Tanzania, il secondo colpo di stato legato al Covid?

Kit Knightly
off-guardian.org

John Magufuli, il presidente della Tanzania, è scomparso. Non si vede in pubblico da diverse settimane e tutti si chiedono dove possa essere.

In varie occasioni, l’opposizione ha asserito che il presidente sarebbe ricoverato in ospedale con il “Covid19,” in Kenya o in India, anche se non esistono prove a conferma del fatto.

Giusto per chiarire la situazione, John Magufuli è uno dei capi di stato africani “negazionisti del Covid.”

È famoso per aver ordinato alla sua amministrazione di sottoporre al test PCR per il coronavirus cinque campioni (non etichettati) di capra, quaglia, olio per motori, papaya e jackfruit e, quando quattro erano risultati positivi e uno “inconcludente,” aveva vietato i kit test e ordinato un’indagine sulla loro origine e sulla loro fabbricazione.

In passato, aveva anche messo in dubbio la sicurezza e l’efficacia dei presunti “vaccini per il covid” e non ne aveva permesso l’uso in Tanzania.

Sulla stampa occidentale Magufuli è stato dipinto come “anti-scientifico” e “populista,” ma non sarebbe corretto dire che la salute del popolo della Tanzania fosse una bassa priorità per il presidente. In realtà è vero il contrario.

Nel 2015, dopo essere stato eletto per la prima volta, aveva tagliato gli stipendi dei funzionari governativi (compreso il suo) per aumentare i fondi per gli ospedali e l’acquisto di farmaci per l’AIDS. Nel 2015, aveva cancellato le celebrazioni del giorno dell’indipendenza e aveva usato i fondi per lanciare una campagna anti-colera. L’assistenza sanitaria era stata una delle priorità della sua amministrazione e, durante il suo mandato, l’aspettativa di vita in Tanzania è aumentata di anno in anno.

La risonanza mediatica negativa del presidente Magufuli è un fenomeno molto recente. All’inizio della sua presidenza, aveva persino ricevuto gli elogi dalla stampa occidentale e dai think tank sostenuti da Soros, che avevano lodato le sue riforme e lo avevano definito un “esempio” per le altre nazioni africane.

Tutto questo era cambiato quando aveva iniziato a parlare della bufala del Covid.

Quando era stato rieletto, nell’ottobre 2020, sulla stampa occidentale, che in precedenza aveva correttamente riportato il suo indice di approvazione al 96%, erano subito apparse le accuse standard di “aver influenzato i votanti” e di “frode elettorale.”

La campagna anti-Magufuli si era intensificata all’inizio dell’anno, quando Mike “abbiamo mentito, abbiamo imbrogliato, abbiamo rubato” Pompeo, come ultimo atto da Segretario di Stato, aveva imposto sanzioni contro i funzionari del governo tanzaniano. Le sanzioni erano teoricamente dovute a “irregolarità elettorali,” ma, in realtà, erano collegate al rifiuto della Tanzania di seguire i dettami sul Covid.

Proprio il mese scorso, The Guardian, da sempre la punta di diamante quando si tratta di cambiamenti di regime “progressisti,” aveva pubblicato un articolo dal titolo:

E’ tempo per l’Africa di tenere a freno il presidente anti-vax della Tanzania

L’articolo non faceva menzione di capre, papaya e olio per motori che risultano positivi al coronavirus, ma si chiedeva, in modo giornalistico e assolutamente non-partisan:

“Cosa c’è di sbagliato nel presidente John Magufuli? Molte persone in Tanzania e all’estero si stanno ponendo questa domanda.”

Per poi concludere:

“Magufuli sta alimentando i sentimenti anti-vax, mentre la pandemia e le sue nuove varianti continuano ad imperversare. Ha bisogno di essere sfidato, apertamente e direttamente. Guardare e non far nulla espone milioni di persone in Tanzania e in tutta la regione dei grandi laghi africani, così come nelle comunità di tutto il mondo, a questo virus mortale e devastante.”

L’autore non diceva esattamente come Magufuli avrebbe dovuto essere “sfidato apertamente e direttamente,” ma non è a questo che serve questo genere di articoli. Esistono semplicemente per far passare il soggetto da cattivo e creare un clima in cui “qualcosa deve essere fatto.” Cosa sia quel “qualcosa” e, in effetti, se sia legale o meno, non sono affari dei lettori del Guardian, e comunque la maggior parte di loro se ne frega.

Oh, a proposito, l’articolo fa parte della sezione “Sviluppo globale” del Guardian, che è sponsorizzata dalla Fondazione Bill e Melinda Gates. Giusto perché lo sappiate.

Così, due settimane dopo la pubblicazione da parte del Guardian di un articolo sponsorizzato da Gates che chiedeva di fare qualcosa per il presidente Magufuli, il presidente Magufuli è scomparso, presumibilmente a causa del Covid. Divertente come funziona la cosa.

Anche se Magufuli dovesse miracolosamente sopravvivere all’attacco di “sospetto Covid19,” la sua carriera politica è ormai segnata. Proprio ieri, il Council on Foreign Relations ha pubblicato questo articolo che illustra con dovizia di particolari come il presidente abbia perso ogni autorità, e conclude:

“una figura audace all’interno del partito al potere potrebbe capitalizzare l’attuale episodio ed iniziare ad invertire la rotta.”

Non è difficile leggere il sottotesto, se lo si può chiamare “sottotesto.”

Se doveste assistere all’improvvisa morte e/o sostituzione del presidente della Tanzania, sappiate che non sarà stato il primo capo di stato africano a subire un tale destino nell’era del Covid.

L’estate scorsa, Pierre Nkurunziza, il presidente del Burundi, aveva rifiutato di stare al gioco del Covid e aveva ordinato alla delegazione dell’OMS di lasciare il paese… prima di morire improvvisamente di un “attacco di cuore” o di “sospetto Covid19.” Il suo successore aveva immediatamente ribaltato tutte le politiche sul Covid e aveva invitato l’OMS a ritornare nel paese.

Quello era stato il primo golpe legato al Covid e sembra che in Tanzania potrebbe esserci il prossimo.

Se fossi il presidente del Turkmenistan o della Bielorussia non farei progetti a lungo termine.

Kit Knightly

Fonte: off-guardian.org
Link: https://off-guardian.org/2021/03/12/tanzania-the-second-covid-coup/
12.03.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

23 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Tipheus
Tipheus
16 Marzo 2021 3:43

Forse a Minsk e ad Askhabad hanno migliori servizi, da buona tradizione sovietica, che impediscano questi colpi di mano, rispetto agli stati africani.
Me lo auguro per loro.

fiurdesoca
fiurdesoca
16 Marzo 2021 3:46

l’ennesima notizia triste in un periodo cupo…
la mattanza continua…

clausneghe
clausneghe
16 Marzo 2021 4:58

Credo che a Minsk la “banda del covid” abbia poche chances..
Da quelle parti non scherzano e gente come Soros o Gates li prendono a calciinculo.
Comunque, anche il loro Presidente, quello che pianta patate, ha dovuto mettersi in riga altrimenti Putin lo lasciava sbranare dai “colorati”…Ha dovuto accettare lo Sputnik V..

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  clausneghe
16 Marzo 2021 4:59

Come andrebbe sempre fatto.

lady Dodi
lady Dodi
16 Marzo 2021 5:13

Come diceva Eraclito gli Dei si divertono a tagliare tutto quello che svetta.
Il Presidente della Tanzania si vede che era uno di quelli che svettano.
E nessuno dica che la Filosofia è inutile.
Aspetto con ansia notizie ulteriori del Presidente Magufuli.

MEDIA MAINSTREAM FALSI
MEDIA MAINSTREAM FALSI
16 Marzo 2021 5:38

Va bene così, anche se lo hanno ucciso è morto da eroe, grande uomo

Guido Bulgarelli
Guido Bulgarelli
Risposta al commento di  MEDIA MAINSTREAM FALSI
16 Marzo 2021 6:42

Completamente d’accordo, giù il cappello

IlContadino
IlContadino
16 Marzo 2021 6:49

Dico sempre ai miei figli: “Ci son due modi di far le cose, con le chiacchiere o con le mani”. E quando fai qualcosa che reputi giusta non c’è conseguenza per cui non valga la pena farla. Più sei in alto nella catena decisionale più importanti sono le azioni e più impegnative le conseguenze. E alla fine, come sempre, trasmetti agli altri il messaggio di ciò che sei e non di quello che dici.
Poi magari salta fuori che era in vacanza alle Barbados, ma non sembrerebbe proprio. Dovesse essere morto, una stella in più in cielo, e anche sul nostro cammino… Ma speriamo che torni al suo posto, ogni singola persona che rema contro sti maledetti ha un valore inestimabile

Rifle
Rifle
16 Marzo 2021 7:33

In base a questo ragionamento pure Bolsonaro dovrebbe cominciare a stare attento.

Ma ricordo che lui è un evangelico pro Israele e questo forse rappresenta una “polizza assicurativa”

Contro di lui agiranno in altro modo: elettoralmente.
Giusto in questi giorni la corte suprema brasiliana a reso Lula nuovamente eleggibile.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Rifle
16 Marzo 2021 12:14

Ma Bolsonaro adesso vuol vaccinare tutti..
Johnson all’inizio voleva fare come in Svezia..
Anche in Italia Conte era contrario alle chiusure delle scuole..
Poi…chissà perché..hanno cambiato idea..probabilmente con qualche proposta che non si può rifiutare..
Anche Putin..molto diplomatico..ha concesso qualcosa alla narrazione..sapendo che veniva da fonti molto autorevoli.. e negarla sarebbe stato troppo impegnativo..

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Rifle
16 Marzo 2021 12:14

Ma Bolsonaro adesso vuol vaccinare tutti..
Johnson all’inizio voleva fare come in Svezia..
Anche in Italia Conte era contrario alle chiusure delle scuole..
Poi…chissà perché..hanno cambiato idea..probabilmente con qualche proposta che non si può rifiutare..
Anche Putin..molto diplomatico..ha concesso qualcosa alla narrazione..sapendo che veniva da fonti molto autorevoli.. e negarla sarebbe stato troppo impegnativo..

Bertozzi
Bertozzi
16 Marzo 2021 11:29

Potrebbe essere una parabola della nuova bibbia post pandemica che scriveremo di concerto, Magufuli 25:17″…e il profeta prima del martirio tamponò l’olio del motore, simbolo della macchina capitalista, e poi la capra in quanto animale senza volontà, poi la papaya frutto che se aperto ha colori e sembianze covidiche, e infine il jackfruit, altro frutto enorme e dolcissimo ma dal fetore pestilenziale e malefico, il fetore che avvolse il mondo in quei terribili anni…”

RUteo
RUteo
16 Marzo 2021 12:39

In Tanzania i Colpi Di Stato sono mensili o al massimo semestrali , come in Italia .

Guido Bulgarelli
Guido Bulgarelli
Risposta al commento di  RUteo
16 Marzo 2021 13:57

da noi più che colpi di stato ci sono damerini con la pochette che si fanno dettare la linea per quasi un anno da beccamorti ministeriali e poi ricevono il benservito da un banchiere che assomiglia al basilisco di harry potter…nella vicenda di Magufuli, comunque stiano le cose, ci vedo un po’ più di dignità…

giuseppe abruzzese
giuseppe abruzzese
Risposta al commento di  RUteo
16 Marzo 2021 19:04

Veramente, dai dati pubblicati compresa Wikipedia, il presidente era stato eletto nel 2015, quindi per niente mensile o semestrale, come invece si viene a pensare della testa di altri che non commentano, ma sparlano. (Fakkettoni…)

RUteo
RUteo
Risposta al commento di  giuseppe abruzzese
17 Marzo 2021 15:32

Lei non ha visto quelli a casa sua e vorrebbe commentare quelli in casa d’altri .

Andrea
Andrea
16 Marzo 2021 14:33

Ho un nipote che 18 mesi fa apriva la sua scuola di immersione sull’isola di Pemba(Tanzania).
Dice che il Presidente e’ ricoverato in India, altri dicono che sia ricoverato a Nairobi.
La preoccupazione per lui e’ altissima perche’ tra un mese all’inizio della stagione delle pioggie voleva rientrare per un mese per la prima volta dopo l’apertura della scuola. Ma ha paura in caso di instabilita’ politica di possibili saccheggi e atti vandalici contro strutture tenute da stranieri. Forse non tornera’. Mia sorella, sua madre e’ molto preoccupata. Prima di questa storia mi venivano descritte spiaggie assaltate dai turisti(tanti Russi) in un contesto di covid free totale. Speriamo bene per la Tanzania

Andrea
Andrea
16 Marzo 2021 14:33

Ho un nipote che 18 mesi fa apriva la sua scuola di immersione sull’isola di Pemba(Tanzania).
Dice che il Presidente e’ ricoverato in India, altri dicono che sia ricoverato a Nairobi.
La preoccupazione per lui e’ altissima perche’ tra un mese all’inizio della stagione delle pioggie voleva rientrare per un mese per la prima volta dopo l’apertura della scuola. Ma ha paura in caso di instabilita’ politica di possibili saccheggi e atti vandalici contro strutture tenute da stranieri. Forse non tornera’. Mia sorella, sua madre e’ molto preoccupata. Prima di questa storia mi venivano descritte spiaggie assaltate dai turisti(tanti Russi) in un contesto di covid free totale. Speriamo bene per la Tanzania

Mary Jones
Mary Jones
17 Marzo 2021 3:53

il 23 agosto 2020 è comparso un articolo su un sito online di giornalismo tedesco dal titolo ‘Regime Change in Belarus?’ di Wolfgang Effenberger, che associava le manovre di cambio di regime che proprio in quel periodo si stavano intensificando nel paese, col fatto che Lukashenko avesse rifiutato di accettare i soldi che la Banca Mondiale e il FMI gli avevano offerto perché istituisse dei lockdown come in Italia. La notizia delle lucrose offerte a Lukashenko, da lui rifiutate, è stata riportata anche qui. traduco l’articolo : ”Per molto tempo i media sono stati silenziosi sulla Bielorussia. Di tanto in tanto c’era indignazione per il fatto che il paese fosse l’unico in Europa a non intraprendere alcun passo contro la pandemia COVID-19 o a fare dei tagli alla vita pubblica. Il presidente Lukashenko ha persino descritto il coronavirus come la “psicosi dell’Occidente”. Le statistiche, però, gli danno ragione: il decorso della malattia non differisce da quello dei paesi che hanno attuato misure rigide come i lockdown. Ma ora la Bielorussia è tornata sotto i riflettori: come se dal nulla si stesse formando una resistenza nel paese, innumerevoli persone possono essere viste per le strade. Un motivo sufficiente per chiedersi: si… Leggi tutto »

ndr60
ndr60
Risposta al commento di  Mary Jones
17 Marzo 2021 7:03

Basta guardare la cartina geografica; dopo l’Ucraina, se cade anche la Bielorussia la Russia sarà completamente isolata sul fronte ovest. Così almeno potrà accogliere a braccia aperte i “liberatori” della NATO.

Mary Jones
Mary Jones
17 Marzo 2021 19:01

Dicono sia morto di insufficienza cardiaca all’ospedale di Jakaya Kikwete.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Mary Jones
18 Marzo 2021 3:19

Si. E il tiggi1 lo ha presentato come ‘ quello che non credeva al covid”,.
Non hanno avuto la faccia tosta di dire che è morto di covid ma presentata così……..sono diabolici.

Denisio
Denisio
18 Marzo 2021 3:24

Scusate ma Mike Pompeo non stava con i buoni che devono salvare il mondo dall’elite pedosatanicomassonica? Non ha altro da fare che rompere le palle ad un uomo retto e giusto che l’occidente intero non può vantare nemmeno per errore?