Recanati: focolaio Covid alla casa di riposo

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Nonostante tutti gli ospiti siano stati vaccinati anche con la terza dose così come il personale, il Covid ha fatto di nuovo rientro all’interno della casa di riposo “Ester Gigli” di via XX settembre a Recanati. Nei giorni scorsi c’è stato un via vai di ambulanze che hanno provveduto a trasportare per ora solo tre pazienti positivi, ma sembra asintomatiche, alla Residenza Anni Azzurri Valdaso di Campofilone dove potranno essere isolate. Gli ospiti che sono risultati contagiati sarebbero 8 e gli altri cinque sono stati posti, per ora, in isolamento all’interno della struttura recanatese in attesa di riservare anche a loro questa destinazione secondo quanto prescritto dal protocollo concordato con l’Asur.

Sebbene – afferma il presidente della casa di riposo Giacomo Camilletti – siano tutti asintomatici, noi dobbiamo trasmettere l’informativa all’Asur che poi decide se trasferirli o no in una struttura adeguata al Covid. Noi, nel frattempo, abbiamo intensificato lo screening con tamponi giornalieri. L’anno scorso ci eravamo organizzati creando un reparto di isolamento per i positivi, perché l’Asur non era ancora attrezzata. Adesso l’iter è diverso”.

Una scelta, però, che non lascia tranquilli i familiari che non hanno ben gradito di far fare ai loro anziani, molti ultranovantenni, un viaggio di circa un un’ora e mezzo in ambulanza solo per isolarli. Uno strapazzo che poteva essere evitato tanto più che non presentano alcun sintomo e che, una volta isolati all’interno della casa di riposo, nel giro di pochi giorni potrebbero ritornare in comunità essendo tutti vaccinati con terza dose.

Come il virus sia potuto entrare nella struttura non è facile da capire anche perché le visite dei familiari sono state interrotte sin dall’inizio del mese di dicembre scorso.

NDR – Nei giorni successivi i positivi sono saliti a 18, e si sono cominciati a manifestare anche i primi lievi sintomi, come riporta il quotidiano picchionews.com.

Fonte articolo: https://www.radioerre.it/2022/01/14/focolaio-covid-casa-riposo-recanati/

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x