Riattivazione del virus varicella-zoster a seguito della vaccinazione Pfizer: un caso clinico

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Herpes zoster che è la riattivazione del virus varicella-zoster, un virus alfa-herpes umano patogeno, a seguito di infezione primaria o varicella, è noto per verificarsi soprattutto in età avanzata e nell’immunocompromesso tra gli altri fattori predisponenti.

L’immunomodulazione indotta dalla vaccinazione COVID-19 è un nuovo scenario, ipotizzato come risultato dello spostamento della popolazione di linfociti T verso il sottogruppo CD8+ naïve indotto dal vaccino”[…]

“Qui, discutiamo un caso di riattivazione del virus varicella-zoster a seguito del vaccino BNT162b2 mRNA COVID-19 in una donna anziana”[…]

“Un lasso di tempo relativamente breve dall’avvio dei programmi di vaccinazione e dell’EUA ostacola la disponibilità di dati sugli eventi avversi a medio e lungo termine successivi all’immunizzazione (AEFI) per i vaccini contro la COVID-19, compresa la relativamente nuova insorgenza della riattivazione della varicella-zoster sotto forma di HZ o herpes zoster, su cui si basa la presente relazione”[…]

“La riattivazione del VZV nei pazienti post-vaccinati è di natura multifattoriale, ma i fattori di rischio più importanti sono l’avanzare dell’età e lo stato immunocompromesso dell’ospite”…” La linfopenia transitoria causata dai vaccini è anche suggerita come fattore causale[…]

“L’incidenza di diverse manifestazioni cutanee dopo la vaccinazione, compresa la riattivazione dell’herpes, è in aumento in parallelo con l’aumento del numero di vaccinazioni almeno nei gruppi predisposti di individui. Sono state proposte diverse possibili spiegazioni per delineare la relazione causa-effetto tra riattivazione VZV e COVID-19, anche se ulteriori ricerche sono giustificate. Mentre è prudente ricordare che i casi clinici come questo sono considerati come il più basso grado di evidenza scientifica nella piramide delle conoscenze cliniche e del processo decisionale, è imperativo identificare i pazienti a rischio di sviluppare la riattivazione dell’herpes prima della vaccinazione e educarli, gestirli e seguirli per ridurre al minimo gli esiti pericolosi correlati al vaccino”.

LEGGI LO STUDIO: Reactivation of varicella-zoster virus following mRNA COVID-19 vaccination in a patient with moderately differentiated adenocarcinoma of rectum: A case report – BM Munasinghe, UPM Fernando, M Mathurageethan, Durga Sritharan, 2022 (sagepub.com)

Fonte articolo: https://www.eventiavversinews.it/quanti-casi-di-herpes-zoster-state-rilevando-in-questo-periodo-un-caso-riattivazione-del-virus-varicella-zoster-a-seguito-della-vaccinazione-mrna-covid-19-studio/

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x