DON’T CRY FOR ARGENTINA

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

DI PAUL KRUGMAN
krugman.blogs.nytimes.com

Bene, devo dire che non riesco a vedere come il default dell’Argentina, tra tutti
gli esempi fatti, possa essere considerato
una storia che possa servire d’ammonimento alla Grecia.

L’Argentina ha sofferto tremendamente dal 1998 fino al 2001, fino a che ha cercato di essere ortodossa e di fare la cosa giusta. Dopo che è andata in default alla fine del 2001, ha dovuto affrontare un breve periodo di forte flessione, ma ha avuto un rapido recupero che è poi proseguito a lungo.Certamente l’esempio argentino suggerisce che il default sia davvero una bella idea; ma si pensa che la cosa non possa funzionare con la Grecia perché questo paese è differente (e, a essere sinceri, può anche essere vero).

Fui davvero colpito dalle persone convinte che l’Argentina non potesse più essere considerata un paese serio; perché non dovrebbe essere un paese “serio”? E in Argentina, come da qualsiasi altra parte, essere “seri” è stato un disastro.

***************************************

Fonte: http://krugman.blogs.nytimes.com/2011/06/23/dont-cry-for-argentina/

23.06.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SUPERVICE

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
2 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix