Un bambino di 7 anni è morto 13 giorni dopo il vaccino Pfizer

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno pubblicato l’11 marzo nuovi dati che mostrano un totale di 1.168.894 segnalazioni di eventi avversi a seguito di vaccini COVID che sono stati presentati tra il 14 dicembre 2020 e il 4 marzo 2022 al Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS). VAERS è il principale sistema finanziato dal governo per la segnalazione di reazioni avverse ai vaccini negli Stati Uniti.

I dati includevano un totale di 25.158 segnalazioni di decessi – un aumento di 331 rispetto alla settimana precedente – e 203.888 segnalazioni di lesioni gravi, compresi i decessi, nello stesso periodo di tempo – in aumento di 3.557 rispetto alla settimana precedente.

I dati U.S. VAERS dal 14 dicembre 2020 al 4 marzo 2022 per i bambini dai 5 agli 11 anni mostrano:

  • 9.009 eventi avversi, di cui 213 classificati come gravi e 5 decessi segnalati.

La morte più recente riguarda un bambino di 7 anni (VAERS I.D. 2152560) di Washington che è morto 13 giorni dopo aver ricevuto la sua prima dose di vaccino Pfizer quando è andato in shock e ha subito un arresto cardiaco. Non è stato in grado di essere rianimato ed è morto al pronto soccorso.

  • 17 segnalazioni di miocardite e pericardite (infiammazione cardiaca).

Il CDC utilizza una definizione ristretta di caso di “miocardite”, che esclude casi di arresto cardiaco, ictus ischemico e decessi dovuti a problemi cardiaci che si verificano prima che si abbia la possibilità di andare al pronto soccorso.

  • 32 segnalazioni di disturbi della coagulazione del sangue.

I dati U.S. VAERS dal 14 dicembre 2020 al 4 marzo 2022 per i giovani dai 12 ai 17 anni mostrano:

  • 30.193 eventi avversi, di cui 1.734 classificati come gravi e 40 decessi segnalati.

La morte più recente riguarda un ragazzo di 14 anni (VAERS I.D. 2148498) che ha subito un aneurisma cerebrale che ha portato alla morte un giorno dopo aver ricevuto la sua prima dose di vaccino Pfizer.

  • 69 segnalazioni di anafilassi tra i 12 ei 17 anni in cui la reazione era pericolosa per la vita, richiedeva un trattamento o provocava la morte – con il 96% dei casi attribuiti al vaccino di Pfizer.
  • 650 segnalazioni di miocardite e pericardite con 631 casi attribuiti al vaccino pfizer.
  • 161 segnalazioni di disturbi della coagulazione del sangue, con tutti i casi attribuiti a Pfizer.

Fonte: https://medalerts.org/vaersdb/findfield.php?IDNUMBER=2152560

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x