Sulla sedia a rotelle con danni neurologici dopo essersi sottoposta al vaccino Pfizer

Poche ore dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer, Mona Hasegawa ha raccontato che non riusciva a muovere le gambe, la sua “mente si è congelata” e giorni dopo è crollata.

Una madre di 42 anni di due figli ha condiviso di aver sperimentato confusione e paralisi delle gambe poche ore dopo aver ricevuto il vaccino COVID e da allora soffre di gravi problemi neurologici.

Mona Hasegawa, costretta su una sedia a rotelle, ha raccontato durante la manifestazione Real Not Rare tenutasi martedì sui gradini della Corte Suprema, di aver ricevuto un vaccino Pfizer perché voleva “fare la [sua] parte per aiutare la comunità a fermare il covid” e per vedere suo padre, un paziente in dialisi.

Mio padre che vive in Canada è ad alto rischio e ho pensato che la cosa migliore da fare fosse farsi vaccinare a causa del fatto che i media e i professionisti medici dicevano fosse sicuro ed efficace. Per quanto ne so all’epoca, gli unici effetti collaterali erano sintomi simil-influenzali “, ha condiviso nella sua storia.

Ha ricevuto la sua “prima e unica” dose di Pfizer il 24 aprile. Nel giro di poche ore, mentre era in un ristorante locale, Hasegawa scrive:

All’improvviso mi sono sentita confusa, la mia mente si è congelata e non riuscivo a muovere le gambe. Mia figlia ha dovuto tenermi la mano per aiutarmi a lasciare il ristorante. Sono tornato a casa. Il paio di giorni successivi ho avuto sintomi simil-influenzali, ma ho anche provato un dolore estremo alla schiena, ai fianchi e alla zona delle cosce. Anche se mi sentivo così, mi sforzavo ancora di continuare le mie giornate in modo normale“.

Hasegawa ha scritto che il sabato dopo il vaccino, “ha sperimentato una grave debolezza ed è crollata nel centro commerciale”, e un’ambulanza è stata chiamata per trasportarla in ospedale.

Ha condiviso che da quando ha ricevuto il vaccino, accusa “problemi di memoria, nebbia cerebrale, convulsioni, dolore alla testa, dolore alla schiena, problemi di tremori e contrazioni“.

Sto chiedendo aiuto. Sono stata ignorata dai medici“, ha continuato.

Ha detto che è stata in ospedale diverse volte e ha subito scansioni nella speranza di capire meglio cosa sia successo.

Hasegawa ha scritto di aver “avuto almeno 30 visite con medici e specialisti in un arco di tempo di sei mesi“.

Quando dico ai medici che penso di aver iniziato ad accusare questi danni dal giorno della vaccinazione COVID, mi dicono che è psicologico, mi mandano a casa“, ha spiegato alla manifestazione.

Hasegawa ha detto che a un certo punto, poco dopo aver lasciato l’ospedale, “non ero preparata a non essere in grado di camminare, quindi mi sono messa in ginocchio e ho strisciato su per le scale per entrare in casa mia“.

Le mie figlie hanno dovuto avvolgermi in un lenzuolo per trascinarmi ad arrivare dove dovevo andare, perché non potevo camminare e non avevo una sedia a rotelle o un deambulatore in quel momento“, ha raccontato.

Sto solo chiedendo che ci siano più ricerche fatte prima che qualcuno sia vaccinato e prima che i bambini siano vaccinati. Perché se sto avendo difficoltà ad affrontarlo fisicamente e mentalmente, come faranno i bambini ad affrontarlo?

Hasegawa fa parte di un gruppo di supporto composto da danneggiati da vaccini Covid e ha raccontato che “ci sono migliaia di persone che stanno soffrendo” come lei. “Molte delle persone del gruppo hanno istinti suicidi in questo momento“, ha dichiarato Hasegawa.

Sto cercando di parlare a nome di tutte le persone che hanno perso la vita. In futuro, spero che siano abbastanza forti da sopravvivere a questo“.

Fonte articolo: https://www.eventiavversinews.it/sulla-sedia-a-rotelle-con-danni-neurologici-dopo-essersi-sottoposta-al-vaccino-covid/

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x