Home / ComeDonChisciotte / BUSH PREPARA LA LEGGE MARZIALE

BUSH PREPARA LA LEGGE MARZIALE

A CURA DI GLOBAL RESEARCH

L’ Atto di Autorizzazione alla Difesa Nazionale del 2007 rovescia il “Posse Comitatus Act”

“Paradossalmente, per preservare la libertà potrebbe essere richiesto il governo di un singolo leader– un dittatore–disposto ad usare quelle temute ‘misure straordinarie’ che pochi sanno come, o sono disposti a usare”. Michael Ledeen, consigliere della Casa Bianca e membro dello American Enterprise Institute, “Machiavelli on Modern Leadership: Why Machiavelli’s Iron Rules Are As Timely and Important Today As Five Centuries Ago” [“Machiavelli e la leadership moderna: perché le regole auree di Machiavelli sono importanti e opportune oggi come lo erano cinque secoli fa” n.d.t.]

“Il Gen. Tommy Franks afferma che se gli Stati Uniti fossero colpiti con un’arma di distruzione di massa che infliggesse grosse perdite, la costituzione verrebbe probabilmente messa da parte in favore di una forma militare di governo.” NewsMax, 21, Novembre 2003
Nell’ottobre del 2006, Bush ha trasformato in legge il John Warner National Defense Authorization Act for Fiscal Year 2007 [atto di autorizzazione ‘John Warner’ alla difesa nazionale per l’anno fiscale 2007 n.d.t.]. Sono state infilate silenziosamente nella legge, all’ultimo minuto, su richiesta dell’amministrazione Bush delle sezioni che cambiano importanti principi legali vecchi di 200 anni che limitano la possibilità per il governo Usa di usare l’esercito per intervenire negli affari nazionali. Questi cambiamenti consentirebbero a Bush, quando egli pensi sia necessario, di istituire la legge marziale–per la quale l’esercito prende il controllo diretto dell’amministrazione civile.

La sezione 1042 dell’Atto, “Uso delle forze armate in grandi emergenze pubbliche”, rovescia di fatto ciò che è noto come ‘posse comitatus’. Il Posse Comitatus Act è una legge, passata nel 1878, che proibisce l’uso dell’esercito regolare all’interno dei confini Usa. L’originale approvazione del Posse Comitatus Act fu una mossa molto reazionaria che segnava il tradimento nei confronti dei neri dopo la Guerra Civile e poneva fine al periodo di ricostruzione. Esso decretava che le truppe federali non potevano più essere usate all’interno degli ex Stati Confederati per obbligare al rispetto dei nuovi diritti legali dei neri. I neri vennero lasciati nelle mani delle milizie e degli uomini del Ku Klux Klan al servizio dei proprietari delle piantagioni meridionali, e iniziò il lungo periodo di Jim Crow [figura simbolo della discriminazione e della segregazione razziale negli USA n.d.t.].

Durante il ventesimo secolo, il Posse Comitatus Act iniziò obiettivamente ad avere un nuovo ruolo all’interno dello scenario della democrazia borghese: come barriera legale alla diretta influenza del potente establishment militare e delle forze armate nella società nazionale Usa. Esso serviva in un certo senso come ostacolo contro colpi di stato militari e presidenti che volessero ottenere il controllo militare del paese. (Comunque, i soldati della Guardia Nazionale sono rimasti legalmente a disposizione della classe dominante per l’uso all’interno degli Stati Uniti, e ci sono state altre scappatoie alla proibizione di usare le forze armate negli affari interni, come durante la mobilitazione dei marines durante la ribellione di Los Angeles del 1992).

Così i cambiamenti al Posse Comitatus Act fatti diventare legge da Bush sono estremamente significativi e minacciosi. Bush ha modificato le maggiori esenzioni del Posse Comitatus Act che erano sino ad oggi definite primariamente dall’ Insurrection Act del 1807. Precedentemente il presidente poteva chiamare l’esercito all’interno degli Stati Uniti solo in casi di insurrezione o in condizioni in cui “ una ribellione contro l’autorità degli Stati Uniti, renda impraticabile per l’ordinario corso dei procedimenti giuridici ottenere il rispetto delle leggi degli Stati Uniti in un qualunque Stato o territorio”. In base alla nuova legge il presidente può usare l’esercito in risposta a un disastro naturale, un’ epidemia, un attacco terroristico o “ un’altra condizione in cui il presidente giudichi che la violenza all’interno del paese sia giunta a un punto tale in cui i funzionari statali non possono mantenere l’ordine pubblico.”

La nuova legge richiede che il presidente notifichi al Congresso “ quanto prima possibile dopo la decisione e ogni 14 giorni a partire da essa per tutta la durata dell’esercizio dell’autorità”. Però Bush, come ha spesso fatto durante la sua presidenza, ha modificato questa richiesta al momento di firmare la legge [è prerogativa del presidente modificare il senso delle leggi all’atto di firmarle tramite dei ‘pronunciamenti’ presidenziali. Bush si è servito di questa prerogativa più di qualunque altro n.d.t.], con un’affermazione che dichiara che “ Il ramo esecutivo deve ottemperare a tali obblighi in modo coerente all’autorità costituzionale conferita al presidente di trattenere informazioni la cui rivelazione potrebbe danneggiare le relazioni internazionali, la sicurezza nazionale, o i processi decisionali dell’esecutivo”. In altre parole, Bush afferma che egli non ha nemmeno il bisogno di informare il Congresso che è stata dichiarata la legge marziale!

Il Nuovo Ruolo dell’Esercito all’Interno degli USA

Questo grosso cambiamento nei criteri in base ai quali può essere dichiarata la legge marziale è una continuazione di un processo, iniziato dopo l’11-9, volto a smantellare le barriere legali a poteri esecutivi presidenziali senza limiti.

Nel 2002 il governo creò il nuovo Comando Settentrionale [Northern Command, o Northcom n.d.t.]. Questa è stata la prima volta dai tempi della Guerra Civile in cui è stato dato all’esercito Usa un comando operativo all’interno degli Stati Uniti continentali.

Nel 2005 lo Washington Post scrisse che il Northcom aveva sviluppato piani di battaglia per l’applicazione della legge marziale negli USA. Un documento segreto, il CONPLAN 2005, prevede 15 differenti scenari in cui questi piani potrebbero essere messi in pratica.

Gli Usa hanno anche sfruttato disastri naturali come l’uragano Katrina per spingere verso un aumentato ruolo dell’esercito. Secondo lo Washington Post il consigliere di Bush, Karl Rove disse al governatore della Louisiana che avrebbe dovuto esplorare le opzioni legali che le consentissero di imporre la legge marziale “ o quanto vi è di più prossimo”.

Lo spionaggio da parte dell’esercito contro cittadini in Usa, che dovrebbe anche essere proibito, si è grandemente espanso negli anni recenti. Nel 2002 è stato creato il Counterintelligence Field Activity (CIFA) presumibilmente per valutare minacce contro le installazioni del Dipartimento della Difesa. Però, un documento segreto di 400 pagine ottenuto dalla MSNBC ha rivelato che il CIFA aveva spiato su più di 1500 “ incidenti sospetti” durante un periodo di 10 mesi, compreso un incontro dei Quaccheri per pianificare una protesta contro i militari che andavano a reclutare nei licei locali, e una protesta contro la guerra a Los Angeles.

James Risen ha spiegato nel New York Times e nel suo libro “State of War: The Secret History of the CIA and the Bush Administration” [stato di guerra: la storia segreta della C.I.A. e dell’amministrazione Bush n.d.t.] che la National Security Agency, che è sotto la giurisdizione del Dipartimento della Difesa, è stata usata in una massiccia campagna di spionaggio illegale su cittadini Usa che comprendeva intercettazioni telefoniche e monitoraggio di dati bancari e finanziari e di Internet. (Vedete Revolution #35, “Spies, Lies, Thugs and Torture.”)

Nel 2006, è stato fatto passare il Military Commissions Act [atto sulle commissioni militari n.d.t.] che, oltre a legalizzare la tortura, permetteva al presidente e ai tribunali militari di dichiarare chiunque ‘ nemico combattente’ privo dei basilari diritti civili quali l’ habeas corpus [il diritto ad appellarsi presso un tribunale contro una detenzione ritenuta ingiustificata n.d.t.].

Piani per enormi centri di detenzione vengono già preparati. Il Pacific News Service ha riferito che all’inizio del 2006, la Kellogg Brown and Root (KBR) ha ricevuto un contratto di $ 385 milioni dal Dipartimento per la Sicurezza Nazionale per costruire stabilimenti di detenzione da usare “ in caso di un forte flusso di emergenza di immigrati negli Usa o per appoggiare il rapido sviluppo di nuovi programmi”.

[“11 Settembre 2001, attacco all’ WTC e al Pentagono. 27 Febbraio 1933, incendio al Reichstag di Berlino. La Storia Si Ripete”]

Arriverebbero Davvero a Tanto?

I preparativi del regime Bush e per la legge marziale sono parte di un’agenda estrema. Questo è un regime che è impegnato a creare un impero mondiale incontrastato e incontrastabile e si è imbarcato in una guerra senza fine per ottenere ciò. Insieme ad esso, essi mirano a ristrutturare le relazioni sociali negli Usa, sbarazzandosi di gran parte delle istituzioni economiche e sociali che hanno caratterizzato gli Usa sin dalla seconda guerra mondiale. A causa di questa agenda estrema, il regime Bush prende molto sul serio la possibilità di sommosse, secessioni e resistenze e sta preparando misure molto estreme per affrontarle.

Il 27 febbraio del 1933 un incendio scoppiò nell’edificio del Reichstag (governo) in Germania. Il giorno dopo Hitler e il suo ministro degli interni Hermann Goering scrissero il Decreto dell’Incendio del Reichstag, che sospendeva le libertà civili e dava poteri totali al governo centrale. Il decreto fu trasformato in legge entro pochi giorni. Dopo di ciò, l’opposizione a Hitler divenne molto più difficile.

Oggi negli Usa misure estreme molto simili al Decreto dell’Incendio del Reichstag vengono già messe in atto–rendendo persino più urgente che venga mossa una determinata lotta per cacciare il regime Bush e invertire questo pericoloso cammino.

Global Research
Fonte: http://www.globalresearch.ca
Link

21.03.2007

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da ALCENERO

VEDI ANCHE :

L’AMERICA SI STA PREPARANDO PER LA LEGGE MARZIALE ?

LA LEGGE MARZIALE DI BUSH PER IL 2007

PERCHÉ L’HALLIBURTON STA COSTRUENDO CAMPI DI INTERNAMENTO?

I 10 PRINCIPALI SEGNI DELL’IMMINENTE STATO DI POLIZIA

COME FAI A SAPERE SE VIVI IN UNO STATO DI POLIZIA ?

Pubblicato da Das schloss