Home / Attualità (pagina 5)

Attualità

Le notizie di attualità

Gli africani bianchi si preparano alla loro “totale rimozione entro cinque anni”

DI DANIEL LANG shtfplan.com Nel mese di marzo, il presidente del Sudafrica ha fatto una proposta scioccante, che fa temere a molti proprietari terrieri bianchi una guerra razziale nel prossimo futuro. Jacob Zuma ha annunciato di volere che il governo cominci a confiscare le terre ai bianchi per redistribuirle ai neri sud africani. Zuma vuole un “controllo pre-coloniale del territorio per stabilire come sia stato occupato” per decidere quali terre debbano essere confiscate. Ha anche detto che “chi sta in …

Leggi tutto »

Perché la nuova Guerra Fredda è più pericolosa di quella precedente

DI STEPHEN COHEN thenation.com La discutibile narrazione ufficiale della Guerra Fredda rende attualmente la guerra con la Russia più probabile di quanto sia stata durante i precedenti 40 anni. Il Redattore del Nation Stephen F. Cohen ed il conduttore radiofonico John Batchelor continuano le loro discussioni settimanali sulla nuova guerra fredda tra gli USA e la Russia. (Lo show è arrivato alla quarta edizione, le puntate precedenti possono essere trovate qui). Cohen ricorda che nel 2014, quando scoppiò la crisi …

Leggi tutto »

MARINE LE PEN: DILETTANTI ALLO SBARAGLIO

Riceviamo e volentieri pubblichiamo   di Francesco Mazzuoli Comedonchisciotte   Ho avuto modo di seguire il dibattito Macron-Le Pen e di leggere l’articolo di Marcello Foa http://blog.ilgiornale.it/foa/2017/05/04/dibattito-le-pen-macron-chi-ha-vinto-davvero/  il quale probabilmente ha assistito allo stesso evento bendato e con i tappi nelle orecchie… Marine Le Pen è stata surclassata: Macron le ha fatto scuola e doposcuola (evidentemente, la lunga frequentazione con un’insegnante ha avuto diversi risvolti utili…). Andiamo all’analisi. La strategia di comunicazione della Le Pen è stata sbagliata e fallimentare: …

Leggi tutto »

Cosa penso dopo aver visto Di Maio parlare ad Harvard

DI FRANCESCO ERSPAMER Perché a me, italiano negli USA, Luigi Di Maio è parso maturo, equilibrato, aperto. È con parecchi pregiudizi che mercoledì sono andato alla Kennedy School (la scuola di scienze politiche di Harvard) ad ascoltare Luigi Di Maio, di cui peraltro sapevo pochissimo. Innanzi tutto non sono di quelli che credono che chi è giovane abbia automaticamente ragione, neppure nelle mode e nei consumi figuriamoci in politica. E poi sono ostile alla democrazia diretta, che era lo specifico …

Leggi tutto »

La Nord Corea è un diversivo all’invasione della Siria da parte di Stati Uniti e Giordania?

DI MIKE WHITNEY counterpunch.org “Assad sa che la Giordania vuole inviare truppe nel sud della Siria con la collaborazione degli americani… La Giordania non è un paese indipendente. Ciò che gli U.S.A. vogliono accadrà, ha detto il presidente siriano”. — Middle East Monitor “In caso di una divisione de facto della Siria, gli Stati Uniti e i loro alleati otterrebbero una regione strategicamente importante. È attraverso Deir Ezzor che il gasdotto proposto dal Qatar passerà… La provincia di Deir Ezzor …

Leggi tutto »

Cosa farà il governo ? Lo ha detto Fitch

DI ALBERTO MICALIZZI albertomicalizzi.com Volete sapere in “diretta streaming” le prossime mosse del Governo (Gentiloni o chi per esso)? Non è così difficile, basta leggere con un po’ d’attenzione le motivazioni a supporto dell’ultimo taglio del rating del debito italiano operato il 20 Aprile scorso da Fitch (fonte Sole24ore: “Fitch abbassa di un gradino il rating dell’Italia: tripla B”). Ormai lo abbiamo imparato dalla storia, dalla recente requisitoria del PM Michele Ruggiero presso il Tribunale di Trani nel procedimento contro …

Leggi tutto »

Non “i barbari” ma il vuoto di valori ci finirà

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it Credo che noi siamo in una situazione molto simile a quella in cui dovettero trovarsi a vivere i Romani nei decenni che precedettero il crollo dell’Impero. C’è nell’aria un ‘sensus finis’, un’assenza di speranze, collettive e individuali, uno sfinimento, uno sfibramento, una mancanza di vitalità, un sentimento di impotenza. Che sono i classici segni di un mondo in decadenza. I ‘barbari’ sono alle porte, molti sono già dentro le mura, premono, come ai tempi dell’Impero, ai …

Leggi tutto »

L’Europa è finita, andate in pace

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it “Quando si perde il Tao, appaiono la moralità e il dovere, più si emanano leggi e decreti, più ci saranno ladri e predoni.” Tao-te-Ching – Lao-Tse – VI secolo a. C. (?) “Il popolo cinese possiede una “scienza” che trova proprio nel I-Ching il suo metodo tipico di lavoro. Il principio di tale scienza, come molte altre cose in Cina, è oltremodo diverso da quello su cui invece è impostata la nostra.” Carl Gustav Jung (1875-1961). …

Leggi tutto »

Kill The Children

DI PINO CABRAS megachip.globalist.it In mezzo alle polemiche sulle organizzazioni non governative internazionali che traghettano verso l’Italia i disperati raccolti sulle coste libiche, la mia attenzione è stata attratta dal profilo dei componenti del Consiglio Direttivo italiano di una di esse, Save The Children: https://www.savethechildren.it/il-consiglio-direttivo Nella lista ho notato in particolare un nome, quello di Marco De Benedetti, che – oltre ad essere il figlio dell’oligarca italiano naturalizzato svizzero Carlo De Benedetti – ricopre la carica di Managing Director e …

Leggi tutto »

Il Grande Divario

DI RAUL ILARGI MEIJER theautomaticearth.com Una cosa mi ha colpito in questa settimana: le mappe pubblicate lunedì che mostrano l’esito delle elezioni francesi, raccontano una storia, una storia ormai familiare. La storia di una profonda divisione. Ci sono già diverse mappe: Brexit, elezioni presidenziali USA e quelle Francesi. In tutti e tre i casi mi ritrovo a pensare la stessa cosa: “Siete sicuri di voler continuare a vivere nello stesso paese?” Perché per me la cosa non è affatto ovvia …

Leggi tutto »

Chi lavora alla nuova strategia della tensione in Europa?

FONTE: CLARISSA.IT Pochi giorni fa, clarissa.it ha pubblicato il documento Venti tesi sulla strategia della tensione. La diciassettesima delle quali afferma: “La strategia della tensione è uno strumento che può essere applicato anche ad altri contesti e noi riteniamo che dalla fine degli anni Ottanta, e ancor prima, essa è stata utilizzata in riferimento al nuovo utile strumento/nemico, il radicalismo islamico”. Lo scorso 28 aprile, è giunta dalla Germania la notizia, ripresa da pochissimi giornali in Italia, che a nostro …

Leggi tutto »

DI ROBERTO QUAGLIA roberto.info Per il pubblico occidentale la guerra è un grande spettacolo. A parte i più anziani, che hanno assaporato la seconda guerra mondiale, l’esperienza che noi abbiamo della guerra è esclusivamente audiovisiva, prevalentemente bidimensionale e soprattutto, è artefatta, completamente artefatta, non c’è proprio nulla di vero. Le autentiche immagini delle guerre, guerre – detto fra parentesi – quasi tutte iniziate dall’Occidente, ci vengono nascoste. Non le abbiamo mai viste. I telegiornali mostrano altro. In cambio, però, ci …

Leggi tutto »

Washington userà il nucleare contro Russia e Cina?

DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Non tutti vogliono sentir parlare della minaccia di una guerra nucleare. Alcuni trovano rifugio nel diniego e dicono che non avverrà perché non ha senso. Purtroppo per noi, l’umanità ha fatto una lunga serie di cose che non avevano senso. Nei post degli ultimi anni, ho sottolineato documenti scritti e cambiamenti operati nella dottrina di guerra che fanno capire che Washington sta preparando un attacco nucleare preventivo contro Russia e Cina. La demonizzazione di Putin, …

Leggi tutto »

DOPO XI-JINPING ARRIVA PUTIN PER L’INTERESSE PUBBLICO. (DEMOCRATICI COME CAZZO SIETE MESSI?)

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Perché, chiedo, io sono l’unico giornalista che pur avendo due gambe, due braccia e un cervello in una scatola cranica vedo le cose che nessun altro vede? Putin è l’oggetto di questo tragico articolo, uno come Puntin… pensate come siamo messi. Io vedo che fra Eurozona, Partito Democratico USA, e PPPs (le Public Private Partnerships) in Africa, Asia, Sud America, la democrazia che iniziammo a conoscere con Montesquieu nel diciottesimo secolo è diventata oggi una pustola …

Leggi tutto »

La Festa dei Laboratori

DI ALESSANDRA DANIELE carmillaonline.com Da quando negli anni venti del nuovo millennio la flessibilità genetica ha risollevato le sorti dell’economia e dell’occupazione, la Festa del Primo Maggio è dedicata alla preziosa opera dei Laboratori di Ingegneria che ogni giorno modificano migliaia di risorse umane secondo le richieste del mercato, sempre operando sul DNA di soggetti adulti e mai di embrioni, nel pieno rispetto dei dettami della Chiesa Cattolica. Gli operai multibraccia, i centralinisti multiorecchie, gli edili dallo scheletro gommoso che cadendo dalle …

Leggi tutto »

La Macron-economia spiegata ai meno stupidi

DI NICOLAS BONNAL dedefensa.org Due importanti giornalisti della sinistra tradizionale, Aude Lancelin e Serge Halimi (autore di I nuovi cani da guardia: giornalisti e potere) hanno ben riassunto quest’elezione ancor prima che avesse luogo. Non era difficile. Nel suo editoriale su Monde diplomatique, Serge Halimi esprime il proprio disgusto nei confronti di «un nuovo voto utile». «Il candidato globalista» (ha fatto il 50% in America del nord, compatrioti espatriati, complimenti!) vincerà contro la nazista di turno, Marine Le Pen. Nelle …

Leggi tutto »

Era meglio Berlusconi …

DI TRUMAN BURBANK Comedonchisciotte.org Alcune note sul convegno di Moneta positiva del 29-4-2017 a Modena. (L’immagine è presa da altro evento ma rende l’idea della partecipazione) Il 29 aprile si è tenuto con successo il convegno. Il pubblico era numeroso, intorno a 200 persone all’inizio (16.20 circa) e in seguito è cresciuto fino a saturare il locale (intorno a 300 posti seduti, ma c’era qualcuno in piedi). Erano presenti parecchi giovani, per quanto la maggioranza dei presenti fossero anziani. Va …

Leggi tutto »

L’Ucraina sta per dire addio alla sua terra

FONTE: FONDSK. RU L’Ucraina ha finalmente ottenuto il benestare del FMI per la consegna della tranche da un miliardo di dollari nell’ambito del programma di prestito quadriennale. Le agenzie di stampa ucraine e i media strombazzano di questa incredibile vittoria che chiamano concessione di finanziamento, per far in modo che l’uomo della strada continui a preservare fiducia: “L’estero ci aiuta! L’Ovest è con noi!”. “Il Consiglio d’amministrazione del FMI ha approvato la decisione di destinare all’Ucraina un miliardo di dollari. …

Leggi tutto »

Le ONG nel business del microcredito ai migranti

  DI COMIDAD Dopo le dichiarazioni del vicepresidente della Camera ed esponente del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, sulle responsabilità delle Organizzazioni Non Governative nel traffico di migranti, sono immediatamente cominciate sui media le esegesi alternative sul documento dell’agenzia europea Frontex che aveva dato origine a quelle stesse dichiarazioni. La parola d’ordine è “minimizzare”, ricondurre il rapporto Frontex al rango di lamentela per le inevitabili agevolazioni per il traffico di migranti che l’attività “umanitaria” delle ONG involontariamente determinerebbe. In …

Leggi tutto »

ALLEANZA DI CONVENIENZA: ISRAELE SUPPORTA I TERRORISTI SIRIANI DELL’ISIS

 DI STEPHEN LENDMAN  globalresearch.ca Washington ha creato e sostiene l’ISIS, insieme ad altri terroristi anti-governativi sia in Siria che altrove. La NATO, la Turchia, l’Arabia Saudita, il Qatar e altri stati canaglia regionali gli forniscono armi e materiali di supporto. Così fa anche Israele. Nel giugno 2015, il Times of Israel (1) ha citato l’ex ministro della Difesa israeliano Moshe Ya’alon, che ha detto: “Noi assistiamo (i gruppi terroristici anti-governativi in Siria) a due condizioni: che non operino troppo vicino ai confini (di Israele), …

Leggi tutto »

L’ultracapitalista Macron non è meglio della finta fascista Le Pen

DI DIEGO FUSARO lettera43.it Muovo da una considerazione semplice e diretta; che però scientemente viola uno dei dogmi portanti del pensiero unico politicamente corretto. La retorica liturgica, rituale e nostalgica dell’antifascismo in assenza conclamata di fascismo permette alle sinistre europee di occultare il loro subdolo e indecoroso passaggio totale al partito unico della produzione capitalistica. IL PENSIERO UNICO SILENZIA TUTTO. Questa la mia tesi, che ovviamente verrà accolta come fascista, dato che il pensiero unico oggi silenzia in tal maniera …

Leggi tutto »

…there will become a day…

FONTE: ROSSLAND (BLOG) “…there will become a day when we will have to ask all women to wear a headscarf...” (verrà un giorno in cui dovremo chiedere a tutte le donne di indossare un foulard/hijab) Basterà uno come questo? O dovremo coprire completamente i diabolici capelli con uno di questi, con apposita cacioletta aderente sotto al velo così che nemmeno il vento più triestino possa farne uscire per sbaglio uno vendicativo? E quanto dista il “foulard” dal robe noir qui …

Leggi tutto »

Un Blogger ultra-euro all’origine della fake news sulle ong ?

DI RACHELE GONNELLI ilmanifesto.it Anatomia di un meme tossico. Da dove viene e come destrutturare una narrazione infamante senza prove sui soccorsi in mare Nessuna prova, ma la narrazione tossica delle organizzazioni umanitarie trasformate in «taxi» dai trafficanti di esseri umani continua a farsi largo. Il bostoniano Dan Dennett, uno dei più importanti filosofi cognitivi viventi, che molto ha da dire sul meccanismo delle fake news, lo definirebbe «un meme aggressivo». Per destrutturarlo bisogna trovarne la fonte o le fonti. …

Leggi tutto »

Cosa c’entra Povia con Nino Galloni ?

Il cantautore Giuseppe Povia

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Quando abbiamo deciso di organizzare a Modena il 29 aprile 2017 un evento mediatico-spettacolare per parlare di sovranità monetaria, mi sono imbattuto in questo breve video che documenta l’incontro sul palco tra Povia e Nino Galloni, e sono stato folgorato dall’idea di creare le condizioni perché ci fosse un seguito concreto a questo incontro. La competenza e l’esperienza di Nino Galloni la conosciamo tutti e la sua frase “svegliamoci prima che sia troppo tardi” è per …

Leggi tutto »

Brigata ebraica: quella confusione cercata tra giorno della memoria e festa della liberazione

FONTE SENZASOSTE.IT Il nostro approfondimento sulle polemiche del 25 aprile e sul fatto curioso che una brigata dell’esercito inglese, i cui membri dopo la guerra si sono trasferiti principalmente in Israele, provi a dettare platealmente la linea storiografica delle commemorazioni delle associazioni antifasciste italiane. Un episodio meno conosciuto della vita di Alfred Hitchcock racconta del suo impegno come regista nel montaggio del materiale filmato dai campi di sterminio. Hitchcock, come poi ricorderà successivamente nella storica intervista fattagli da Truffaut, doveva …

Leggi tutto »

DAIRY IS SCARY (latterie dell’orrore). I consumatori stanno aprendo gli occhi sul lato oscuro delle fattorie

DI GEORGE MONBIOT theguardian.com La foto dei vitelli stipati in angusti recinti scioccherà molti e, grazie all’attuale varietà di prodotti che non contengono latticini, ora i consumatori hanno una scelta. I responsabili del rispetto delle norme commerciali hanno ribattuto che non esiste alcuna prova circa la violazione dei requisiti per il benessere di questi animali. La foto di Animal Equality mostra i vitelli rinchiusi in solitari recinti alla Grange Dairy, East Chaldon, in Dorset. Le fotografie dei filari industriali di …

Leggi tutto »

Macron inizia ad aver paura, troppi tre flop in tre giorni

DI MARCELLO FOA Il Cuore del Mondo Oh, oh, campanelli di allarme per Emmanuel Macron che non poteva iniziare peggio la campagna elettorale per il secondo turno. Tre giorni, tre flop. Vediamoli. Il primo la notte elettorale: quelle immagini del candidato di “En marche” che festeggia in una brasserie del centro assieme a tanti Vip (come il suo pigmalione Jacques Attali) non è affatto piaciuta al popolo di sinistra, a cui è sembrato di rivedere Nicolas Sarkozy. Una scivolata, certo, …

Leggi tutto »

QUAL E’ IL TUO PIANO B ?

DI CHARLES HUGHES SMITH OfTwoMinds.com TUTTI ABBIAMO UN PIANO A: CONTINUARE A VIVERE COME ABBIAMO FATTO FINORA. Alcuni di noi hanno un piano B in caso il piano A non funzionasse; e le ragioni di un piano B si distinguono in tre categorie principali: I ‘Preppers’ (survivalisti) che prevedono la possibilità di un fallimento del Piano A dovuto a una sistematica “tempesta perfetta” di eventi che potrebbero sopraffare la capacità dello status-quo di fornire carburanti, sanitari, alimenti e trasporto per …

Leggi tutto »

I veri pericoli dietro la crisi siriana sono economici

DI BRANDON SMITH alt-market.com Nel 2010-2011, quando scrivevo ancora con lo pseudonimo di Giordano Bruno, ho messo in guardia contro i pericoli di qualunque destabilizzazione della nazione siriana prima che cominciassero i problemi reali. In un articolo intitolato “Migrazione dei cigni neri” avevo sottolineato che, in ragione del singolare intreccio di alleanze e di relazioni economiche della Siria, il paese era una pietra angolare della destabilizzazione  del Medio Oriente e che una “rivoluzione” (o guerra civile) era imminente. La Siria, avevo …

Leggi tutto »

Il PD milanese e il 25 aprile

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it …A Milano erano presenti i grandi vecchi della sinistra, Bersani e D’Alema, freschi di scissione dal PD ma, soprattutto era presente questo, l’immagine di copertina che, a mio avviso, esemplifica al meglio questo 25 aprile 2017 di tensioni e polemiche. Di chi si tratta? Tifosi del Verona in trasferta? Dipendenti del corriere SDA in stato di agitazione? No, il PD milanese mimetizzato! Insomma, i partigiani sono morti per Juncker e Tusk. Ovviamente la vulgata rassicurante e …

Leggi tutto »