UNA BREVE INTRODUZIONE AI CROP CIRCLE

Allora, è tutto fatto con un bastone e pezzi di elastico, vero? (o, quello che gli scettici non vi hanno detto)

DI FREDDY SILVA
Crop Circle Segrets

I crop circle sono forme armoniche organizzate che si manifestano nella terra; il risultato di un’energia che interagisce con il mondo fisico, in questo caso le piante. Questa energia comprende luce, suono e magnetismo. Fino ad oggi, i crop circle sono stati segnalati in 29 paesi, e sono apparsi in medium come grano, orzo, canola, alberi, ghiaccio, risaie, persino semi di lino.

Contrariamene alla comune credenza, i crop circle non sono un fenomeno moderno. Sono stati menzionati in testi accademici del tardo 17° secolo, e si registrano oltre 200 casi prima del 1970. Circa ottanta testimoni – dalla Columbia Britannica all’Australia – hanno riferito che i crop circle si formano in meno di venti secondi; questi testimoni descrivono avvistamenti di palle incandescenti o dai colori vivaci che precedono un crop circle o sono attivamente coinvolte nella sua creazione; in alcuni casi dei lampi di luce sono scesi nel campo e hanno disposto la coltura in una forma geometrica in meno di quindici secondi. Tali resoconti sono spesso descritti da agricoltori.Solo attorno al 1980 veniva finalmente data una seria attenzione al fenomeno, principalmente nell’Inghilterra Meridionale, dove vengono segnalate il 90 % delle formazioni. I disegni sono apparsi inizialmente come semplici cerchi, cerchi con anelli, e variazioni della croce celtica. Entro la fine degli anni ’80 avevano sviluppato linee rette, creando pittogrammi non dissimili dai petroglifi trovati nei luoghi sacri in tutto il mondo. Dopo il 1990, la complessità dei disegni si è sviluppata esponenzialmente, e oggi non è insolito imbattersi in glifi simili ai frattali informatici e in elementi che esprimono i processi della quarta dimensione nella fisica quantistica.

I crop circle sono aumentati anche in dimensioni; alcuni occupano aree estese fino a 200.000 piedi quadri. Fino ad oggi ci sono stati oltre 10.000 crop circle segnalati.

Se vi è capitato di esservi bevuti la distorsione propinata dai media per cui tutti i crop circle hanno avuto origine da due sessantenni chiamati Doug e Dave, non siete i soli. Talvolta, i governi desiderano controllare l’interesse pubblico verso fenomeni inspiegabili che non sono in grado di gestire, e lo fanno mediante il ‘debunking’ – una tecnica sviluppata dal governo statunitense dopo la Seconda Guerra Mondiale con il triste proposito di controllare le opinioni della massa (in base a quanto dichiarato nel 1953 dalla Commissione Robertson, i dettagli della quale sono stati ottenuti secondo lo US Freedom of Information Act, l’atto statunitense sulla libertà di informazione). Questo metodo è molto efficace perché fa uso di due straordinari quanto semplici strumenti di controllo di massa – il ridicolo e la paura. Ma funziona solo se credete a tutto quello che vi viene detto dalla televisione e dai giornali, in particolare dai programmi TV che sopprimono i dati scientifici o basati sui fatti, con i quali l’opinione pubblica potrebbe formarsi un’opinione circostanziata sull’argomento. L’assenza di prove è poi rimpiazzata con la ridicolizzazione del soggetto, associandolo ad altri argomenti d’avanguardia; poi vengono chiamati i cosiddetti ‘esperti’ a spiegare sempre tutti gli eventi come scherzi dell’immaginazione – condizioni metereologiche anomale, studenti ubriachi, persino animali eccitati sessualmente!

Secondo molti resoconti dei media, tutti i crop circle fino al 1992 erano fatti da due semplici anziani chiamati Doug e Dave. Comunque, è stato scoperto che la storia di D&D sembra aver avuto origine dal Ministero della Difesa Britannico. Le prove fornite da un informatore di alto livello nell’istituzione governativa suggeriscono che il governo britannico abbia ogni intenzione di screditare il fenomeno grazie a due burloni, nel tentativo di reprimere il crescente interesse pubblico verso i crop circle (l’articolo completo è apparso nel libro Segreti nei campi). Ma quando, in seguito, è stato chiesto loro di fornire prove sulle loro presunte creazioni, Doug e Dave hanno cambiato la storia, persino ritrattando affermazioni precedenti; non hanno nemmeno potuto spiegare le insolite caratteristiche trovate nel fenomeno genuino.

Quando affermarono di aver fatto tutte le formazioni lungo la contea inglese di Hampshire, per esempio, è stato evidenziato che la maggior parte delle formazioni note si era in realtà manifestata in un’altra contea. – “Ehm, no, non abbiamo fatto anche quelle”, hanno replicato. Alla fine, Doug e Dave non sapevano neppure quali avessero fatto. E nonostante affermino di aver messo in atto burle a partire dal 1978 – all’epoca la data nota della prima formazione – prove inedite hanno rivelato come i crop circle si siano manifestati a partire dagli anni ’90 dell’800. L’opinione pubblica non ha mai parlare sentito delle ritrattazioni di D&D, né le è stata data l’opportunità di comparare il casino creato da D&D con l’eleganza matematica e le anomalie del fenomeno reale.

Nel 1998, comunque, il membro ancora in vita dell’ingannevole duo ha fatto un incredibile ammissione ai giornali britannici: di essere stato “guidato da una forza ignota”.

Prima del 1989, quasi non si parlava del problema delle burle. Ma dall’inagurazione di Doug e Dave, molti burloni emulatori sono apparsi nella scena. Le persone con una buona dose di allenamento possono andare in un campo e creare un disegno coerente, che non è mai stato l’argomento della ricerca sui crop circle. Nel 1998 un gruppo di falsari chiamati Team Satan/circlemaker (Squadra Satana)/autori di cerchi fu pagato per andare convenientemente nella sperduta Nuova Zelanda e creare un’elaborata formazione per Discovery Channel. Le ingannevoli tattiche usate per giocare gli spettatori facendo accettare loro che i crop circle siano creazioni umane le trovate qui.

Una bufala è una falsificazione, e i falsi hanno bisogno di un genuino da cui copiare. Dunque, cosa si trova esattamente nei crop circle genuini?

Nelle formazioni genuine i gambi non sono rotti ma piegati, normalmente un pollice sopra il terreno e vicino al primo nodulo della pianta e vicino al primo nodulo della pianta. In casi speciali, i gambi sono piegati sei pollici dal capo delle spighe. Tali caratteristiche smontano la tesi della bufala, in quanto un bastone o un rullo da giardino, usati per appiattire al terreno la coltura, risultano in un chiaro danno per le piante.

Le piante sembrano essere soggette ad una breve ed intensa vampata di calore che indebolisce i gambi facendoli cadere proprio sopra il terreno a 90°, dove si irrigidiscono nuovamente nella loro posizione nuova e permanente senza danni. I biologi delle piante sono sconcertati da questa caratteristica, che è anche il metodo migliore per l’identificazione del fenomeno reale. Le ricerche e i test di laboratorio suggeriscono che gli infrasuoni (suoni sotto i 20 Hz) siano in grado di produrre un tale effetto: gli infrasuoni ad alta pressione sono in grado di far bollire l’acqua dentro i gambi in un nanosecondo, espandendo l’acqua, e lasciando piccoli fori nei noduli delle piante. La pressione applicata causa anche l’evaporazione dell’acqua, ed è stato riferito dagli agricoltori che, quando entrano in un nuovo crop circle, vedono del vapore alzarsi dentro il disegno. Questo processo crea una superficie carbonizzata lungo i gambi.

L’applicazione concentrata di calore locale è anche responsabile di un’alterazione della superficie freatica, in quanto milioni di galloni di superficie e sub-superficie d’acqua evaporano. Applicando il calore e le frequenze elettro-magnetiche, è stato scientificamente documentato che campioni di suolo raccolti dentro i crop circle mostrano cambiamenti nella loro struttura cristallina e nella composizione minerale. Le analisi degli esperti concludono che un tale processo richieda temperature di 1500° C e una pressione sotterranea che si trova solitamente in strati antichi di migliaia di anni. Esistono persino prove di quattro isotopi non naturali di vita breve nel suolo dentro i crop circle genuini (che si dissolvono dopo tre o quattro ore, senza causare effetti collaterali); infatti, il suolo dentro ed attorno ad essi sembra essere stato riscaldato. Difficilmente è il tipo di anomalie creato da burloni con dei bastoni!

I crop circle mostrano anche la presenza di ultrasuoni – suoni oltre la gamma di percezione umana – e tali frequenze sono note per esistere in siti antichi come cerchi di pietre, tumuli, dolmen e menhir. E come tutti i luoghi sacri, tempi e luoghi di culto – quali le cattedrali gotiche – i crop circle appaiono nei punti di intersezione dei sentieri magnetici dell’energia terrestre; così la dimensione e la forma di un crop circle sono solitamente determinate dall’area di questi punti ‘nodali’ al tempo della loro apparizione.

[Analisi di un crop circle che mostra anomalie nel campo magnetico]

Questa energia elettrica e magnetica può interagire con la struttura delle onde cerebrali, e poiché il corpo umano è esso stesso elettromagnetico, i crop circle sono noti per influenzare i ritmi biofisici delle persone. Di conseguenza, non è insolito che le persone sperimentino stati acuti di consapevolezza e guarigione nei crop circle – una situazione che è comune anche nei luoghi sacri e negli spazi santi. Le persone possono anche sperimentare vertigini, disorientamento e nausea. Tutti questi effetti possono essere causati dall’esposizione prolungata sia agli infrasuoni che alle microonde, le quali interagiscono con l’acqua presente nel corpo.

Le prove biofisiche dimostrano che i noduli delle piante (le sue nocche) sono drasticamente estesi (destra); sono state osservate anche delle distorsioni dei semi embrionali, e la creazione di cavità di espulsione nelle piante come se fossero state scaldate dall’interno. Nelle formazioni genuine c’è anche una riorganizzazione della struttura cristallina delle piante – in queste foto a microscopio l’immagine superiore è un campione di controllo di come il calore differisca radicalmente da quella inferiore presa da un crop circle.

Altre prove dai crop circle dimostrano come le piante appiattite siano disposte in proporzioni matematiche relative alla Sezione Aurea, il vortice fondamentale usato dalla natura per creare organismi come gusci, girasoli, galassie, persino la relazione spaziale delle ossa nella mano umana; le basi dei crop circle posso avere cinque strati di piegatura, tutti in controsenso l’uno rispetto all’altro, con ogni testa del gambo intatta e piazzata tra gli altri.

I crop circle genuini non sono perfettamente circolari ma leggermente elittici (un falso, richiedendo una corda centrale, non può esserlo adeguatamente). I loro bordi sono rigidamente definiti dalla coltura appiattita, come se disegnati con un compasso, e incisi con precisione chirurgica. I falsi, a confronto, sono stilisticamente somiglianti a tufi di grasso, o a capelli non pettinati – e, ovviamente, tutte le loro piante sono state calpestate, danneggiate e spezzate.

I crop circle sono talvolta accompagnati da suoni trillanti che, registrati su audiocassetta e analizzati dalla NASA, hanno dimostrato di avere un’origine artificiale, e di portare una frequenza armonica equivalente a 5.2 kHz.

[Schema di una formazione – Schema del campo magnetico]

Matematicamente, i crop circle genuini codificano oscuri teoremi basati sulla geometria euclidea. Fino ad ora, i disegni hanno prodotto cinque nuovi teoremi matematici. Sono anche invisibilmente codificati con la geometria sacra – quei rapporti armonici che governano la relazione tra le orbite dei pianeti nel nostro sistema solare.

I crop circle alterano il campo elettromagnetico locale; spesso le bussole non riescono a localizzare il nord, e le fotocamere ed i telefoni cellulari funzionano male. Intere confezioni di batterie fresche sono consumate in pochi minuti, e le frequenze coinvolte sono note per influire sugli strumenti degli elicotteri e degli aerei. Le frequenze radio sono marcatamente differenti dentro il loro spazio; gli animali delle fattorie locali evitano i crop circle o semplicemente si agitano ore prima che si materializzino; e le batterie delle macchine di interi villaggi smettono di funzionare dopo che un crop viene trovato nelle vicinanze. In alcuni degli eventi principali, interi centri urbani sono stati lasciati senza energia.

Poiché i crop circle genuini si materializzano nei punti di incrocio lungo le correnti energetiche del magnetismo terrestre, essi stanno influenzando gli schemi energetici dei luoghi preistorici locali, costruiti su principi identici. Indicano luoghi neolitici locali in dimensione/forma/direzione, e hanno un’energia percepibile con metodi rabdomantici all’entrata, con fino a 150 anelli concentrici di radiazioni energetiche oltre il loro perimetro fisico, come delle onde in uno stagno. Infatti, un anno dopo che c’è stato il raccolto ed il campo è stato arato e riseminato, l’energia impressa delle formazioni sarà ancora percepibile, molto dopo che le tracce fisiche saranno svanite.

Quest’area di ricerca accetta la possibilità che i crop circle siano forze guaritrici, e le loro immagini sono già state utilizzate con successo nella radionica, le essenze floreali e la terapia della risonanza, sia per persone che per ambienti in difficoltà. Alcuni di questi protocolli sono stati validati scientificamente.

I crop circle si formano generalmente di notte tra le 2 e le 4, tradizionalmente durante le più corte notti dell’anno inglese, quando l’oscurità dura solo quattro ore. Pochi fortunati hanno visto grandi sfere di colore incandescente proiettare un fascio di luce dorata sul campo in cui la mattina seguente si sarebbe visto un nuovo crop circle. Durante un progetto di osservazione del 1989, la TV giapponese filmò un crop circle che si manifestava nelle prime ore del mattino, mostrando un turbine di energia che durava meno di quindici secondi. Un così rapido tempo di creazione ha confermato i resoconti inediti dei testimoni oculari.

A Stonehenge, nel 1996 (vedi sotto), un pilota riferì di non vedere nulla di insolito volando sopra il monumento alle 4:15 pm, ma 15 minuti dopo un secondo pilota riferì questa enorme formazione di 900 piedi che assomigliava al frattale informatico Julia Set. Comprendeva 149 cerchi allineati secondo una curva a spirale ed era nel campo visivo del monumento, ben sorvegliato. Ci volle una squadra di 11 persone – tra cui il sottoscritto – e non meno di cinque ore per analizzare la formazione.

Ancora non siete convinti che un fenomeno genuino si sta manifestando nel mondo? Questo sito web (Croc Circle Segrets, ndt) contiene un esempio della ricerca in corso dedicata ad informare l’opinione pubblica. Guardate le foto, studiate la ricerca o, meglio ancora, visitate un crop circle genuino o leggete il mio libro riassuntivo. Capirete abbastanza velocemente.

E quando lo avrete fatto, condividete questo fenomeno con i vostri migliori amici. Perché si tratta del più importante evento che si sta verificano nella nostra era.

Freddy Silva
Fonte: http://www.cropcirclesecrets.org/
Link: http://www.cropcirclesecrets.org/education.html

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da CARLO MARTINI

0 0 voti
Valuta l'articolo
27 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
marko
marko
22 Agosto 2006 , 7:13 7:13

Chi mi spiega i seguenti termini: -“un’energia che interagisce con il mondo fisico” Quali sarebbero le energie che NON interagiscono col mondo fisico? -“elementi che esprimono i processi della quarta dimensione nella fisica quantistica” davvero, ho studiato la fiscia quantistica, amatorialmente, ma no capisco cosa significhi questa frase. -“il corpo umano è esso stesso elettromagnetico” -” punti di incrocio lungo le correnti energetiche del magnetismo terrestre” mi dite dove sta il più vicino, che vado a vederlo? -“Significato d’Oro” intende forse la sezione aurea, già nota agli antichi greci? Esiste la spiegazione scientifica del perché la natura adora quella proporzione… Poi, ancora un paio di domande: – curioso che l’evoluzione della complessità dei crop circle vada di pari passo con l’evoluzione dei software di ritocco delle immagini… – temperature di 1500°C e le piante non bruciano -” crop circle sono talvolta accompagnati da suoni trillanti che, registrati su audiocassetta e analizzati dalla NASA, hanno dimostrato di avere un’origine artificiale, e di portare una frequenza armonica equivalente a 5.2 Hz.” 5, 2 Hz? impossibile da sentire, tantomeno “trillare”. -“Fino ad ora, i disegni hanno prodotto cinque nuovi teoremi matematici” quali sono? eccetera eccetera. Almeno una proprietà di linguaggio scientifico, per la… Leggi tutto »

marzian
marzian
22 Agosto 2006 , 8:05 8:05

Intanto potrei sostenere che l’interesse del “mondo scientifico” interessa fino ad un certo punto, visto che oggi esso è sostanzialmente una colonna dell’establishment occidentale, prono solo agli interessi delle industrie e della macchina militare (mi basta pensare alla posizione che assume la maggior parte degli “scienziati” nei confronti della vivisezione).

Detto ciò, come suggerisce lo stesso titolo, questo è un articolo introduttivo che deve stimolare l’interesse verso il fenomeno dei crop circle. Non si tratta di una trattazione scientifica. Anche se articoli scientifici ci sono stati, vedi per esempio i lavori di Levengood, Talbott e Haselhoff pubblicati sul Physiologia Plantarum Journal. Se ti interessano cerco con calma i link.

Nella traduzione c’erano due refusi, ora corretti

– 5.2 Hz era in realtà 5.2 kHz

– “Significato d’oro” era effettivamente “sezione aurea”. Tu dici che “Esiste la spiegazione scientifica del perché la natura adora quella proporzione…” e infatti non mi sembra si neghi che i crop circle siano un fenomeno naturale!

Quanto ai teoremi matematici: http://www.cropcirclesecrets.org/hawkins.html

E in generale ti rimando alle altre sezioni di http://www.cropcirclesecrets.org/
Ripeto: questo è solo un’introduzione. Adesso vado a leggermi l’articolo del CICAP che segnali…

marzian
marzian
22 Agosto 2006 , 8:28 8:28

Ho letto l’articolo di Massimo Polidoro del CICAP. Direi che è un classico esempio di disinformazione: la maggior parte delle questioni trattate qui da Freddy Silva non viene nemmeno accennata.

Bisognerebbe poi verificare se la “docile piegatura” con un bastone di cui parla risulti effettivamente la stessa che si trova nelle formazioni dichiarate genuine… Cercherò.

avlesbeluskes
avlesbeluskes
22 Agosto 2006 , 10:03 10:03

UNA BREVE INTRODUZIONE ALLA CIOFECA AINSTENIANA.————— “…-“un’energia che interagisce con il mondo fisico” Quali sarebbero le energie che NON interagiscono col mondo fisico?…” ——————————–xxxxxxxxxxxx—————— Esattamente quelle che riescono a “piegare lo spazio, cioè il nulla”.——– Come il “nulla possa essere piegato” (relatività Ainsteniana) rimane un mistero, al quale il novantanove per cento dei fisici dice di si, che ha capito, probabilmente per non fare la figura dello scemo.————— Se la Fisica Ufficiale dei Cialtroni del Cicap al Servizio delle Multinazionali Farmaceutiche (“Guarire dall’Omeopatia”,…. per ammalarsi di cancro delle Multinazionali che tangentano i Templari dello Scetticismo,) contempla come REALE e FISICO un concetto metafisico quale il “nulla che si piega”, l’estensore di quell’articolo ha tutto il diritto di affermare che esistono “energie che possono non interferire con il mondo fisico”:——- Tra l’altro avevo già segnalato un sito intitolato “The Ainstain Hoax”, – ” La truffa di Ainstain”, dove, oltre ad analizzare fisicamente le contraddizioni del nostro amico Albert, lo si metteva giustamente alla berlina.———— Tra l’altro Albert era un gran amicone – indovinate di chi? Ma di Lord Victor Rotschield, il Capo dei Servizi Segreti di SUa Maestà Britannica, un uomo, ci potete scommettere le palle! con il cuore in mano… Leggi tutto »

Zret
Zret
22 Agosto 2006 , 11:19 11:19

Ormai gli scienziati seri hanno abbandonato la teoria del nulla che si piega, poiché il vuoto assoluto non esiste, neppure nello spazio cosmico. E’ evidente che Einstein aveva affermato una colossale sciocchezza. Non dimentichiamo poi che le teorie scientifiche più avanzate sono quelle di Bohme, Pribram, Kaku, Malanga-Pederzoli etc, secondo cui l’universo è un ologramma, in cui la fisica di Einstein ha ben poco o punto spazio.

Montale disse: Non credete allo spazio curvo. Che intuito!

Zret
Zret
22 Agosto 2006 , 11:27 11:27

P.s. Il CICAP? E’ come chiedere al papa se il Cristianesimo è l’unica vera religione! Tra l’altro non CICAPiscono niente. Saluto Avles e Marzian.

marko
marko
22 Agosto 2006 , 13:09 13:09

Se l’opinione del mondo scientifico interessa poco, dovrei capire perché c’è questa levata di scudi sul CICAP, negli altri post. Quanto poi al concetto di establishment, concordo con te che molti scienziati hanno fatto molte porcherie, quello però che ci tengo a dire è che l’unico modo per avere qualche certezza (non la Verità, per carità) sta nell’adoperare il metodo scientifico. Rasoio di Occam, l’onere della prova, la logica aristotelica. E più in generale una proprietà di linguaggio basata su definizioni certe e univoche. Altrimenti tra flussi di campi magnetici, risonanze orgoniche e… circuiti di mille valvole si ottiene una sterile babele. Mi sono guardato un po’ il sito del teorema (non cinque, ma uno solo, lo dice nel testo) che deriverebbe dai creatori di cerchi nei campi di grano. Non dice nulla per poter capire questo teorema, né tesi né dimostrazione, salvo chieder soldi per spedirtelo a casa. Bastava un pdf da scaricare con un paio di disegnetti – gratis. Cmq non ci vedo nulla di sconvolgente, soliti giochini con cerchi inscritti e circoscritti a triangoli. Perché questo dovrebbe stare a dimostrare che non sono dei burloni a fare i cerchi nel grano? E’ ovvio che se uno tira… Leggi tutto »

marko
marko
22 Agosto 2006 , 13:21 13:21

“Tra l’altro Albert era un gran amicone – indovinate di chi? Ma di Lord Victor Rotschield”

e dunque? Le lenti gravitazionali esistono con o senza Rotschield, questo mi basta.

marko
marko
22 Agosto 2006 , 13:23 13:23

Mai sentito la teroia del “nulla che si piega”. Semmai si piega -si curva- lo spazio-tempo, e non mi risulta che sia una teoria abbandonata. Senza lo spazio-tempo curvo, è difficile spiegare ad esempio la precessione del perielio di Mercurio…

marko
marko
22 Agosto 2006 , 13:31 13:31

Scusa, chi sei tu per poter sostenere che Rubbia, Montalcini, Regge, Hack “non capiscono niente”? Non ti pare di esagerare un pochino? Possono sbagliare anche loro, certo. E a differenza del papa, sono pronti ad ammetterlo, con tanto di 1 milione di euro di premio (per chi riuscirà a produrre un fenomeno paranormale in condizoni scientifiche). Non mi risulta che il papa preveda un premio per chi dimostra che gesù non è mai esistito. Questa è l’essenza dello spirito scientifico: l’unica certezza di una teoria è che prima o dopo si rivelerà fallace. Ma bisogna dimostrarlo scientificamente, non piangendsi addosso con la lagna “mi stanno disinformando”.

marzian
marzian
22 Agosto 2006 , 13:51 13:51

Metodo scientifico e mondo scientifico penso siano qualcosa di profondamente diverso. E sinceramente nel CICAP vedo ben poco metodo scientifico, visto che decidono arbitrariamente di quali dati tenere conto e di quali no.

Tornando sui teoremi: sono cinque ma dal quinto è possibile dedurre gli altri quattro. Quest’ultimo è stato pubblicato sul Mathematics Teacher (rivista del National Council of Teachers of Mathematics – NCTM) e il sito di Freddy Silva non chiede affatto soldi, specifica semplicemente come è possibile ordinarlo direttamente dal NCTM.

avlesbeluskes
avlesbeluskes
22 Agosto 2006 , 14:18 14:18

MADRE VERGINE E SPAZIO CHE SI PIEGA. “…Mai sentito la teroia del “nulla che si piega”. >>>>Per forza amico mio, non hai mai sentito la teoria del “nulla che si piega” esattamente come un gesuita non ha sentito mai parlare di qualche divinità nata da Madre Vergine prima di Cristo. Se Krishna è nato da “concepimento miracoloso”, allora per forza significa che non è nato da Madre Vergine, altrimenti vorrebbe dire che esistevano altri cristi prima di cristo. Allora sicuramente è lo spazio a piegarsi e non il vuoto e questi sono concetti che per forza sono differenti, altrimenti se dico che lo spazio si piega intendo dire che il vuoto si piega e la ciofeca scientifica esce per quello che è, un concetto filosofico, come l’assurdità della nascita da Maria Vergine. D’altrocanto questi trucchetti semantici ai quali qualche solerte laureato applica qualche complicata formula di “matematica-enigmistica” tanto per sorprendere l’uditorio con l’estrazione di qualche radice del polinomio di Taylor dal cappello e con questo suggestionarlo come fanno i prestigiatori, non sono cosa nuova. Nella Virginia company (che la cultura “superiore” e “gesuit-style” chiama “USA”) dopoi aver creato il cittadino dello Stato Federale in questione, che costituzionalmente NON deve pagare… Leggi tutto »

avlesbeluskes
avlesbeluskes
22 Agosto 2006 , 14:30 14:30

“…eccetera eccetera. Almeno una proprietà di linguaggio scientifico, per la miseria. Non si può pretendere di avere ascolto da parte del mondo scientifico se si scrivono simili frasi incoerenti. Sarebbe come andare in Inghilterra, parlare dialetto veneto ed arrabbiarsi con gli ingelsi perché non ci ascoltano….”——————————————- E cominciamo con i luoghi comuni. Anzi, con i Luoghi Comuni (he he he, chissa se qulcuno di questi….).————- Ma queste frasi dove le trovano? A che pagina del sito Cicap ci sono i trucchi da usare nei dibattiti? O provengono da una merviglioso piano didattico per qualche corso di fisica al liceo, così, tanto per essere un poco ipocriti ed insegnare serpentescamente ai pargoli quello su cui si sputa ogni giorno? Eh, professori in ascolto, siete solo buoni per sfilare a Roma con i Cobas, ma i Cobas per la verità su questo mondo non li fate mica, eh? Pretendete di avere le paghe decenti e mantenere il silenzio nello stesso tempo sull’ignoranza medioevale della Scienza Scettica? ——- Ma cosa significhi linguaggio scientifico e la sua “coerenza” , purtoppo rimane spesso una bella e roboante frase per colpire l’uditorio. L’unico modo di fare scienza oggi, anzi, fantascienza,visto che gli stessi scienziati (che qualcosa… Leggi tutto »

avlesbeluskes
avlesbeluskes
22 Agosto 2006 , 14:39 14:39

Senti marko, non voglio darti del crasso ignorante per forza, ma forse, dico così, a bassa voce, non hai mai sentito delle tremilaottocento (butto un numero a caso, esagero per sottolinerare l’abnormità della situazione in cui ti trovi) teorie ad esempio sul Perielio di Mercurio (e quello di Venere forse non esiste?), ALTERNATIVE a quelle che leggi dai soliti libri che l’Inquisizione Culturale impone agli studenti?—-Che ne so, facciamo un esperimento. Ad esempio se io dico “Reich”, a te, oltre al terzo e al quarto attuale, quale altro Reich ti viene in mente?——–Eppoi che ne so, ad esempio se dico “Tesla”, che immagini hai?—–Oppure senti questa parola strana, è italiana, è “To-de-schi-ni”, dimmi le sensazioni che ti da….
———————-Questa notte pensaci su, e domani sappimi dire….(….”Ighina”,…. “l’etere”,…. “Superspin”,…. “Bearden”,…. “energia campo zero”….)Avles.

avlesbeluskes
avlesbeluskes
22 Agosto 2006 , 15:08 15:08

E va bene, mi arrendo. Mi prostro alla potenza intellettuale degli scettici. Anche un demente cieco sordo muto capirebbe che il crop circol con la didascalia “and a genuine circle of the same period” è stato fatto sicuramente da buontemponi, probabilmente dei vecchietti annoiati dalla mancanza di divertimenti, sapete, le basse pensioni… Infatti hanno rappresentato quello che sociologicamente hanno davanti gli occhi ogni giorno (come acutamente mi sta suggerendo un associato diessino del CISU, grazie, che acuta osservazione cicappiana!) e cioè una RAGNATELA che ricopre i muri delle loro stamberghe e che le loro sciatiche non permettono più di raggiungere per ripulirli come una volta.———–jOppure la foto di testa, con l’allegro motivo “weekend con l’acido” elaborato da un gruppo di adolescenti dopo una festa Rave nell’atto di esternare le proprie allucinazioni. ———–Grazie scettici! Adesso ho capito e mi sento molto meglio, oh, come mi sento bene con una mente finalmente razionale!Alves.

canopus
canopus
23 Agosto 2006 , 6:46 6:46

E’ bello che in questo sito ognuno possa dire la sua opinione. Ma è anche pericoloso. Supponiamo che io abbia letto notizie interessanti, in questo sito, su questioni di politica internazionale e sui gravi fatti che avvengono nel mondo. Cosa deve fare “qualcuno” per screditare il sito? Scrivere stupidaggini sui crop circle, per esempio. Un nuovo visitatore, leggendo queste cavolate sui crop circle, penserebbe che tutto il sito è pieno di cavolate e non ci torna più. Un vero peccato. Ma questo è il pericolo dell’assoluta libertà che ci dà internet. Ho trovato molto comico, in particolare, quel commento in cui si affermava che l’universo è un ologramma. Mi sembrava di essere il Capitano James Kirk dell’astronave Enterprise, o meglio ancora, il Capitano Katryn Janeway della Voyager. Anch’io seguo Star Trek, mi piace un sacco, ma distinguo ancora bene la realtà dalla finzione cinematografica. Abito in città, quindi non ho occasione di vedere crop circle, non so se in Italia ci sono poi. Ma sono astrofilo e ho guardato il cielo per anni con binocolo e telescopio. Avessi mai visto un dannatissimo UFO!! Avessi mai visto un fenomeno celeste non spiegabile. E comunque un fenomeno oggi inspiegabile, in futuro sarà… Leggi tutto »

marko
marko
23 Agosto 2006 , 7:23 7:23

COncordo. Anch’io sono appassionato di astronomia, e in ore e ore passate col naso all’insù, e con la segreta speranza di vedere davvero qualcosa di strano, non è mai successo. La cosa più stupefacente che mi è capitato di vedere erano tre stelline che si muovevano insieme nel cielo. Panico! Poi invece ho scoperto che si trattava dei NOSS, dei satelliti che volano in formazione per fare triangolazioni radio.7

Poi vedi gli ufologi che ti mostrano Venere credendo che sia un disco volante, 🙂

marko
marko
23 Agosto 2006 , 7:28 7:28

Grazie dei complimenti, da uno che non capisce la differenza tra l’orbita di Venere e quella di Mercurio e le sue implicazioni per la relatività generale, sono molto graditi.

Quanto a tutte le possibili teorie per violare il primo principio della termodinamica, ne ho sentite alcune, viste in pratica, ovviamente, manco una. Neanche la fusione fredda, che era forse la meno assurda.

Zret
Zret
23 Agosto 2006 , 7:46 7:46

Mai sentito citare Pribram, Bohm, Malanga, Kaku etc? Certo che se uno se ne sta chiuso nel suo canopo, della”realtà”non vede né potra capire alcunché, ma… pontifica dal buio fitto del suo canopo.

marzian
marzian
23 Agosto 2006 , 7:55 7:55

Il fatto che queste siano “stupidaggini” e “cavolate” su quali informazioni si basa?

Faccio inoltre notare che qui nessuno aveva parlato degli UFO, un’associazione arbitraria che hai fatto tu.

diverticolo
diverticolo
23 Agosto 2006 , 12:15 12:15

In effetti qui si è parlato di ciò che si sa per certo. Non si è parlato di ufo ma di disegni che si formano in 15 secondi come da molti testimoniato e, così dicono, filmato da una troupe giapponese. Sulla questione degli ufo esiste il filmato rilasciato ufficialmente dal ministero della difesa messicana di uan flotta di ufo in volo. Sulla questione ufo ci sono persone come l’ex-vicepresidente ed ex ministro della difesa del canada Paul Hellyer che afferma “gli Ufo sono reali al pari degli aerei che volano sopra le nostre teste” ed ha ammesso di essere “davvero preoccupato per le conseguenze di una guerra intergalattica che potrebbe scoppiare in qualsiasi momento”. C’è anche il colonnello Philip J. Corso che asserisce che esistono. Per farla breve nel Disclosure Project sono in oltre 400 tra militari (army, navi, air force), nasa, intelligence, controllori di voli, ingegneri che dicono che le astronavi esistono e sono state back-engineered e che il zero point energy è una reltà. La questione non è se tu li hai mai visti, anche io non ho mai visto plutone eppure mi fido degli astronomi. E’ ovvio che non ci si può fidare di tutti alla buona… Leggi tutto »

lorenzob
lorenzob
24 Agosto 2006 , 6:25 6:25

Ciao Zret, ritengo che se si vuole fare contro-informazione bisogna prima di tutto fare una corretta informazione. Tu citi una manciata di nomi, senza distinzioni e senza dettagli, come se questi da soli potessero spiegare e giustificare ogni cosa. L’interpretazione di Bohm, che io sappia, riguarda la meccanica quantistica. L’idea di un “universo olografico” mi pare sia solo un’analogia o al piu’ un’intuizione, ma non mi risulta che abbia mai sviluppato una teoria “completa” in questa direzione. Cmq il lavoro di Bohm e’ piuttosto “mainstream”, non e’ ne’ ignorato ne’ osteggiato. Penso che in alcuni casi venga usato senza problemi. Bohm ha lavorato con Einstein e mi risulta che le principali divergenze fossero di tipo “filosofico”. Pribram, ho scoperto su wikipedia, non era un fisico e non mi risulta abbia mai sviluppato teorie alternative e piu’ avanzate della relativita’. Per la superstringhe si tratta di una teoria sicuramente mainstream e che viene sviluppata in ambito ufficiale. E’ sicuramente piu’ recente della teoria della relativita’ generale ma non mi risulta abbia fino ad ora ottenuto risultati che la rendano _preferibile_ a questa e neppure che la contraddica. Sospetto anzi che per molte cose si poggi sulla rel. gen., come ad esempio… Leggi tutto »

lorenzob
lorenzob
24 Agosto 2006 , 6:43 6:43

Ciao avles,
il concetto di spazio curvo non e’ cosi’ “astruso” come puo’ sembrare.
Lo spazio bidimensionale piano e’ quello di un foglio di carta. Uno spazio curvo puo’ essere la superficie di una sfera, o l’interno di una ciotola.
Penso sia intuitivo vedere che alcune cose cambiano: il percorso piu’ breve tra due punti, le “caratteristiche” di un triangolo, ecc.
Se attraverso una zona molto curva percorrero’ una distanza differente da un tratto piano.
Lo spazio tempo aggiunge una dimensione in piu’, leggermente diversa matematicamente, lungo la quale ci si muove come lungo le altre.
Penso che il 99% dei fisici abbia il concetto piuttosto chiaro.

La rel. gen. e’ un _modello_ che torna comodo per molti motivi. Non e’ l’unico, non e’ la verita’, non e’ la realta’.

Il discorso su “energie che possono non interferire con il mondo fisico” mi ricorda la ghiandola pineale di Cartesio. Ma alla fine interagiscono o no?

Interconnessioni
Interconnessioni
24 Agosto 2006 , 8:17 8:17

Credo sia utile rimemorarsi “almeno” alcuni dei punti di questo documento aperto, e sottoscritto da decine di scienziati: LETTERA APERTA ALLA SCIENZA DALL’ALTRA SCIENZA La scienza accademica ha perso la nozione dei suoi limiti e dimenticato le sue ispirazioni originarie, privilegiando l’insorgenza di una tecnologia che in molti casi violenta la natura, anziché rispettarla. La nostra proposta è che a questa scienza se ne sostituisca una “altra”, più coinvolgente e meno riduttiva, che metta al suo centro la persona umana nella sua singolarità, nelle sue connessioni con gli altri, con l’ambiente della terra e con l’universo. Ma, naturalmente, non possiamo ignorare che l’uomo ha costruito la sua storia modificando la natura, traendo da essa modelli e risorse, tentando di frenarla quando si scatenava. Rispettare la natura non significa essere assoggettati alle sue leggi. 1- La linea di confine tra naturale e sovrannaturale, tra fisico e ultrafisico è pura convenzione accademica. Il vero confine della scienza riguarda la soglia del non conosciuto. Tutto ciò che esiste è naturale. “Ci sono più cose in cielo e in terra che non spieghi la tua filosofia”. (William Shakespeare) 2- L’ “altra” scienza riconosce l’esistenza di fenomeni non sperimentabili e non ripetibili, comprendendo entro il… Leggi tutto »

Scarlett
Scarlett
24 Agosto 2006 , 19:00 19:00

Bless Diciamo che non mi è chairo se ci fai, anche se i dubbi ci sono 😉 rispondo cosi ad alcune -“il corpo umano è esso stesso elettromagnetico” LoL non capisco cosa non ti è chiaro .. .?° mai sentito paralre di elettrostimolatori, scosse e scintille varie .. io a volte carico la batteria del cell con qualche minuto di applicazione .. . elttrosmog.. bè certo non sono cosed che fanno parte della fisica da te visibile -” punti di incrocio lungo le correnti energetiche del magnetismo terrestre” mi dite dove sta il più vicino, che vado a vederlo? bè, se mi dici dove abbiti forse ti posso rispondere ;P fra le innumerevoli letture consigliate: Fulcanelli forse avrai anche sentito parlare di costruttori di cattedrali o di Geometria Sacra. Chi non conosce la Geometria Non può entrare.. che sia può giustamente Gea metria ?^ Vene del Drago dicevano i Celti .. che non furono certo i primi a notarle… -“Significato d’Oro” intende forse la sezione aurea, già nota agli antichi greci? Esiste la spiegazione scientifica del perché la natura adora quella proporzione… Lol be si i greci non che l’abbiano inventata loro, poi il termine inventata non c’entra, al limite… Leggi tutto »

cleverboy79
cleverboy79
26 Agosto 2006 , 14:41 14:41

No, dai, Cicerone si sarebbe detto scettico 😉
Quello che non mi sono mai spiegato è per quale ragione gli UFO non siano mai stati avvistati nelle epoche passate, quando la tecnologia non poteva neanche dar luogo a fantasie su macchine volanti. A chi poi mi dica che gli extra hanno aspettato che ci evolvessimo per capirli, beh, mi verrebbe di chiedergli se pensando così non li ritenga un po’ avventati, visto che non sta scritto da nessuna parte che la storia avrebbe dovuto avere il corso che conosciamo, evoluzione tecnologica annessa.

canopus
canopus
1 Ottobre 2006 , 6:33 6:33

Torno su questo argomento a distanza di tempo e vedo che questa faccenda dei crop circle sta degenerando in modo pauroso! 🙂 Mi sono state fatte domande e osservazioni precise. Marzian chiede: << Il fatto che queste siano "stupidaggini" e "cavolate" su quali informazioni si basa?>> Nessuna informazione. Mi sono basato sul rasoio di Occam. Per ora, a mio avviso, la spiegazione più semplice di questi crop è che siano degli scherzi. Del resto – mi pare di ricordare – un paio di uomini inglesi hanno ammesso di essere autori di uno (o più) di questi disegni nel grano. Fanno parte – anche loro! – del Grande Complotto Mondiale, teso a nasconderci chissà cosa riguardo i crop? Se qualche scienziato si prenderà la briga di fare ricerche sui crop e mi darà le prove che sono fenomeni naturali, bene, non avrò nessuna remora ad accettare questa spiegazione. Però mi deve convincere… Questa faccenda mi ricorda in qualche modo le meteoriti. Un tempo, verso la fine del 1700, degli umili contadini dissero di aver visto cadere delle pietre dal cielo. Naturalmente l’establishment scientifico dell’epoca rideva loro in faccia. "Impossibile che pietre cadano dal cielo". In quell’occasione i testimoni avevano ragione, ma… Leggi tutto »