Capire le cause del sovrappeso per dimagrire

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Si va verso la bella stagione e aumenta la voglia di vedersi in forma. Per agire con efficacia su sovrappeso e cellulite occorre, però, intervenire innanzitutto sulle cause che ne sono alla base.
L’accumulo di grasso e la ritenzione dei liquidi, infatti, dipendono da particolari abitudini alimentari, di vita e di pensiero.

La prima cosa da chiedersi è che tipo di carburante introduciamo nel nostro corpo perché non tutto è adatto alla propria costituzione e al proprio sistema immunitario.
Mangiando le cose giuste, combinate correttamente e agli orari idonei, l’organismo ha tutto il nutrimento che gli occorre per funzionare al meglio senza sviluppare reattività verso certi alimenti e quindi infiammazione che poi, nel tempo, dà luogo a tutta una serie di problematiche, tra cui anche quelle relative alla linea. Bada bene, è una questione di tipologia di cibi e non di calorie perché, a volte, anche poche quantità di calorie fanno gonfiare e trattenere liquidi, penso ad esempio a certi amidi o agli edulcoranti contenuti in molte caramelle e chewingum, in alcune bevande e integratori per sportivi e in svariati altri prodotti, perfino in certi rimedi erboristici.

Secondo passo per ritrovarsi più magri, sani e soddisfatti è muoversi.  
Un tempo la gente il movimento lo faceva tutti i giorni con gli spostamenti a piedi o con il lavoro fisico. Un conto infatti è l’attività fisica quotidiana, un conto è quella saltuaria, oltretutto riempiendosi di barrette che, se non sono scelte bene, fanno trattenere liquidi e bloccare l’effetto dell’insulina.
Quaranta minuti di passeggiata quotidiana a passo sostenuto sono l’ideale minimo da perseguire, poi si possono sempre migliorare e ottimizzare i risultati ricordandosi di scegliere attività fisiche adatte alla propria portata. Praticare quotidianamente un’attività fisica aerobica è necessario per attivare il metabolismo, mobilitare e bruciare i depositi di grasso, migliorare l’ossigenazione del tessuto sottocutaneo, stimolare il microcircolo e il ritorno venoso.

Una buona forma fisica dipende anche da una respirazione corretta e dal nostro modo di pensare e di vivere gli avvenimenti del quotidiano.
I ritmi della vita moderna ci sottopongono spesso a eccessi di stress che possono portare, tra l’altro, anche ad un aumento della produzione di cortisolo, un ormone che in quantità elevate può favorire la ritenzione idrica e l’accumulo di grasso.
Non è possibile sfuggire agli impegni del quotidiano, però si può provare a limitare i fattori di stress iniziando a praticare qualche attività rilassante e, se serve un aiuto ulteriore, un professionista che abbia preparazione specifica può insegnare utili tecniche respiratorie e meditative o anche suggerire integratori a base di piante, erbe, vitamine, oligoelementi o minerali.

Infine, ricorda che anche l’assunzione di alcuni farmaci può favorire l’aumento di peso, ad esempio i cortisonici, alcuni antistaminici, taluni antidepressivi e sonniferi.
In questi casi è necessario affrontare la questione con il proprio medico di fiducia per scegliere, se possibile, i medicinali con meno effetti collaterali.

__

VB

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x