navigazione Tag

glutatione

Il miglior epatoprotettore tra le piante officinali

Sul cardo mariano esiste una cospicua bibliografia perché è una delle piante più usate per curare fin dall’antichità. I suoi componenti principali sono rappresentati dai flavolignani che vengono isolati sotto forma di una miscela di prodotti di condensazione chiamata silimarina, una sostanza che ha prevalentemente un'azione epatoprotettiva. È in grado, infatti, di proteggere il fegato dai danni di svariati agenti tossici (come per esempio insetticidi, antiparassitari, farmaci), dall’esposizione…

Una molecola di estremo (e attuale) interesse

La N-ACETILCISTEINA, detta più semplicemente NAC, aminoacido solforato normalmente conosciuto per fluidificare il catarro, oltre che per la cura e la prevenzione delle bronchiti e delle polmoniti è, in realtà, importantissima per la DEPURAZIONE. È in primo luogo utile per disintossicare dal paracetamolo e proteggere il fegato dalla sofferenza epatica indotta dall’utilizzo troppo frequente di quei farmaci che lo contengono (ad esempio la tachipirina). Inoltre questa molecola, apportando…