Radiologo muore una settimana dopo il vaccino Pfizer

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

ENNA – Proseguono le vaccinazioni anti-Covid in Sicilia, ma si mantiene alta anche la paura per le possibili correlazioni tra vaccino ed effetti collaterali.

A Enna la Procura ha aperto un fascicolo sulla morte di Gaetano Bagli, un 48enne che esercitava la professione di tecnico radiologo in servizio all’ospedale di Piazza Armerina. L’uomo sarebbe morto a distanza di una settimana dall’inoculazione del vaccino Pfizer.

Per fare chiarezza sull’accaduto, per domani è stata fissata un’autopsia sul corpo della vittima. L’uomo si sarebbe ripreso da alcuni mesi in seguito a una patologia oncologica e aveva ricevuto già la seconda dose insieme ai colleghi dell’ospedale.

L’uomo è morto lo scorso 10 aprile mentre era in servizio nella struttura ospedaliera, dove si sarebbe accasciato e sarebbe deceduto poco dopo al Pronto Soccorso. Lo scorso lunedì pomeriggio, finiti i funerali, i carabinieri del Nas hanno sequestrato la salma su disposizione della Procura ennese per effettuare l’autopsia. Così saranno chiarite le cause del decesso.

Fonte articolo: https://newsicilia.it/enna/coronavirus/covid-sicilia-gaetano-bagli-muore-dopo-il-vaccino-pfizer-salma-sequestrata-indaga-la-procura/663810/amp

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix