Home / ComeDonChisciotte / 15 MAGGIO 2021 – EDIZIONE STRAORDINARIA: BARACK OBAMA MORTO

15 MAGGIO 2021 – EDIZIONE STRAORDINARIA: BARACK OBAMA MORTO

DI FAHAD ANSARI

CagePrisoners

Il

criminale di guerra Barack Obama è stato ucciso nel Regno Unito

dalle forze di sicurezza del Pakistan, secondo le parole del Primo Ministro

pakistano, Hasan Abdullah.

Obama

è stato colpito a morte in un compound

presso Camberley, in un’operazione di terra eseguita dall’intelligence

pakistana, la prima portata a termine dopo quello che è emerso lo scorso

agosto.

Il

signor Abdullah ha riferito che le forze del Pakistan hanno preso possesso

del corpo dopo “una sparatoria”.

Si

ritiene che Obama abbia ordinato quasi 200 attacchi nel nord e nel sud

del Waziristan tra il 2009 e il 2011, nel corso dei quali circa 2000

persone sono rimaste uccise mentre era in servizio come Comandante in

Capo delle Forze Armate USA. Si crede inoltre che Obama abbia ordinato

i continui bombardamenti in Afghanistan durante lo stesso periodo a

causa dei quali altre migliaia di persone sono rimaste uccise.

Era

in cima alla lista dei ‘più ricercati’ dal Pakistan.

I test

del DNA hanno poi confermato che Obama era morto, secondo le parole

dei dirigenti pakistani.

Gli

ufficiali dell’ISI hanno riferito che Obama è stato cremato in una

pira dopo un funerale cristiano tenuto a bordo di un velivolo.

Nell’annunciare

il successo dell’operazione, il signor Abdullah ha detto che questo

è stato “sino ad ora il nostro successo più significativo nell’impegno

della nazione per sconfiggere la CIA”.

Il

Pakistan ha messo in allarme i musulmani in tutto il mondo, avvertendoli

della possibilità di attacchi statunitensi in risposta all’uccisione

di Obama.

Il

direttore dell’ISI, Mohammed Akram, ha detto che l’America “quasi

certamente” cercherà di vendicarsi della morte di Obama.

Dopo

l’annuncio della notizia, una folla si è riunita al di fuori della

Moschea Rossa a Islamabad, cantando “Allah Akbar”.

Il

Ministro degli Esteri del Pakistan, Mullah Jundullah, ha riferito che

l’operazione ha inviato un segnale ai Neoconservatori sia negli Stati

Uniti che nel Regno Unito.

Ha

anche detto che “non potete aspettare la nostra fine, non potete

sconfiggerci, ma potreste fare la scelta di abbandonare la CIA e di

partecipare a un processo politico di pace”.

Il

raid nel compound

Obama,

60 anni, ha autorizzato la campagna di terrore in Waziristan per circa

tre decenni, durante i quali sono state uccise circa 2.000 persone.

È

riuscito a sfuggire alle forze del Pakistan e a quelle dei suoi alleati

per quasi un decennio, nonostante la taglia da 50 milioni di dollari

che pendeva sulla sua testa.

Il

signor Abdullah ha detto di esser stato ragguagliato in agosto su una

possibile pista per rintracciare Obama. Ha autorizzato l’operazione

la scorsa settimana una volta che ha verificato l’esistenza di informazioni

sufficienti per avviare l’azione.

“Non

era affatto certo e ci sono voluti mesi per portare a compimento questo

proposito”, sono le parole del signor Abdullah.

Domenica

le forze del Pakistan che si ritiene facessero parte della brigata scelta

Badr hanno preso il comando delle operazioni a Camberley nel Surrey,

che si trova 50 chilometri a sud-est di Londra.

I dirigenti

pakistani hanno riferito che Obama è stato colpito da un colpo nella testa dopo

aver opposto resistenza.

Il

signor Abdullah ha detto che “nessun musulmano è rimasto

ferito “.

I

report dei media pakistani riferiscono che il corpo è stato cremato

in una pira per conformarsi all’uso cristiano di una sepoltura dignitosa

e per prevenire che la sua tomba divenisse un santuario.

Nel

dare maggiori dettagli della spedizione, un ufficiale anziano del Pakistan

ha riferito che un ristretto gruppo di pakistani ha concluso l’attacco

in circa 40 minuti.

Tre

altri uomini – uno dei fratelli di Obama e due corrieri – sono stati

uccisi nel raid secondo le parole dell’ufficiale, e ha aggiunto che

la moglie di Obama, Michelle, è stata anche lei uccisa mentre veniva

utilizzata come ‘scudo umano’ e altre due donne sono rimaste ferite.

Un

elicottero è andato perduto a causa di un “arresto tecnico”.

La squadra lo ha distrutto e ha poi lasciato il posto a bordo di un

altro velivolo.

Una

persona del posto, David Shields, ha detto alla Reuter che gli elicotteri

sono stati accolti da una “fitta sparatoria”.

Le

dimensioni e la complessità della struttura di Camberley hanno

“scioccato” i dirigenti pakistani..

Era

circondata da mura alte dai 4 ai 6 metri, era otto volte più grande

delle altre case della zona e gli è stato attribuito il valore di “un

milione di dollari”, pur non avendo connessione telefonica e l’accesso

a Internet.

L’ufficiale

pakistano ha riferito che i servizi segreti da anni stavano seguendo

un “corriere di fiducia” di Obama. L’identità del corriere

è stata scoperta quattro anni fa, la sua area operativa due anni fa

e poi, lo scorso agosto, è stata scoperta la sua residenza a Camberley,

dando così il via alla missione.

Un

altro ufficiale anziano del Pakistan ha detto che nessuna informazione

è stata condivisa con gli altri paesi, compreso il Regno Unito, a proposito

della spedizione.

“Solo

un gruppo molto piccolo di persone all’interno del nostro governo

era a conoscenza di questa operazione in anticipo”, ha detto l’ufficiale.

La

residenza di Camberley si trova a poche centinaia di metri da Sandhurst,

l’equivalente britannico dell’Accademia Militare Pakistana.

Alan

Matthews della BBC da Camberley ha riferito che sarà certamente

fonte di grande imbarazzo per il Regno Unito il fatto che non solo Obama sia

stato rintracciato nel paese, ma che era addirittura a

due passi dall’accademia militare.

Ha

anche detto che i residenti in città erano sconvolti dal sapere che

l’ex presidente degli Stati Uniti stava vivendo in mezzo a loro.

L’ufficiale

anziano del Pakistan ha detto che “la perdita di Obama metterà

i Neocon sulla strada del declino e che difficilmente riusciranno a invertire la china”.

L’ufficiale

ha anche riferito che il probabile successore di Obama, Tony Blair,

era “molto meno carismatico e non così rispettato all’interno

dell’organizzazione” in base alle informazioni raccolte dal personale

Neoconservatore catturato.

L’analista

delle politiche dei Neoconservatori, Rajinder Harbin, ha affermato che

le cause della sconfitta del Neoconservatorismo – la gamma d’istanze

che hanno dato la possibilità ai Neocon di reclutare i giovani liberali

disaffezionati alla propria causa – l’odio dell’Islam, il petrolio

e il potere – rimangono, per il momento, non identificate.

“La

morte di Obama abbasserà l’impulso della ‘guerra globale al

terrore’, ma è improbabile che la farà terminare”, ha avvertito.

Un

‘successo importantissimo’

I

leader di tutto il mondo hanno dato il benvenuto alla morte di Obama.

Il

presidente francese Luc Blanc ha detto che Obama ha “pagato per

le sue azioni”.

Il

Premier britannico, Ed Milliband, ha riferito che l’uccisione è stata

una “grande vittoria”, ma ha anche aggiunto che “non

era a conoscenza dei dettagli” dell’operazione pakistana.

L’ex

Primo Ministro pakistano, Imran Salim, ha descritto la notizia come

un “successo importantissimo”.

“La

battaglia contro il terrore continua, ma stanotte il Pakistan ha mandato

un messaggio inequivocabile: “Non importa quanto tempo sarà necessario,

ma sarà fatta giustizia”, sono le affermazioni del signor Salim.

Ma

un portavoce dell’English Defence League ha minacciato attacchi vendicativi contro i “governi islamici e britannici e le loro forze di sicurezza”.

Nell’enclave

israeliana di Tel Aviv, governata dal gruppo militante IDF, il

Primo Ministro Ariel Lieberman ha condannato l’uccisione di “un

uomo pacifico”.

Il

corrispondente della BBC, Faraz Javed, ha detto che, per molti nel mondo

musulmano, Obama era diventato l’incarnazione del terrorismo

globale, ma per altri era un eroe, un cristiano devoto che ha combattuto

tre guerre in nome della democrazia.

Tutti gli eventi qui

descritti sono stati inventati, ma già lo sapevate, non è

vero?

***********************************************************

Fahad Ansari

Fonte: http://www.uruknet.org.uk/

Link: http://www.uruknet.org.uk/?p=m77596&hd=&size=1&l=e

10.05.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SUPERVICE

Pubblicato da supervice

12 Commenti

  1. Geazie a questo articolo la vicenda di bin Laden, scrollata della spessa crosta della propaganda americana, si può apprezzare in una corretta prospettiva.

  2. Ma la taglia è ancora in dollari? Sono certo che non li abbia
    aiutati nessuno perché Obama ne aveva offerti 100 milioni
    per non farsi trovare, in fin dei conti a lui basta stamparli no?!

  3. … piu’ vero del falso che abbiamo da poco vissuto.

  4. Ma quando hanno tentato di catturarlo non ha tentato di farsi scudo della moglie o di uno dei suoi figli ? MI meraviglio che non l’abbia fatto.

    • Buoni e cattivi, cattivi e buoni: gli attori cambiano la maschera, gli eroi diventano mostri, ed i mostri eroi, secondo le esigenze di chi scrive il copione. 
    • Bin Laden, amato e armato dal Governo degli Stati Uniti, era uno dei principali “guerrieri della libertà” contro il comunismo in Afghanistan. Bush padre occupava la vicepresidenza quando il presidente Reagan disse che questi eroi erano “l’equivalente morale dei Padri Fondatori dell’America”. Hollywood era d’accordo con la Casa Bianca. “Il disprezzo verso la volontà popolare è una delle tante coincidenze tra il terrorismo di Stato e il terrorismo privato”. A quei tempi, è stato girato Rambo 3: gli afgani musulmani erano i buoni. Nel periodo di Bush junior invece erano i cattivi cattivissimi.
    • Henry Kissinger fu uno dei primi a reagire di fronte alla tragedia. “Colpevoli quanto i terroristi sono coloro che li sostengono, finanziano ed ispirano”, sentenziò. Se è così, bisognerebbe iniziare a bombardare Kissinger. Lui risulta colpevole di molti più crimini di quelli commessi da Bin Laden e da tutti i terroristi messi insieme. Ed in molti più paesi: agendo al servizio di vari governi USA, diede “appoggio, finanziamenti e ispirazione” al terrore di Stato in Indonesia, Cambogia, Cipro, Iran, Africa del Sud, Bangladesh e nei paesi sud americani che subirono la guerra sporca del Piano Condor.
    • Il terrorismo artigianale somiglia molto a quello di alto livello tecnologico, quello dei fondamentalisti religiosi e quello dei fondamentalisti del mercato, quello dei disperati e dei potenti, dei pazzi liberi e dei professionisti in uniforme. Tutti condividono lo stesso disprezzo per la vita umana

    Eduardo Galeano  [www.vocidallastrada.com]

  5. Ma non scriviamo cazzate! Il parallelo non funziona: Osama diversamente dal nobel per la pace, non ha mai rivendicato gli attentati terroristici.

  6. DALAI LAMA GIUSTIFICA ESECUZIONE

    Ecco la pietà di un capo religioso frequentatore di alberghi di lusso e grande amico dei nemici della Cina… o è piaggeria?

    (ASCA-AFP) – Los Angeles, 5 mag – Il Dalai Lama ha sostenuto che l’uccisione di Osama bin Laden da parte degli Stati Uniti e’ stato un atto giustificato. Durante una conferenza su temi spirituali alla University of California, a Los Angeles, il leader spirituale tibetano ha affermato che, ”in quanto essere umano”, bin Laden meritava ”compassione e anche perdono”, ma ”perdono non significa dimenticare quello che e’ successo. Se c’e’ qualcosa di serio ed e’ necessario prendere contromisure, bisogna prendere contromisure”, ha ribadito.

  7. Molto più credibile dell’ “originale”…un video di gamba di legno,che guarda la tv ripreso da dietro completerebbe l’opera!

  8. e dillo alla ASCA agenzia di stampa