UN NUOVO MASSACRO STATUNITENSE DI PERSONE INNOCENTI, DISARMATE ED ISOLATE NEL VILLAGGIO DI BU'AYSEE

ATTENZIONE: FOTO IMPRESSIONANTI

A CURA DI: UNO DEI FAMIGLIARI DEI DEFUNTI
Iraqirabita

Fallujah Occupata – 8 Febbraio 2007

Nel nome di Dio, il Compassionevole, il Misericordioso

Il due febbraio 2007 le forze statunitensi hanno attaccato l’isolato villaggio di al Bu’aysee, parte della provincia di Fallujah. I soldati sono atterrati dagli elicotteri e hanno proceduto facendo esplodere o rompendo le porte delle case degli abitanti. Poi hanno detenuto civili innocenti disarmati che non avevano alcun tipo di protezione. I prigionieri sono stati torturati ed uccisi. Le foto mostrano tre dei civili innocenti torturati ed uccisi. Una delle vittime aveva oltre 70 anni e un altro era suo figlio. Il terzo è un civile che si trovava nel suo letto quando le forze occupanti fecero irruzione – prova che questi tre uomini erano disarmati, e quindi del tutto vulnerabili.Dopo questo feroce assassinio, le forze di occupazione hanno esposto i corpi nella strade, mobilitando una folla di molte dozzine di persone: uomini, donne e bambini. Poi (le forze Usa) hanno separato le donne e i bambini dagli uomini. Hanno detenuto tutti gli uomini che si erano riuniti ed hanno iniziato a torturali davanti alle donne e ai bambini, facendo sì che assistessero alle urla e ai pianti degli uomini.

Vi preghiamo di inoltrare questa notizia a tutte le persone interessate e all’opinione pubblica internazionale, in modo che sia consapevole di questi atti di brutalità.

blank

blank

blank

blank

Versione araba:

Uno dei famigliari dei defunti
Fonte: http://www.iraqirabita.org/index.html
08.02.2007

Versione inglese:

Fonte: http://www.uruknet.info/
Link: http://www.uruknet.info/?p=30489

Molte grazie a Layla Anwar per la traduzione in inglese

Versione italiana:

Scelto e tradotto www.comedonchisciotte.org da CARLO MARTINI

MADE IN HAIFA STREET, MARCA USA

A CURA DI: AGENZIA STAMPA HAQ

Baghdad Occupata, 9 febbraio 2007

L’agenzia Haq è riuscita ad ottenere una serie di foto relative alla battaglia che sta avendo luogo ad Haifa Street.

Lo scontro è combattuto da, una parte:

– le forze di occupazione statunitensi
– le guardie governative irachene sciite
– le milizie sciite di Jaysh al Mahdi e le Brigate Badr
– le piccole milizie di Jaysh Jalal note anche come “Baratha”

e dall’altra parte da:

– Ahl al Sunna, ossia gli abitanti sunniti di Haifa Street e delle aree confinanti che stanno anch’esse cercando di proteggersi dall’assalto.

Alcuni dei racconti documentati di massacri compiuti dalle forze statunitensi e dalle guardie irachene e dalle milizie sono riportati nelle foto sotto:

1) le sparatorie ed i bombardamenti a cui sono stati soggetti gli abitanti.

2) i corpi di giovani sunniti torturati a morte dall’esercito iracheno e dalle milzie. Torturati nei seguenti modi:

– presi a pugni e calci, picchiati a morte
– bruciati vivi
– occhi strappati
– crani fracassati o distrutti e veicoli armati (tank) sopra di essi.

3) oltre a quanto sopra, c’è anche la foto di un bambino che è stato deliberatamente colpito da un cecchino mentre qualcuno cercava di salvarlo/a.

Il reporter dell’agenzia Haq ha confermato che queste foto rappresentano solo una piccola parte della realtà di quanto sta accadendo.

Ci sono molti racconti che emergono da Haifa street e dalle aree confinanti.

Racconti di tortura, macelleria, uccisioni e stupri di sunniti da parte dell’esercito Usa e dei loro seguaci: le Guardie Irachene e le milizie.

L’assedio e la battaglia in corso non hanno reso possibile ai nostri reporter l’invio di altre foto e siamo riusciti a mostrare solo una piccola parte dei crimini che stanno avendo luogo.

Sotto ci sono alcune delle foto prese dalla pellicola e dovrebbero essere inoltrare ad altre agenzie. Mostreremo l’intera pellicola su questo sito nei prossimi giorni, se Dio vuole.

blank

blank

blank

blank

Versione araba:

Agenzia Haq
Fonte: http://www.76news.net/
Link: http://www.76news.net/news.php?id=3364
09.02.2007

Versione inglese:

Fonte: http://www.uruknet.info/
Link: http://www.uruknet.info/?p=30508

Molte grazie a Layla Anwar per la traduzione in inglese

Versione italiana:

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da CARLO MARTINI

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
2 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x