Home / Attualità / Putin: “Forse a intromettersi nelle elezioni americane sono stati gli ucraini o gli ebrei !”

Putin: “Forse a intromettersi nelle elezioni americane sono stati gli ucraini o gli ebrei !”

FONTE: YNETNEWS.COM

In una intervista alla NBC il presidente russo dice che “non gliene potrebbe importare di meno” delle presunte interferenze russe nelle elezioni presidenziali americane, e sostiene che i 13 cittadini russi e le 3 compagnie russe incriminate negli USA “non rappresentano” il suo governo.

Il presidente russo Vladimir Putin ha detto alla NBC di non preoccuparsi delle presunte interferenze russe (1) nelle elezioni presidenziali americane perché quelle azioni non erano collegate al suo governo, ed ha suggerito che invece avrebbero potuto esserne coinvolti “degli ucraini, dei tartari o degli ebrei”.

In un’intervista con la rete televisiva statunitense, è stato chiesto al presidente russo se si dolesse dell’interferenza di 13 cittadini russi e di tre società russe come specificato nell’atto d’accusa americano (2).

Putin "non mi può interessare di meno"

Non mi interessa affatto, perché costoro non rappresentano il governo“, ha detto, secondo la trascrizione dell’intervista pubblicata sabato dal Cremlino.

Perché avete deciso che le autorità russe, me compreso, avrebbero dato a qualcuno l’autorizzazione a farlo?” Putin ha chiesto all’intervistatrice Megyn Kelly.

E se fossero russi?“.

E lui: “Ci sono 146 milioni di russi, e allora? … Non mi interessa, non me ne potrebbe importare di meno … Questa gente non rappresenta gli interessi dello stato russo“.

Forse non sono nemmeno russi ma ucraini, tartari o ebrei anche se con cittadinanza russa, che dovrebbe anche essere controllata, forse hanno una doppia cittadinanza con una carta verde, forse gli Stati Uniti li hanno pagati per questo. Come si fa a saperlo? Non lo so neanche io“, ha detto.

Ha sostenuto di non aver visto alcuna prova delle presunte interferenze, sottolineando che “Noi in Russia non possiamo perseguire nessuno fin quando non abbia violato la legge russa. Almeno mandateci un pezzo di carta … Dateci un documento, una richiesta ufficiale e gli daremo un’occhiata“.

Il Consigliere speciale Robert Mueller, che sta indagando sul presunto intervento russo
Il Consigliere speciale Robert Mueller, che sta indagando sul presunto intervento russo

 

Inoltre, Putin ha cercato di dipingere le accuse come “ridicole“, dicendo: “Qualcuno potrebbe davvero credere che la Russia, a migliaia di chilometri di distanza… abbia influenzato il risultato delle elezioni? Non sembra ridicolo anche a lei?“. Ed ha aggiunto “Non è un nostro obiettivo interferire, non vediamo quale obiettivo potremmo raggiungere interferendo, non c’è un obiettivo“.

A novembre, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto che Putin gli ha dichiarato (3) “di non aver assolutamente interferito con le elezioni, non ha fatto quello che che si sta raccontando“.

Ogni volta che mi vede mi dice: ‘Non l’ho fatto’. E credo, credo che quando me lo dice, lo intenda davvero (4)”, ha detto Trump, sottolineando che Putin si sente “molto insultato” per quell’accusa. Trump ha definito l’accusa come una “barriera artificiale” eretta dai democratici per rilanciare ancora una volta le conclusioni della comunità dell’intelligence americana secondo cui la Russia ha cercato di interferire nelle elezioni per aiutare Trump a vincere.

Parlando in un’intervista con la televisione di stato russa diversi giorni fa, Putin ha elogiato Trump, descrivendolo come un grande comunicatore.

Non ne sono affatto deluso“, ha detto Putin quando gli è stato chiesto del presidente degli Stati Uniti. “Inoltre, a livello personale mi ha fatto un’ottima impressione“.

L’incontro tra Putin e Trump in Vietnam
L’incontro tra Putin e Trump in Vietnam

 

I due leader si sono incontrati a margine dei vertici internazionali dello scorso anno. Putin ha elogiato Trump definendolo un uomo “equilibrato“, che riesce facilmente a entrare nel merito di vari problemi e ascolta il suo interlocutore.

Con lui è possibile negoziare e cercare compromessi“, ha aggiunto Putin.

Ha approfondito ulteriormente l’intervista con Kelly, definendo il presidente americano “un uomo d’affari con una vasta esperienza” e “una persona di rapida comprensione” nonostante sia un nuovo arrivato in politica.

Capisce che se è necessario stabilire una relazione cooperativa con qualcuno, allora bisogna trattare con rispetto il proprio partner attuale o potenziale “, ha detto il leader russo. “Impegnarsi in accuse e insulti reciproci, è una strada verso il nulla“.

 

Redazionale

Fonte: ynetnews.com

Link: https://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-5153604,00.html

10.03.2018

 

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da OLDHUNTER

 

  1. 1. https://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-5034883,00.html
  2. 2. https://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-5117385,00.html
  3. 3. https://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-5041350,00.html
  4. 4. https://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-4986206,00.html

 

Pubblicato da Davide