuna reazione scomposta.

Perchè iniziare una nuova guerra quando ne stai già vincendo una?

La pandemia è finita, ma le politiche pandemiche sono appena iniziate. La cricca globalista tiene sotto scacco tutto l’occidente e obbliga la Russia ad aderire, quantomeno di facciata, alla narrazione pandemica. Questa è già una grande vittoria per Loro: hanno dimostrato che a livello mediatico non hanno rivali, nemmeno contro una nazione sovrana, la prima potenza militare e nucleare del mondo. Una grande potenza costretta a sorreggere la sceneggiata pandemica per non attirare verso di se l’ira convulsa dei media mainstream occidentali. Se la Russia avesse delegittimato la narrazione pandemica, e accusato la cricca di star compiendo un colpo di stato globale, il mondo occidentale avrebbe smesso di commerciare con la Russia dal giorno dopo. Altro che sanzioni.

I missili ipersonici Zirkon sono la nuova deterrenza nucleare. Gli S400 e gli S500 sono i migliori di sistemi di difesa esistenti. La Russia è lo Stato col territorio più esteso del mondo, il centro del continente eurasiatico, la “heartland” che nessuno è mai riuscito a conquistare. Perchè iniziare una guerra militare con un avversario che ti può sconfiggere? Quando lo stesso avversario lo tieni già sotto scacco con la guerra mediatica e finanziaria?

Una guerra ridisegna gli equilibri geopolitici e nazionali. I rapporti di forze dopo una guerra non sono gli stessi che c’erano prima della guerra. Si possono creare dei vuoti di potere che le forze sociali resistenti possono in qualche modo colmare. Questa guerra per Loro sarebbe un suicidio politico.

La vera guerra Loro la stanno già vincendo.

La guerra la vincono ogni volta che usate il vostro smartphone. Ogni volta che comprate da Amazon, che mandate un messaggio su Facebook, che fate una ricerca su Google, che ordinate il cibo da Justeat (un panino di McDonald magari). Loro vincono ogni volta che depositate dei soldi sul conto corrente, così come vincono quando li ritirate. Loro vincono la guerra ogni volta che pagate una rata del vostro mutuo o fate il pieno di benzina. Vincono ogni volta che pagate le bollette, le autostrade, internet. Vincono ogni volta che accendete la tv, che guardate una partita o un telegiornale. Vincono ogni volta che indossate una mascherina, ogni volta che rispettate il distanziamento sociale. Vincono ogni volta che mostrate un lasciapassare. Vincono ogni volta che firmate il consenso per farvi inoculare un sierio genico sperimentale nel corpo.

Una guerra militare con la Russia potrebbe far svanire in un attimo tutte queste grandi conquiste che la cricca globalista ha ottenuto in questi decenni, o forse secoli, con così tanti sforzi.

Per traghettare l’opinione pubblica occidentale fuori dal pericolo di un “nemico invisibile” serve, momentaneamente, mostrargli un nemico visibile.

Devi mostrare sempre un nuovo nemico al popolo, perchè il popolo non veda che il vero nemico sei tu. Come Orwell insegna.

Non dovremmo preoccuparci dei venti di guerra, se a far cambiare il vento sono quelli che già controllano la nostra vita. Gli conviene continuare a soffiare nella stessa direzione.

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
53 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
53
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x