Home / ComeDonChisciotte / CHI STA CONTAMINANDO I CIELI AMERICANI, E PERCHE’?

CHI STA CONTAMINANDO I CIELI AMERICANI, E PERCHE’?


DI CHRISTOPHER GUSSA
CureZone.com

Un’importante stazione televisiva (KSLA – Shreveport, Los Angeles) ha avuto il coraggio di affrontare il problema delle scie chimiche. Leggi l’articolo originale qui. Questo attirò l’attenzione della rete affiliata “KNBC” di Los Angeles, che mise in onda un reportage dal titolo “Toxic Sky?” [“Cielo tossico?”] che si può guardare in lingua originale qui.

Qualcuno una volta (con ragione) disse, “puoi trovare più o meno tutto ciò che vuoi su Internet”. Naturalmente lì si trovano un’infinità di siti che parlano di scie chimiche. Ritengo che per la maggior parte siano veritieri. Ad ogni modo non si può evitare che una punta di speculazione non filtri attraverso un tema così difficile da credersi, tenuto così segreto, eppure così evidente e innegabile.

Nel 1993 il dottor Shyh-Ching Lo, ricercatore per le Forze Armate all’Istituto di Patologia, brevettò diversi ceppi virulenti di micoplasma, che descrisse come portatori della sindrome da affaticamento cronico. Al momento l’Istituto sta “rifabbricando” il morbo dell’infuenza Spagnola, inserendolo nei ceppi conosciuti dell’influenza e potenziandone la letalità. La Spagnola uccise 675.000 americani tra il 1918 e il 1919. Molti di loro erano soldati già vaccinati. Chiunque sia nato dopo il 1918 non ha alcuna immunità alla Spagnola. Secondo una fonte attendibile, c’è un progetto “sub rosa” dal nome “Cloverleaf” che usa aerei nazionali di linea “retro-attrezzati” con speciali bombole contenenti una varietà di agenti chimici da spruzzare sulla popolazione civile. La nostra fonte, scienziato governativo in pensione, continua dicendo che il ceppo “riesumato” della Spagnola può essere inserito in vaccini assieme ad un ceppo più “benigno” per ritardarne l’effetto letale.

I composti chimici delle scie che da più di un decennio appaiono nei nostri cieli potrebbero poi coadiuvare l’involucro virale nel fondersi con le cellule polmonari, garantendo una facilità di penetrazione e di infezione. La gente comincerà a passarsi l’infuenza e poco alla volta morirebbe come mosche. Ciò causerebbe uno spavento tale da generare un’enorme richiesta di vaccini, il che non farebbe che accelerare il ciclo. I non vaccinati saranno indicati quali colpevoli della propagazione del virus.

Questa foto, ottenuta in qualche modo da Tim White, è dell’interno di uno degli aerei di linea “retro-attrezzati” per spandere le scie chimiche.

Secondo White, «Evergreen Air, situato al Pinal Air Park di Marana, Arizona, altro non è che una facciata della CIA/NSA che da più di 40 anni vi opera in segreto. E’ il posto principale dove aerei di vario tipo e serie vengono modificati per poi essere usati per lo spargimento delle scie chimiche, un’operazione iniziata nel 1998. In precedenza varie zone degli Stati Uniti erano state selezionate per l’operazione “chemtrails”, con l’intento di sperimentare tutte le tecniche di spargimento e per stabilire quali fossero i limiti di ogni aereo e quali le condizioni meteo ottimali. Una volta stabilito questo, iniziò un programma nazionale, che continua tuttora sotto nomi in codice diversi. I due nomi che ricorrono più spesso sono “Operazione Cloverleaf” (foglia di trifoglio) e “Operazione Rain Dance” (danza della pioggia). Nel giro di pochi mesi dall’inizio dell’operazione sugli Stati Uniti, le scie chimiche furono esportate su vaste parti di decine di Paesi, con la notevole eccezione della Cina.»

Alcune considerazioni di Christopher Gussa, “The Herb Doc”, sulle scie chimiche e la “Teoria della Cospirazione”:

Io abito proprio dalle parti (circa 50 miglia) del Pinal Air Park in Tucson/Marana e ho visto questi aerei in azione così spesso da non poter negare che facciano altro che “innaffiarci”! Ho anche saputo dal nostro medico che il “business” dell’influenza aumenta sempre dopo forti spargimenti. Sì, è tutto molto, molto vero e causa danni gravissimi alla nostra salute. Allora perché le più grandi emittenti mediatiche non ne fanno una crociata? La risposta facile facile è che sono sponsorizzati dalle grandi case farmaceutiche: Big Pharma.

Le scie chimiche devono essere portate all’attenzione del pubblico dalle emittenti televisive locali nei loro TG (tutti sono interessati a conoscere le pecche del nostro governo), e poi debbono essere forzate sulle emittenti maggiori, come ha fatto la KSLA di Shreveport. Deve cessare di essere soltanto un argomento “da Internet”. Il problema delle scie chimiche così come si presenta sui vari siti specializzati è che quando ne parli la gente ti guarda come se fossi un alieno, uno di quei “pazzi paranoici”.

Se si esaminano le ragioni di chi studia le scie chimiche, queste invariabilmente sono “eliminare l’80% della popolazione”, “sono gli Illuminati con Henry Kissinger in testa – vogliono uccidere i consumatori inutili”, e “stanno segretamente controllando le nostre menti”. Anche se questo fosse tutto vero (e in parte potrebbe esserlo), non si convertirebbero che i già convertiti. Hmm… gli Illuminati. Se l’eliminazione dell’80% della gente è il loro obiettivo, posso dirvi che i numeri non tornano. Intanto non stanno uccidendo la gente abbastanza in fretta, però stanno aiutando moltissimo Big Pharma e i produttori di vaccini! Io sono incline a pensare che la guerra sia il mezzo più efficace di controllo della popolazione. E’ facile a dichiararsi e ne puoi sempre dare la colpa a qualcun altro.

Siete disgustati quanto me? Volete che questa efferatezza sia smascherata? Allora chiamate le vostre stazioni televisive locali ogni giorno ed esigete che ne parlino! Fatele chiamare da persone diverse, da numeri telefonici diversi, tutti i giorni. Allontanatevi dal computer per un po’ (appena finirete di leggere questo articolo).

Grazie a tutti e statemi bene.

Christopher Gussa è specialista in medicina tradizionale cinese con Master in Erboristeria Clinica da 25 anni. Ha un attestato di Terapia Erboristica Occidentale e di Medicina Erboristica Cinese tradizionale, con oltre 20 anni di esperienza. Chris ha fondato la Plant Cures Inc., che elabora oltre 150 tipi di prodotti di erboristeria per disturbi specifici, tutti creati attraverso applicazioni cliniche. Inoltre elabora medicine alle erbe per disturbi gravi e produce ricostituenti energetici. Visita il sito www.plantcures.com per saperne di più.

Titolo originale: “Who’s Trashing Our American Skies, And Why?”

Fonte: http://www.curezone.org/
Link
24.04.2008

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da GIANNI ELLENA

Pubblicato da Das schloss

  • Ignazio

    Non credo che le ragioni possano essere l’eliminazione dell’80% della popolazione, piuttosto si potrebbe ipotizzare un tentativo di controllo mentale inducendo dipendenza, mansuetudine e sudditanza.
    http://www.ignaziosaglimbene.blogspot.com/2007/11/scie-chimiche.html

  • asterix

    a proposito di questa storia dell’eliminazione dell’80% della popolazione mondiale e dell’ingiustificato scetticismo che genera vorrei porre una sola semplice domanda:

    esiste forse una ed una sola buona ragione per NON farlo se questo giovasse ai piani di dominio globale di chi governa VERAMENTE il mondo?

    E vorrei concludere con una altrettanto semplice ragione per farlo:
    la realizzazione di un Super-Stato fascista mondiale con popolazione dotata di microchip; in altre parole una più che ottima ragione per farlo è il POTERE ASSOLUTO sull’intera umanita ed il CONTROLLO ASSOLUTO su ogni singolo essere umano.
    Vi pare poco?

  • abraxas

    ma per favore bis…

    ma quanti film di fantascienza guardate? ma chi crede a queste cose crede davvero che ci sia in atto un complotto global-plutocratico-militar-fascista-sionista??(si, lo ammetto anche io adoro i trattini…)??

    credete davvero che, se ci fosse un complotto mirante a conquistare il pianeta (e che pianeta, poi, una chiavica come la terra…meglio marte allora…) l’ultimo degli stronzi (che poi sarei io) ne verrebbe a sapere qualcosa??

    ma per favore al quadrato…

    la filosofia, nelle spoglie di quel genio di Guglielmo di Ockham (uno dei padri della pigrizia moderna, in senso positivo) ci ha regalato un enunciato che secondo me calza a pennello (o a pennellessa che dir si voglia…)

    “A parità di fattori la spiegazione più semplice tende ad essere quella esatta”

    che nel nostro caso verrebbe a dire:

    “se gli aerei lasciano delle scie (e TUTTI gli aerei lo fanno) magari è una conseguenza naturale dell’azione dei motori”

    il resto sono chicacchiere…

    baci baci…

  • castigo

    abraxas:

    “se gli aerei lasciano delle scie (e TUTTI gli aerei lo fanno) magari è una conseguenza naturale dell’azione dei motori” il resto sono chicacchiere…

    certo, tutti gli aerei lo fanno.
    peccato che le scie delle quali si parla siano molto diverse da quelle naturali.
    le prime sono lunghe chilometri e sono persistenti, le seconde si dissolvono dopo pochi secondi dalla loro formazione.
    le prime si formano a qualunque quota, le seconde solo a partire dagli 8000 metri in su e solo in presenza di ben precise condizioni di temperatura ed umidità.

    baci baci…

    aspetta che mi calo i pantaloni 😀

    P.S. ti conviene informarti prima di cianciare di rasoi e filosofi.
    sai, anche verne scriveva belle storie di “fantasia”…..

  • asterix

    Abraxas: la solita solfa e la solita strategia comunicativa dei debunkers.
    Si sostiene l’impossibilità di ciò che è più che EVIDENTE se si conoscono i fatti facendo appello al senso della realtà programmato da un sistema mediatico che invece i fatti li nasconde per bene.
    La tua, chiamamola così, “tesi”, non sfigurerebbe minimamente sulla bocca di Emilo Fede che non esiterebbe un attimo a sottoscriverla.

  • warewar
  • ilfalcosolitario

    le scie chimiche sono un fenomeno forte anche in europa e italia….
    al riguardo nell’ultimo decennio vi sono state 3 interrogazioni parlamentari al riguardo…lasciate senza risposta dai governi che si sono avvicendati in italia..
    che siano gas rilasciati nei cieli…è un fatto
    che vi sia un enorme quantità di Bario…in cieli irrorati da scie chimiche è accertato..
    sulla finalità vi sono solo ipotesi
    ma che il Bario è dannoso è lapalissiano..:-)
    x me chi nega questo fenomeno è disinformato o in malafede..in entrambi i casi sicuramente ha avuto un infanzia difficile …oppure la natura è stata crudele nei suoi confronti…:-)

  • partner55467053

    Leggo nel titolo del vostro sito web “Politica e Informazione”, dopo l’incredibile cantonata che avete preso con questo articolo, la decenza vorrebbe che innanzitutto ammettiate l’errore e poi che cambiaste “informazione” con “invenzione”. Quei fusti vengono usati dalla Boeing in fase di collaudo, se il traduttore che ha scelto l’articolo avesse minimamente fatto una veloce verifica non avrebbe nemmeno preso per buono l’articolo, che guarda caso finisce con link e pubblicità al signor Gussa. Ripeto, è vergognoso spargere veleni, ma non li spargono mica gli aerei, li spargete voi che approfittate di tante persone in buona fede che comprano i vostri libri, dvd, ecc. La teoria delle scie chimiche è una cazzata immane, che fa presa su gente informata male, o che è ormai entrata nel vostro meccanismo di marketing. La paranoia vende.

  • Giancarlo_Ruberti

    Sulla Home Page di questo sito, in alto, si legge questa splendida frase:

    Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero.
    Anonimo.

    All’interno del sito trovo questo post.

    C’è una contraddizione, non vi pare?

    Saluti.

  • aieie

    Spero, anche se ne dubito, che gli altri articoli presenti su questo sito siano più attendibili di questo!!!!!
    Come si fa a scrivere certe cazzate!
    Questa è la foto incriminata: http://bp0.blogger.com/_ebKDfm0h1oI/SC9tx3RQJlI/AAAAAAAACUM/unlSM4hhcIE/s1600/airliners-net-0855967-screencap.png
    I fusti sono pieni d’acqua e servono semplicemente per spostare il centro di gravità dell’aereo, come richiesto dalle norme di collaudo.
    Il blog della boing spiega tutto.
    Altra cosa: come si fa a pensare che pochi fusti come quelli della foto possano bastare a creare scie lunghe centinaia di chilometri?
    Basta con queste cazzate non se ne può più!!!
    Saluti

  • oscarda

    Da morire dal ridere!!!

    Foto taroccata, ignoranza abissale sui metodi di collaudo dei jet (e sull’uso dei fusti pieni d’acqua)…

    Non so se siete piu’ divertenti voi delle scie comiche o Giulietto Chiesa quando parla del missile al pentagono…

    http://attivissimo.blogspot.com/2008/05/scie-chimiche-comedonchisciotte-e.html

    Spero che pubblichiate presto altre perle come questa.
    Domani in ufficio faccio ridere tutti.

  • asterix

    Quando si tocca il tema delle Scie Chimiche, che rappresenta il non-plus-ultra dell’EVIDENZA, i debunkers (disinformatori) arrivano a frotte, come avvoltoi attirati dall’odore della carne in putrefazione.

    La foto postata può anche non significare nulla, ci poteva essere anche Paperino che spruzza l’insetticida, ciò non toglie assolutamente nulla alla veridicità del fenomeno.

    Alcuni disinformatori, quelli meno rozzi che evitano di buttare la cosa in rissa con insulti, finte indignazioni e provocazioni varie, pongono a volte la domanda del perchè del fenomeno.
    La risposta potrebbe essere abbastanza semplice, basta chiedersi “cui prodest”?
    Ecco una picccola lista degli effetti nefasti delle Chemtrails e dei relativi soggetti che ci guadagnano dalle operazioni clandestine di aereosol:

    1. Aumento delle patologie di ogni tipo e gravità: BIGPHARMA

    2. Distruzione delle colture e desertificazioni: Multinazionali OGM

    3. Impiego massiccio di velivoli militari: Complesso industrial-militare (Aumento delle relative commesse)

    4. Modificazioni climatiche con redistribuzione delle piogge e siccità indotta: Multinazionali dell’acqua.

    Un affaruccio da miliardi e miliardi di dollari.

  • Zret

    Esistono i modellini dei treni e allora? Questo dimostra che i treni reali non esistono? La solita strategia dei disinformatori: questi quaquaraqua pagati con i soldi dei contribuenti, usano sempre le stesse pseudo-argomentazioni, ma andate a spalare il letame, insieme con Heidi.

    Saluti

  • Poliscor

    No dico, ma davvero pensate che qualcuno abbocchi a ‘sta marea di stupidaggini? Ma per favore: http://tinyurl.com/6bd7zh

  • asterix

    Zret, non dargli corda, : cercano la rissa, come al loro solito.
    Controbattere ad un debunker è un inutile spreco di tempo ed energia.
    Il sol fatto di mantenere in piedi una discussione totalmente inutile è per loro un obbiettivo raggiunto.

  • marko

    Ancora con queste balle? Ma, a comedonchisciotte, alla credibilità ed alla serietà non ci tengono minimamente?

  • oscarda

    1. Aumento delle patologie di ogni tipo e gravità: BIGPHARMA

    vuoi dire che le scie comiche causano piu’ patologie del traffico di Milano o Roma?

    2. Distruzione delle colture e desertificazioni: Multinazionali OGM
    Come fanno le scie comiche a distruggere solo le colture tradizionali e non le colture OGM?

    3. Impiego massiccio di velivoli militari: Complesso industrial-militare (Aumento delle relative commesse)
    Per far volare aerei militari bisogna per forza spruzzare le scie comiche? Se volassero normalmente ne venderebbero di meno?

    4. Modificazioni climatiche con redistribuzione delle piogge e siccità indotta: Multinazionali dell’acqua.
    Ah quindi non sonoi militari, ma le multinazionali dell’acqua a far volare gli aerei. Che facciamo? Cancelliamo il punto 3? Oppure i militari sono al servizio della Nestle?

  • oscarda

    AH AH AH AH AH AH AH AH Hey, sei fortissimo tu. Perche’ non vai a zelig?

  • asterix

    Vai a farti fottere, DEBUNKER!

    Passo e chiudo.

  • asterix

    Vai a farti fottere, DEBUNKER!

    Passo e chiudo.

  • Zret

    Scie chimiche nel programma Crozza Italia remix

    Nell’ambito del programma Crozza Italia remix, in onda sabato notte e domenica in prima serata, un ospite della cerchia degli intervenuti, forse un giornalista, ha sollevato una questione nel finale dello spettacolo, quando è possibile toccare in poche parole un di tema di cui “comprende o non comprende, intuisce o ipotizza la relazione con…”. Il cronista ha affermato: “Si sa che le scie chimiche degli aerei contengono alluminio ed è accertato che questo metallo ha una grossa responsabilità nel causare l’Alzheimer e quindi io ci vedo una relazione!”

  • alcenero

    NOTA A MARGINE

    I post e gli articoli che vengono messi su questo sito servono, se non lo avete ancora capito, a stimolare la riflessione e il desiderio di informarsi di ciascuno, spesso e volentieri su temi che qualcuno potrebbe ritenere privi di fondamento o interesse (se qualcuno che frequenta il sito da tempo non lo ha ancora capito e’ il caso che si ponga qualche domanda sulle proprie capacita’ intellettive…).

    Non entro nel merito ne’ delle critiche all’articolo ne’ degli infantili insulti rivolti da alcuni al sito o, peggio, ad altri utenti: per la precisione, di fatto ritengo il fenomeno delle scie chimiche interessante e tutt’altro che privo di fondamento, e che merita che gli si dedichino articoli e discussioni per quanto, data la questione, ci sara’ sempre incertezza e contrasto.

    A coloro che se la prendono perche’, secondo loro, il sito avrebbe pubblicato un articolo ‘indegno’: se state cercando una fonte di informazione che vi permetta di spegnere il cervello cercherete in eterno, oppure un giorno penserete di averla trovata e inizierete a bervi le stronzate di uno Scalfari se non di un Battista o di un Magdi Allam (per gli amici Cristiano).

  • oscarda

    WOW!!! Tu si che ne hai di argomenti validi…

  • oscarda

    Posso farti un’altra semplice domanda: di chi governa VERAMENTE il mondo?

    Scusa, ne faccio un’altra: CHI vuole la realizzazione di un Super-Stato fascista mondiale con popolazione dotata di microchip?

    Scusa, ne faccio un’altra: Il microchip da chi sarebbe prodotto? Intel, IBM, altri?

  • oscarda

    non l’avevi gia’ detto?

    mi dispiace di aver incrinato le tue certezze…

  • oscarda

    Ieri ha fatto brutto tempo, ha fatto freddino e ho notato che il mio scooter emanava una scia chimica.
    Eppure non ci sono bombole a bordo.
    AIUTATEMI!!! Cosa puo’ essere successo? Qualcuno vuole controllare i guidatori di scooter di tutto il mondo

  • Truman

    Basta con gli attacchi personali. Gli insulti verranno rimossi.

  • settepiu

    Ma io non mi preoccuperei più di tanto.
    Ci sono diverse considerazioni che mi consentono di dormire sonni tranquilli:
    Innanzitutto spargere sostanze tossiche su vaste aree non mi sembra una grande idea… Gli ideatori e tutti i loro complici (cioè quelli che secondo voi sanno ma non parlano per interesse) come si difendono da queste sostanze tossiche? Vuol dire che non devono poi essere così tossiche.

    Poi se questo mega complotto è vero, voi lo avete già smascherato e prima o poi riuscirete ad far saltare i piani delle ditte farmaceutiche (che però intanto con la scusa di una campagna di vaccinazioni in Africa sono riuscite a regalarci il virus del HIV, e non mi stupirei di scoprire che qualche esperimento andato male sia all’origine del’ H5N1).

    Ed infine lo stato mi stà già fottendo molto più subdolamente, vendendomi sigarette di cui non riesco a fare a meno, che mi stanno uccidendo molto più in fretta di quanto non lo facciano bario e alluminio (creperò di cancro ai polmoni molto prima di avere l’Alzheimer) e che, beffa delle beffe, mi costano un capitale.

    Concludendo, ragazzi, non agitatevi. Le cose vanno male, anzi malissimo, ma non serve a nulla prendersela. Per affrontare i problemi in modo pragmatico occorre fare una lista delle priorità, e se siete quelle persone razionali e informate che dite di essere concorderete che quello che sollevate voi non è certo nella top ten dei problemi/preoccupazioni che la gente normale deve affrontare quotidianamente.
    Statemi bene… se potete

  • Truman

    L’espressione alquanto logora “usare il rasoio di Ockham” si riferisce ad un principio, secondo il quale si afferma la non opportunità di formulare più assunti di quelli strettamente necessari per spiegare un fenomeno. È quindi un criterio che rifugge dalla moltiplicazione di enti inutili.

    Tale metodo è adottato, spesso a sproposito, da scienziati o sedicenti tali, più che altro per “confutare” le affermazioni di ricercatori indipendenti, con argomenti debolissimi, almeno sul piano epistemologico. In realtà, se il rasoio di Ockham poteva avere una sua giustificazione all’interno di un quadro conoscitivo positivista di stampo ottocentesco, pare proprio che non si adatti alla situazione epistemologica contemporanea. Nella sua spaventosa crisi attuale, la scienza, lacerata tra i revanscismi galileiani e newtoniani, da un lato, le fughe quasi metafisiche della fisica quantistica, dall’altro, percorsa da crepe che rischiano di far crollare l’intero edificio (si pensi alla teoria dell’universo olografico o a quella, per alcuni versi simile, dell’universo tetraedrico), è l’ambito culturale in cui più si rileva l’inadeguatezza del rasoio.

    Le teorie, per quanto si tenti, di ricondurle ad un unico modello, sembrano in contraddizione tra loro e soprattutto implicano, non di rado, quella moltiplicazione degli enti che il filosofo medievale disapprovava. Materia, materia oscura, energia, etere, coscienza, mente, anima, quinta forza, gravitoni, stringhe, Dio… è tutto un pullulare di “sostanze”, un mosaico incomprensibile di elucubrazioni, di sistemi interpretativi, di formule matematiche, matrici, equazioni.
    Forse questo mosaico ci risulta non intelligibile, perché, osservandolo troppo da vicino, non cogliamo il disegno nel suo complesso: fatto sta che, più passa il tempo e più si ha la sensazione di aggirarsi in un dedalo inestricabile.
    Inoltre, se il numero è l’essenza del cosmo, la sua ratio ultima, come pensano alcuni, allora la comprensione del cosmo è preclusa a gran parte di noi. Sempre a proposito di numeri e di leggi, forse di Ockham dovrebbe essere ricordata e riportata in auge una sua idea: egli riteneva che le leggi fisiche ed i principi dell’aritmetica non fossero preesistenti a Dio, ma da lui liberamente determinati.
    Il Creatore avrebbe anche potuto stabilire che la somma degli angoli di un triangolo non desse 180 gradi, ma di più o di meno. Le cosiddette costanti fisiche universali, se non sono nella mente umana, sono nella mente di Dio e non sono leggi assolute. Sono identiche in un cosmo parallelo? Valgono anche nell’ambito del noumeno? Credo di no.

    Al di fuori dei paradigmi scientifici, il rasoio di Ockham si rivela altrettanto inadatto: si consideri il pensiero tradizionale che non contempla generalmente una “semplice” dicotomia tra corpo ed anima, tra materia e spirito, ma che postula e riconosce tutta una serie di dimensioni da quella più densa, coincidente con la materia, a quella spirituale, passando per la realtà sottile, eterica, astrale etc. Tra una sfera e l’altra dell’essere, esistono traits d’union oppure no? Se esistono, gli enti dovranno essere ulteriormente moltiplicati.

    Rebus sic stantibus, è evidente che il rasoio, se mai è stato tagliente, ha ormai perso il filo. In questo spazio-tempo inconcepibile ed enigmatico, ridondanza di Dio, superfetazione del nulla, spazio-tempo che le varie teorie tentano invano di spiegare, magari con un intrico di formule su una lavagna, come nota Malanga, “il periodo degli scienziati è passato”.

  • Zret

    Chemtrails”, il nuovo singolo di Beck

    Sounds blog.it segnala il nuovo progetto discografico di Beck.

    L’album del gruppo californiano, in uscita il prossimo giugno, si chiamerà “Modern Guilt”. Non ci sono altre informazioni peculiari se non la possibilità di ascoltare il singolo d’esordio “Chemtrails” dal 19 maggio 2008 presente sul sito ufficiale del rocker

  • Zret

    Nell’ambito del programma Crozza Italia remix, in onda sabato notte e domenica in prima serata, un ospite della cerchia degli intervenuti, forse un giornalista, ha sollevato una questione nel finale dello spettacolo, quando è possibile toccare in poche parole un tema di cui l’ospite “comprende o non comprende, intuisce o ipotizza la relazione con…”. Il cronista ha affermato: “Si sa che le scie chimiche degli aerei contengono alluminio ed è accertato che questo metallo ha una grossa responsabilità nel causare l’Alzheimer e quindi io ci vedo una relazione!”

    Per ora abbiamo notizie frammentarie circa questa incursione all’interno di un canale televisivo, incursione che ricorda quella di Piero Pelù, durante Che tempo che fa. Nel ringraziare la gentilissima T. B. per la segnalazione, invitiamo i cortesi lettori, che conoscessero qualche altro particolare, a comunicarcelo.

  • Zret

    Il Dottor Marzio Matteoli del Gruppo Stargate Toscana terrà una conferenza sul problema delle scie chimiche, il giorno 6 giugno 2008 alle ore 21:30, presso il dopolavoro ferroviario in Viale Alfieri 38, Livorno.

    L’intervento verterà sul seguente tema:”Scie chimiche: quali sono gli scopi e quali sono le conseguenze sul pianeta e sull’uomo?”

    Si ringrazia il gentilissimo Vladimiro Baglini dell’U.S.A.C. per la segnalazione.

  • Tao

    È penoso constatare una volta di più che quando uno si propone di
    contribuire ad informare la gente di quanto dei pazzi furiosi stanno facendo
    al nostro ambiente con le scie chimiche, invariabilmente troviamo qualcuno
    che nega l¹evidenza dei fatti. I casi sono due: o quel qualcuno non ci vede
    o ha un tornaconto a negare ciò che è palese a tutti. Si dice che i fusti
    visti nella foto sono usati dalla Boeing in fase di collaudoŠ ma per
    collaudare cosa? Non riesco proprio a pensare cosa possano collaudare con
    dei fusti collegati uno all’altro in quella maniera o forse stanno
    trasferendo della birra in Baviera per l’Oktoberfest? Ho visto altre
    fotografie di interni di aerei con fusti collegati l’un l¹altro come in
    questa; personalmente sono convinto che siano genuine e penso che aerei così
    attrezzati non possano che servire a spargere agenti chimici.
    Se si guarda appena sopra i tre sedili blu sulla destra della foto si vede
    un pannello dove c¹è scritto ³sprayer², ovvero spruzzatore; in questa foto
    particolare non si vede bene, ma riguardatela ancora qui:
    http://img177.imageshack.us/img177/4163/chemtrailinners3bzoomca2.jpg.
    Non vi dice niente?

    E poi, il sito che ci ospita pubblica quello che crede possa interessare, e
    che soprattutto (si spera) contribuisca a far pensare. Non è che si debba
    assolutamente condividere quanto ci si propone. Gli articoli che appaiono su
    questo sito semplicemente offrono un altro modo di guardare le cose, che si
    condivida o meno, ma per favore, non scendiamo agli insulti, alle polemiche;
    questo modo di rapportarsi con gli altri lasciamolo ai cosiddetti politici,
    qui dovremmo cercare di esprimere pareri costruttivi, non il contrario.
    Trovo che chi sminuisce, deride o ulula invettive fa soltanto del male a se
    stesso e non contribuisce a un bel niente.

    Gianni Ellena

  • merlin86

    E’ una bufala. Prima di citare le notizie forse sarebbe meglio informarsi…

    Leggete http://attivissimo.blogspot.com/2008/05/scie-chimiche-comedonchisciotte-e.html

    Paolo Attivissimo ha smascherato senza problemi…

    sito: http://www.attivissimo.net

  • ascanio

    Questo che segue non è una replica verso coloro i quali designano la questione come una divertente fantasia (poiché devono esistere pure loro) e quindi i disinformatori, ma bensì verso quelli che hanno di già “attecchito “ai lavaggi di cervello dei complottisti. Se ci si sofferma un attimo e si pensa alla necessità di una guerra saltano alla mente determinate e circoscritte cose che tutte alla fine conducono al circolo vizioso del “potere”. Per monopolio religioso; per predare le risorse altrui; contro gli oppositori o meglio coloro che sono considerati una minaccia e un intralcio ai determinati piani di uno stato…ecc…
    Mai si dirà che si farà una guerra perché quel determinato stato possiede più cactus o l’altro ha l’acqua più brillante del suo mare.
    Allora tenendo questa semplice considerazione si deduce chiaramente che lo scopo è sempre quello del potere per il predominio. Del resto in natura si vede anche nel leone come in qualsiasi altro insetto esistente. La differenza sta però nel fatto che tutti gli esseri tendono a questa inclinazione non per avidità o invidia o per ottenere il controllo sugli altri ma semplicemente per dar modo alla natura di selezionarsi e perpetuarsi. L’unico essere nocivo per la natura stessa è l’uomo. Nell’essere più “evoluto” quel bisogno che è innato in tutti gli esseri per perpetuarsi ed obbedire alla natura che non sbaglia, si è trasformato divenendo un assillo patologico immotivato e soprattutto deleterio.
    Non esiste leone che spruzza erbicidi per avere un territorio migliore e prospero del suo rivale senza la scomoda “pragmites australis” (cannuccia di palude) ; nemmeno uno squalo che accumula nel suo forziere nascosto più prede possibile per fare colpo sulla squala di turno scintillante con i denti trattati agli UVA per essere più bianchi… Ma allora se queste cose non sembrano così “assurde” perché lo può sembrare la citata (nel dibattito) casa farmaceutica che per incrementare i profitti avvelena la gente prima per vendere di conseguenza “l’antidoto” dopo?
    La popolazione attuale mondiale si aggira intorno ai 6 miliardi. Fino all’epoca dei babyboomers degli anni 50’ era intorno ai 2 miliardi. In seicento mila anni dalla prima comparsa dell’uomo si è arrivati a tale cifra ed in una sola generazione si è triplicata. E sta ancora aumentando. E’ ovvio che la richiesta delle risorse sia pure anch’essa aumentata. Domanda energetica, cibo, acqua e quant’altro…
    Se si aggiunge che il picco massimo del petrolio (fonte principale di energia) è già stato raggiunto negli anni 70’ e che stati emergenti sovrappopolati come la Cina o l’India si stanno sviluppando ad un ritmo impetuoso e che le risorse alternative come il nucleare, per esempio, non potranno in ogni caso reggere per molto tempo, allora sarà ancora infondata la ragione di una guerra in Iraq (già fatta) o una prossima in Iran per depredarli delle loro risorse? La sfortuna è solo che il perseguitato “terrorista” Bin Laden non sia fuggito in Ciad per poi rifugiarsi in Ghana in secondo momento invece che in Afganistan ed Iraq. La prova avrebbe parlato da sola.
    Forse l’unica cosa che avrebbero potuto “ottenere” da quelle terre sarebbe stata qualche carcassa di zebra in putrefazione, qualche chilo di datteri rinsecchiti e gli anfibi pieni di sabbia sterile.
    Ma il pezzo da novanta sa bene dove nascondersi e gli “antitetici” inseguitori portatori di civiltà e progresso, dove cercarlo…
    Sono belle le favole di Heidi e pure quelle di cappuccetto rosso.
    Ma da adulti si realizza che al tempo dell’infanzia erano appunto tali.
    Allora la domanda che sorge è se si sia radicata l’incapacità di distinguere la realtà dalla fantasia nell’animo dell’uomo o che gli interessi ed i profitti portino a considerare alla stessa stregua qualsiasi cosa purché essa porti ad un incremento e si crei quindi la paralisi dell’intelletto razionale?
    Ma poi esiste una terza classe: quelli che considerano ogni cosa “dall’apparenza” strana come un complotto di allarmisti e gente che non ha altro da fare. Ma quella classe appartiene alla stessa (seconda)che si è appena parlato ma in modo indiretto.
    Il rapporto M3 (indice denaro circolante) è stato cessato di esser comunicato dai signori del potere. Stampano denaro da 20 anni a spese di tutti gli altri paesi del mondo che lavorano per loro per innalzare lo sviluppo del loro paese (che si basa su un’intricata speculazione del debito e non sul PIL) per soddisfare i capricci del loro “sogno” cosiddetto.
    E’ importante ricordare che siamo purtroppo tutti nella stessa barca. Poveri con ricchi, intelligenti con stolti, belli con brutti. Ma se fosse la natura a vedere queste cose non considererebbe le differenze. Infatti insetto nocivo o non nocivo non esistono per l’equilibrio di se stessa. La cocciniglia, insetto parassita che si nutre della linfa di certe piante e le porta a morte certa se non esistesse la coccinella o la vespa che inietta le sue uova all’interno di essa con le larve che ne nasceranno all’interno e si nutriranno del parassita stesso. Ma chi è che osa per i profitti di intercedere su questo equilibrio perfetto?
    Spero che questi cosiddetti “complotti” siano veri perché un simile orrore sia portato alla sua fine. Non deve continuare un simile oltraggio!
    Neanche se gli oppositori alla verità si accorgessero improvvisamente che si stanno dando la zappa sui piedi per dei “gustosi e saporiti” dollaroni, facilmente digeribili e pieni di provitamine salvavita elisir di eterna giovinezza e serenità, spererei comunque che quest’opera di distruzione, così derisa e pregiudicata come pane di fantasiosi e zelanti sostenitori dell’ozio, fosse vera. Non vi è scampo. L’essere realmente nocivo per la natura è l’uomo. E va eliminato!
    Si può dire che almeno ciò sia vero?
    Il legno per le arche di emergenza è OGM e non resiste alla violenza della natura perché non ne è esso sua creazione e lo rigetta ed annienta come le difese immunitarie si comportano con lo streptococco (non OGM). Per cui è inutile sprecar tempo a pensarla come una via di fuga.
    Ben Venga.
    Il tempo parlerà da solo. Stupida razza umana! Basta aprire un po’ gli occhi e vedere. Constatare. Non d’immaginare ai dollaroni e alle Chevrolet da 100.000 euro…