Un giorno non ci sarà un domani

DI PAUL CRAIG ROBERTS

paulcraigroberts.org

Prima che gli idioti di Washington ci facciano sparire dalla faccia della Terra, dovrebbero accettare il fatto che l’esercito americano è ormai di livello inferiore rispetto a quello russo.

La marina statunitense è stata infatti resa obsoleta dal missile ipersonico russo Zircon.

I cambiamenti di velocità e traiettoria del missile intercontinentale russo Sarmat hanno annullato il sistema ABM americano. Un Sarmat può distruggere un territorio pari a quello di Gran Bretagna, Francia, Germania o Texas. Ce ne vogliono solo una dozzina per eliminare tutti gli Stati Uniti.

Altro esempio, i costosissimi F-35 fanno ridere rispetto ai caccia russi.

Lo stesso per i carri armati.

Le truppe russe, infine, sono molto più preparate e non consumate da 16 anni di guerre inutili e senza senso.

Se gli Stati Uniti finiranno in una guerra catastrofica contro un potere militarmente superiore, sarà colpa della Clinton, del Partito Democratico, dell’ex direttore della CIA Brennan e del military/security complex, dei media presstitute e della sinistra liberal-progressiva, che, totalmente rimbecillite dall’Identity Politics, si sono alleati coi guerrafondai neocon contro Trump, impedendogli di normalizzare i rapporti con la Russia.

Senza normali relazioni con la Russia, l’Armageddon nucleare ci sovrasta come una spada di Damocle.

Non è scandaloso, inspiegabile, sconsiderato ed irresponsabile che il Democratic Party e le sue emanazioni stiano lavorando per distruggere la razza umana?

Perché non si vogliono normalizzare le relazioni con una potenza nucleare? Perché anche i Verdi sono saliti sul carro anti-Trump? Non si rendono conto delle conseguenze di una guerra nucleare?

Perché c’è un tale folle sforzo per cacciare un presidente che vuole normalizzare i rapporti con la Russia?

Perché queste questioni non fanno parte del dibattito pubblico?

Il fallimento della leadership politica, dei media e della classe intellettuale in America è totale.

Il resto del mondo deve trovare qualche mezzo per mettere Washington in quarantena, prima che il male distrugga la vita sulla Terra.

 

Paul Craig Roberts

Fonte: www.paulcraigroberts.org

Link: https://www.paulcraigroberts.org/2017/10/28/one-day-tomorrow-wont-arrive/?t=1&cn=ZmxleGlibGVfcmVjcw%3D%3D&refsrc=email&iid=f0e7f0f72a2d495b998d75dfa761c7d3&uid=2313925267&nid=244+272699400

28.10.2017
Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di HMG

CDC
14 Comments
  1. oriundo2006 says

    Parole vere. Gli USA sono in preda ad un delirio di onnipotenza non suffragato da condizioni empiriche verificabili ( almeno da noi poveri tapini ) che lo giustifichino. Rimane una sola ipotesi, oltre a quella della follia individuale o collettiva: il possesso di superarmi da rendere inefficace qualsiasi mossa avversaria. Se si ammette questa ipotesi si capiscono molte cose, non ultima la strana ed inspiegabile ventata di ottimismo e di leggerezza con cui negli USA si trattano questi temi. Rimane aperta la possibilità ulteriore, che difficilmente ci vedrà poterla verificare, che tali armi siano in possesso anche di altri. Appoggiarsi ad un ‘El’ non significa che anche altre ‘entità’ non siano della partita.

    1. Luigi za says

      @Oriundo2006

      Appoggiarsi ad un ‘El’ non significa che anche altre ‘entità’ non siano della partita.

      Molto probabile, stanno tutti illudendosi di potersela cavare in caso di conflitto grazie al rapporto, secondo loro, privilegiato, con un El.

      Letto Apocalisse Aliena di un tale che si fa chiamare Corvo?.
      Il libro lo trovi qui in formato Kindle: https://www.amazon.it/Apocalisse-Aliena-Corvo-ebook/dp/B00DJAB3NQ

      L’ipotesi e la conclusione a cui arriva l’autore mi sembrano fondate ma sopratutto egli si muove all’inerno di un orizzonte intellettuale enormemente più vasto di quello del Biglino.
      Ne consiglio la lettura. Costa solo Euro 11 (undici) scaricabile da Amazon.

  2. Holodoc says

    Dai, gli F35 non fanno proprio così schifo… Il pilota rischia solo di morire soffocato, mica di venire giù come un sasso come ai comandi di un Eurofighter!

    In caso di guerra con la Russia una cosa sarebbe certa: il controllo dei cieli non ce l’avrebbero certo Stati Uniti & Co.

    1. Luigi za says

      @Holodoc
      per gli F35 la situazione é ben peggiore:

      The Pentagon has conceded that congressional watchdogs were “factually accurate” when they reported that the F-35 program is facing sustainability challenges but remain adamant that everything is under control.
      The Government Accountability Office (GAO) released a report Friday, stating that the Department of Defense’s (DoD) F-35 Joint Program Office (JPO) is “facing sustainment challenges that are affecting warfighter readiness.”

      https://www.rt.com/usa/408281-f35-gao-report-pentagon/

      Non lo dice Putin, ma il Government Accountability Office USA.
      E poi é un veivolo monomotore.

      1. Holodoc says

        La mia era una solo una battuta, della serie: accidenti al migliore 😉

  3. Anonimo says

    Mah tutta sta potenza dei russi e questo grande gap non lo vedo in un senso ma nell’altro si. Guerra atomica? Lose lose. Guerra convenzionale, la fanno da anni per interposta persona. Io credo che invece la spesa per le armi sia veramente esagerata da parte degli USA che hanno ben altri problemi a casa loro, ma da un paese che ha in costituzione il dogma delle armi che ti vuoi aspettare.

    1. Gino2 says

      Spesa dei contribuenti =guadagno delle lobby.
      Gli USA non sono solo i contribuenti ma anche e soprattutto le lobby.

      Non c è dunque vera spesa ma solo uno spostamento.

  4. Alberto says

    Io sposterei l’attenzione sul mar cinese, i problemi se ci saranno saranno un po’ più a est.

  5. clausneghe says

    Tutto vero quello che dice il sempre più pessimista Paul C.R. che non è certo l’ultimo arrivato…
    Possibile che nessuno riesca a fermare questa follia di una imminente guerra atomica globale che equivarrebbe al suicidio dell’Umanità?
    Lo ha detto ieri anche il Papa sottolineando che siamo in guerra, una vera guerra, ha detto.
    E anche Lui non penso sia l’ultimo arrivato..
    Tra parentesi, sempre ieri, gli Usa hanno notificato alla Russia l’avvio di una imponente esercitazione nucleare.

    1. Lupis Tana says

      ciao claus “lo ha detto ieri il papa, e non penso sia l’ultimo arrivato”.

      invece è talmente in ritardo… che deve ancora arrivare a capire la situazione, oppure l’ha capita benissimo… t l

  6. Antonello S. says

    Sottoscrivo ogni riga…

  7. Vamos a la Muerte says

    “Se gli Stati Uniti finiranno in una guerra catastrofica”: gli Stati Uniti non è che ci finiranno in una guerra catastrofica. La INIZIERANNO. Resta solo da stabilire il QUANDO.
    Oramai ne sono tutti consapevoli, il Presidente Putin per primo che, nella interessantissima intervista rilasciata a Oliver Stone, lo ha fatto capire chiaramente, quando ha detto: “Arrivati a questo livello di tensione a cui ci hanno portato gli Usa riguardo alle nostre relazioni bilaterali, o la tensione scende oppure… Questo livello di tensione non può durare per molto tempo”. Negli Usa in quanti lavorano per farla scendere e, al contempo, in quanti lavorano per farla arrivare al punto di Non Ritorno?
    Buonanotte Mondo

  8. neroscuro2014 says

    Se va bene finisce con un bel film tipo “Thirteen days”, altrimenti ci si rivede tutti dall’altra parte.

  9. uomoselvatico70 uomoselvatico7 says

    Tanto gli esseri umani sono in quasi 8 miliardi ed hanno infestato ogni angolo di questo pianeta, impossibile farci fuori tutti.
    Una bella scremata di 2-4 miliardi di persone e tutto ricomincerà esattamente come prima
    con tanto di calcio, quiz a premi, Maria de Filippi, l’isola ( radioattiva..) dei famosi, Halloween, mode imbecilli varie ecc ecc ecc

    Chi muore giace e chi vive si dà pace.
    L’altro giorno stavo in una sala slot, ( No, non per giocare non ho mai giocato un centesimo, è solo che sono amico di uno dei dipendenti che ci lavorano..)
    E mi raccontava di quando qualche giorno prima un tizio ha fatto un infarto restandoci secco lì sul posto..
    Tutti gli altri giocatori hanno continuato a giocare come niente fosse con il cadavere del povero disgraziato steso lì per terra, a 20 centimetri da loro.

    Quasi lo scavalcavano per andare avanti e indietro da un macchinetta l’altra mentre polizia e il personale del 118 facevano i rilievi e scrivevano verbali per la constatazione della morte.

    Ecco, è questo il genere umano di oggi…
    Meglio le bombe atomiche.

Comments are closed.