Un altro colpo dichiarato contro tutta l’umanità

Crisi negli Stati Uniti: il principale fornitore di generi alimentari chiude per 3 mesi; i prezzi della benzina schizzano alle stelle

 

XANDER Nieuws – 09/10/2021

 

In occidente si avvicina inesorabilmente il “buio inverno” (previsto) con enormi carenze energetiche e alimentari

La crisi sistemica deliberatamente innescata sembra definitivamente entrare nella fase successiva, dato che gli scaffali di alcuni grandi supermercati statunitensi come WalMart cominciano a svuotarsi, e uno dei maggiori fornitori di prodotti alimentari da scaffale del paese resterà chiuso per i prossimi 90 giorni a causa di “enormi carenze” e “ritardi considerevoli”. Anche i prezzi della benzina sono schizzati a livelli olandesi (Paesi Bassi: il prezzo più alto di tutta l’Europa). Un litro di senza piombo in alcune stazioni di servizio ora costa l’equivalente di 1,759 euro, una cifra impressionante per gli standard americani.

Dal 7 ottobre, il mega fornitore alimentare Augason Farms resterà chiuso per tre mesi. Durante questo periodo, non si accetteranno più ordini online e si spera che le ingenti carenze saranno colmate. Ciò è paragonabile alla HAK, per esempio, che starebbe informando i supermercati di non essere in grado di fornire ortaggi in scatola ecc. per i prossimi tre mesi. Questo causerebbe una corsa alle ultime scorte nei supermercati.

È un’ulteriore prova del collasso accelerato delle linee di approvvigionamento alimentare“, scrive Natural News. Come abbiamo ripetutamente avvertito, il mondo sarà immerso in un “inverno buio” con estrema scarsità di cibo, carenza di elettricità/energia e un numero crescente di vittime della proteina spike (e ADE) tra i vaccinati”.

Carenza di manodopera: anche a causa degli effetti delle “vaccinazioni”?

Il governo può stanziare tutti i soldi extra che vuole, “ma non si può mangiare il denaro“. A cosa servono mille dollari o euro se hai fame e i supermercati sono vuoti, mentre anche online il messaggio “non disponibile” o “esaurito” appare ovunque. Il problema non è la mancanza di denaro, ma la mancanza di manodopera grazie a tutti i lockdown per la Covid, che sono totalmente insensati e basati su una scienza spazzatura irrazionale“, continua Adams. (Vedi anche il nostro articolo del 24-08: Gli Stati Uniti sull’orlo del collasso: il fallito regime di Biden proclama la dittatura medica e provoca una crisi alimentare).

La mancanza di manodopera potrebbe anche avere un’altra causa: i controversi vaccini genici per la Covid hanno reso disabili molte più persone di quelle ufficialmente dichiarate, temporaneamente, per lungo tempo o in modo permanente.

In Gran Bretagna, per esempio, c’è una carenza di 100.000 camionisti. Hanno dovuto rimanere tutti a casa a causa dei lockdown, ma ora il lavoro per loro c’è. Inoltre, i loro sussidi Covid sono stati sospesi, quindi non hanno più un indennizzo economico a causa dell’enorme perdita di reddito. Dove sono finiti questi autisti? Ci sono anche enormi carenze di personale in altri settori (assistenza, pulizia, fabbriche, vendita al dettaglio, ecc.)

“Ogni nazione è a soli 9 pasti dalla rivoluzione”.

HealthRangerStore di Adams vende specialità biologiche, bio e altri prodotti per la “salute”, dalle vitamine e integratori alla cura della persona al cibo. Ha scritto qualche settimana fa che tutti i regolari contratti alimentari firmati per 12 mesi sono stati annullati. “I fornitori hanno annunciato a luglio che non potevano più dare garanzie oltre i 90 giorni. La situazione è ora così grave che ciò che può ancora essere consegnato (spesso solo parzialmente) deve essere pagato in anticipo. L’ultima volta che abbiamo messo online le nuove confezioni alimentari, sono state esaurite in 90 minuti. Da allora non abbiamo più avuto scorte“.

Coloro che continuano a negare la realtà non potranno resistere a lungo. Gli scaffali cominciano a svuotarsi. Come si diceva, ogni nazione è a soli nove pasti dalla rivoluzione. Questi nove pasti mancanti sembrano arrivare quest’inverno“.

Auguriamo ad Augason Farms ogni fortuna per la ripartenza nel 2022, se le linee di approvvigionamento dovessero migliorare. Tuttavia, siamo estremamente preoccupati che la situazione possa peggiorare molto tra 90 giorni. Chi non fa scorta di cibo nei prossimi 30-60 giorni potrebbe letteralmente morire di fame a gennaio/febbraio. Secondo gli addetti ai lavori, per allora anche la rete elettrica cesserà di funzionare in modo affidabile”. (1)

Infrastrutture di gas e petrolio deliberatamente minate

Per quanto riguarda la crisi energetica creata, il conduttore radiofonico Hal Turner sottolinea la deliberata chiusura o il ritardo di oleodotti e progetti, e l’introduzione di nuovi regolamenti assurdi, tasse, imposte e restrizioni sui produttori del petrolio e gas da parte del regime Biden (2) – esattamente ciò che è stato fatto molto deliberatamente in Europa negli ultimi anni, e che causerà un’enorme crisi energetica anche qui – e forse anche una crisi del sistema sociale con disordini su larga scala.

Non si può, a costi astronomici, bloccare parzialmente un’economia per mesi e poi farla ripartire come se nulla fosse successo. I politici che sostengono che ciò può essere fatto senza conseguenze drastiche o non hanno idea di come funziona un’economia sana o lo sanno e ingannano la gente. Ciò è ormai perfettamente chiaro negli Stati Uniti, e anche in un numero sempre maggiore di paesi europei. Le dolorose conseguenze di tutte le misure dirompenti e distruttive a causa della Covid si manifesteranno pienamente solo nei prossimi mesi.

Si può ancora fermare questo colpo di stato contro il nostro paese e il nostro popolo?

E anche in questo caso, siamo solo all’inizio, perché il regime illegale del VVD66 attuerà politiche che elimineranno e nazionalizzeranno di fatto l’intera popolazione contadina dei Paesi Bassi. Così facendo, il Gabinetto Rutte (/Kaag/De Jonge) sta eseguendo il colpo di stato comunista “Great Reset” / “Green Deal” che dovrà realizzare l’Agenda 2030 dell’ONU. Secondo questi piani, i Paesi Bassi saranno messi in un blocco climatico permanente in cui non avremo quasi più alcuna libertà o autodeterminazione, e saranno trasformati in una grande città-stato di immigrazione in cui la nostra posizione come uno dei più importanti produttori di derrate alimentari sarà completamente demolita.

La mia opinione personale? Penso che una sola settimana di interruzioni di corrente e/o di gas durante un inverno estremamente freddo, insieme a carenze di cibo nei supermercati, un nuovo lockdown già concordato a livello internazionale la scorsa estate, una bolletta energetica che mediamente va da 900 a 1.100 euro in più nei Paesi Bassi – a cui minaccia di aggiungersi l’imminente cyber-attacco pianificato dal WEF – farà finalmente rivoltare il popolo in massa contro questo colpo di stato globalista “climatico-vaccinale” contro il nostro paese, la nostra società, la nostra economia/prosperità e il nostro futuro.

In caso contrario, non ci aspetterà altro che la spietata oppressione ecologico-fascista, una povertà spaventosa (*) e una moltitudine di vittime, a cominciare dai più deboli (se non sono già stati eutanasizzati con nuovi richiami Covid).

 

(*) Pensate che sia un’esagerazione? Leggete allora questo articolo del 12-01: Deutsche Bank: Green Deal EU significa mega crisi, eco-dittatura ed enorme perdita di prosperità.

(1) Natural News

(2) Hal Turner Radio Show

 

Fonte: https://www.xandernieuws.net/algemeen/crisis-vs-grote-voedselleverancier-gaat-3-maanden-dicht-benzineprijs-explodeert/

Scelto e tradotto da Cinthia Nardelli per ComeDonChisciotte

 

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
31 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
31
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x