AL GORE E IL “PIANO COLOMBIA”

DI ALLENDE LA PAZ
ANNCOL

La designazione di Al Gore al premio Nobel per la pace ha sollevato più dubbi che consensi.

Anche i più grandi mezzi di comunicazione nel mondo si domandano se è il riconoscimento al lavoro realizzato dall’ex vicepresidente di Bill Clinton, chiamando l’attenzione sul riscaldamento globale della terra e al tema dell’ecologia. Niente di più falso. Questa consegna del Nobel a Oslo lascia qualcosa in più di un sapore amaro in bocca ai veri ecologisti.

Il Piano Colombia è criminale e anti-ecologico

E’ sin troppo conosciuto — però velocemente dimenticato — che il piano Colombia fu elaborato durante l’amministrazione Clinton, della quale faceva parte Gore come vice-presidente.

Ugualmente il Piano Colombia fu messo in pratica nell’anno 2000, durante l’amministrazione di Andrés Pastrenga in Colombia e Bill Clinton negli USA.E’ anche noto –– però velocemente dimenticato- che questo piano militare ha una componente controinsorgente marcata, però anche una componente per la quale il governo Nordamericano lo chiama di “lotta contro le droghe”. Nella lotta contro le droghe illecite utilizzando anche l’irrigazione [di insetticidi N.d.r.] dei campi di coca, con un grandissimo impatto ambientale.

In tale Piano Colombia (posteriormente ribattezzato “Piano Patrioti” e “Piano Consolidamento”, che non sono altro che delle fasi del Piano Originale), il governo degli USA ha spesso 4.500 milioni di dollari, mentre il governo Colombiano ha speso 18.500 milioni di dollari.

23.000 milioni di dollari che non hanno posto fine al commercio criminale. Ci sono statistiche contraddittorie fra il ministero della difesa colombiano e la DEA e CIA statunitense. Nell’anno 2000 coincidono, poiché esistevano in Colombia 163 mila ettari di coca, ma da lì in avanti non concordano più. Guardiamo le seguenti tabelle:

ANNO

MIN DIFESA

CIA-DEA

IRRIGAZIONE

2000

163.000

163.000

2001

144.000

2002

102.000

144.000

130.000

2003

86.000

113.000

132.000

2004

80.000

114.000

136.000

2005

85.000

144.000

138.000

2006

77.000

157.000

172.000

Il Piano Colombia ha significato un enorme crimine ecologico, il quale ha scatenato le proteste dell’Equador. Durante l’amministrazione Clinton, pensavano di utilizzare un’arma biologica contro le piantagioni di coca, un fungo chiamato fusarium sp., il quale entrando nella radice delle piante poteva rimanerci per 40 anni. Gli studi hanno dimostrato che il fungo fusarium è stato presente per più di 10 anni nelle radici della coca irrigata e morta.

Hanno irrigato 1 milione di ettari di piante di coca, mediante l’irrigazione aerea, la quale produce una dispersione di più di 150 metri. Gli aerei utilizzati realizzano la fumigazione fino a 12 volte, e il glifosato (composto organofosfato) utilizzato e’ arricchito con sostanze che gli danno una maggiore penetrabilità nel terreno. Il danno alle piante di grano per il pane –– per il sostentamento- e al bestiame dei contadini e indigeni, sono cose senza “importanza” per gli ideologi, esecutori del Piano Criminale. Non dicono niente forse per non toccare la MONSANTO.

In questo senso sono chiare le denuncie dei contadini e degli indigeni, e l’aumento consistente di aborti nelle zone d’irrigazione aerea, riscontrato dai medici. E’ evidente il disprezzo per l’ambiente e l’ecologia da parte dei governanti colombiani e statunitensi, quando applicano le loro politiche letali come il Piano Colombia. Al Gore non ha niente di cui essere orgoglioso .

Aveva definitivamente ragione il nostro liberatore, Simon Bolivar, quando diceva: “Nella morale come in politica, ci sono regole che non si devono oltrepassare, perchè la loro violazione, di solito, costa cara” .

Titolo originale:”Al Gore y el Plan Colombia”

Fonte: http://www.anncol.org/
Link
19.10.2007

Traduzione di SORGO06 per www.comedonchisciotte.org

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
myone
myone
27 Ottobre 2007 8:23

Se la droga e’ illegale, per l’ effetto i danni e le cause varie psicologiche, sociali, personali, comportamentali, di disagio e frustrazione, non che’ di illusione di migliore attivita’ esistenziale, allora bisogna fermarla, e tassativamente fermarla, considerando pure, che il ricavato di tale attivita’, finalizza su altri fronti, come il commercio di armi, la prostituzione, e l’ investimento mafioso in ogni senso e in ogni lato, per occultare denari. E qui ancora si tocca il tasto inutilita’ e spreco edilizio, su inesistenti bisogni, ma solo per attivare e coprire attivita’ illecite, e poteri messi su conti, prestiti, e azioni, che favoreggiano capitale, che portano a questo, attraverso altre vie di speculazione e di potere a distruzione. Considerando pure, la corruzione istituzionale, per l’ attuarsi di tutto questo. Partiamo allora dalla cellula, per determinare un andamento di un organo e di un corpo. A me non nimporta, per il momento l’ andamento mondiale, importa, che nel mio paese, tale problema non diventi un problema, e non crei problemi. Il 90% delle banconote italiane, sono venute a contatto di cocaina, e la sua presenza, e’ adirittura presente in fiumi e scoli acquiferi e fognari. L’ uso di stupefacenti, viene oltremodo messa in… Leggi tutto »