Dimenticatevi della Covid, dicono…

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Dedico questo articolo alle presstitute dei nostri media di regime, ai presuntuosi somari senza arte né parte, sedicenti “fact-checkers” di fatti di cui non capiscono un accidente, novella categoria di spargiletame a cottimo e venditori di fumo, a tutte le vendute ed i venduti capaci solo di interrompere per zittire con estrema maleducazione qualunque ospite osasse educatamente esprimere i propri dubbi ed il proprio dissenso, ai fomentatori di odio tanto simili al coro pecorile “quattro zampe buono, due zampe cattivo”, agli illusi ed agli ingenui che cantavano “Azzurro” e declamavano, come pappagalli ammaestrati, “andrà tutto bene”, ai doppi e tripli mascherinati e in(o)culati, ai guidatori Paperinik, a tutti i traditori del proprio paese, dei propri concittadini, della nostra Costituzione, con la quale troppe volte si sono indegnamente sciacquati la bocca mentre la trasformavano in carta igienica per il proprio uso e consumo personale. Dedico questo articolo a quelli che, tanto negli USA quanto nel nostro Paese, hanno consumato e tuttora consumano lo stupro della democrazia nascondendosi dietro l’aggettivo “democratico”, espressione eclatante dell’orwelliano bis-pensiero ormai dominante di coloro che, non eletti, hanno arraffato il diritto di disporre delle nostre vite, della nostra salute, del nostro benessere, del futuro dei nostri figli e nipoti. Dedico questo articolo ai veri colpevoli di questa immane circonvenzione di chi non ha gli occhi della mente per vedere il grifo porcino e malevolo che si nasconde dietro la loro maschera, per comprendere la falsità di tutte le loro parole. 

CptHook

 

Jeffrey A. Tucker – The Epoch Times – 11 marzo 2022

 

All’inizio di quest’anno, ha fatto tendenza una frase usata da Bari Weiss in un talk show: “Ho chiuso con la Covid”. Molte persone hanno esultato semplicemente perché l’argomento è stato la fonte di una vasta oppressione per miliardi di persone per due anni.

Ci sono due modi per chiudere con la Covid.

Un modo è fare quello che suggeriva il memo dei consulenti del Comitato Nazionale Democratico: dichiarare la guerra vinta e andare avanti. Per ragioni politiche.

Le morti attribuite alla Covid a livello nazionale sono di più ora che nell’estate del 2020, quando l’intero paese era in lockdown. Sono anche di più ora che durante le elezioni del novembre dello stesso anno. Ma oggi dovremmo trattarla per quello che è: un virus stagionale con un impatto diverso sulle persone anziane e fragili.

La razionalità è tornata! In questo senso, è bene dimenticare la Covid se significa vivere la vita normalmente e comportarsi con chiarezza su ciò che funziona e non funziona per mitigare un virus. I democratici hanno deciso che la linea iper-restrittiva stava mettendo a rischio le loro fortune politiche. Quindi, bisognava cambiare strategia e punti di discussione.

Un altro modo per superare la Covid è dimenticare completamente gli ultimi due anni, specialmente i sorprendenti fallimenti dei controlli obbligatori della pandemia. Dimenticatevi delle chiusure delle scuole che sono costate a una generazione due anni di apprendimento. Dimenticatevi che gli ospedali sono stati in gran parte chiusi a persone senza una malattia legata alla Covid. Dimenticatevi le morti evitabili nelle case di riposo. Dimenticatevi che l’odontoiatria è stata praticamente abolita per alcuni mesi, o che non ci si poteva nemmeno tagliare i capelli.

Dimenticate gli ordini di restare a casa, le chiusure di chiese e imprese, le chiusure di parchi giochi e palestre, i fallimenti, le restrizioni di viaggio, i licenziamenti, i consigli folli di mascherarsi e separarsi fisicamente, le morti record legate alla droga, la depressione di massa, la segregazione, la brutalizzazione del piccolo commercio, gli abbandoni della forza lavoro, le interruzioni forzate dell’arte e della cultura, e i limiti di capienza dei locali che hanno costretto a celebrare matrimoni e funerali su Zoom.

Dimenticate un esame più attento dei modelli matematici fasulli, delle prove sui vaccini, delle circostanze dietro le autorizzazioni per l’uso di emergenza, degli effetti avversi, delle imprecisioni del test PCR, e dell’errata classificazione dei decessi, dei miliardi e trilioni di fondi mal distribuiti, della divisione di tutti i lavoratori tra essenziali e non essenziali, e dei milioni che sono stati costretti a farsi vaccinare senza che lo volessero.

Dimenticate la possibilità di una [del virus] fuga dai laboratori, il ruolo della Cina, l’uso mortale dei ventilatori polmonari, la trascuratezza delle terapie, la quasi messa al bando di ogni discorso sull’immunità naturale, la commercializzazione eccessiva del vaccino, le feste religiose perse, le morti solitarie dovute al divieto di accesso agli ospedali per i propri cari, la censura della scienza, i dati del CDC manipolati e nascosti, i finanziamenti ai principali media, la relazione simbiotica tra governo e Big Tech, la demonizzazione del dissenso e l’abuso dei poteri di emergenza.

Dimenticate come le burocrazie sanitarie guidate da incaricati politici hanno assunto il compito di regolamentare quasi tutta la vita, mentre si comunica al paese che la libertà non ha più molta importanza!

Chi beneficia esattamente di questo modo di essere “al di là della Covid”? L’egemone irriducibile che ci ha regalato questo disastro, per cominciare. Vogliono essere al sicuro. Non desiderano solo essere scagionati: non vogliono essere giudicati affatto. Vogliono essere incolpevoli. Il miglior percorso verso questo fine è quello di favorire l’amnesia pubblica.

Non mi riferisco solo ai democratici. Questa calamità è cominciata sotto un presidente repubblicano che conserva ancora lo status di eroe popolare. Inoltre tutti i governatori repubblicani tranne uno (Kristi Noem del Sud Dakota) hanno accettato i primi lockdown. Anche loro non vogliono parlarne.

Esiste un vasto apparato che vuole disperatamente che tutti dimentichino. Nemmeno perdonare, solo dimenticare. Non pensare alle cose vecchie. Pensare invece alle cose nuove. Non imparare lezioni. Non cambiare il sistema. Non sradicare le burocrazie o esaminare perché il sistema giudiziario ci ha deluso così miseramente finché non è stato troppo tardi. Non cercare più informazioni. Non cercare riforme. Non togliere poteri al CDC e al NIH, tanto meno alla Sicurezza Nazionale.

Nel frattempo, viviamo in mezzo a una crisi senza precedenti. Colpisce la salute, l’economia, il diritto, la cultura, l’educazione e la scienza. Nulla è stato lasciato intatto. La fine dei viaggi ha aumentato ogni tensione internazionale preesistente. La spesa selvaggia del governo e l’accomodamento monetario del debito in aumento, oltre alle rotture della catena di approvvigionamento, sono tutti direttamente responsabili dei livelli record di inflazione. È molto più facile incolpare Putin che guardare le politiche fallimentari degli Stati Uniti e di molti altri governi del mondo.

Le domande che rimangono sono ancora tante. La mia stima personale è che sappiamo circa il 5% di ciò che dovremmo sapere per dare un senso a tutto questo disastro. Cosa stavano facendo precisamente Fauci, Collins, Farrar, Birx, e tutta la gang nel febbraio 2020, quando non stavano cercando cure precoci?

Perché così tanti eminenti epidemiologi hanno completamente ribaltato le loro opinioni dichiarate sui lockdown? Sono passati dall’essere ampiamente scettici sulle misure coercitive il 2 marzo 2020, ad abbracciare completamente le misure più vergognose solo poche settimane dopo. Inoltre, era evidente la cospirazione dall’alto per infangare gli scienziati dissenzienti che in seguito hanno detto che le chiusure stavano causando più danni che benefici. Le persone coinvolte nella Dichiarazione di Great Barrington sono state prese di mira dal governo e dai media affinché si rovinassero professionalmente.

Quando le aziende produttrici di vaccini sono state coinvolte e a quali condizioni? Dobbiamo conoscere il quando e il perché della messa in discussione e della negazione dell’immunità naturale. Chi è stato coinvolto in questo vergognoso e del tutto impreciso tentativo di stigmatizzare coloro che rifiutavano il vaccino? Dove erano i trial per le terapie generiche che il NIH si suppone dovesse finanziare?

Perché in generale un intero establishment ha scelto il panico, l’isolamento e l’imposizione piuttosto che la calma e la medicina tradizionale per la salute pubblica?

Anche io mi pongo delle domande. Quali erano le condizioni e i messaggi che hanno portato il New York Times a usare i suoi podcast e le sue pagine stampate (27 e 28 febbraio 2020) per diffondere il panico assoluto? Questa istituzione non aveva mai fatto questo in nessuna pandemia precedente. Perché ha scelto questa strada anche settimane prima che Fauci e Birx iniziassero a fare pressioni su Trump per premere il grilletto?

Per dirla tutta: quanto denaro erano in ballo?

Ciò di cui abbiamo bisogno è una linea temporale completa con ogni dettaglio dei due anni. Abbiamo bisogno di risarcimenti per le vittime. Abbiamo bisogno di togliere poteri a centinaia e migliaia di politici, scienziati, funzionari della sanità pubblica e dirigenti dei media di primo piano.

Ciò che ha cambiato il panico da pandemia in una nuova calma è la forza dell’opinione pubblica. Dio benedica i manifestanti, i sondaggi e i camionisti. Questo è un grande miglioramento, ma la strada da percorrere è ancora lunga per riaccendere l’amore per la libertà che possa proteggerci la prossima volta. Non si tratta di destra e sinistra. Abbiamo bisogno di una nuova comprensione della salute pubblica, dell’inviolabilità del corpo e delle libertà essenziali.

Alcuni vogliono un’amnesia globale e comunque nessun cambiamento nel regime, nessun seguito, nessuna indagine, nessun collegamento di punti, nessuna giustizia, nessuna risposta alle domande scottanti.

E considerate questo. Se abbiamo superato la Covid, perché la gente viene ancora licenziata per non essere stata vaccinata, comprese le persone con una immunità naturale di livello superiore? Perché i licenziati non sono stati riassunti? Perché le mascherine su aerei, treni e autobus? Perché le continue regole di quarantena? Perché le restrizioni sui viaggi internazionali? Perché i bambini sono ancora costretti a coprirsi il viso? Perché tutti coloro che vogliono vedere uno spettacolo a Broadway devono essere costretti a coprire il loro sorriso?

I resti delle restrizioni, degli obblighi e delle imposizioni sono lì per ricordare l’atteggiamento prevalente della classe dirigente verso le proprie scelte politiche. Non ci sono rimpianti. Hanno fatto tutto bene. E ci tengono ancora sotto il loro tallone.

Questo è intollerabile. In ogni caso, dimenticatevi della Covid e vivete la vita il più normalmente possibile in barba a coloro che lavorano per fomentare la paura. Ma non dimenticate mai le disastrose restrizioni della Covid che hanno creato questa distruzione. Non possiamo esonerare nessuno dalle sue responsabilità, tanto meno far finta che il disastro politico che ha creato miliardi di tragedie personali non sia mai accaduto.

Il mondo in cui viviamo oggi – con una salute peggiore, dissesti economici, bambini e giovani demoralizzati e sottoeducati, segregazioni e censure, l’indiscussa ubiquità di regole prodotte dallo stato amministrativo antidemocratico, l’instabilità e la paura che deriva dal non avere più fiducia nel sistema – è molto diverso da quello di qualche anno fa. Abbiamo bisogno di sapere perché, come e chi. Ci sono milioni di domande che richiedono risposte. Dobbiamo averle. E dobbiamo lavorare per recuperare, ricostruire e assicurare che non accada più.

 

Dall’Istituto Brownstone

 

Fonte: https://www.theepochtimes.com/forget-about-covid-they-say_4331205.html?utm_source=opinionnoe&utm_campaign=opinion-2022-03-12&utm_medium=email&est=uR148%2FcF2KRZ7Avnepav9KDT0BQmXp0SntcdHm%2FA5egWGgDmaW%2BiPHKIUMqmQaYgpgwYYw%3D%3D

 

Scelto e tradotto da Cinthia Nardelli e Arrigo de Angeli

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
20 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
20
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x