Quattordicenne in terapia intensiva dopo vaccino Moderna

La denuncia del padre: “Dopo quattro mesi vogliono fargli la seconda dose. E’ una follia!”

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Una famiglia di San Rafael, nella provincia di Mendoza (Argentina) lo scorso ottobre ha deciso di trascorrere un fine settimana nella provincia di San Juan. Per entrare nella provincia limitrofa dovevano essere vaccinati e poiché i loro figli, di 15 e 14 anni, non lo erano, hanno deciso di vaccinarli per viaggiare senza impedimenti. Franco, il 14enne, ha subìto una grave reazione avversa ed è rimasto ricoverato per venti giorni a San Juan.

Danilo Patruno, padre del ragazzo, ne ha parlato a Diario San Rafael: “Ho vaccinato mio figlio Franco Patruno il 5 ottobre perchè dovevamo andare per un evento del fine settimana a San Juan. Abbiamo viaggiato senza problemi, ma quando siamo arrivati ​​aveva già un broncospasmo, che lo ha portato ad essere intubato e ricoverato per venti giorni, dieci dei quali intubati in terapia intensiva.

Quando siamo tornati a San Rafael, i medici di San Juan ci hanno detto che la malattia era stata una conseguenza del vaccino, poiché non avevano trovato nessun’altra causa che poteva aver causato quello che è successo a mio figlio. Quando siamo arrivati ​​a San Rafael, ci hanno detto di segnalare il caso come effetto collaterale del vaccino Moderna. Abbiamo denunciato la situazione agli uffici sanitari, anche davanti alle autorità della Provincia e nell’ospedale Schestakow di San Rafael. Ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Al contrario, mettono in dubbio ciò diciamo.

Ho tutta la storia clinica di quello che è successo a mio figlio. Non ha mai avuto altri sintomi di nulla, convulsioni o qualcosa del genere prima del vaccino. Era in perfette condizioni, ha giocato a rugby a Belgrano. Ora ha dovuto smettere di giocare a causa degli effetti collaterali che ha ancora; ha dovuto sospendere viaggi e ha difficoltà ad andare a scuola. Non gli era mai successo prima e continua ad avere gli effetti collaterali della terapia intensiva. L’ho denunciato attraverso i canali ufficiali dei governi della Provincia e della Nazione. Non ho avuto risposta e, per di più, mi fanno altre richieste. A volte mi sembra che mi stiano prendendo in giro”.

Patruno ha proseguito dicendo: “ci sentiamo impotenti; i medici dicono di dargli la seconda dose, ma a noi sembra una follia; Inoltre non sappiamo cosa succede se prendi il Covid. Nella nostra famiglia abbiamo la tendenza ad essere asmatici, in modo molto blando, poiché non abbiamo mai ricevuto ossigeno né siamo stati ricoverati in ospedale per questo motivo. Franco ora sta facendo la riabilitazione, perché a causa del ricovero ha perso nove chili, ha problemi di mobilità agli arti inferiori e ci dicono che la riabilitazione sarà lunga. Ha subito la caduta dei capelli, molto, fortunatamente ora stanno iniziando a ricrescere. Ha molti problemi di mobilità e di coordinazione, stiamo cercando di risolverli, e siamo preoccupati che possa comparire un altro problema nascosto, perché ciò che si nota è ciò che è visibile, ciò che viviamo con lui quotidianamente”.

Ha aggiunto che “al suo arrivo a San Rafael, su suggerimento del suo pneumologo, abbiamo fatto il test per gli anticorpi al vaccino e al Covid. In questo modo, ci ha detto, saremmo stati più certi se il problema che ha avuto sia stato innescato dal vaccino o da qualcos’altro. I risultati, sorprendentemente, hanno indicato che generava anticorpi contro il vaccino, ma non contro il covid. Questo ci conferma che la causa dei suoi problemi sua stato il vaccino Moderna.

Ad oggi nessuno ci dice niente; Abbiamo solo il parere dei medici che abbiamo consultato; Loro, vedendo la storia clinica, ci dicono che è il risultato del vaccino. Ma non abbiamo nulla di ufficiale e non sappiamo cosa fare; siamo totalmente impotenti nei confronti delle Istituzioni. Gli abbiamo dato il vaccino Moderna perché il governo ha detto che questo era il vaccino per bambini e giovani. Abbiamo fatto la cosa giusta, siamo pro-vaccino nella nostra famiglia. Il nostro obbligo sarebbe quello di dargli altre dosi, ma è molto difficile prendere una decisione senza avere risposte. Abbiamo passato un brutto periodo, davvero molto brutto; Siamo andati a San Juan per un fine settimana per divertirci e siamo finiti con mio figlio ricoverato in ospedale per venti giorni. A questo si aggiunge il danno psicologico che Franco ha ancora. Fortunatamente, abbiamo fatto studi neurologici a Mendoza e tutto indica che quello che gli sta succedendo è temporaneo. Frequenta ogni giorno un istituto di riabilitazione ed è molto contento perché sta migliorando. Ciò di cui abbiamo bisogno è una risposta ufficiale sul nostro caso; Continuano a chiederci la stessa cosa ogni volta che ci contattano. Ieri mi hanno mandato una mail chiedendomi se tutte le informazioni che abbiamo fornito erano corrette… Ho risposto di sì, è la quarta volta che riportiamo esattamente la stessa cosa. Sentiamo che ci prendono in giro con le domande che ci pongono”.

Fonte articolo: https://www.eventiavversinews.it/quattordicenne-in-terapia-intensiva-dopo-vaccino-moderna-la-denuncia-del-padre-dopo-quattro-mesi-vogliono-fargli-la-seconda-dose-e-una-follia/

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x