Che tipo di propaganda preferite?

Dmitry Orlov
cluborlov.blogspot.com

Quale tipo di propaganda preferite, quella russa o quella americana? Dato che non si può dire che nessuna delle due rappresenti la vera e imparziale verità (il termine “propaganda” è un indizio evidente) e dato che per voi sembra importante conoscere la vera imparziale verità (per favore, ditemi perché) potrebbe non piacervi nessuna delle due. Ma è una di quelle situazioni in cui si deve scegliere, perché dire la nuda e cruda verità in modo sufficientemente dettagliato e fattuale vi farebbe sicuramente addormentare. Ormai ho imparato come tenere sveglio un pubblico, ed è raccontando una storia, una narrazione, se volete. E una storia, per essere interessante, deve avere un protagonista principale e uno o più antagonisti. Questo è il modo in cui funzionano i nostri cervelli di scimmia, quindi non biasimatemi!

A proposito di cervelli, la propaganda americana sembra decisamente in stato di morte cerebrale: è sedativa, soporifera, sonnolenta e stupefacente (questo, a proposito, è un espediente poetico chiamato allitterazione). Basta guardare questi stupidi titoli (leggermente modificati per l’effetto):

“Il malvagio dittatore russo avvelena il principale candidato dell’opposizione russa con un’arma chimica.”
“Il malvagio dittatore russo arresta il principale candidato dell’opposizione russa.”
“Milioni di Russi protestano contro l’arresto del principale candidato dell’opposizione russa.”
“Gli Americani sono pronti ad imporre ulteriori sanzioni alla Russia per l’avvelenamento e l’arresto del principale candidato dell’opposizione russa e per impedire ad un consorzio russo-tedesco di completare un gasdotto indispensabile per l’economia per la Germania” (Oops! Una delle due mi è scappata!)

Permettetemi di spiegarvi perché questo assalto della propaganda americana sta avendo risultati opposti a quello desiderato.

Prima di tutto, notate il principale strumento retorico usato: la ripetizione. Continuano ad apparire frasi chiave come “Putin, il malvagio dittatore russo” e “il principale candidato dell’opposizione russa.” Secondo il grande propagandista nazista Joseph Goebbels, “se dite una grande bugia e la ripetete più e più volte, la gente alla fine ci crederà.” Se pensate che Putin sia un dittatore malvagio o che Alexei Navalny sia uno dei principali candidati dell’opposizione russa, allora Goebbels aveva ragione. Ma si può anche dimostrare che Goebbels aveva torto se pensiamo che il 60% di popolarità di Putin (nel luglio 2020, secondo il Centro Levada pro-occidentale, un agente straniero registrato che opera in Russia) lo rende più popolare di qualsiasi altro leader al mondo. Questo piccolo fatto, da solo, dovrebbe servire come antidoto a Goebbels.

Un altro segno rivelatore del fatto che si è sottoposti a propaganda è l’uso di un altro strumento retorico chiamato antonomasia. Questa è una buona cosa da ricordare. Implica l’uso di un epiteto, di solito artificiale, al posto di un significante fattuale. Un significante fattuale sarebbe “Vladimir Putin, presidente della Federazione Russa.” L’epiteto antinomico è “diabolico dittatore russo.” Un significante fattuale è “Alexei Navalny, criminale condannato e agente dei servizi segreti stranieri.” L’epiteto antinomico è “principale candidato dell’opposizione russa.” Vedete la differenza?

Leggendo o guardando le notizie che arrivano dagli Stati Uniti (propaganda americana), si potrebbe supporre che “Alexei Navalny, il principale candidato dell’opposizione russa” sia un prigioniero politico quando, in realtà, “Alexei Navalny, criminale condannato e agente dei servizi segreti stranieri” è stato arrestato per aver violato le condizioni della sua libertà condizionata dopo due condanne penali per appropriazione indebita e frode. È stato incastrato, forse, o è stato vittima delle circostanze?

Una delle condanne penali di Navalny riguarda l’acquisto fraudolento, a prezzi artificialmente bassi, di legname da una società statale e la relativa rivendita a prezzi di mercato, intascando la differenza. L’altra sua condanna penale riguarda lui e il fratello, che, all’epoca, lavorava per il servizio postale del governo russo. [I fratelli Navalny] avevano convinto l’azienda Yves Rocher a pagare un onere supplementare per utilizzare il loro servizio speciale di spedizione invece del servizio postale del governo russo, creando così un business fraudolento, mettendo buste dentro altre buste e intascando la differenza.

Contro di lui sono attualmente pendenti numerose altre accuse civili e penali, che vanno dalla diffamazione di un veterano della Seconda Guerra Mondiale all’incitamento di minori a commettere atti illegali e all’appropriazione indebita di oltre 365 milioni di rubli (oltre 5 milioni di dollari). In un raptus di gelosia aveva anche sparato più volte ad un uomo disarmato, mirando alla testa, ma il caso è stato archiviato, probabilmente grazie alle connessioni politiche della donna in questione. Questo solleva alcune domande: perché gli è stata concessa la libertà vigilata dopo non una, ma due condanne diverse? Perché gli è stato permesso di lasciare il Paese mentre era in libertà vigilata? Perché il governo è stato lento nel perseguirlo per gli altri motivi?

Ancora più importante, può essre Navalny considerato un candidato dell’opposizione? I criminali condannati non possono candidarsi nelle elezioni russe, quindi come può essere candidato? Inoltre, la maggior parte dei suoi sostenitori sono minorenni e sono stati indotti a partecipare alle manifestazioni di protesta contro la sua detenzione guardando video su TikTok e YouTube creati espressamente per la loro fascia di età. Questi sostenitori minorenni non possono votare perché non hanno l’età. Come può qualcuno che non può candidarsi ed è sostenuto da un numero insignificante di non votanti essere considerato un candidato leader? Insignificante direte voi? Nonostante gli sforzi degli organizzatori, solo poche migliaia di persone sono scese in strada a Mosca e San Pietroburgo. In città così gigantesche, queste cifre percentuali di solito vengono arrotondate a zero.

Come può Navalny essere stato avvelenato con il Novichok? Il Novichok è un’arma chimica di grado militare, progettata per uccidere rapidamente ogni essere vivente in un’enorme estensione di territorio. È un veleno binario, un gas creato mescolando due sostanze chimiche, che si diffonde rapidamente. Se Navalny fosse stato avvelenato nel suo hotel, ci sarebbe stato un hotel pieno di cadaveri. Se fosse stato avvelenato mentre andava all’aeroporto, l’auto in cui si trovava sarebbe stata rinvenuta piena di cadaveri. Se fosse stato avvelenato sull’aereo dove si è ammalato, l’aereo sarebbe precipitato perché tutti i passeggeri e i piloti sarebbero morti. L’assenza di cadaveri in ogni tappa dei suoi vari viaggi dimostra che non è stato avvelenato con il Novichok. Ancora più importante, se l’idea era di ucciderlo, perché è ancora vivo? Dobbiamo supporre che questo gas tossico possa essere somministrato ad una dose omeopatica abbastanza bassa da evitare di uccidere anche una sola persona? Se sì, a quale scopo?

La risposta a tutte queste domande è che Navalny non è solo uno strumento della propaganda americana. È anche uno strumento della propaganda russa. Come criminale condannato, non può candidarsi a nessuna carica. Come politico, è un eunuco con un bel falsetto. Come strumento dei servizi speciali stranieri (in particolare americani) e della propaganda americana, sta facendo un favore alla Russia. Il suo uso dei social media stranieri per corrompere la gioventù russa invitando dei ragazzini a scendere in strada per manifestare, illegalmente e nel bel mezzo di una pandemia, ha spinto la pesante burocrazia russa a dare un giro di vite ai social media di proprietà straniera. Se verrà adottata la normativa attualmente in fase di discussione, [i social stranieri] perderanno il 10% del loro reddito, se continueranno a peccare ancora in questo modo. È anche probabile che [questi social] saranno vietati in Russia, come è già successo in Cina e in India. Non sarebbe un problema: la Russia ha i suoi di social media, altrettanto validi.

Ancora più importante, come personaggio molto promosso (con finanziamenti stranieri) ma totalmente falso e disgustoso, Navalny ha portato lo scompiglio nelle file delle forze di opposizione più legittime, distruggendo in gran parte qualsiasi movimento di opposizione russo. Questo è utile, perché la Russia non ha bisogno di un’opposizione politica e tende naturalmente verso l’orizzonte sovietico definito dallo slogan “Il popolo e il partito sono uno!” Anche gli Stati Uniti tendono verso un regime monopartitico, con i Democratici dello stato profondo in pieno controllo e i Repubblicani che calano i pantaloni per paura di essere perseguiti come terroristi interni. Questo è probabilmente ciò che dovrebbe accadere, perché una crisi globale esistenziale richiede unità di intenti e non è un buon momento per l’opposizione e l’indecisione.

Infine, Navalny offre alla propaganda russa una vittoria passiva. Gli Americani pensano, grazie a Navalny, di avere 4 assi e un jolly (Navalny è il jolly) mentre quello che hanno veramente in mano è una coppia di inutili due. In tutto questo c’è solo un pericolo: quando gli Americani capiranno che Navalny è inutile per loro ma prezioso per la Russia, potrebbero cercare di ucciderlo (per sempre questa volta). Pertanto, il posto più sicuro per tenerlo in vita è una prigione russa. Fortunatamente, il numero di crimini che ha commesso rende questa supposizione perfettamente legittima. Se per lui tutto andrà bene, rimarrà in un limbo permanente, servendo da avvertimento a tutti i criminali pagati dagli stranieri, i cosiddetti “principali candidati dell’opposizione.

Per completezza, cosa dovremmo fare delle minacce americane di imporre ulteriori sanzioni alla Russia perché Navalny ha violato le condizioni della sua libertà condizionata? La posizione russa di default sulle sanzioni è “più sanzioni, per favore!” Più sanzioni ci sono, meglio è per la Russia, perché forniscono l’impulso alla sostutizione delle importazioni. La Russia, negli ultimi anni, ha fatto molti progressi in questo settore, rendendosi molto meno dipendente dalle importazioni critiche. La prossima frontiera è quella della sostituzione delle esportazioni: sostituire le esportazioni di materie prime con i prodotti ad alto valore aggiunto realizzati per il mercato interno. Anche il Tesoro degli Stati Uniti ha ammesso che ulteriori sanzioni contro la Russia sono, nel migliore dei casi, inutili.

Per quanto riguarda gli sforzi concertati degli Stati Uniti per ostacolare il completamento del gasdotto NordStream 2, dovremmo chiedere ai Tedeschi come pensano di rimanere una potenza industriale senza carbone (perché è sporco), senza energia nucleare (perché Fukushima), con il vento e il sole (variabili e quindi inaffidabil) e senza gas naturale russo a buon mercato per compensare le fluttuazioni del vento e del sole e per prevenire i blackout della rete elettrica. Forse non è possibile. E forse hanno capito che le tanto vantate “molecole della libertà americana”, in realtà, non esistono. Ma questo è un argomento per un altro giorno.

Dmitry Orlov

Fonte: cluborlov.blogspot.com
Link: http://cluborlov.blogspot.com/2021/01/which-kind-of-propaganda-do-you-prefer.html
28.02.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

59 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
IlContadino
IlContadino
11 Febbraio 2021 13:48

Mi faccio andare bene la propaganda italiana, ottima quella di Ettore, il gatto grigio. Stamattina io e il piccolo abbiamo affrontato il tema della Libertà. Mi sono fatto aiutare dal libro di testo. Abbiamo letto la storia di Ettore, un gatto grigio che vive in appartamento. La sua padrona lascia sempre la finestra aperta, il gatto esce a passeggiare sui tetti in compagnia dei sui amici ed è felice. Ma in inverno la finestra è chiusa, Ettore non può uscire, si sente triste. Ma un giorno la padrona installa una porta con la gattaiola, mette al collare di Ettore un micro chip che permette al gatto di aprire la porticina. La prima volta che si avvicina alla gattaiola sente un clic, la porta si apre ed Ettore torna a sentirsi libero.
Una delle domande sulla comprensione del testo era: Cosa gli fa ottenere la libertà?

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  IlContadino
11 Febbraio 2021 13:57

Il buon cuore della padrona..che gli dato la parola d’ordine per uscire e per rientrare..
Ma ci sono dei gatti indolenti,, che vedendo la porta chiusa acciambellati in poltrona..neanche si avvicinano alla porticina..e sognano la libertà..

giovanni
giovanni
Risposta al commento di  IlContadino
11 Febbraio 2021 14:16

Scusi, libro di testo? Che classe, quando è stato stampato?
…. O forse sta scherzando (spero).

IlContadino
IlContadino
Risposta al commento di  giovanni
11 Febbraio 2021 14:26

È il libro di quest’anno, scuola elementare, ma alle medie non sono messi meglio, anzi. Questo riportato è solo uno dei tanti esempi che potrei fare, ho due figli. Gli altri anni non mi ero mai accorto della quantità di messaggi ambigui che escono dai testi scolastici. Quest’anno ci occupiamo noi dell’educazione scolastica e ci si è palesata la cosa.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  IlContadino
11 Febbraio 2021 14:43

Ho visto il risvolto filosofico della storiella pensando che non fosse in un libro di testo scolastico..
Ma se è data alle elementari..cambia significato..in quanto si associa alla libertà.. l’uso di uno strumento tecnologico che la consenta se opportunamente calibrato …e magari c’è il numero della vaccinazioni fatte..
Comunque ..qual’è la risposta data nel libro di testo alla domanda..?
Però si può rendere la storiella attuale ed educativa se diciamo che è Estate e la donna tiene la finestra chiusa e poi si inventa la porticina e il collare..
Così la situazione reale troverebbe una formulazione simbolica più consona..

IlContadino
IlContadino
Risposta al commento di  uparishutrachoal
12 Febbraio 2021 1:36

La risposta doveva darla il bimbo, indovina un po’?! Rarità assoluta, non ha voluto eseguire il compito;) Bravo! E dire che cerco di arginare la “versione ufficiale” sempre con molto tatto, lascio che ragionino con la loro testa, e spesso mi sorprendono con delle vere perle di saggezza contadina…ahah, credo comunque che il non avere la tv aiuti non poco a preservare le loro connessioni neurali. L’altro giorno dai suoceri ho guardato un po’ di tg e un programma sulla rai con “ospiti” in studio e collegamenti dai vari ospedali, rsa, scuole, ambienti di lavoro ecc. Ho dovuto accantonare il 99.7% del mio senso critico per poter seguire; è sufficiente lo 0.3% per sopravvivere a sto mondo. L’educazione scolastica si limita ad organizzare quello 0.3%. La scuola prepara degli ottimi spettatori di tg

emilyever
emilyever
Risposta al commento di  IlContadino
11 Febbraio 2021 17:11

In questi giorni mi stavo chiedendo se avessi una figlia in età scolare se sarebbe meglio tenerla a casa piuttosto che mandarla a scuola con la mascherina, a spiare che gli altri bambini non l’abbassino, con maestre terrorizzate con aule fredde con finestre sempre aperte, e con tali libri di testo.Per dire solo le prime cose che mi vengono in mente, non parliamo poi di quel che succede se in classe uno dà un colpo di tosse…

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  emilyever
12 Febbraio 2021 4:40

Stanno crescendo gli adulti di domani sulla paura dell’altro visto come un possibile untore e la diffidenza in una età che è quella del primo contatto col mondo esterno e con gli altri fondamentale per crescere in modo equilibrato, sono dei criminali.
Non sono sposato e non ho figli ma sento una gran tristezza per le conseguenze che molti bambini di oggi avranno nel loro futuro da adulti.

Nicola Morgantini
Nicola Morgantini
Risposta al commento di  emilyever
12 Febbraio 2021 5:51

meglio tenerla a casa e pagare un precettore

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  IlContadino
11 Febbraio 2021 21:08

Eggià, i satanisti massonici cominciano ad educarli da piccoli. Noi guardiamo la TV ma sono loro che decidono il palinsesto…anche per le prossime generazioni. Prima il divorzio a colpire la famiglia, quindi il diritto alle donne alla “carriera”, poi gli LGBT a scuola a dire quanto è naturale essere omosessuali!?… quindi i gender, genitore 1 e 2 su carta d’ identità, chip per il gatto che vuole uscire, eutanasia per il vecchio cane (nonno), debiti a scuola da rimborsare a qualsiasi costo… e via a seguire innumerevoli situazioni, o meglio, nuovi DOGMI! Il mondo dei piccoli è tutto pieno di messaggi sublimali…come quello dei grandi. E’ tutto un film il cui minimo comune denominatore è contro la famiglia e i valori cristiani! A guardare la Tv ed ascoltare i media sembra che la razza bianca europea sia condannata a sparire. In fin dei conti c’ è un Anti Cristo capo del Vaticano, una politica spazzatura, un cibo spazzatura….siamo immersi nella spazzatura… L ‘ UOMO è perduto! Il prossimo Dio sarà quello che i satanisti decideranno che sia…a meno che…Arcangelo Michele…

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  IlContadino
11 Febbraio 2021 21:08

Eggià, i satanisti massonici cominciano ad educarli da piccoli. Noi guardiamo la TV ma sono loro che decidono il palinsesto…anche per le prossime generazioni. Prima il divorzio a colpire la famiglia, quindi il diritto alle donne alla “carriera”, poi gli LGBT a scuola a dire quanto è naturale essere omosessuali!?… quindi i gender, genitore 1 e 2 su carta d’ identità, chip per il gatto che vuole uscire, eutanasia per il vecchio cane (nonno), debiti a scuola da rimborsare a qualsiasi costo… e via a seguire innumerevoli situazioni, o meglio, nuovi DOGMI! Il mondo dei piccoli è tutto pieno di messaggi sublimali…come quello dei grandi. E’ tutto un film il cui minimo comune denominatore è contro la famiglia e i valori cristiani! A guardare la Tv ed ascoltare i media sembra che la razza bianca europea sia condannata a sparire. In fin dei conti c’ è un Anti Cristo capo del Vaticano, una politica spazzatura, un cibo spazzatura….siamo immersi nella spazzatura… L ‘ UOMO è perduto! Il prossimo Dio sarà quello che i satanisti decideranno che sia…a meno che…Arcangelo Michele…

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  Annibal61
11 Febbraio 2021 23:09

Si sa, il diavolo fa le pentole, ma i coperchi e’ qualcun altro che li fa

Guido Bulgarelli
Guido Bulgarelli
Risposta al commento di  IlContadino
11 Febbraio 2021 16:42

Ottimo, c’è sempre bisogno di carta per avviare la stufa

Maurizio
Maurizio
Risposta al commento di  IlContadino
11 Febbraio 2021 16:46

Risposta.. in un modo o nell’altro, sempre la “padrona”

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  IlContadino
11 Febbraio 2021 17:27

Il microchip che il buon Zio Bill impianterà anche nel corpo di ogni essere umano.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  IlContadino
11 Febbraio 2021 17:57

Beh, per una volta non lo si mette in una scatola con l’aringa avvelenata il povero gatto.

misc3
misc3
Risposta al commento di  IlContadino
11 Febbraio 2021 19:23

A me sembra che Navalny interessi solo a Orlov.

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  misc3
11 Febbraio 2021 23:08

A giudicare dalla grancassa mediatica, interessa molto anche ai politici occidentali (nel senso di come possono usarlo).

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Dino79
12 Febbraio 2021 5:03

Appunto.

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  IlContadino
11 Febbraio 2021 21:28

La gattaiola ha sempre funzionato senza bisogno di dispositivi elettromeccanici comandati da microchip. E i gatti hanno sempre imparato a usare la gattaiola aprendola col muso.
I bimbi col gatto in casa lo sanno, quelli allergici al gatto no. E’ l’ennesimo modo per “distanziare” i giovani cittadini: rincoglioniti da una parte, gli altri alla prossima.

casalvento
casalvento
Risposta al commento di  AlbertoConti
12 Febbraio 2021 13:21

Per anni il mio cane ha aperto una botola, con chiusura magnetica (due pezzetti di ferro), per bloccare l’ingresso di topi. Ha funzionato.

CptHook
CptHook
Risposta al commento di  AlbertoConti
14 Febbraio 2021 13:15

Ho visto più di un gatto saltare per aprire la maniglia della porta…

4T-5PA-4GR/TEU
4T-5PA-4GR/TEU
11 Febbraio 2021 13:51

SMS alla Germania, dai maiali anglo-americani della Nato:

9 febbraio 2021 dannegiata centrale elettrica a Norimberga, 15.000 persone senza riscaldamento
10 febbraio 2021, il governo tedesco proroga il lockdown almeno fino al 7 marzo 2021

Caio Dreto
Caio Dreto
Risposta al commento di  4T-5PA-4GR/TEU
11 Febbraio 2021 16:35

E` bello essere liberati!

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Caio Dreto
12 Febbraio 2021 5:04

Una vera meraviglia!

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  4T-5PA-4GR/TEU
12 Febbraio 2021 4:42

Sarà sufficiente a fargli capire che la naturale tendenza della Germania è verso est e la Russia?

Roberto Rey
Roberto Rey
11 Febbraio 2021 15:40

A me risulta che il principale oppositore in Russia è il Partito Comunista (11,77%)

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Roberto Rey
12 Febbraio 2021 5:05

E ti risulta bene. Altro che Navalny!

emilyever
emilyever
11 Febbraio 2021 17:05

Grazie per quest’articolo, perchè aspettavo con ansia un quadro di Orlov dissonante con la versione che passa in tv, per esempio, ma non credo che la stampa italiana sia diversa. In particolare Mentana ha organizzato una diretta sia per l’arrivo e l’arresto di navalny, e poi per la sentenza, e sempre ripetendo: il principale oppositore politico di Putin. Riprese in esterno delle “migliaia” di sostenitori, in realtà poche persone. che si vedevano con ordine, particolarmente ragazzini, come scrive Orlov, invitati dalla polizia ma senza violenza, a salire su un pullman.E a chiudere , le parole di Mentana, che queste scene in una democrazia non si vedranno mai… Non volevo credere ai miei occhi e alle mie orecchie, ma ciò che mi fa paura è la domanda che mi sorge: a chi giova questo? si sta preparando per Putin dagli Usa e dall’Unione europea quello che hanno combinato in Ucraina e in Bielorussa? è solo questione di tempo? si aspetta un ritiro volontario di Putin per gettare la Russia nel caos di questi capetti?

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  emilyever
11 Febbraio 2021 18:29

Ci stanno provando da anni, in realta’.

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  emilyever
12 Febbraio 2021 4:44

Per provare ci provano da anni ormai ma la Russia non è l’Ucraina e con Putin cadono male, molto male per fortuna per il popolo russo e in fondo anche per noi.

CptHook
CptHook
Risposta al commento di  emilyever
14 Febbraio 2021 13:17

Quell’individuo di cui mi rifiuto persino di scrivere il nome è una delle più schifose fogne a cielo aperto che la tv ospiti…, una vera chiavica…

danone
danone
11 Febbraio 2021 19:02

Ipotesi di complotto. La geo-politica è proprio il piano della realtà che secondo me fa comprendere chiaramente che la presenza di un nuovo virus artificiale, per mettere su il finto baraccone covid che conosciamo fino ad oggi, non ha proprio senso, e che invece è molto più credibile l’uso strumentale dei tradizionali virus influenzali, già in circolazione, giustificando per giunta la grancassa terroristica mediatica, che non avrebbe molto senso con la presenza di un vero virus pericoloso in circolazione. Escludendo l’origine accidentale della pandemia, alla quale solo gli stolti possono ancora credere, ci rimane l’origine dolosa dell’evento. Se ci fosse un nuovo virus chimera in circolazione, sarebbe ovvia e naturale una narrazione che prevede l’esistenza di un responsabile, qualcuno (stato canaglia?), che per motivi geo-politici, ha deciso di liberare un virus, a danno di qualcun’altro. Se questo fantomatico virus venisse isolato e riconosciuto come chimera artificiale, causerebbe o no l’individuazione dei responsabili con tutte le conseguenze belliche, diplomatiche, politiche a seguire e il fiasco di tutta l’immensa operazione mediatica a corredo? Vi sembra lo scenario che viene propagandato, o meglio, che serve propagandare alle elite, almeno da noi del 3%, già individuate come responsabili della psy-op? Ovviamente no. Il terrorismo… Leggi tutto »

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  danone
12 Febbraio 2021 2:50

Tranne immaginare ( in un delirio paranoico antiglobalista ) una super-spectre che bypassando governi, istituzioni, apparati statali di controllo ufficiali, si serva di costoro attraverso la sua organizzazione/ombra per realizzare i suoi obiettivi. Se questo e’ vero, c’e’ da dire che lo fa assai bene…tranne per una cosa non prevista: le opinioni pubbliche sono in parte ‘resilienti‘ ( utilizziamo questo termine ‘neutro’ al posto di ‘resistenti’, troppo ‘hard’…! ) e si oppongono all’ affabulazione mediatica indotta con l’ unica arma rimasta a disposizione: la assai poca voglia di farsi punzecchiare. Una resistenza passiva…che prima o poi diventera’ sperabilmente una resistenza attiva, molto attiva.

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  danone
12 Febbraio 2021 4:52

C’è una falla nel tuo ragionamento valido per altri aspetti, alcuni paesi, la Russia per esempio, hanno implementato sì le regole presunte anticovid ma per molto meno tempo di altri, il nostro bell’occidente “libero e democratico” per esempio e ne stanno uscendo prima segno evidente che la regia è globale ma la sua base è nelle classi dirigenti iperglobaliste occidentali.

danone
danone
Risposta al commento di  maxjuve
12 Febbraio 2021 7:14

La differenza dell’implementazione de “le regole”, da stato a stato, come per esempio il numero dei morti, che paradossalmente è più alto in certi stati avanzati, come da noi e in Inghilterra, e più basso in India e in altri paesi del terzo mondo, secondo me dipende dal grado di addomesticamento a cui sono già soggette certe opinioni pubbliche piuttosto di altre. In India sono bastati meno morti, per mille motivi, per far passare la falsa narrazione, da noi il terrorismo doveva essere necessariamente più alto per convincere la popolazione dell’emergenza. In Russia siccome la popolazione si fida di più del loro governo (Putin), che noi occidentali dei nostri, è bastato un grado minore di invasività dell’operazione, che da noi. In Cina, vista la totale sottomissione e il tracciamento sociale che già subiscono, è bastato ancor meno e l’ “emergenza” è finita già mesi fa.

Lucio
Lucio
11 Febbraio 2021 18:11

buon articolo.
Io mi faccio andare bene la propaganda che reputo più realistica e che rispecchia maggiormente il mio pensiero.
Quindi, essendo io tradizionalista, sono diventato filo russo perchè credo ancora in un Paese che difenda i propri confini, che difenda i propri interessi e che non si faccia corrompere dalle follie dell’occidente come genders, nazi-ecologismo e nazi-femminismo.

Lucio
Lucio
11 Febbraio 2021 18:11

buon articolo.
Io mi faccio andare bene la propaganda che reputo più realistica e che rispecchia maggiormente il mio pensiero.
Quindi, essendo io tradizionalista, sono diventato filo russo perchè credo ancora in un Paese che difenda i propri confini, che difenda i propri interessi e che non si faccia corrompere dalle follie dell’occidente come genders, nazi-ecologismo e nazi-femminismo.

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  Lucio
12 Febbraio 2021 2:52

Tutto questo tuo ‘nazi’ e’ solo di origine asche-nazi…

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  oriundo2006
12 Febbraio 2021 5:07

Asche- nazi. Palma d’oro per la più bella del giorno!

Cataldo
Cataldo
Risposta al commento di  lady Dodi
12 Febbraio 2021 7:31

Attenti ai giochetti di parole che cosi cancellano proprio la testata ….

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  Lucio
12 Febbraio 2021 4:45

Io mi facevo andar bene quella sovietica ieri e quella russa oggi, molto migliore comunque dell’immondizia occidentale.

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  Lucio
12 Febbraio 2021 4:45

Io mi facevo andar bene quella sovietica ieri e quella russa oggi, molto migliore comunque dell’immondizia occidentale.

Dino79
Dino79
11 Febbraio 2021 18:28

Il vero principale oppositore politico, in realta’, e’ Zjuganov (partito comunista).

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  Dino79
11 Febbraio 2021 20:50

Esatto, uno che l’ Ucraina non se la sarebbe fatta scappare.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Annibal61
12 Febbraio 2021 5:08

Già. Mica dev’essere il fratello del commissario Montalbano.

Scrillo
12 Febbraio 2021 3:05

“Inoltre, la maggior parte dei suoi sostenitori sono minorenni e sono stati indotti a partecipare alle manifestazioni di protesta contro la sua detenzione guardando video su TikTok e YouTube creati espressamente per la loro fascia di età.”

C’è un punto fondamentale di questa discussione, ovvero la DISINFORMAZIONE DI MASSA accoppiata alla ELEVATA DISSONANZA COGNITIVA di un popolo di beoti cresciuti a dosi massiccie di video internet e reti di comunicazione sociali. Purtroppo questo è il nodo fondamentale, altrimenti non si può comprendere la questione. Abbiamo un elevato numero di lobotomizzati che subiscono questo lavaggio del cervello in modo continuo e duraturo. Mentre tutti gli altri vengono spenti, censurati, silenziati, ridicolizzati, etc.

gix
gix
12 Febbraio 2021 3:05

Visto che siamo ancora nel filone della propaganda, il detto di Goebbels andrebbe un pò integrato, e forse anche aggiornato. Una bugia ripetuta innumerevoli volte, alla fine viene creduta come verità certo, ma deve essere una bugia con un minimo di credibilità, altrimenti se si tratta di una caxxata, anche ripetuta innumerevoli volte, rimane una caxxata. Ecco forse il punto, qualche decina di anni dopo Goebbels: occorre capire oggi fino a che punto una bugia deve essere credibile, per poter essere accettata. In un mondo dove la quantità di informazioni è enormemente maggiore (ma non le fonti), tutto rischia di diventare una caxxata, e nulla può esser più preso come verità indiscutibile: l’esempio dei virologi che si contraddicono è abbastanza indicativo. D’altronde se l’informazione sovrabbondante e confusa crea una nebbia nella quale la verità è indistinguibile, è anche vero che una bugia non può più contare sulla credibilità assoluta e aprioristica delle masse.

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  gix
12 Febbraio 2021 4:54

Ti contraddico, la mascherina la indossiamo sempre da mesi malgrado loro stessi all’inizio abbiano ammesso candidamente che dal punto di vista sanitario non serve ma è solo un segno di rispetto delle regole.

gix
gix
Risposta al commento di  maxjuve
12 Febbraio 2021 6:27

Certamente, per il momento non si può dire che il problema è risolto, la gran parte della gente continua a fidarsi ciecamente di quello che gli viene detto, anche se va in contraddizione con quanto affermato poco prima. Ma era un discorso differente, in prospettiva sarà sempre più difficile gestire queste contraddizioni.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  maxjuve
12 Febbraio 2021 12:12

Dal punto di vista sanitario invece serve perche’ quest’anno che tutti hanno le mascherine non si prendono i raffreddori le bronchiti e simili anche se e’invern come gli scorsi anni.
Olttetutto filtra l’aria che in questi mesi e’pessima.
Non serve per il covid ma a qualcos’altro serve.
Pure loro a volte sperando di cazziarci per
bene sbagliano e noi abbiamo dei vantaggi.

Nicola Morgantini
Nicola Morgantini
Risposta al commento di  gix
12 Febbraio 2021 6:18

Secondo me siamo oltre Goebbels. Non si tratta infatti più di spacciare per vera la menzogna, ma di svilire la stessa verità. Operazione perfettamente riuscita, peraltro. La verità non è più un fine in sé, ma è diventata uno strumento, come del resto la menzogna, per il perseguimento di determinati fini.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Nicola Morgantini
12 Febbraio 2021 12:16

Effettivamente siamo oltre i nazi.
Ma la verita’ resta quella che e’.

Cataldo
Cataldo
Risposta al commento di  gix
12 Febbraio 2021 7:24

No, non funziona cosi, la bugia deve essere assolutamente abnorme, tipo i fatti del 9-11, l’enormità della sproporzione genera un abisso tra la massa manipolata e chi riesce ancora a discernere qualche brandello di realtà, riducendo al lumicino gli spazi di confronto, altrimenti non funzionerebbe cosi bene e non durerebbe nel tempo; questo vale per i cardini sui quali si costruisce la narrazione, per gli elementi, diciamo cosi, tattici della propaganda ci sono varie sfumature di plausibilità possibili, ma sugli elementi chiave no.
Questo in estrema sintesi, ci sono altri punti importanti nel discorso, relativi alla funzione intimidatoria sottintesa, ed altri elementi ancora.

gix
gix
Risposta al commento di  Cataldo
12 Febbraio 2021 9:07

Non possiamo negare certo che non vi sia un problema di separazione fra massa manipolata e massa cosciente, non è questo il punto; ma non sono d’accordo, oggi almeno esiste una massa cosciente, anche se minima, e non è più assolutamente trascurabile come una volta. Inoltre oggi l’informazione viaggia ad una velocità enormemente superiore a quello che era solo pochi anni fa, ai tempi di Goebbels stesso, e questo è un problema per chi la gestisce, poichè aumentano i contatti (con relativi scambi) tra le persone. L’unica cosa che possono fare coloro che controllano l’informazione è inquinarla il più possibile, non certo nasconderla, ma questo espone a errori e contraddizioni.

lady Dodi
lady Dodi
12 Febbraio 2021 5:13

Parliamo del North Stream. Se alla Germania serve, righi dritta.
Serve anche alla Russia vendere ma siamo in pieno inverno e io una piccola sospensione dimostrativa la farei. Intanto gli venderei vodka per riscaldarsi, ai Tedeschi.

RUteo
RUteo
12 Febbraio 2021 5:25

L’unica differenza tra le propagande è che quella del ditttattore Putin viaggia su un piano progettuale, che va verso lo scacco matto , l’altra propaganda evidenzia solo la propria disperazione con sottofondo e urla di moribondi .

lady Dodi
lady Dodi
12 Febbraio 2021 5:11

Per fortuna c’è internet, finché c’è.
Navalny è valutato lo 0,1 per cento in eventuali elezioni .

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  lady Dodi
12 Febbraio 2021 11:19

E’ valutato 0%, cara Lady, visto che, con due condanne per frode (col fratello si sono intascati indebitamente 5 milioni di euro ai danni della Yves Rocher francese in territorio russo) non puo’, per legge, candidarsi ad alcuna carica politica. Al suo posto, starei in campana, perche’ i suoi datori di lavoro potrebbero tentare di farlo fuori un’altra volta per poter incolpare Putin di nuovo, come fecero con Nemzov. E stavolta ci riuscirebbero…