Una horror story australiana

Jeremy Salt
informationclearinghouse.info

Il premier dello stato australiano di Victoria, Daniel Andrews, ha appena presentato in parlamento una nuova proposta di legge, probabilmente la più mostruosa mai introdotta in un Paese che si definisce democratico. Fondamentalmente, darà ad Andrews il potere di fare quello che vuole, quando vuole. Nell’ultimo anno e mezzo, [Andrews] ha trasformato il Victoria in uno stato di polizia, ma, nonostante la faccia sciaba e i modi seri, questa proposta di legge lo marchia apertamente come uno psicopatico totalitario.

Ecco alcuni dei punti salienti del Public Health and Wellbeing Amendment (Pandemic Management) Bill 2021. Continuate a leggere e stupitevi che questo possa effettivamente accadere in Australia, il paese felice e tranquillo delle spiagge, del sole, della birra e dei gamberi alla brace.

La proposta di legge consentirà ad Andrews di dichiarare una pandemia anche quando non c’è. Dovrà solo pensare che potrebbe essercene una. Questa versione antipodica di commissario e gauleiter sta assumendo il controllo completo e personale dello stato e della sua popolazione. Potrà mettere in lockdown tutto lo stato o parti di esso e impedire alla gente di entrare o uscire, in tutto o in parte. Potrà estendere i lockdown senza limitazioni.

L’applicazione della normativa sarà affidata alla polizia e a “funzionari autorizzati.” Per coloro che non rispetteranno la normativa ci saranno pesanti multe, fino a 90.000 dollari a livello individuale e a 450.000 dollari per le imprese. Le persone potranno essere detenute per due anni e dovranno pagare il costo del proprio mantenimento nell’enorme campo di concentramento costruito a Mickleham, alla periferia di Melbourne. La legislazione autorizza la polizia ad usare una “forza ragionevole” per aiutare gli “ufficiali autorizzati” durante gli arresti.

Il campo di Mickleham è in grado di accogliere migliaia di persone. I probabili internati in questo gulag australiano saranno gli esponenti della minoranza che non si è piegata alla vaccinazione, sulla base del diritto personale a rifiutare un intervento medico non voluto o a causa dei noti pericoli per la salute di questi vaccini, pericoli ben conosciuti ma accuratamente censurati dai media. Abusati dai politici e dai commentatori, esclusi da molte attività normali della vita quotidiana, [questi dissidenti] sono già stati trasformati in paria sociali, e tutti i volonterosi esecutori di ordini senza dubbio penseranno che meritano di essere rinchiusi in questo gulag australiano.

La legislazione include un sistema a punti collegato alle sanzioni per cattivo comportamento. Gli individui e gli imprenditori che non obbediranno ad un ufficiale autorizzato perderanno punti e molti più punti se l’infrazione sarà considerata grave. In pratica, Andrews ha inserito nella proposta di legge l’embrione di un sistema di credito sociale che porterà al completo controllo da parte dello stato della vita di ogni singolo individuo.

Le persone potranno essere detenute sulla base delle loro “caratteristiche, attributi e circostanze” valutate da un ufficiale autorizzato. Questa clausola straordinaria di certo non ha nessuna analogia nelle leggi approvate nei Paesi che si definiscono democratici. In pratica permettere la detenzione di chiunque per qualsiasi motivo.

Agli individui detenuti potrà essere richiesto di sottoporsi a test medici e la loro detenzione potrà essere prolungata in caso di rifiuto. Se non saranno in grado di pagare il costo della loro detenzione, per quanto lunga possa essere, saranno multati. Tutti gli ordini potranno essere estesi o modificati senza limiti da Andrews o dal suo ministro della salute. La polizia potrà entrare negli spazi privati senza un mandato. Le persone detenute potranno essere costrette a rivelare informazioni, non solo nomi e indirizzi, ma “qualsiasi altra informazione” che un ufficiale autorizzato potrebbe voler conoscere. Come questo possa essere fatto se la persona detenuta non volesse collaborare non è spiegato. Gli incontri pubblici e privati potranno essere vietati e le imprese chiuse.

Daniel Andrews ha passato gli ultimi due anni a trasformare il Victoria in uno stato di polizia. Il danno arrecato è stato colossale a livello economico, sociale e anche sanitario. Migliaia di imprese sono state rovinate e lo stato è sprofondato nei debiti (da 29 miliardi di dollari nel 2019 a 155 miliardi di dollari stimati nel 2023/24). I problemi di salute mentale sono aumentati a causa di quasi due anni di lockdown e molte persone non hanno potuto ricevere le cure mediche di cui avevano bisogno perchè tutto era concentrato sul virus. Nel 2020 più di 650 persone sono morte nelle case di riposo. Le inchieste ufficiali hanno puntato il dito contro i governi federali e statali e sulla negligenza e/o cattiva amministrazione delle case di riposo. Delle 915 persone morte a causa del virus da gennaio 2020 a luglio 2021, 820 erano nel Victoria.

Questo record è scioccante, ma, grazie soprattutto alla complicità dei media e all’ignoranza o all’indifferenza di una popolazione terrorizzata e in preda al panico, Andrews non è mai stato chiamato a risponderne. L’emittente nazionale ABC (Australian Broadcasting Commission) e il giornale di Melhourne “Age” sono particolarmente colpevoli. Hanno condotto una vera e propria campagna di propaganda a favore di Andrews, sopprimendo tutte le informazioni che ostacolavano l'”esitazione vaccinale,” dalle carenze del test PCR alle decine di migliaia di morti post-vaccinazione in Europa, nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Centinaia di persone sono già morte in Australia [dopo essere state vaccinate], ma di questo è proibito discutere. Come non si può parlare dell’efficacia limitata dei vaccini.

L’anno scorso, l’editrice di “Age,” Gay Alcorn, era arrivata al punto di sopprimere 12 vignette disegnate da Michael Leunig, ufficialmente definito un “tesoro nazionale vivente” per i suoi meriti artistici, [un disegnatore] che aveva avuto i suoi lavori pubblicati su “Age” per mezzo secolo. Dopo aver eliminato le sue vignette [la Alcorn] lo aveva anche completamente rimosso dalla sezione notizie. Leunig era una voce solitaria di dissenso in mezzo ad un torrente di propaganda governativa, eppure, anche lui ha dovuto essere messo a tacere. Una delle sue vignette soppresse, forse la più impressionante, è ispirata al manifestante solitario che aveva affrontato il carro armato in piazza Tienanmen, con il cannone del blindato che diventa una siringa puntata contro uno dei suoi personaggi tipicamente disorientati. I lettori di “Age” si erano infuriati e avevano appoggiato la censura nei suoi confronti, ma questa proposta di legge dimostra che l’istinto di Leunig era giusto al 100%.

Questa normativa pandemica permanente ora distruggerà quel che era rimasto dei diritti umani nel Victoria. Il capo del Victorian Bar Council l’ha paragonata alle leggi fatte rispettare dal servizio di sicurezza statale (STASI) nell’ex Germania Orientale. Ha detto che permetterà di interferire in modo praticamente illimitato nelle libertà civili del popolo del Victoria, riducendo al minimo anche la possibilità di una consultazione popolare. Verrà istituito un consiglio per i diritti umani, ma chiaramente, a solo scopo cosmetico, in quanto non avrà alcun potere di limitare Andrews. Non c’è stato alcun dibattito pubblico, perché nessuno, al di fuori del governo e fino al giorno prima che questo documento di 121 pagine fosse introdotto in parlamento era al corrente di questa proposta di legge.

Ora, la legge è ora effettivamente la parola di Andrews. Le barriere per fermarlo sono molto sottili. Ha la maggioranza in parlamento e un’opposizione debole. Persino i Verdi e il Partito per la Protezione degli Animali hanno appoggiato questa legislazione, senza dubbio avendo stretto qualche tipo di accordo con Andrews.

Il governo federale eventualmente potrebbe, per tutta una serie di motivi, annullare la legislazione, ma il suo silenzio fa capire che, non solo non interverrà, ma che il Victoria è forse considerato un modello per quello che avverrà in tutto il Paese e altrove per la realizzazione del distopico “Grande Reset.”

Grazie a Scott Morrison, il primo ministro, l’Australia è isolata dal mondo da quasi due anni. I suoi cittadini non possono tornare e devono chiedere un’esenzione per andarsene. Ne sono state concesse poche. I diritti dei cittadini, quelli garantiti dalle leggi internazionali, sono stati completamente violati. Le decine di migliaia di cittadini australiani bloccati in altri Paesi non hanno accesso ai servizi governativi e i governi statali e federali e i media sono indifferenti alla loro situazione.

I confini interni dei vari stati rimangono chiusi, con migliaia di anziani del Vittoria che si erano recati a nord per sfuggire all’inverno bloccati da tre mesi nel Nuovo Galles del Sud, perché Andrews aveva chiuso il confine a luglio, prima che potessero ritornare. Come sopravvivere nelle roulotte o negli alberghi sarebbe stato un loro problema. Andrews non si era preoccupato e nemmeno i media.

I parlamentari che hanno rifiutato la vaccinazione non possono entrare nell’edificio del parlamento del Vittoria, cosa che ha permesso ad Andrews di evitare per il rotto della cuffia un tentativo di inchiesta sulla sua cattiva gestione della pandemia. Sul fronte nazionale, la vice presidente della Fair Work Comnmission è stata sospesa dalla carica per aver espresso un parere dissenziente, in cui descriveva la vaccinazione obbligatoria come una violazione dell’etica medica e del diritto internazionale. Le è stato ordinato di sottoporsi ad un corso di “formazione professionale,” di rieducazione in altre parole, in modo da non ripetere il suo errore. Era stata assolutamente corretta nella sua interpretazione della legge. La vaccinazione obbligatoria/coercitiva viola anche l’etica dell’AMA (Associazione Medica Australiana), ma [l’ente] si è rifiutato di prendere una posizione pubblica.

Questa è l’Australia del 2021, non la Germania del 1935/36. Quelli che sogghignano al paragone si ingannano, perché il nocciolo della questione è lo stesso. Proprio come i Tedeschi della classe media, la maggioranza dei Vittoriani potrà godersi la stessa, confortevole vita di prima finché farà ciò che gli viene detto di fare, crederà a ciò che gli viene detto di credere e guarderà dall’altra parte mentre la polizia irrompe nelle case e il campo di concentramento si riempie. Dobbiamo sperare che arrivi il giorno in cui Andrews, la cricca che lo circonda e tutti quelli che nella vita pubblica hanno ingannato e tradito il popolo vittoriano, a cominciare dallo stesso Andrews, saranno chiamati a rispondere, preferibilmente in un tribunale penale.

Jeremy Salt

Fonte: informationclearinghouse.info
Link: http://www.informationclearinghouse.info/56841.htm
01.11.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Notifica di
52 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
nicolass
nicolass (@nicolass)
Utente CDC
6 Novembre 2021 8:52

sembra tutto così surreale… i politici camerieri delle élite dominanti fanno a gara per ingraziarsi la loro benevolenza stringendo sempre di più le maglie di un’oppressione tirannica sempre più insensata… la regia è la stessa in tutti i paesi occidentali perché l’agenda che viene portata avanti è la medesima. Purtroppo bisogna prepararsi al peggio sperando che in qualche modo prima o poi questa follia collettiva finirà.

oriundo2006
oriundo2006 (@oriundo2006)
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
6 Novembre 2021 10:50

Finira’ con la guerra prossima ventura. Dopo potremo forse rialzarci, se saremo ancora in vita. Ma che non si parli di tribunali, di giudizi, di ridicole persone con parrucche di ermellino, di altrettanto ridicoli avvocati paludati in toghe svolazzanti che ci debbano rendere il senso della Giustizia applicando regole scritte per altre evenienze o precedenti storici ampiamente deformati. Il giudizio lo facciamo noi perche’ il senso della Giustizia lo portiamo dentro di noi da tempi immemorabili. Ed e’ molto ma molto spiccio nell’ applicazione. Dopo si volta davvero pagina.

Tipheus
Tipheus (@tipheus)
Utente CDC
Risposta al commento di  oriundo2006
6 Novembre 2021 11:46

Ma quale sarebbe questa guerra? Chi la combatte? Con quali armi? Con le manifestazioni del sabato? Non è per scoraggiare, ma vedo possibilità solo in una improbabile guerra esterna d’invasione, che faccia crollare tutto.
Per il resto il Victoria è solo l’avanguardia. Tra poco tutte queste cose arriveranno anche qua. A forza di fare un provvedimento mediamente ogni 15 giorni.
A questo punto ci sono solo due alternative: subire o fuggire. Non vedo alternative di lotta o resistenza. Se ci sono, vi prego di convincermi e di spiegarmele. Ma che non siano utili idiozie tipo “riuniamoci tra noi e facciamo una società parallela”. Non ho bisogno di utopie ma di pallottole.

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  Tipheus
6 Novembre 2021 11:54

Secondo me fuggire non è un’opzione, dove vai che il loop è mondiale?
A subire nella vita ci ho provato, anche con un discreto impegno, ma non mi riesce più di tanto, quindi non è un’opzione neanche quella.
Se la trovi una spiegazione valida per valutare altre alternative son contento :-))

Giovanni01
Giovanni01 (@giovanni01)
Utente CDC
Risposta al commento di  Tipheus
6 Novembre 2021 12:39

…. o forse bisogno di bersagli?

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce (@fedeledellacroce)
Utente CDC
Risposta al commento di  Tipheus
6 Novembre 2021 13:52

Sono d’accordo che sia inutile lottare.
Fuggire, sí. Ma non in un luogo, o da un luogo in particolare, ma dalla societá. E chi fugge dalla societá, senza rendersene conto, stará di fatto creando una societá parallela, quella appunto dei fuggiaschi……
Anche se al momento non se ne rende conto.
Le pallottole, speriamo non siano necessarie.
Peró é sempre meglio averle a disposizione.

Ultimo aggiornamento 20 giorni fa effettuato da Fedeledellacroce
CptHook
CptHook (@cpthook)
Staff CDC
Risposta al commento di  Tipheus
6 Novembre 2021 19:44

Non ho bisogno di utopie ma di pallottole.

Stanno cominciando a scarseggiare anche quelle…

Armin
Armin (@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
6 Novembre 2021 12:15

La loro agenda originale è fuori tempo, non è stata realizzata. Già negli anni 50 era andato tutto a carte all’aria. Da molto che pensavano di conquistare il Pianeta (mi viene da ridere), ed è andato tutto in malora!!!!!!!!!!!!!
Sperano in un revival, in una agenda più modesta, attaccando ciò che resta dell’occidente, una ridotta area sempre più piccola e povera ………….prendendosela con i propri Popoli!!!!!!!!!!!!!!!
Sono proprio idiote, le “élite” occidentali. Il loro QI è mediocre.

AmonAmarth
AmonAmarth (@amonamarth)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
7 Novembre 2021 2:02

Penso anche io che non siano poi così intelligienti per farci incappare esattamente nelle stesse ed imbarazzanti situazioni create dai totalitarismi passati… Voglio dire, sta diventando così palese a tutti l’analogia che ormai si sono già autodistrutti: più la situazione Australiana sarà veramente presa in considerazione dal resto del mondo occidentale, più nessuno accetterà più questo programma suicida. Troppo ottimista? Non saprei, cominciate a dare un’occhiata al loro SOS: https://www.reignitedemocracyaustralia.com.au/sos

Armin
Armin (@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  AmonAmarth
7 Novembre 2021 20:47

Ho visto il sito. Documenta ben. Ma, appunto, il rapporto numerico Popolo/blasfemi è a nostro favore, poi appunto, nel Popolo ci sono intelligenze ben superiori ai blasfemi e terzo, non credo che le forze di polizia siano onnipotenti, si possono sfaldare e comunque sono sterminabili.

LuxIgnis
LuxIgnis (@luxignis)
Utente CDC
6 Novembre 2021 10:18

Queste cose succederanno anche qui, non ci facciamo illusioni. E’ notizia di oggi che l’Austria (non la Cina…) ha appena emanato una legge che impone una sorta di lockdown ai non vaccinati. Non è valido nemmeno il tampone o il fatto che uno sia guarito dal Covid. Senza vaccino non puoi fare praticamente nulla, a parte morire di fame. Siamo entrati nel regno della follia pura. Ma è colpa di tutti, anche di noi. Nell’arco del tempo sono stati mandati nelle istituzioni persone mediocri ed arriviste, facili da comprare e con un delirio di onnipotenza che covava in corpo. Ora hanno la possibilità di tirare fuori il peggio di loro. E lo faranno, anche perché non possono fare altrimenti. Per loro tirarsi indietro è una sconfitta, è il dimostrare di essersi sbagliati. Meglio andare avanti, anche se questo costerà la morte innumerevoli persone, e la fine della civiltà occidentale (che per me è anche un bene, in un certo senso. Una mediocrità così vasta non ha diritto di vita). Pagheranno per questo ed anche molto caro, ma avranno devastato la vita. E’ colpa anche nostra perché per mesi, sin dall’inizio, vi sono state persone che hanno invocato l’urgente necessità di… Leggi tutto »

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce (@fedeledellacroce)
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
6 Novembre 2021 13:59

Sí!!
La voglio veramente cambiare.

R66
R66 (@r66)
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
6 Novembre 2021 15:18

Dietro a certi atteggiamenti c’è del metodo, mica penserai che tutto sia votato al caso? 😉
Fondamentalmente sono pigro, molto, quindi quando posso avvalermi di una ricerca ben fatta da terzi, ovviamente senza effettuare raggiri da approfittatore, lo faccio.

Dal mio punto di vista siamo ancora nel pieno della fase selezionatrice.
Potrei camminare in strada per giorni e parlare con la gente, ma già so che troverei una carovana di verbi al futuro: “io farò vs. io non farò”.
Così aspetto e mi affido al lavorio della parte ufficiale.
Quando avranno finito, senza grosse fatiche, troverò i verbi al passato, gli unici che davvero contano, almeno per me: “io ho fatto vs. io non ho fatto”.
Semplice. 🙂

Comunque, no, io non la voglio fermare questa giostra, che giri e giri ancora, è necessaria.

Ultimo aggiornamento 21 giorni fa effettuato da R66
LuxIgnis
LuxIgnis (@luxignis)
Utente CDC
Risposta al commento di  R66
6 Novembre 2021 16:02

Molte cose, più di quello che comunemente si pensi, è frutto del caso. Il pensare che si possano programmare o prevedere gli eventi o avene il controllo è frutto solo di un ego smisurato che non porta a nulla di solito. La differenza c’è in chi è preparato e sa sfruttare, nel bene o nel male, gli eventi del caso, ed in chi non li riesce nemmeno a vedere. I potenti molte cose le sanno, se non proprio loro chi gli sta dietro e li aiuta, e quindi sfruttano ogni occasione per proseguire i loro scopi, approfittando della gente che non sa e non vuol sapere e che pensa che tutto sia organizzato. Questa è la giostra, che in sé non è un male a patto che sia libera e che sia la giostra che ognuno desidera. Ed è casuale, non preordinata, non la decide nessuno a patto forse Dio. Ma all’uomo non piace l’incertezza, la casualità, il vuoto e quindi la libertà di cui ho già parlato, e qui si inseriscono i “maligni” producendo regole che portano l’illusione della certezza, della causalità, del pieno. Ed introducendo la schiavitù in tutte le sue forme. Ma è un illusione e quello… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 21 giorni fa effettuato da LuxIgnis
R66
R66 (@r66)
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
6 Novembre 2021 16:14

🤔
Non ho scritto che il mio fine è la distruzione…
Intendevo dire che è bene che i nodi arrivino al pettine. 🙂

Ultimo aggiornamento 21 giorni fa effettuato da R66
LuxIgnis
LuxIgnis (@luxignis)
Utente CDC
Risposta al commento di  R66
6 Novembre 2021 16:53

Si avevo capito. Ma penso che i nodi siano già venuti al pettine. Lasciare andare le cose così come stanno, a meno con quello che si può vedere ora, il fine potrebbe essere quello.

Anche prima dell’avvento del nazismo e del fascismo potevano essere fatte delle cose che potevano fermarli o ridimensionarli, ma non fu fatto e la conseguenza fu quello che conosciamo tutti.
Stavolta potrebbe essere molto peggio.

R66
R66 (@r66)
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
6 Novembre 2021 18:02

Sarà sicuramente peggio.
Questa tipologia di vita strutturata su una visione globale è pessima, ma dato che ci sono ancora “dubbi”: nodi non arrivati.

Quando arriveranno ce ne accorgeremo tutti, almeno di questo non dobbiamo preoccuparcene. 😉
Servono per capire, non per essere evitati.

Ultimo aggiornamento 21 giorni fa effettuato da R66
Paul Mayer
Paul Mayer (@paul-mayer)
Utente CDC
6 Novembre 2021 10:49

Se amate il vostro Paese ammazzatelo subito, i ducetti vanno fermati quando sono ancora piccoli, dopo è troppo tardi. Le storie di Hitler, Stalin e Mussolini insegnano tanto!

Ultimo aggiornamento 21 giorni fa effettuato da Paul Mayer
danone
danone (@danone)
Utente CDC
6 Novembre 2021 11:12

Perchè faticare tanto per riuscire ad imbastire singoli processi costosissimi (molto più efficaci i processi sommari), ammesso poi di riuscire mai a farli partire, e che oltretutto, molto difficilmente porteranno alle doverose severissime condanne, che si meritano questi esaltati malati servi del potere, autoproclamatisi faraoni di tutti gli Egitti.
Per risolvere facilmente certi casi incancrenitisi nel tempo, di cancerogena gravità, basta applicare il rimedio “Pick indolor, già fatto?”, metodo riconosciuto a livello internazionale come il rimedio naturale più efficace e risolutivo per rimuovere singole metastasi, scoperto e brevettato dal noto dottor-naturopata Bob Lee Swagger, massimo esperto mondiale in canne rigate fumarie disintossicanti.
Qui da noi i vari giornalai da carta da culo mainstream che ci ritroviamo, scriveranno sui loro bollettini ufficiali di regime, tipo il Manifesto, che esiste un modello Australia vincente, assolutamente da imitare per uscire più in fretta e meglio dall’emergenza sanitaria.
(povere stupide capre), continuate a brucare buone, che l’erba non mancherà mai per voi, promesso.
Parola del vostro governatore-macellaio di fiducia.
Re-scorpione per gli amici.

Armin
Armin (@armin)
Utente CDC
6 Novembre 2021 11:35

Come volevasi dimostrare.
Le “élite” perdenti hanno perso il lume della ragione!
Sragionano, sono sceme e più sceme. Ma che cosa credono di fare? Sono alla fine dei loro tristi e infelici giorni carichi di amarezza per la mancata conquista del Mondo! (mi viene da ridere). Auguri, “élite” du merde!

Bertozzi
Bertozzi (@bertozzi)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
6 Novembre 2021 14:18

A me pare che siano all’inizio. Il tuo ostentato ottimismo rivela una paura repressa, in ogni post denunci quanto stiano perdendo – senza ahimè altri dati che le tue impressioni e opinioni – e ogni articolo ti smentisce clamorosamente; un po’ come chi tempo fa diceva che non sarebbe stato possibile l’istituzione di un pass per spostarsi e viaggiare, o chi settimane fa era bello tranquillo che sarebbe tutto finito a dicembre, con la fine dello stato di emergenza… Tranne per il fatto che oggi serve il pass per qualsiasi cosa e basta un discorsetto di un qualsiasi politicastro per prolungare lo stato di emergenza a suo piacimento, col beneplacito dei servi italici, speranza l’ha già detto, due mesi prima, ‘non avremo timore a prolungare’ e così sarà. Abbi pazienza, sarei felicissimo di darti ragione ma, a parte le buone intenzioni, nei tuoi proclami di sconfitta delle élite io non ravvedo niente di concreto o reale – se non la prima fase dell’elaborazione di un lutto, cioè ‘la negazione’ – nessun dato e solo delle idee o desideri per altro rispettabilissimi ma, e alla lunga la trovo un po’ controproducente, come strategia, perché induce chi legge a non vedere la… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 21 giorni fa effettuato da Bertozzi
lilithdea
lilithdea (@lilithdea)
Utente CDC
Risposta al commento di  Bertozzi
6 Novembre 2021 19:03

Concordo con il tuo commento: spesso questo ostentato “ottimismo” o fiducia ricorda il mantra di molti che sostenevano “le cose si aggiusteranno alla fine, perché vedrete, qualcuno/a sosteneva non prorogheranno lo stato di emergenza perché scade a dicembre”. Le ultime parole “famose” (figuriamoci..lo prorogheranno nei modi più subdoli, gli zerbini del Re degli stolti stanno lì per questo ) e l’élite si auto- sconfiggerà da sola a causa delle sue misure repressive, e quindi il karma le punirà nasconde una rassegnazione di fondo, un po’ come quelle ideologie pre- e durante il ’68 che “credevano avremmo cambiato il mondo, ma alla fine il mondo ha cambiato noi “(cit. Gassman nel capolavoro C’eravamo tanto amati). Ammettendo che molte conquiste sociali sono state fatte, ma sempre con il placet de potere, perché anche il PCI faceva parte organicamente del sistema. Molti “compagni” o simpatizzanti di quel movimento, ovviamente non ci stanno ad accettare anche loro questo Reset Criminale: ma viene a galla la paura repressa, anche la rassegnazione alla “fuga” mentale e poi fisica da questo paese alla deriva, e non mi riferisco ad Armin, che sostiene una sua tesi appunto “consolatoria” dalla nostra ottica.

Ultimo aggiornamento 20 giorni fa effettuato da lilithdea
Armin
Armin (@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  lilithdea
6 Novembre 2021 19:48

Ma non ti accorgi, che il Tempo dei blasfemi è finito? Forza!

lilithdea
lilithdea (@lilithdea)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
6 Novembre 2021 20:00

Piuttosto è finito il tempo di aspettare il “cadavere del nemico” sulla riva del fiume…il nostro 14 luglio non accadrà solo per il loro logoramento, capisci? La “Bastiglia” va presa non solo rifiutando di obbedire ai loro diktat, credimi!

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  lilithdea
8 Novembre 2021 6:51

La Fantasia li distruggerà.
Rimmel,De Gregori 1975.

Ultimo aggiornamento 19 giorni fa effettuato da sbregaverse
Armin
Armin (@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  Bertozzi
6 Novembre 2021 19:47

In questo momento, ore 19.45, a Milano una folla oceanica avanza ovunque!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Nessuno fermerà la Rivolta. Abbi fede! Le “élite” verranno sterminate. Ciao.

Bertozzi
Bertozzi (@bertozzi)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
6 Novembre 2021 21:10

Ma ne sarei solo felice guarda.

lilithdea
lilithdea (@lilithdea)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
7 Novembre 2021 3:02

Armin,sei molto ottimista sulle probabili (e possibili non ne dubito) sconfitte che subirà “élite” fillo-draghiana, il mio epitaffio l’ho già scritto altrove se vai a cercarlo, arriverà la loro fine, anche le dittature naziste e comuniste finirono per decomposizione. Ma sai qual è il problema? Che sono come il virus ovvero si rigenerano: morto(si spera il più velocemente possibile, prima che faccia altri danni) il Leviatano verde, purtroppo avremo altre varianti del “virus” originale. Non solo in Italia o nel mondo occidentale, temo. E non serve, parere personale, prendere un camper come la protagonista di Nomadland, e sperare di trovare un piccolo rifugio da queste Barbarie : è una soluzione molto “romantica” e libertaria individualmente parlando, ma altrettanto velleitaria se parliamo di collettività. Serve altro che sia più generoso nell’ ottica di salvaguardare le future generazioni anche azioni estreme, seppur è una visione impopolare per alcune menti.

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Bertozzi
8 Novembre 2021 6:48

Serve il pass per qualsiasi cosa:qui si esagera.Per scopare mia moglie ,per esempio,non mi serve il green.
Accidenti hai ragione serve il pass che lei mi concede!

Cadx
Cadx (@cadx)
Utente CDC
6 Novembre 2021 11:40

quando diranno agli australiani che devono imbracciare un fucile per andare in guerra contro la Cina, lo faranno volentieri. come hanno fatto i tedeschi. prima di iniziare una guerra devi mettere la gente in un inferno (vedi anni 30) perchè è più facile venderla a gente super incazzata.

Armin
Armin (@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  Cadx
6 Novembre 2021 12:06

Ti posso solo dire che gli anglosassoni si credono super, ma non sono i più intelligenti. Guarda come si sono ridotte le loro nazioni! L’Australia dipendeva
dalla Cina per merci ed economia, e cosa fanno i super? Si suicidano!

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Cadx
7 Novembre 2021 6:53

25 milioni di CANGURI CONTRO un miliardo più mezzo.Ne hanno da saltare!

Armin
Armin (@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
7 Novembre 2021 20:50

Sei forte!

Spartan
Spartan (@spartan)
Utente CDC
6 Novembre 2021 11:48

Chi di Noi, è disposto a morire per la causa ? Penso nessuno. Quindi siamo anche masochisti perchè stiamo osservando le tarme che mangiano lentamente la nostra carne. Ma, però siamo informatissimi ! Ridatemi la pillola Blu che voglio ritornare in Matrix

Armin
Armin (@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  Spartan
6 Novembre 2021 12:03

Devi essere più ottimista. Ricordati, quando il Sistema è al massimo, inizia il crollo! Tutto ciò che deve andare male, andrà male (per i genioni)!!!!!!!!!!!!!!!!!

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce (@fedeledellacroce)
Utente CDC
Risposta al commento di  Spartan
6 Novembre 2021 14:03

Non sono pronto a morire per la causa, é vero.
Per questo non protesto.
Peró sono pronto a uccidere per preservare l’inviolabilitá del mio corpo.
E só di non essere il solo.

Ultimo aggiornamento 21 giorni fa effettuato da Fedeledellacroce
Armin
Armin (@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  Fedeledellacroce
6 Novembre 2021 19:49

Molto bene. Il Popolo messo con le spalle al muro, spacca tutto!!!!!!!!!!!!

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
7 Novembre 2021 7:04

Ma se PRIMA delle spalle al muro,al popolo,a quel muro,inchiodassero le palle?!

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Fedeledellacroce
7 Novembre 2021 6:59

Preghiera alle signore,non al Signore:
qui c’è un corpo da violare ,usare ed abusare!

emilyever
emilyever (@emilyever)
Utente CDC
6 Novembre 2021 16:49

Non capisco perchè l’autore si stupisca che i verdi siano d’accordo con queste misure repressive: lo sono stati in Francia, in Germania, da noi, ovvio che lo siano anche in Australia, e immagino vogliano prendere al più presto il potere per gestire al meglio “la finanza verde” per la transizione ecologica…che poi ecologica è un eufemismo, io la chiamerei transumana. In questi mesi ho cercato invano luoghi in cui rifugiarmi e in cui avessi degli appoggi: dapprima confidavo nel costarica, ma ora hanno il green pass anche lì, e dire che nella prima fase della pandemia avevano gestito benissimo con le cure precoci. Poi ho puntato sul Marocco, ma sono impazziti con il vaccino obbligatorio… Ritorno allora alla primitiva idea del camper, tipo Nomadland, e se ci state, alla formazione di comunità alternative

R66
R66 (@r66)
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
6 Novembre 2021 16:51

Carica quelli in autostop, mi raccomando! 🙂

Spartan
Spartan (@spartan)
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
6 Novembre 2021 18:06

idea buona, quella del camper. Ma fuori tempo massimo . Tra poco, e parlo di settimane se non giorni, senza la carta igienica verde non potrai nemmeno uscire dalla porta di casa. L’unica è trovare zone in montagna , poco abitate dove nascondersi e provare ad organizzare una vita alternativa. Ma se vogliono ti vengono a prendere in ogni momento

emilyever
emilyever (@emilyever)
Utente CDC
Risposta al commento di  Spartan
6 Novembre 2021 22:23

mi chiedo come controlleranno che non esca di casa, piombano la porta come in Cina o mi mettono il braccialetto elettronico? attraverso il cellulare mi rintracciano? ho un nokia 3310:)

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
7 Novembre 2021 7:20

Anch’io potrei diventare geloso fino a tal punto!

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Spartan
7 Novembre 2021 7:17

SE mi dai campo ed ELLA vuole,LA vado a prendere in ogni momento!

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
7 Novembre 2021 7:12

Sì ho moglie,ma con te pronto a comunità alternativa e/o alternanza alterativa.

BrunoWald
BrunoWald (@brunowald)
Utente CDC
7 Novembre 2021 6:48

Ma questo Daniel Andrews come ci è arrivato, nelle condizioni di fare tutti ‘sti disastri? Mica ha preso il potere con le armi: l’hanno votato gli stessi ignavi coglioni che ora stanno chiusi a casetta, mentre i loro compatrioti si beccano manganellate e gas urticante per difendere anche la loro libertà. Gli stessi deficienti che si erano indignati per la vignetta di Leunig, approvandone la censura. Andrews dunque è a tutti gli effetti il “rappresentante del popolo”.
Avete visto il video dell’ex-poliziotto che a Melbourne si rivolge ai suoi colleghi dicendo: “sapete benissimo di obbedire ad ordini ingiusti ed assurdi, è ovvio che si sta instaurando una dittatura, e dalla vostra scelta di campo dipenderà il destino dell’Australia… Ricordate che la sera a casa, quando vi togliete l’uniforme, smettete di essere gli oppressori e diventate degli oppressi come tutti gli altri”.
Quale effetto ha ottenuto?
Ecco, questa è la realtà. C’è di buono che ora lo sappiamo: è un passo avanti.

ET
ET (@et)
Utente CDC
7 Novembre 2021 9:35

Dalla lettura dell’articolo australiano di cui sopra scaturiscono le seguenti (schematiche) riflessioni: 1 – l’Australia è un paese organizzato su base federale. 2 – in conseguenza i vari territori hanno un’ampia facoltà istituzionale. Fatte salve le pochissime attribuzioni federali quali: la GIUSTIZIA (non quella locale, s’intende), la DIFESA, l’ORDINE PUBBLICO (ad eccezione di quello locale), la MONETA, che non possono essere decentrati in quanto non funzionerebbero bene. 3 – quello che un po’ tutti i politicanti non spiegano (perché non ne hanno l’interesse) è che il federalismo si basa due principî fondamentali: (a) la sovranità che tramite il voto i cittadini conferiscono ai rappresentanti, è inferiore alla sovranità che riservano per se stessi sui fatti. (b) gli oneri che il “foedus” implica devono essere inferiori (o quanto meno uguali) ai benefici che se ne ricavano. Si confronti Pierre Joseph Proudhon (da molti studiosi considerato il padre del federalismo moderno) nel libro “Del Princìpio Federativo” [https://it.scribd.com/…/Proudhon-Del-Principio-Federativo]. 4 – l’arroganza e la corruzione di politici e plutocrati locali diventano visibili al pubblico quasi subito e possono essere corretti e rettificati. Solo in piccole unità politiche (ad esempio i 20.000 San Marino evocati a don Lorenzo Milani) sarà ancora possibile ai membri di… Leggi tutto »

NC
NC (@kuzsac)
Utente CDC
7 Novembre 2021 9:41

Il Dr. Mattias Desmet su Pandemic Podcast offre molte risposte a diverse domande che sono qui in discussione. Se comprendete l’inglese, vi invito a dare uno sguardo a questo video (http://www.youtube.com/watch?v=uLDpZ8daIVM)
Il Dr. Desmet parla di “mass formation”, le sue cause e il suo ruolo nel creare sistemi totalitari, e anche le soluzioni. Estremamente affascinante e, purtroppo, ottima descrizione di quello che sta accedendo.

In merito alle soluzioni, io non vedo la dicotomia tra strappare spazi di libertà attraverso l’unione di persone e la difesa dei medesimi spazi e delle persone con tutti i mezzi necessari. Le comunità separate dalla società sono certamente vulnerabili, ma quante più persone contengono, quanti più mezzi di difesa dispongono, e quante più comunità simili esistono, tanto più è difficile reprimerle.

La chiave di tutto è riuscire a fare “comunità”. Ma penso che dopo decenni di aver ingurgitato individualismo in tutte le salse, non siamo pronti. Tanto è vero che continuo a leggere di persone disposte a farsi ammazzare piuttosto che a condividere il proprio cagatoio con altre esseri umani.

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  NC
7 Novembre 2021 11:07

La chiave di tutto è riuscire a fare “comunità” Condivido, è tempo che lo sostengo. Oggi in tanti chiedono alle piazze e alle persone di unirsi perchè divisi e dispersi non si può formare un fronte di resistenza e proposta alternativa. I motivi in comune che ci uniscono nella protesta ci sono, no green-pass e no obbligo vaccinale, ma ormai abbiamo capito che per vincere a questo giro e poterci difendere davvero in futuro, dalle serpi e i parassiti sempre in agguato, servono proposte costruttive di cambiamento, condivise. Qui nascono i problemi, perchè probabilmente, a parte i due obiettivi comuni sopracitati, potrebbe esserci poco altro a tenerci uniti in un unica visione. E poi c’è sempre il problema non indifferente di dar fiducia praticamente a degli sconosciuti, questione delicata. Ovviamente in questo momento, come ricorda anche uno come Scardovelli (consiglio la visione del suo discorso a Genova su visione tv), un faro comune importantissimo è la Costituzione, giusto, ma io aggiungo servirebbero tempi e spazi giusti per leggerla insieme e rifletterci insieme sulla costituzione, se no conta poco se mi faccio indottrinare sempre da qualcun altro, da fuori. Ho riflettuto molto negli anni su questo aspetto della questione, ho fatto… Leggi tutto »

NC
NC (@kuzsac)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
7 Novembre 2021 12:24

Concordo pienamente sulla necessità di costruire la squadra attraverso progetti e attività pratiche. Lascerei da parte la costituzione o qualsiasi altro testo, manifesto o bibbia, che ci fanno lavorare di testa ma non di cuore.
Qualche settimana fa ero da amici per aiutarli a costruire delle barriere per ridurre l’erosione a seguito degli incendi, Lavoro duro e sporco, ma fatto in gruppo è costato poco. Sopratutto si è creata la sintonia necessaria a conoscersi senza doversi spiegare o presentare. Non era necessario parlare di se, ma condividere le risate, gli sforzi e la fatica, lo sporco e alla fine il cibo e il vino. Non so cosa pensino o credano molte delle persone con cui ho lavorato quei giorni, ma adesso ho il loro numero di telefono e so che se mi serve aiuto, posso contare anche su di loro. Che altro devo sapere?

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  NC
7 Novembre 2021 15:37

La costituzione è già un fattore unificante di cui già disponiamo, ed è violata sistematicamente da chi comanda, quindi il ritornarci è già un modo per disconoscere tutti gli eversori che la calpestano.
Poi è chiaro per me cosa fare, ne hai scritto un ottimo esempio.
Bisogna partire da esperienze del genere, locali, forse di nicchia, ma visti i tempi i buoni esempi dovrebbero circolare meglio e più velocemente.

52
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x